La confessione come catarsi

Foglia

utente viva e vegeta
Comunque, al di là di tutto, il polverone si è alzato facendo notare un certo modus operandi. Cioè un piedipiombismo ripetuto a ogni piè sospinto - ben prima che qualcuno sollevasse qualche osservazione - che a me (e non solo, ho visto) rimanda un sentore di autoconvincimento che sia GIUSTO così. Se uno ci sta così bene che bisogno c'è di ripeterlo continuamente? (Problema mio, indubbiamente, che sono allergica a chi è ripetitivo e interpreto in tal modo la cosa).
Poi, al solito, qualcuno ci ha inserito il fatto che l'altro/a debba avere un/a compagno/a, che nulla aveva a che vedere col discorso generale.
Fatto sta che se uno è capace di esserci, nella relazione, che abbia un compagno o che stia a km di distanza è assolutamente ininfluente. Con chi ha una visione così, e con un tale bisogno di sentirsi "importante" da relativizzare tutto ciò che non gli procura questa sensazione, non mi relazionerei nemmeno per mezzo minuto
Ma guarda, per me si sta parlando di argomenti interessantissimi, per cui ben venga se a sollevarli sia stato quello che a qualcuno sembra il mio andare coi piedi di piombo!
Peraltro coi piedi di piombo andrei certamente in altre relazioni, qui (come già detto) vado coi piedi in terra 😜

Non so che dire sul resto: punti di vista. Per me, anche chi sta a distanza in una relazione "ufficiale", è ben differente da chi ha qualcun altro a casa. Il mio esempio dell'emergenza era per far capire come percepisco IO, la mia relazione :)
E a me sembra evidente che se uno a 1k km di distanza non mi può portare un pigiama o starmi vicino nell'immediato è perché non hanno ancora inventato il teletrasporto :D, mentre se uno sta spaparanzato sul divano con la compagna la questione è ben diversa a prescindere ;)
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Comunque, al di là di tutto, il polverone si è alzato facendo notare un certo modus operandi. Cioè un piedipiombismo ripetuto a ogni piè sospinto - ben prima che qualcuno sollevasse qualche osservazione - che a me (e non solo, ho visto) rimanda un sentore di autoconvincimento che sia GIUSTO così. Se uno ci sta così bene che bisogno c'è di ripeterlo continuamente? (Problema mio, indubbiamente, che sono allergica a chi è ripetitivo e interpreto in tal modo la cosa).
Poi, al solito, qualcuno ci ha inserito il fatto che l'altro/a debba avere un/a compagno/a, che nulla aveva a che vedere col discorso generale.
Fatto sta che se uno è capace di esserci, nella relazione, che abbia un compagno o che stia a km di distanza è assolutamente ininfluente. Con chi ha una visione così, e con un tale bisogno di sentirsi "importante" da relativizzare tutto ciò che non gli procura questa sensazione, non mi relazionerei nemmeno per mezzo minuto
Sull’ esserci condivido pienamente
Esserci e amare sono per me cose diverse
Certo che se ho una relazione apprezzo che l’altro ci sia nei modi che può esserci altrimenti poco senso avrebbe per me la relazione stessa
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Ma guarda, per me si sta parlando di argomenti interessantissimi, per cui ben venga se a sollevarli sia stato quello che a qualcuno sembra il mio andare coi piedi di piombo!
Peraltro coi piedi di piombo andrei certamente in altre relazioni, qui (come già detto) vado coi piedi in terra 😜

Non so che dire sul resto: punti di vista. Per me, anche chi sta a distanza in una relazione "ufficiale", è ben differente da chi ha qualcun altro a casa. Il mio esempio dell'emergenza era per far capire come percepisco IO, la mia relazione :)
E a me sembra evidente che se uno a 1k km di distanza non mi può portare un pigiama o starmi vicino nell'immediato è perché non hanno ancora inventato il teletrasporto :D, mentre se uno sta spaparanzato sul divano con la compagna la questione è ben diversa a prescindere ;)
Oggettivamente però è uguale. In entrambi i casi sei a conoscenza (da sempre) di una impossibilità dell'altro di non potere.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Oggettivamente però è uguale. In entrambi i casi sei a conoscenza (da sempre) di una impossibilità dell'altro di non potere.
Beh ma può essere pure un separato o un vedovo con un figlio piccolo, che non può liberarsi più di tanto

Peraltro di situazioni così ce ne sono a valanghe , e molto spesso generano gelosie e tensioni fortissime proprio per gli "impegni" di chi ha prole, probabilmente proprio per questa mancanza di disponibilità

(È col figlio questo weekend e io qui da sola come una scema)
 

