dilemma

stany

Utente di lunga data
Scusa jim

Scusa ma Jim ha detto che lui lavora e lei no. Tu che è una scansafatiche. E poi a cascata.
Guarda che io ci sono passata. Sono stata a casa per i bambini, scelta più o meno condivisa, più o meno consapevole. Il coro di voci era: che fortunata, la battuta di rito che fossi mantenuta, che non facevo un cazzo, bla bla bla. Senza un lavoro sei socialmente morta. E intanto mio marito si sentiva in dovere/diritto di fare carriera. Trasferte all'estero, orari improbabile. Stanco lui fisicamente e io mentalmente. Litigare era all'ordine del giorno. Ora che ho ripreso a lavorare, nonostante sia una pallina pazza che ha raddoppiato il carico di consegne, sono rifiorita. Sono andata al lavoro anche mezza malata perché non volevo stare a casa.
Questa è la mia storia, lo stress e la frustrazione che avevo addosso era appena percepita da mio marito, figuriamoci dagli altri.
Ti capisco benissimo 😉
 

stany

Utente di lunga data
Ma io resto basita di come riusciate ad entrare dentro una coppia basandovi sulla sola situazione reddituale. Posto che è sempre deprecabile tradire, riuscire a dare giudizi così netti...Tu danny non sai nulla del mondo di lei per definirla.
Questo è vero! Però siamo stati "indirizzati" dalle valutazioni di Jim, che li conosce molto bene ,pare di capire. Poi può essere che il marito invece qualcosa abbia subdorato ,non essendo uno addormentato (Come ci dice Jim). Ecco su questo non entriamo, come nemmeno nelle dinamiche di coppia; però santo dio, se uno sente il travaglio interiore (al netto di rivalse, vendette ,proiezioni,ecc.) nel sapere e vedere come viva un amico (se fosse solo classificato come conoscente sarebbe diverso), basandosi su ciò che interpreta e percepisce da vicino , allora io direi che dove c'è fumo forse c'è anche l'arrosto. Senza entrare nel merito del significato di tradimento : una chat virtuale equivale ad incontri fisici? Questo dipende dalle sensibilità, credo. Ma io credo che per Jim il tradimento sia anche l'affrancarsi di lei rispetto ad un contegno etico e di sobrietà sociale che traspare nel suo racconto (come classificare le persone in base al censo, o sparlare degli altri, e lascio fuori la bella vita coi soldi di lui). Poi,lei magari come dice brunetta non gioca solo a bridge con le amiche ,non va per boutique giornalmente, ma segue ed organizza famiglia ,casa , e si occupa dei figli come non possiamo immaginare; anche alzandosi alle 9,30 del mattino. Chiaro che il tradimento sarebbe un valore ulteriormente sottratto al profilo che ci è stato dato di lei , e della coppia.
 
Ultima modifica:

Brunetta

Utente di lunga data
Potrebbe essere motivo di riflessione come dalla questione etica posta da Jim, rivelare o no a un amico di una chat clandestina, si sia passati, grazie all’inquadramento “economico-sociale”, a fare un processo sommario a lei finita via via come pelandrona, approfittatrice, irriconoscente e, tra le righe, pure un po’ puttana.
Credo che sia una situazione che una donna dovrebbe porre a qualsiasi uomo a cui è interessata per scegliere chi non continuare a frequentare.
 

stany

Utente di lunga data
Purtroppo si parla molto e spesso sono gli uomini a farlo. Io porto più soldi a casa, tu stai zitta. Con 2 figli ti prendi tu tutte le incombenze, perché sei donna ecc
Dipende dai patti .....Io ho amiche che con tre figli si sbattono a lavorare anche di notte per integrare il reddito familiare, per vivere discretamente : vacanze,festività natalizie in albergo , auto nuove (non la panda ) ogni tre quattro anni ,ecc..
Ma se trovo una moglie alla quale vada bene che io faccia il casalingo perché porta a casa 4mila al mese, e va bene pure a me, dove sta il problema? Come diceva lino toffolo: "xe tuta ná question de schei"....😉
 

Brunetta

Utente di lunga data
Dipende dai patti .....Io ho amiche che con tre figli si sbattono a lavorare anche di notte per integrare il reddito familiare, per vivere discretamente : vacanze,festività natalizie in albergo , auto nuove (non la panda ) ogni tre quattro anni ,ecc..
Ma se trovo una moglie alla quale vada bene che io faccia il casalingo perché porta a casa 4mila al mese, e va bene pure a me, dove sta il problema? Come diceva lino toffolo: "xe tuta ná question de schei"....😉
L’idiozia non è prerogativa di uomini o donne, ma degli umani.
Impegnare il proprio tempo nella quotidianità (trascurando relazioni e affetti) per permettersi lussi nel raro tempo libero, per me è idiota. Purtroppo c’è chi deve dedicare tutto il tempo per sbarcare il lunario, se lo fa qualcuno per poter sputtanare i soldi in settimana bianca o è idiota o vuole evitare la vita quotidiana.
 

