DPCM Conte 25/10: consapevolezza e strategia

Lara3

Utente di lunga data
Grazie. Per mio figlio quindi ho la scelta tra 10 giorni più tampone, o 14 giorni, sperando che non abbia sintomi. Mentre io non essendo contatto stretto in teoria non ho quarantena (A meno che lui non risulti positivo).
Sperem.... che io ho già verosimilmente dato ;)

Grazie
In bocca al lupo e tanta salute 🍀.
Il tuo ex come sta ?
 

Foglia

utente viva e vegeta
In bocca al lupo e tanta salute 🍀.
Il tuo ex come sta ?
Crepi il lupo. Il mio ex sta benino, si è insospettito perché ha perso l'olfatto e il gusto, praticamente tutto qui per ora.
Mentre a me (oltre al naso che cola) ora si è aggiunto il mal di gola. Direi banalissimo raffreddore, non fosse per questa coincidenza.... boh. Se vedo un peggioramento dei sintomi vado a tamponarmi. Il cucciolo per il momento è quello che sta meglio di tutti 😂. Comunque credo che prima la abbia fatta lui 😈, e poi l'abbia "dispensata". Io in effetti sono abbastanza sportiva, ma suo padre per dire viveva nel terrore di pigliarselo. Maschera ffp2 sempre, disinfettante in ogni momento eccetera. E nostro figlio un po' di giorni fa ha avuto quello che sembrava un banalissimo raffreddore.... non lo so, ma a rigor di logica....
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Alice guarda i gatti e i gatti girano nel sole
mentre il sole fa l'amore con la luna
il mendicante arabo ha qualcosa nel cappello
ma è convinto che sia un portafortuna
non ti chiede mai pane o carità
e un posto per dormire non ce l'ha
ma tutto questo Alice non lo sa... (cit.)
:)
:) :)

eh già.
 

Marjanna

Utente di lunga data
Grazie. Per mio figlio quindi ho la scelta tra 10 giorni più tampone, o 14 giorni, sperando che non abbia sintomi. Mentre io non essendo contatto stretto in teoria non ho quarantena (A meno che lui non risulti positivo).
Sperem.... che io ho già verosimilmente dato ;)

Grazie
Si in teoria dovrebbe essere così: http://www.salute.gov.it/portale/nu...498XqvjTn-Lp40ZweGg1D5xP76zSqGMx1KVaZiPZFhXiE
Se tuo figlio poi dovesse risultare positivo al tampone tu automaticamente vai in quarantena obbligatoria.

Fossi in te comunque se proprio devi uscire metti una ffp2, ed evita di vedere i tuoi o persone delle categorie fragili. Quando non state in una stanza arieggia e fai cambiare l'aria.

Hai chi ti porta pappa, disinfettanti in caso di necessità?
 

Foglia

utente viva e vegeta
Si in teoria dovrebbe essere così: http://www.salute.gov.it/portale/nu...498XqvjTn-Lp40ZweGg1D5xP76zSqGMx1KVaZiPZFhXiE
Se tuo figlio poi dovesse risultare positivo al tampone tu automaticamente vai in quarantena obbligatoria.

Fossi in te comunque se proprio devi uscire metti una ffp2, ed evita di vedere i tuoi o persone delle categorie fragili. Quando non state in una stanza arieggia e fai cambiare l'aria.

Hai chi ti porta pappa, disinfettanti in caso di necessità?
L'esselunga fa un ottimo servizio, in questi frangenti vale bene qualche euro in più ;)
Spero bene. Ho anche amici a cui chiedere. I miei figurati, tralascio proprio visto che.... (vabbè, lasciamo stare ;)). È dura essere da soli, al pensiero di due settimane barricata in casa (d'altro canto chi verrebbe in casa di positivi al 99%?) con il cucciolo in quarantena ho solo da augurarmi di stare più o meno bene io. Tanto sono abituata a stare in piedi anche con più di 39 di febbre, di necessità virtù ;). E per il resto ovviamente spero :)
 