Skorpio

Utente di lunga data
Nulla
Lo vedi come un obbligo per dimostrarmi che mi ami
Invece per me la cosa più naturale del mondo se amo.
se mi dici che mi ami e dormi con un’altra o pigli in giro me o l’altra quindi non vedo la necessità di dirmelo
se il tuo tempo con me è vincolato al tempo che devi passare con un’altra scusa ma io questo amore non lo vedo
E posso vedere tante cose splendide ma non capisco la necessità di definirle amore. Tutto qui.
mi sembra un voler aggiungere come se quello che c’è non bastasse. Ed è grave se il tanto che c’è non basta “solo” perché nonc’è un ti amo.
poi ripeto magari sono io che appunto do Troppa importanza a quelle due paroline
Non ho però ancora avuto da te esempi di cosa significa per te amare. Perché secondo me, ma posso sbagliarmi, quegli esempi per me sarebbero attenzioni preziose che non definirei amore . Insomma penso che il nostro non comprenderci sia dovuto all’importanza diversa che diamo al termine.
Vedi che avevo capito?
Mi fa piacere averti rassicurato sul fatto che ti spiegavi benissimo

"SE mi ami e dormi con un'altra, non stai dando la giusta importanza a ciò che mi dici, lascia perdere l'amore "

Invece se ti scopo è scopo con un'altra che succede?

Cioè.. esempio (vale anche per @Foglia la domanda)

Se io ti dico: ti voglio scopare , non ne posso più, voglio scoparti..

E però scopo anche con un'altra (perché ci dormo) farei bene a stare zitto perché non è poi così vero che non ce la faccio più?

Oppure, siccome non si parla di amore, allora quanto dichiaro è comunque credibile?

Anche se poi scopo tranquillamente con una o altre?
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Vedi che avevo capito?
Mi fa piacere averti rassicurato sul fatto che ti spiegavi benissimo

"SE mi ami e dormi con un'altra, non stai dando la giusta importanza a ciò che mi dici, lascia perdere l'amore "

Invece se ti scopo è scopo con un'altra che succede?

Cioè.. esempio (vale anche per @Foglia la domanda)

Se io ti dico: ti voglio scopare , non ne posso più, voglio scoparti..

E però scopo anche con un'altra (perché ci dormo) farei bene a stare zitto perché non è poi così vero che non ce la faccio più?

Oppure, siccome non si parla di amore, allora quanto dichiaro è comunque credibile?

Anche se poi scopo tranquillamente con una o altre?
Stai paragonando scopare con ti amo?
Ma ci mancherebbe altro che siamo amanti, hai una compagna e non ci scopi, mi spiacerebbe per te sinceramente.
Aver voglia di scopare me non esclude che tu abbia voglia di scopars lei o chi altro vuoi. Non toglie nulla al tuo desiderio di me
Sinceramente se lo riporto a me, sapendo cosa vuol dire vivere con uno che non fa più sesso con me, mai mi augurerei che a una persona a cui voglio bene capiti la stessa cosa
Io sono ben serena che l’altro sia sereno anche quando non sta con me. Può farmi solo piacere.
hai scritto che hai capito bene mentre per me continuiamo a non capirci. Ma non ci capiamo sul significato del ti amo. Io il tuo discorso lo capisco benissimo e magari se andassimo nei dettagli delle nostre esperienze scopriremmo che se vivessimo le stesse cose provando le stesse cose le chiameremmo in modo diverso, tutto qui
 

Skorpio

Utente di lunga data
Stai paragonando scopare con ti amo?
Ma ci mancherebbe altro che siamo amanti, hai una compagna e non ci scopi, mi spiacerebbe per te sinceramente.
Aver voglia di scopare me non esclude che tu abbia voglia di scopars lei o chi altro vuoi. Non toglie nulla al tuo desiderio di me
Sinceramente se lo riporto a me, sapendo cosa vuol dire vivere con uno che non fa più sesso con me, mai mi augurerei che a una persona a cui voglio bene capiti la stessa cosa
Io sono ben serena che l’altro sia sereno anche quando non sta con me. Può farmi solo piacere.
hai scritto che hai capito bene mentre per me continuiamo a non capirci. Ma non ci capiamo sul significato del ti amo. Io il tuo discorso lo capisco benissimo e magari se andassimo nei dettagli delle nostre esperienze scopriremmo che se vivessimo le stesse cose provando le stesse cose le chiameremmo in modo diverso, tutto qui
Non sto paragonando

Ho chiesto: se io (ipotetico) che ho la mia vita con un'altra tranquillamente, ti dico giorno e notte che ti voglio scopare e ti voglio scopare e penso solo a acopare con te..

Io, che non nomino l'amore, sono credibile ai tuoi occhi o sono solo un ciarlatano perché se davvero morissi dalla voglia di scoparti mollarei tutti a qualsiasi ora e verrei a trombarti?

È una domanda molto precisa.. semplice anche
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Non sto paragonando

Ho chiesto: se io (ipotetico) che ho la mia vita con un'altra tranquillamente, ti dico giorno e notte che ti voglio scopare e ti voglio scopare e penso solo a acopare con te..

Io, che non nomino l'amore, sono credibile ai tuoi occhi o sono solo un ciarlatano perché se davvero morissi dalla voglia di scoparti mollarei tutti a qualsiasi ora e verrei a trombarti?

