MI presento

Skorpio

Utente di lunga data
Io che lavoro in nell'ambiente non lo ho mai fatto. Cerco sempre di mantenere le distanze. Poi io rispondo di me, non lo so' gli altri e nemmeno mi interessa.
Quando però prima parlando di "altri" hai scritto questo, pareva invece tu lo sapessi benissimo, e se poi dici che non ti interessa forse è bene evitare di dare consigli

"consiglio vivamente a tutte le persone annoiate, (prima di mandare a monte una famiglia o un matrimonio comunque dignitoso) di farsi un giretto in una RSA o in un reparto oncologico di un ospedale. Vedrai ,come si trova subito un senso alla vita"

Io credo, molto "distaccatamente" che un giretto in un reparto oncologico possa fare molti effetti diversi

Dalla voglia di farsi DUE giretti in un reparto oncologico, alla voglia di andarsi subito a fare un'orgia con qualche sconosciuto/a

Non a tutti tutto fa lo stesso effetto

Io non lo consiglierei, e proprio per il motivo che dicevi tu, e cioè :"non so degli altri"
 

ionio36

Utente di lunga data
Quando però prima parlando di "altri" hai scritto questo, pareva invece tu lo sapessi benissimo, e se poi dici che non ti interessa forse è bene evitare di dare consigli

"consiglio vivamente a tutte le persone annoiate, (prima di mandare a monte una famiglia o un matrimonio comunque dignitoso) di farsi un giretto in una RSA o in un reparto oncologico di un ospedale. Vedrai ,come si trova subito un senso alla vita"

Io credo, molto "distaccatamente" che un giretto in un reparto oncologico possa fare molti effetti diversi

Dalla voglia di farsi DUE giretti in un reparto oncologico, alla voglia di andarsi subito a fare un'orgia con qualche sconosciuto/a

Non a tutti tutto fa lo stesso effetto

Io non lo consiglierei, e proprio per il motivo che dicevi tu, e cioè :"non so degli altri"
Ok a te non lo consiglio, per gli altri me lo diranno loro stessi.
 

ionio36

Utente di lunga data
Ciao onestamente se bastasse avere una malattia o vedere una malattia per non fare corna...nessuno avrebbe più l amante...
Ma non è così semplice..
Se non ci sei passato...non puoi saperlo
Comunque io non ho mai scritto che questo serve a non fare le corna.Se hai voglia ed anche tempo,prova a rileggere bene quello che ho scritto.
 

abebis

Utente di lunga data
Ciao Lara, condivido appieno quello che dici a livello di corso pre matrimoniale. Ti dirò di più,io lavoro in ambito socio sanitario e quindi consiglio vivamente a tutte le persone annoiate, (prima di mandare a monte una famiglia o un matrimonio comunque dignitoso) di farsi un giretto in una RSA o in un reparto oncologico di un ospedale. Vedrai ,come si trova subito un senso alla vita. Chiaro che se non c'è rispetto in famiglia bisognerebbe chiudere. Ma questa è un altra cosa.
E dei bimbi che muoiono di fame in Biafra, ne vogliamo parlare? E della pace nel mondo? E della plastica negli oceani che strozza i pesciolini innocenti?
 

Brunetta

Utente di lunga data
Ciao onestamente se bastasse avere una malattia o vedere una malattia per non fare corna...nessuno avrebbe più l amante...
Ma non è così semplice..
Se non ci sei passato...non puoi saperlo
Adesso saremmo a posto. Il Covid ha alitato sul collo di tutti.
 

Brunetta

Utente di lunga data
E dei bimbi che muoiono di fame in Biafra, ne vogliamo parlare? E della pace nel mondo? E della plastica negli oceani che strozza i pesciolini innocenti?
Hai riferimenti datati.
Hai genitori anziani?
 

ionio36

Utente di lunga data
Io che lavoro in nell'ambiente non lo ho mai fatto. Cerco sempre di mantenere le distanze. Poi io rispondo di me, non lo so' gli altri e nemmeno mi interessa. Ognuno ha la sua coscienza. Ma volendo si può fare nessuno ti costringe.
Inoltre se mi permetti, per gli operatori è un lavoro,se non fossero distaccati non potrebbero farlo. Per uno invece che non è dentro,la cosa sarebbe ben diversa. Il suggerimento è per chi vuole mettersi in discussione. Per gli altri pazienza,sopravviveremo.
Ok ho provato a dire la mia,purtroppo non è possibile e probabilmente non ne vale la pena.
 

spleen

utente ?
Comunque continuerò a leggervi.
Intervieni e dì quello che ti senti di dire invece. Le varie opinioni hanno sempre una loro dignità. Troverai sempre qualcuno che non la pensa come te, qualcuno che ti vuole far passare per fesso, qualcuno che invece condivide e ti ascolta, è normale.
 
Ultima modifica:

Brunetta

Utente di lunga data
Ok ho provato a dire la mia,purtroppo non è possibile e probabilmente non ne vale la pena.
Credo che, nonostante l'indispensabile distanza emotiva che attui nella tua quotidianità, la visione del dolore e della vicinanza con la morte ti hanno portato a riflessioni profonde e a creare una tua scala di valori. Ma altri ...sono diversi.
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Ok ho provato a dire la mia,purtroppo non è possibile e probabilmente non ne vale la pena.
E ti arrendi così?! Il giro nel reparto oncologico dovrebbe averti insegnato anche questo.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Ok ho provato a dire la mia,purtroppo non è possibile e probabilmente non ne vale la pena.
E hai fatto bene, e qui ti viene reso possibile dirlo

Io credo che questa tua visione corrisponda a un teorema che io non riconosco oggettivamente nei fatti

Se il tuo teorema fosse corretto (un giro in un reparto oncologico scaccia via ogni pensiero verso una persona che non è della tua famiglia, perchè acquisisci una visione che ti allontana certe idee) chiunque lavorasse in una rsa o in un reparto oncologico o in un istituto per bambini malformati, o alla Camera mortuaria, avrebbe automaticamente una sorta di immunità da questo tipo di situazioni.

Io ritengo invece che questa immunità non la si acquisisca in questo modo

Dirò di più, ritengo che questa immunità non sia acquisibile.
 

ermik

Utente di lunga data
Per mia esperienza personale, e non, posso dire che certi lutti dolorosi, intendo di congiunti con malattie lunghe e devastanti, hanno scatenato una voglia di vivere e di uscire da una coppia in cui non ci si sente più compresi. Diciamo che hanno dato la stura a desideri repressi e hanno fatto cadere molti freni inibitori.
Naturalmente tutto ciò non fa statistica...ma neanche il tuo discorso della riscoperta dei valori "importanti".
Il dolore scatena molte reazioni diverse, si può avere una reazione in un senso e nell'altro....tutto qui.
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Per mia esperienza personale, e non, posso dire che certi lutti dolorosi, intendo di congiunti con malattie lunghe e devastanti, hanno scatenato una voglia di vivere e di uscire da una coppia in cui non ci si sente più compresi. Diciamo che hanno dato la stura a desideri repressi e hanno fatto cadere molti freni inibitori.
Naturalmente tutto ciò non fa statistica...ma neanche il tuo discorso della riscoperta dei valori "importanti".
Il dolore scatena molte reazioni diverse, si può avere una reazione in un senso e nell'altro....tutto qui.
Come è accaduto a me ...
 

Rose1994

Utente di lunga data
Scusate ma non riesco a non pensare alla nuova compagna e a come si sente con la presenza della moglie che parla dell'ex marito da pentita. Insomma dovresti farti una vita.
 
Top