Voi vi farete vaccinare ?

Brunetta

Utente di lunga data
una collega andava sempre alle manifestazioni della CGIL con la bandiera del suo sindacato ma se poteva evitare sia di lavorare e sia di partecipare si metteva in ferie , che dici altro che crumira
Comunque pagava del suo, in caso di sciopero con le trattenute, in caso di ferie erodendo le sue ferie.
 

danny

Utente di lunga data
Ho parenti medici tutti pro vaccino ma tutto a dire che protegge chi lo fa dallo sviluppare forme gravi
Che non è dato sapere se lo si può cmw trasmettere ma è facile che si
Che si dovrà ripete comunque tra 8 mesi

ieri hanno vaccinato mia mamma con AstraZeneca e sta benone

voelvo sentite mio zio per capire cosa pensi del vaccino ai giovani sotto i 20 anni perché non so ogni tanto mi vengono dubbi su cosa potrebbe essere tra tot anni ma forse sono solo pare di mamma
Difatti il periodo del Green Pass lo conferma.
Validità sei mesi.
L'effetto dura poco. Dovrà essere ripetuto, come non si sa, visto che i tempi sono... quelli che sono.
Hanno vaccinato anche mia madre, è stata male con febbre e forti dolori per tre giorni, poi si è ripresa ed ora le è rimasto solo il dolore al braccio.
Richiamo a luglio.
Ha un po' di timore visto quello che ha passato in questa settimana.
 
Ultima modifica:

danny

Utente di lunga data
Si arriverà a fine anno ed intanto quelli vaccinati inizio 2021 dovranno rivaccinarsi.
Quando finirà questa storia?
E' da un po' che ve lo dico.
Dipende.
Normalmente una pandemia non dura più di due anni.
Le varianti mutano il virus fino a renderlo meno pericoloso per la popolazione sopravvissuta.
Con una vaccinazione di massa, nessuno sa quali varianti possano emergere, se andranno a colpire altre popolazioni o se determineranno una qualche memoria immunitaria nella popolazione, quindi se risolveremo definitivamente o incasineremo di più tutto in maniera assurda.
Negli ultimi tempi negli USA i contagi sono cresciuti in maniera assurda, molto più che in India e in Brasile, dove comunque sono in crescita.
Anche in UK sono ripresi.
Negli ultimi giorni le curve invece si sono tutte allineate, ma sempre verso la crescita.
Seguo sempre questo sito, che è attendibile, sicuramente più delle interpretazioni dei media.
 
Ultima modifica:

danny

Utente di lunga data
E' gratuito se te lo richiede il medico della mutua mettendoti in piattaforma ma deci avere avuto un contatto certo e giustamente fai 40ena se no paghi
I rapidi lasciano aperti vari dubbi perché ho esp di casi positivi che al rapido erano negativi va a capire se fatti troppo presto o cosa
Lunedì ne ho fatto uno di controllo che ci rimborsa L azienda ho speso 92 euro x il molecolare
Il rapido qui si aggira intorno ai 40/45
La mamma di uan cara amica di mia figlia 45 enne e 'con il casco da 4 gg in h
la figlia ha contagiato tutti in modo molto lieve lei sportiva non fumatrice ecc e' finita messa così
Non So cosa pensare
Intanto mia mamma prima dose di AstraZeneca testa pesante e nausea 🤢
Stasrra dopo 2 gg così va meglio
Speriamo .
Recentemente una mia amica, CTF, quindi non mia cuggggina (CTF: Chimica e tecnologia farmaceutica, ovvero quelli che hanno una preparazione tale da poter fare ricerca sui farmaci, e difatti questo è il suo lavoro), ha perso il padre per Covid, immediatamente dopo lo ha preso anche lei, con sintomi altrettanto pesanti, si è curata da sola con i farmaci a casa (conoscendoli meglio di un medico e avendo accesso, ha potuto farlo) visto che il medico di base non se l'è cagata di striscio, ma ha SEMPRE avuto il tampone negativo.
Alla mia richiesta di spiegazione ha detto che non è uno strumento preciso.
In evidenza di sintomi sono questi a far propendere per la diagnosi di Covid.
Alla fine almeno lei, più giovane e sana, se l'è cavata (di certo però non con la sola Tachipirina, visto che faticava pure a respirare).
Quindi sì, i tamponi possono dare falsi positivi e anche in misura minore falsi negativi.
Il perché si sia insistito più sulle vaccinazione che sulle cure è evidente se uno lo vuol vedere.
La vaccinazione riguarda tutta la popolazione, le cure una percentuale di circa il 15/20% della parte di popolazione che prende il Covid.
 