È una domanda molto precisa.. semplice anche
Se mi dici che pensi a scopare SOLO me assolutamente no, non saresti credibile e soprattutto se fossi sposato mi spiacerebbe per te
Se mi dici che hai voglia di scoparmi saresti credibile proprio perché non escluderesti di scopare con tua moglie o con chi per motivi diversi è maggiormente raggiungibile . Questo non cambierebbe il tuo desiderio di me
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Leggendo sta roba sono sempre più felice di essere un superficiale che usa il Ti amo come intercalare :LOL:
E di continuare a dormire nudo.
Ma infatti la cosa fondamentale è che tu sia felice di dirlo e che sia felice chi se lo sente dire proprio perché per entrambi ha lo stesso significato
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Beh ma può essere pure un separato o un vedovo con un figlio piccolo, che non può liberarsi più di tanto

Peraltro di situazioni così ce ne sono a valanghe , e molto spesso generano gelosie e tensioni fortissime proprio per gli "impegni" di chi ha prole, probabilmente proprio per questa mancanza di disponibilità

(È col figlio questo weekend e io qui da sola come una scema)
Esatto! Una cosa è la disponibilità, altro discorso è l'attenzione che si vorrebbe. Spesso le cose non coincidono.
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Beh ma può essere pure un separato o un vedovo con un figlio piccolo, che non può liberarsi più di tanto

Peraltro di situazioni così ce ne sono a valanghe , e molto spesso generano gelosie e tensioni fortissime proprio per gli "impegni" di chi ha prole, probabilmente proprio per questa mancanza di disponibilità

(È col figlio questo weekend e io qui da sola come una scema)
Infatti ho sottolineato i figli prima di tutto
Ma non parlavamo di figli e non era questa la mancanza che sottolineavo io
 

Skorpio

Utente di lunga data
Se mi dici che pensi a scopare SOLO me assolutamente no, non saresti credibile e soprattutto se fossi sposato mi spiacerebbe per te
Se mi dici che hai voglia di scoparmi saresti credibile proprio perché non escluderesti di scopare con tua moglie o con chi per motivi diversi è maggiormente raggiungibile . Questo non cambierebbe il tuo desiderio di me
Io non ho detto SOLO .. nel.mio esempio io alle 10 di sera ti scrivo che muoio dalla voglia di scoparti te (non SOLO)

Però alle 10,15 vado a letto con mia moglie bello tranquillo e sereno

Quindi si, sarei credibile..
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Io non ho detto SOLO .. nel.mio esempio io alle 10 di sera ti scrivo che muoio dalla voglia di scoparti te (non SOLO)

Però alle 10,15 vado a letto con mia moglie bello tranquillo e sereno

Quindi si, sarei credibile..
Certo, ripeto scopare con tua moglie non toglie nulla al tuo desiderio di me
Sarebbe triste se andassi a letto con lei controvoglia
 

Skorpio

Utente di lunga data
Certo, ripeto scopare con tua moglie non toglie nulla al tuo desiderio di me
Sarebbe triste se andassi a letto con lei controvoglia
Come io vada a letto con mia moglie non ti riguarda, se triste o allegro

Io chiedevo solo se ai tuoi occhi ero credibile nel mio esprimere la voglia matta di scoparti alle 10 di sera, lontano e impossibilitato a raggiungerti

Hai risposto, ho capito:)
 

danny

Utente di lunga data
Sulla prima parte del tuo discorso, tralascio proprio perché per te bisognerebbe aprire un capitolo a parte ;)
Se l'accudisci come un padre, significa che da un lato certamente lei è fatta come sappiamo, e dall'altro lato però anche a te piace comportarti da padre. Io sinceramente a una che mi avesse detto che si è fatta male all'occhio perché stava giocando con l'amante risponderei di arrangiarsi, con il compagno di giochi o meno (così avrebbe avuto modo di verificare lei stessa quanto lui sarebbe stato presente! ;) ).

Sul grassetto ti rispondo che certamente è un pò così :), anche se umanamente non siamo fatti così a comparti "stagni". Fosse per me l'interesse lo avrei esteso alla condivisione di cose che piacciono ad entrambi, ma che per motivi vari non è possibile condividere. Comunque ripeto, va benissimo anche così, l'importante è che appunto si sappia che dell'altro ci si vuol godere solo la parte bella (nel tuo caso, il "brutto" lo si è lasciato volentieri in groppa a te :D, quel che è però "troppo", e che capisco bene che a quella stregua pesi, è che ti è arrivato "il brutto" di ritorno dal bello dell'altro che lei si è presa: per il che, francamente, non avrei usato amore paterno, mica cazzi ;)
L'amore paterno è per mia figlia.
Che si merita anche che tenti di alleviare gli errori altrui, di cui lei non deve soffrire.
Sull'oggetto tirato... Ovvio che la versione iniziale fosse un'altra.
Stranamente non capivo perché lei non volesse procedere per infortunio sul lavoro.
 

ologramma

Utente di lunga data
lo dici seriamente? Ho è una aspirazione grottesca
 

Foglia

utente viva e vegeta
Oggettivamente però è uguale. In entrambi i casi sei a conoscenza (da sempre) di una impossibilità dell'altro di non potere.
Oggettivamente resta che né un compagno a distanza di 1000 km, né un amante a 5 minuti da casa tua, possono compartecipare a una tua situazione di emergenza, certo.
 
Top