stany

Utente di lunga data
L’idiozia non è prerogativa di uomini o donne, ma degli umani.
Impegnare il proprio tempo nella quotidianità (trascurando relazioni e affetti) per permettersi lussi nel raro tempo libero, per me è idiota. Purtroppo c’è chi deve dedicare tutto il tempo per sbarcare il lunario, se lo fa qualcuno per poter sputtanare i soldi in settimana bianca o è idiota o vuole evitare la vita quotidiana.
Beh....le vacanze sono un diritto (oggi si dice); perfino Berlusconi aveva introdotto il buono vacanze .. a persone che magari non pagavano le bollette....certo si doveva avere un isee da morti di fame. Io personalmente , nella mia seconda vita familiare ho saltato per anni le vacanze ,magari per pagare l'Imu e non dovermi poi trovare con procedure di pignoramento dei beni (cosa che succede a molti che non riescono a vendere gli immobili,per i quali però ci sono costi enormi).
A me hanno sempre insegnato prima di pagare i debiti o le tasse, e poi spendere per il divertimento o il ricreativo, in genere. E questo si riproduce nella famiglia che si mette su .....Poi non vedo niente di male se c'è chi si sbatte per avere un reddito che consenta di fare "anche" le vacanze natalizie in albergo, contemperando le esigenze affettive dei figli. Molti anni fa conobbi un ragazzo ,fidanzato della madrina di battesimo di mio figlio ,che mi lascio basito; parlava del padre come di un estraneo....era un alto dirigente sempre in giro per il mondo e, lo vedeva sei volte all'anno. E diceva che quando tornava gli rompeva solo i conigli...
Anzi, deprecava il benessere di cui godeva perché lui ,essendo universitario non godeva delle borse di studio in virtù appunto del reddito familiare; e questo gli dava molto fastidio . Un altro invece magari non avrebbe recriminato; dipende da come si vive il legame ed i benefici del denaro portato dal coniuge o da un genitore.
 

Jim Cain

Utente di lunga data
Quindi ... se una sposa uno straricco non si deve permettere di tradire in virtù dei privilegi acquisiti anche se per esempio lui la tradisce allegramente. Tu non sai tutta la loro situazione, forse anche lui tradisce. Mentre se una sposa uno povero pure disoccupato il tradimento di lei ti sembra meno pesante ?
Giusto per capire
Diciamo che uno/a non dovrebbe tradire a prescindere.

Poi, se ti fanno fare una gran bella vita, ti si accontenta in tutto e per tutto, spendi e spandi, per me (ma a leggere i commenti non solo per me) questa è un'aggravante.
 

Jim Cain

Utente di lunga data
Scusa jim

Scusa ma Jim ha detto che lui lavora e lei no. Tu che è una scansafatiche. E poi a cascata.
Guarda che io ci sono passata. Sono stata a casa per i bambini, scelta più o meno condivisa, più o meno consapevole. Il coro di voci era: che fortunata, la battuta di rito che fossi mantenuta, che non facevo un cazzo, bla bla bla. Senza un lavoro sei socialmente morta. E intanto mio marito si sentiva in dovere/diritto di fare carriera. Trasferte all'estero, orari improbabile. Stanco lui fisicamente e io mentalmente. Litigare era all'ordine del giorno. Ora che ho ripreso a lavorare, nonostante sia una pallina pazza che ha raddoppiato il carico di consegne, sono rifiorita. Sono andata al lavoro anche mezza malata perché non volevo stare a casa.
Questa è la mia storia, lo stress e la frustrazione che avevo addosso era appena percepita da mio marito, figuriamoci dagli altri.
A che ora ti svegliavi ?
Avevi la colf che ti portava il caffè a letto ?
Avevi una colf + una baby sitter con due bambini (ai quali li affidavi quasi sempre) ?
Forse sono io che ho raccontato poco e male, ma qui c'è una persona che la 'fatica' (qualunque essa sia) la scansa da cento metri.
Non le è richiesto di lavorare, vero.
Non ce n'è alcun bisogno (anche se magari c'è chi lavora per soddisfazione personale ed indipendentemente dal ritorno economico).
Il problema è che tutta questa inattività ti porta inevitabilmente a pensare e a fare cazzate, altrimenti con i bimbi a scuola e all'asilo la giornata come la riempi ?
Da più di un anno con tipe come lei, 'leccaculo' come ha fotografato bene @Marjanna, sostanzialmente fancazziste e succubi della signora, che sembra avere un influenza incredibile sulle persone del suo stesso sesso (e, quando vuole, anche sull'altro sesso, essendo peraltro una bella donna).
 