Ultima modifica:

danny

Utente di lunga data
Comunque, il problema non è solo il Covid.
Seguiamo un corso in ospedale (collettivo, siamo con altri genitori in un bell'assembramento all'interno dell'ospedale, condividendo materiale tra noi, fantastico, no? Tra una cosa e l'altra ho passato più tempo in vari ospedali negli ultimi mesi che nella mia vita, o quasi), e ovviamente è emerso che c'è stato un considerevole aumento delle patologie dei disturbi nervosi legati agli adolescenti, e già mancano risorse per far fronte a questa che è una delle tante emergenze in atto.
Una coppia ha una figlia in condizioni molto critiche, deve fare il sondino ogni giorno.
E' in condizioni da ricovero, ma non ci sono più posti letto.
Ogni giorno, quindi, e ripeto, ogni giorno deve quindi recarsi in ospedale e portare la figlia a fare il sondino.
La psicoterapia ha terminato da tempo i posti. Noi la paghiamo a parte, privatamente.
Idem la psichiatria. Mi ha scritto un conoscente chiedendomi consiglio, l'altro giorno. E' un ragazzo poco più che ventenne, che col lockdown è andato in crisi totale. Purtroppo i tempi di assistenza sono dilatati per l'eccesso di richiesta.
Ho amici che hanno alcune attività imprenditoriali e purtroppo la situazione è sempre più pesante.
Attorno a me non sono poche le famiglie divenute monoreddito che tirano andando avanti con i risparmi accumulati e tagliando ove possibile.
Se ci concentriamo solo sul Covid, perdiamo di vista tutto quello che sta accadendo altrove, ovvero che se questa situazione perdurerà assumerà risvolti sempre più drammatici, sia dal punto di vista sanitario che economico.
Il green pass non libera niente, anzi.
Pensiamo a una famiglia: l'avere una validità di sei mesi, fa sì che in presenza di elementi della famiglia con vaccinazioni in periodi diversi si aprano solo finestre. Il mio amico vaccinato a febbraio, avrà in scadenza il pass ad agosto, sua moglie invece non ha ancora il pass, ma presumibilmente godrà di un periodo di libertà quando scadrà al marito.
Per non parlare dei figli, dei nonni, degli amici, dei parenti.
Si aprono finestre, limitate nel tempo. Con le finestre non ti iscrivi manco in palestra, o perlomeno, lo fai per un periodo limitato, non per un anno.
Per non parlare di matrimoni, cerimonie, uscite tra parenti... Certo che se per andare a un matrimonio devo spendere dai 60 ai 150 euro solo di tampone per tutta la famiglia, evito.
A livello economico è una presa per il culo. Non so per quanti potrà risultare sostenibile.
 

patroclo

Utente di lunga data
Leggendo in tuoi post, qui e su FB, non posso fare a meno di concordare su una serie di cose (non tutte). Ma alla fine rimango sempre con in testa una domanda :" e allora?"
 

danny

Utente di lunga data
Leggendo in tuoi post, qui e su FB, non posso fare a meno di concordare su una serie di cose (non tutte). Ma alla fine rimango sempre con in testa una domanda :" e allora?"
L'allora lo decidi tu, mica io. Non chiedermi di trovare anche conclusioni per te.
Io ti fornisco delle informazioni che reputo attendibili da fonti che lo sono per competenze, tu con quelle ci puoi fare quello che vuoi.
Un po' come a scuola. Puoi (impersonale) essere un caprone o uno studente diligente con lo stesso insegnante.
Puoi ritenere quello che dice l'insegnante degno di attenzione oppure passare il tempo ad attaccare capperotti sotto il banco.
Ma sei tu (impersonale) l'unico a decidere cosa fare con le informazioni che ricevi e che può dare un senso a quell'allora che chiedi a me.
Quindi mi aspetto che sia tu a dirmi la tua conclusione.
Che è e rimane personale.
 