Marjanna

Utente di lunga data
Crepi il lupo. Il mio ex sta benino, si è insospettito perché ha perso l'olfatto e il gusto, praticamente tutto qui per ora.
Mentre a me (oltre al naso che cola) ora si è aggiunto il mal di gola. Direi banalissimo raffreddore, non fosse per questa coincidenza.... boh. Se vedo un peggioramento dei sintomi vado a tamponarmi. Il cucciolo per il momento è quello che sta meglio di tutti 😂. Comunque credo che prima la abbia fatta lui 😈, e poi l'abbia "dispensata". Io in effetti sono abbastanza sportiva, ma suo padre per dire viveva nel terrore di pigliarselo. Maschera ffp2 sempre, disinfettante in ogni momento eccetera. E nostro figlio un po' di giorni fa ha avuto quello che sembrava un banalissimo raffreddore.... non lo so, ma a rigor di logica....
Dicono che sia una cosa che non si riesce a comprendere finchè non la si prova (di perdere olfatto e gusto), diversa da quando si ha il naso tappato per un normale raffreddore, anche perchè spesso accade senza avere il naso tappato.
A me se vien mal di gola, ma in tempi pre-covid preciso, aiuta mettere in bocca un pezzettino di zenzero (quello bio, ce ne sono versioni grandi che non hanno la stessa potenza), oppure metterlo in un estratto con arancia, limone, carote e cavolo nero (fondamentale quest'ultimo). Non so se in versione covid-light possa dare un poco di sollievo.
Ma tuo ex marito portava la ffp2 anche in presenza del figlio? Non ho capito.
 

Marjanna

Utente di lunga data
L'esselunga fa un ottimo servizio, in questi frangenti vale bene qualche euro in più ;)
Spero bene. Ho anche amici a cui chiedere. I miei figurati, tralascio proprio visto che.... (vabbè, lasciamo stare ;)). È dura essere da soli, al pensiero di due settimane barricata in casa (d'altro canto chi verrebbe in casa di positivi al 99%?) con il cucciolo in quarantena ho solo da augurarmi di stare più o meno bene io. Tanto sono abituata a stare in piedi anche con più di 39 di febbre, di necessità virtù ;). E per il resto ovviamente spero :)
No in casa no. Si lascia fuori dal portone, o fuori dal cancello.
Non fare Wonder Woman, cerca di riposarti anche tu.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Dicono che sia una cosa che non si riesce a comprendere finchè non la si prova (di perdere olfatto e gusto), diversa da quando si ha il naso tappato per un normale raffreddore, anche perchè spesso accade senza avere il naso tappato.
A me se vien mal di gola, ma in tempi pre-covid preciso, aiuta mettere in bocca un pezzettino di zenzero (quello bio, ce ne sono versioni grandi che non hanno la stessa potenza), oppure metterlo in un estratto con arancia, limone, carote e cavolo nero (fondamentale quest'ultimo). Non so se in versione covid-light possa dare un poco di sollievo.
Ma tuo ex marito portava la ffp2 anche in presenza del figlio? Non ho capito.
Bah :)
Io ho solo del raffreddore E un po' di mal di gola, al momento. Ma una roba leggera, gusto e olfatto non li ho persi. Pochissima tosse. Diversissimo dalla prima volta, quando ancora non si sospettava, in cui ho avuto una tosse secca (peraltro ora ho parecchio catarro) che mi ha costretta a fare le notti in piedi (circa un paio di settimane) perché se mi coricato non riuscivo a respirare. Ero pure andata al lavoro con 38 e mezzo :( (poi stata a casa un paio di giorni). Il mio ex (E su questo gli credo, io l'ho sempre trovato esagerato) ovviamente in casa col bambino NON teneva la maschera. Però fuori casa l'aveva pressoché sempre, disinfettante a ogni piè sospinto. Io no, sono proprio diversa. Non me la sono mai andata a cercare, ma diciamo che nei limiti del ragionevole ho vissuto il più normalmente possibile. In altre parole non sono mai stata tra quelli che rientrati in casa mettevano gli abiti sul balcone, la mascherina non appena possibile e consentito la levavo. Idem (sarà un caso) tutti o quasi i miei amici.
Non faccio wonder woman :D , ma sto bene. Quanto al riposo forzato piuttosto sono davvero stanca di riposare. Oggi avrei avuto un colloquio di lavoro. Saltato perché giustamente non me la sento di chiedere a nessuno di tenere compagnia a un mostriciattolo potenzialmente infetto :D . Ci rido, ma é tragica :(