Ultima modifica:

stany

Utente di lunga data
Film bellissimo.
Ma è una metafora che riguarda tutti.
In una coppia sono scelte.
Lì c'erano le scelte anche dei figli,che non volevano perdere i benefici economici; salvo poi uniformarsi alla vulgata perbenista ,fino a disprezzare il padre per il modo in cui procurava il reddito, del quale tutti si servivano ...
 

Brunetta

Utente di lunga data
Lì c'erano le scelte anche dei figli,che non volevano perdere i benefici economici; salvo poi uniformarsi alla vulgata perbenista ,fino a disprezzare il padre per il modo in cui procurava il reddito, del quale tutti si servivano ...
Sì e tutto il parentado.
Appunto la metafora di una società che sullo sfruttamento degli altri basa il proprio benessere.
In una coppia è una scelta che porta ad affidare magari alla “nullafacente“ la gestione delle relazioni sociali che poi garantiscono il lavoro che dà quel reddito.
In ogni caso non credo che da fuori la coppia sia possibile dare giudizi del tipo di quelli che sono stati dati qui.
 

Lara3

Utente di lunga data
Diciamo che uno/a non dovrebbe tradire a prescindere.

Poi, se ti fanno fare una gran bella vita, ti si accontenta in tutto e per tutto, spendi e spandi, per me (ma a leggere i commenti non solo per me) questa è un'aggravante.
Quindi, se lui ti fa fare una vita da schifo, che ha dipendenze come alcol, droga ecc si ha delle attenuanti in caso di tradimento ?
 

stany

Utente di lunga data
Sì e tutto il parentado.
Appunto la metafora di una società che sullo sfruttamento degli altri basa il proprio benessere.
In una coppia è una scelta che porta ad affidare magari alla “nullafacente“ la gestione delle relazioni sociali che poi garantiscono il lavoro che dà quel reddito.
In ogni caso non credo che da fuori la coppia sia possibile dare giudizi del tipo di quelli che sono stati dati qui.
Infatti,io non sono stato categorico .
 

stany

Utente di lunga data
Quindi, se lui ti fa fare una vita da schifo, che ha dipendenze come alcol, droga ecc si ha delle attenuanti in caso di tradimento ?
Potrebbe essere così, in quanto un alcolizzato o un tossicomane sono assimilabili a persone con sindromi patologiche. La differenza può esserci nel fatto che lo sia diventato dopo il matrimonio o convivenza; ed eventualmente può coinvolgere il coniuge nella domanda : "che ruolo o responsabilità potrò mai avere in questo?" . Che poi è il medesimo quesito che si pone il tradito nello scoprire di esserlo.
 

danny

Utente di lunga data
Quindi, se lui ti fa fare una vita da schifo, che ha dipendenze come alcol, droga ecc si ha delle attenuanti in caso di tradimento ?
Comunemente sì.
Si dice che lui se lo sia meritato.
Ma basta pensare a cose meno pesanti, tipo tradire una che ti ha tradito o che ti tratta male...
Inutile ribaltare un pensiero 'comune'.
Quando ti trovi in una determinata situazione inevitabilmente ci finisci dentro.
Per questo e non solo il tradimento deve restare segreto.
Anche agli amici.
Saperlo mutera' sempre l'opinione degli altri nella maniera che si è vista in questo thread.
E non serve a niente disquisire come si è fatto qui.
 
Ultima modifica:

stany

Utente di lunga data
Comunemente sì.
Si dice che lui se lo sia meritato.
Ma basta pensare a cose meno pesanti, tipo tradire una che ti ha tradito o che ti tratta male...
Inutile ribaltare un pensiero 'comune'.
Quando ti trovi in una determinata situazione inevitabilmente ci finisci dentro.
Per questo e non solo il tradimento deve restare segreto.
Anche agli amici.
Saperlo mutera' sempre l'opinione degli altri nella maniera che si è vista in questo thread.
E non serve a niente disquisire come si è fatto qui.
Giustissimo.
Come scrissi a suo tempo mia moglie attaccò i manifesti coi fratelli e non solo,dicendo che io "credevo" che mi avesse tradito.....roba da pazzi! E questo secondo me ha pregiudicato ancor più la possibilità di archiviare la vicenda. Non solo per quello che dici, ma per come sono fatto io , che non per ipocrisia ma per spirito innato credo che la riservatezza stia ,con altre cose ,alla base dell'onorabilità sociale. A meno di pensare : tanto lo sanno già tutti, e allora....Ma non era quello il caso,data anche la brevità della storia. E, analogamente al post sulla coppia di amici di Jim,mi potei basare solo su prove indiziarie, diciamo, come la chat in cui vi era un inequivocabile riferimento. Nessuno mi fece confidenze in merito e credo che lei non le abbia fatte a qualche amica,anche se non ha importanza ad oggi, per me.
 
Top