Ultima modifica:

patroclo

Utente di lunga data
Ma tu non dai solo informazioni, tu, in funzione delle informazioni che scrivi racconti di uno stato d'animo tuo personale...ed è questo il fulcro della mia domanda ... dimmi a te cosa rimane?
Fai una rivoluzione? scendi in piazza? ti indigni? è solo uno sfogo?
 

danny

Utente di lunga data
Ma tu non dai solo informazioni, tu, in funzione delle informazioni che scrivi racconti di uno stato d'animo tuo personale...ed è questo il fulcro della mia domanda ... dimmi a te cosa rimane?
Fai una rivoluzione? scendi in piazza? ti indigni? è solo uno sfogo?
Su FB non fai la rivoluzione.
Su FB conosci persone che ti danno input ed eventualmente nel migliore dei casi possibilità di partecipare a qualche evento interessante.
Su FB comunichi, racconti di te, ti sfoghi, diffondi le tue idee, ascolti.
Nella vita ho già partecipato a una manifestazione e fatto scelte personali conformi alla percezione che ho io del problema.
Cosa rimane?
Ribaltiamo la domanda. Cosa resterebbe se non esprimessi le mie idee e non ascoltassi quelle degli altri?
Sarebbe uguale?
Per me no.
Ma è un mio bisogno, non necessariamente universale.
 

patroclo

Utente di lunga data
Su FB non fai la rivoluzione.
Su FB conosci persone che ti danno input ed eventualmente nel migliore dei casi possibilità di partecipare a qualche evento interessante.
Su FB comunichi, racconti di te, ti sfoghi, diffondi le tue idee, ascolti.
Nella vita ho già partecipato a una manifestazione e fatto scelte personali conformi alla percezione che ho io del problema.
Cosa rimane?
Ribaltiamo la domanda. Cosa resterebbe se non esprimessi le mie idee e non ascoltassi quelle degli altri?
Sarebbe uguale?
Per me no.
Ma è un mio bisogno, non necessariamente universale.
....va bene
 

Pincopallista

Utente di lunga data
Comunque pagava del suo, in caso di sciopero con le trattenute, in caso di ferie erodendo le sue ferie.
Questo è anche relativo, io ho 121 giorni di ferie arretrate che devo erodere del 10% ogni anno in aggiunta a quelle che maturo normalmente che sono 26gg.
 