No in casa no. Si lascia fuori dal portone, o fuori dal cancello.
Non fare Wonder Woman, cerca di riposarti anche tu.
E il pagamento lo accetteranno o come gli mostro il bancomat scapperanno a gambe levate? :D

La novità, rispetto alla storia, è che siamo la prima società priva di (idea) di futuro. Il nostro futuro è un eterno presente, teso alla "demolizione" sistematica di tutto quello che abbiamo conosciuto. Si è contratto ad un concetto personale e privatistico, ha perso la sua dimensione sociale.
Ha smesso di interessarci, ha iniziato a farci paura.

Non mi riferisco alle conquiste tecnologiche, che altresì vengono "divinizzate", mi riferisco a quell' orizzonte ideale fatto di principi e di valori che sono stati (anche in contrasto tra loro) sia il motore delle società borghesi e reazionarie, sia delle lotte sociali ed individuali per il cambiamento e le trasformazioni via via nei secoli.

Mi spiego meglio: Non sento la nostalgia delle ideologie, sento la mancanza della loro elaborazione storica e politica, ed è per questo che tardi o tosto secondo me torneranno. Non è gridando oggi, inopinatamente al fascismo o al comunismo o alla reazionarietà del clero cattolico (mai parlare di islam però) che risolveremo i nostri problemi. Li risolveremo se - e l a b o r e r e m o - delle idee condivise e delle risposte ai bisogni umani. Se smetteremo di adorare questa forma di economia e di consumo che ci fa a pezzi moralmente e che stà demolendo la casa comune dove abitiamo. Se smetteremo di credere, colpevolmente, che siamo dei semidei a cui tutto e concesso, adesso. A scapito magari del futuro dei nostri figli (per chi ne ha).

Esempi? E' sufficiente guardare alla politica. Risulta a qualcuno che un politico attuale si spenda nel descrivere e nel progettare quale sia la sua idea di società, non dico tra 20 o 30 anni, ma soltanto tra cinque o dieci?

Oh si, genericamente ti promettono la luna. Meno tasse per Totti, meno vincoli per tutti. Tutti i diritti che vuoi (ce ne fosse uno che ti dice che ad ogni diritto corrispondono dei doveri). Ti promettono che i cattivoni spariranno, che non dovremo più avere paura, perchè è colpa dei cattivoni se le cose vanno così male.

Ed il bello è che siamo arrivati a credergli, e se non ci danno la luna, una volta che li abbiamo eletti, ci si incazza, pure.

Come disse il mai abbastanza compianto Ennio Flaiano, oggi l'individuo in società soffre di un inguaribile "complesso di uguaglianza". La competenza quando esiste è diventata un mero esercizio burocratico, svalutato e contestato.

Tutto è reso surreale dalla semplificazione, tutto reso alla portata di tutti, a quel uno vale uno, esteso ad ogni parametro della vita. Una volta ogni italiano era un allenatore della nazionale di calcio, oggi ognuno è un virologo. Mentre i virologi, quelli veri, quando parlano in TV dicono quello che pensano rispetto non tanto all' oggettività della situazione, ma rispetto a quello in cui credono personalmente.

Quando all' inizio pandemia una virologa in TV disse che il covid era poco più forte di una comune influenza stagionale e che il tasso di mortalità si aggirava "appena" al 2-3 % io sono saltato sulla sedia, i suoi ospiti alla trasmissione televisiva hanno fatto come niente fosse.
Che quella percentuale, solo nella popolazione italiana infettata in massa significasse quasi un paio di milioni di morti non interessava a nessuno?

O forse in quel momento nessuno lo aveva capito?

Sono le due di notte, mi sono svegliato, stavo dormendo sul divano, adesso vado a letto, domani mi aspetta un altro giorno di questo covid year.

Servono altri esempi pratici? Nell' altro 3d si parlava della eradicazione della malaria nel dopoguerra, da parte di una società perlopiù contadina, sofferente per un conflitto fratricida, esausta dopo una fase storica e politica devastante.
Priva di mezzi ma tesa ad uno sforzo, ad un obbiettivo, che coincideva al bene comune e ad una idea di futuro.
Non a caso quella generazione fu capace anche di un inatteso boom economico, che noi abbiamo, persino questo, snaturato, attribuendolo al "genio italico" e non invece, come fu la realtà, al sudore, alla fatica, alla sofferenza di una generazione che voleva riscattare il suo futuro e quello dei figli.
Questo è in sintesi (hahahhahah, sintesi... 😂) quello che penso @Foglia.
Ti rispondo per me.
Se il futuro è fatto di non lavoro e dell'essere lasciati sostanzialmente soli coi propri problemi, guardo a soluzioni che possano "avvantaggiare (È una brutta parola, pigliala nel contesto) me. Sinceramente? Lo dico senza filtri. Sono 8 mesi, oramai 9 mesi, che sono sacrificata "per il bene di tutti ". Avessi un lavoro in smart working (con annessa magari anche facoltà di cazzeggiare) penserei soltanto al "finché la barca va' "(perché prima o poi anche le aziende che non lo hanno già fatto ridurranno il personale, e la CIG o altri redditi mica ci saranno ancora per molto), e dopo boh. Te credo che non si guardi al futuro e che ognuno provi a guardare per sé. E sì, ribadisco. In questo contesto fermerei le categorie per così dire (anche qui, prendilo nel dovuto contesto) improduttive, o quelle più di altre soggette a morte. Condivisibile? Non condivisibile? A me il perché (mi ricollego anche all'altro 3D) pare evidente. Il "problema " malattia non lo sottovaluto. Figurati, lo sto vivendo SULLA MIA, di pelle.

Non lo so

Posso immaginare che la graduatoria in un ospedale sia necessariamente correlata alla "disponibilità" di posti (ci son 10 letti, siete in 20, si fa una graduatoria con parametri vari)

Ma non puoi introdurre per legge elementi ideologici in queste graduatorie (hai votato alle ultime elezioni? Hai fatto il vaccino per l'influenza? Hai dati il 5 per mille allo stato nel 730? Hai scaricato l'app immuni? Sei follower di Conte su facebook?)

Ripeto io non credo sia possibile oggi, non la ritengo una alternativa che sia tecnicamente praticabile per noi

In Cina non ci sarebbero problemi
Ma nemmeno in Germania, suppongo.
La realtà (per me) è che ci troviamo in un paese in cui il politicamente corretto, equo, eccetera, funziona a livello di parole. È meglio tutelare un anziano (anche disincentivando comportamenti sconsigliati), oppure lasciare morire un giovane di fame? Perché questo sta accadendo. E invece no, perché a chi lavora (ancora) fa senz'altro più comodo lasciare i figli piccoli dai nonni. Questo è il buon senso. Poi i nonni (chissà perché) si ammalano, affollano gli ospedali, muoiono, e fine non avrà.

Ragazzi: perdonate la brutalità. La penso così e lo dico ;)
 

Skorpio

Utente di lunga data
Ma nemmeno in Germania, suppongo.
La realtà (per me) è che ci troviamo in un paese in cui il politicamente corretto, equo, eccetera, funziona a livello di parole. È meglio tutelare un anziano (anche disincentivando comportamenti sconsigliati), oppure lasciare morire un giovane di fame? Perché questo sta accadendo. E invece no, perché a chi lavora (ancora) fa senz'altro più comodo lasciare i figli piccoli dai nonni. Questo è il buon senso. Poi i nonni (chissà perché) si ammalano, affollano gli ospedali, muoiono, e fine non avrà.

Ragazzi: perdonate la brutalità. La penso così e lo dico ;)
Ma fai bene a dirlo e ripeto, io non eccepivo da un punto di vista morale

Dico semplicemente che UN governo in Italia OGGI non può fare un provvedimento così, perché viene impugnato e annullato subito

Quindi non la considero tecnicamente fattibile come opzione, tutto qui

Attiene alla sfera del "sarebbe bello se"
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Ma nemmeno in Germania, suppongo.
La realtà (per me) è che ci troviamo in un paese in cui il politicamente corretto, equo, eccetera, funziona a livello di parole. È meglio tutelare un anziano (anche disincentivando comportamenti sconsigliati), oppure lasciare morire un giovane di fame? Perché questo sta accadendo. E invece no, perché a chi lavora (ancora) fa senz'altro più comodo lasciare i figli piccoli dai nonni. Questo è il buon senso. Poi i nonni (chissà perché) si ammalano, affollano gli ospedali, muoiono, e fine non avrà.

Ragazzi: perdonate la brutalità. La penso così e lo dico ;)
guarda dove abito, il sindaco pubblica dei grafici dei contagi, ai primi di ottobre il 90% dei positivi era tra i 16 e i 30 anni. Col passare dei giorni l'età è salita, ovviamente prima i genitori poi i nonni. La fascia con maggiori positivi ora è dai 40 ai 65 anni.
I morti ,4, sono stati tutti in una residenza per disabili.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Ma fai bene a dirlo e ripeto, io non eccepivo da un punto di vista morale

Dico semplicemente che UN governo in Italia OGGI non può fare un provvedimento così, perché viene impugnato e annullato subito

Quindi non la considero tecnicamente fattibile come opzione, tutto qui

Attiene alla sfera del "sarebbe bello se"
Tecnicamente sotto quali profili e quali norme lo vedresti impugnabile? Tenuto conto che si tratterebbe di un provvedimento provvisorio emanato in stato di calamità.

(Circa la canzone di Bennato mi è venuto da ridere, visto che - E sono più sintomi di un banalissimo raffreddore - da ieri sono completamente afona.... :) ).
 

Foglia

utente viva e vegeta
guarda dove abito, il sindaco pubblica dei grafici dei contagi, ai primi di ottobre il 90% dei positivi era tra i 16 e i 30 anni. Col passare dei giorni l'età è salita, ovviamente prima i genitori poi i nonni. La fascia con maggiori positivi ora è dai 40 ai 65 anni.
I morti ,4, sono stati tutti in una residenza per disabili.
Non mi stupisce. Ma il dato per me rilevante è appunto quello delle fasce di mortalità.
Quello che dici delle RSA evidenzia secondo me un altro problema, che sottende comunque un'altra realtà che non può essere ignorata. Che è quella, da un lato, della necessità di scrupolosi controlli della salute del personale che lavora in queste strutture, e dall'altro lato (volentieri o nolenti) delle visite parentali (non so come attualmente siano regolamentate). Sul primo punto (al di là dei controlli, tamponi frequenti, eccetera) non vedo moltissime soluzioni. Sul secondo si. Poi capisco che sono posti purtroppo deputati a diventare facilmente luoghi di strage.
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Non mi stupisce. Ma il dato per me rilevante è appunto quello delle fasce di mortalità.
Quello che dici delle RSA evidenzia secondo me un altro problema, che sottende comunque un'altra realtà che non può essere ignorata. Che è quella, da un lato, della necessità di scrupolosi controlli della salute del personale che lavora in queste strutture, e dall'altro lato (volentieri o nolenti) delle visite parentali (non so come attualmente siano regolamentate). Sul primo punto (al di là dei controlli, tamponi frequenti, eccetera) non vedo moltissime soluzioni. Sul secondo si. Poi capisco che sono posti purtroppo deputati a diventare facilmente luoghi di strage.
I parenti non entravano, portavano in giardino quegli ospiti che potevano essere spostati, se no videochiamata.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Tecnicamente sotto quali profili e quali norme lo vedresti impugnabile? Tenuto conto che si tratterebbe di un provvedimento provvisorio emanato in stato di calamità.

(Circa la canzone di Bennato mi è venuto da ridere, visto che - E sono più sintomi di un banalissimo raffreddore - da ieri sono completamente afona.... :) ).
Perché sarebbe un provvedimento che limita o estende un diritto costituzionale individuale, in base a un comportamento individuale

Pensa che, tradotto in termini pratici, il primo della lista sarebbe il Presidente della Repubblica, che per un DPCM del Presidente del Consiglio di fatto vedrebbe sospesa o quanto meno messa in discussione la sua libertà di incontrare politici o fare una visita in un certo posto o andare a una cerimonia.

La vedi una cosa fattibile?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
In Teoria Mattarella potrebbe fare tutto in videoconferenza e suppongo che al Quirinale la connessione sia buona.

mi fa più sorridere l'idea che circola di limitare gli inviti per Natale solo ai parenti di primo grado. voglio vedere la GDF ed i Carabinieri andare casa per casa il 25 dicembre a controllare sta cosa.
 

Carola

Utente di lunga data
Si in teoria dovrebbe essere così: http://www.salute.gov.it/portale/nu...498XqvjTn-Lp40ZweGg1D5xP76zSqGMx1KVaZiPZFhXiE
Se tuo figlio poi dovesse risultare positivo al tampone tu automaticamente vai in quarantena obbligatoria.

Fossi in te comunque se proprio devi uscire metti una ffp2, ed evita di vedere i tuoi o persone delle categorie fragili. Quando non state in una stanza arieggia e fai cambiare l'aria.

Hai chi ti porta pappa, disinfettanti in caso di necessità?
Ciao io sono stata a contatto con un positivo x lavoro per oltre un ora ( riunione ) avevamo entrambi la fpp2
Lui ha fatto tampone ed è risultato positivo x cui mi ha subito avvisato io L ho fatto e sono negativa anche s e I sentivo già sintomi
Un altor mio collega e stato a contatto smepre in in sala riunioni con un positivo e si sono infettato pur con mascherina però chirurgica

Boh inizio davvero a pensare che più che ke vacanze sia la ripresa della vita normale
Mio figlio e in 40 ena x caso positivo in classe ma ci e'arrivata comunicazione ieri qnd sono tre settimane e non si vedono ..
inoltre mia zia medico pediatra sostiene che i bimbi siano spesso asintomatici che x loro è più pesante L influenza normale e che dovrebbero quindi avere una carica virale più bassa ma di fatto certezze zero perché ci sono starai casi che hanno infettato famiglie intere
Lei ogni giorno notifica un sacco di positivi ed io che ero a favore della scuola aperta ora iniziò a dubitarne
 
Ultima modifica:

Carola

Utente di lunga data
A me fanno molta pena gli anziani nelle rsa madonna Santa x finire così meglio un bel saluto
Mi viene il magone a pensarli la dentro da soli dopo una vita di sacrifici magari ...
 
Ultima modifica:

Foglia

utente viva e vegeta
Perché sarebbe un provvedimento che limita o estende un diritto costituzionale individuale, in base a un comportamento individuale
Sai che non ho capito?
Intendi per caso il diritto alla salute?
Dipende dai punti di vista.
Se ti dico di non uscire o di evitare i contatti con chi esce per tutelare la salute, e tu non sei d'accordo, l'alternativa è quella di costringere tutti a non uscire. Non è che questo non sia un diritto costituzionalmente rilevante eh, quello della libertà personale. Comunque siamo in Italia, il Paese delle forti contraddizioni. Solo che non ce le possiamo permettere.
 

Foglia

utente viva e vegeta
A me fanno molta pena gli anziani nelle rsa madonna Santa x finire così meglio un bel saluto
Mi viene il magone a pensarli la dentro da soli dopo una vita di sacrifici magari ...
Però, quello della solitudine (di quella solitudine) è un altro discorso ancora. Direi che piuttosto che ucciderli (come dice @Ginevra65 già è inevitabile che lo faccia il personale a servizio) è meglio che stiano lontani dagli affetti per un po'. Ovvio, chi ne ha, di affetti. Ma quel discorso al limite si amplifica, ma non si esaurisce nell'oggi.
È un discorso che ritengo valido anche per me che anziana non sono. E ci riflettevo. Io ho mio figlio. Al di fuori di mio figlio non ho affetti stabili su cui appoggiarmi. Ultimamente ho proprio avuto la percezione di essere come "orfana dei miei genitori". E per carità, gli amici e tutto quello che vuoi. Ma sono un'altra cosa.
Quindi che faccio? Mi sparo? :)
 

Vera

Moderator
Staff Forum
A me fanno molta pena gli anziani nelle rsa madonna Santa x finire così meglio un bel saluto
Mi viene il magone a pensarli la dentro da soli dopo una vita di sacrifici magari ...
Le ragioni possono essere diverse e non sempre riconducibili alla mancanza di gratitudine.
 
Top