Lara3

Utente di lunga data
Comunque, il problema non è solo il Covid.
Seguiamo un corso in ospedale (collettivo, siamo con altri genitori in un bell'assembramento all'interno dell'ospedale, condividendo materiale tra noi, fantastico, no? Tra una cosa e l'altra ho passato più tempo in vari ospedali negli ultimi mesi che nella mia vita, o quasi), e ovviamente è emerso che c'è stato un considerevole aumento delle patologie dei disturbi nervosi legati agli adolescenti, e già mancano risorse per far fronte a questa che è una delle tante emergenze in atto.
Una coppia ha una figlia in condizioni molto critiche, deve fare il sondino ogni giorno.
E' in condizioni da ricovero, ma non ci sono più posti letto.
Ogni giorno, quindi, e ripeto, ogni giorno deve quindi recarsi in ospedale e portare la figlia a fare il sondino.
La psicoterapia ha terminato da tempo i posti. Noi la paghiamo a parte, privatamente.
Idem la psichiatria. Mi ha scritto un conoscente chiedendomi consiglio, l'altro giorno. E' un ragazzo poco più che ventenne, che col lockdown è andato in crisi totale. Purtroppo i tempi di assistenza sono dilatati per l'eccesso di richiesta.
Ho amici che hanno alcune attività imprenditoriali e purtroppo la situazione è sempre più pesante.
Attorno a me non sono poche le famiglie divenute monoreddito che tirano andando avanti con i risparmi accumulati e tagliando ove possibile.
Se ci concentriamo solo sul Covid, perdiamo di vista tutto quello che sta accadendo altrove, ovvero che se questa situazione perdurerà assumerà risvolti sempre più drammatici, sia dal punto di vista sanitario che economico.
Il green pass non libera niente, anzi.
Pensiamo a una famiglia: l'avere una validità di sei mesi, fa sì che in presenza di elementi della famiglia con vaccinazioni in periodi diversi si aprano solo finestre. Il mio amico vaccinato a febbraio, avrà in scadenza il pass ad agosto, sua moglie invece non ha ancora il pass, ma presumibilmente godrà di un periodo di libertà quando scadrà al marito.
Per non parlare dei figli, dei nonni, degli amici, dei parenti.
Si aprono finestre, limitate nel tempo. Con le finestre non ti iscrivi manco in palestra, o perlomeno, lo fai per un periodo limitato, non per un anno.
Per non parlare di matrimoni, cerimonie, uscite tra parenti... Certo che se per andare a un matrimonio devo spendere dai 60 ai 150 euro solo di tampone per tutta la famiglia, evito.
A livello economico è una presa per il culo. Non so per quanti potrà risultare sostenibile.
Pass a cosa serve se si è già visto che i vaccinati si possono ammalare di Covid ?
 

Pincopallista

Utente di lunga data
E soprattutto possono contagiare anche da vaccinati.
Boh, io che sono comune mortale capisco poco le politiche sanitarie messe in atto.
Ci sarà un senso da qualche parte, voglio sperare.
 

danny

Utente di lunga data
Pass a cosa serve se si è già visto che i vaccinati si possono ammalare di Covid ?
A limitare, in teoria, la circolazione di persone potenzialmente a rischio.
Si parla infatti di rischio, non di certezza.
Non necessariamente chi non ha le caratteristiche per il pass può essere potenzialmente contagioso, non necessariamente chi invece le ha può essere un soggetto sicuro. Però vi è comunque una riduzione del rischio, in una percentuale non determinata, ma qualsiasi limite o controllo la introduce.
Il ragionamento opportuno da fare in questi casi è il rapporto rischi-benefici.
Il pass offre più benefici rispetto ai rischi?
Non lo so.
 

danny

Utente di lunga data
Cerchiamo di capirci... tutte le misure approntate hanno una qualche utilità, coprifuoco compreso.
Il fatto è che nessuna di queste misure è gratuita, tutte hanno un impatto secondario, anche importante, per cui la valutazione non dovrebbe prescindere da tutte le conseguenze che esse comportano.
E questa valutazione è complessa, perché non si hanno a disposizione dati sufficienti e e anche perché le variabili non sono poche.
Di conseguenza le decisioni devono essere tutte necessariamente politiche.
Le contraddizioni che molti rilevano sono conseguenza di questo.
Il coprifuoco ha anche una sua logica: impedisci alle persone di riunirsi di sera a casa di qualcuno, di aprire locali, di organizzare qualsiasi cosa sia aggregante in un arco di tempo in cui non hai abbastanza forze dell'ordine per presidiare il territorio.
Demotivi chi vuole uscire, in maniera che il virus contratto sul lavoro, sui mezzi o a scuola durante il giorno non venga portato a casa di qualcuno la sera.
Ma questo quanto può influire sui dati complessivi?
Secondo voi lo si può sapere?
No. Non si ha neppure certezza che venga realmente rispettato da tutti...
Quindi se istituisco il coprifuoco non lo faccio sulla base di accertate ragioni sanitarie suffragate da dati scientificamente corretti.
Idem per tutto il resto, pass compreso. Sono semplicemente scelte politiche.
 

patroclo

Utente di lunga data
Beh...non esageriamo. La scelta è politica (in particolare nella parte in cui non si rimedia alle inefficienze della sanità pubblica) ma maturata su base scientifiche.
Stiamo parlando di un virus che si trasmette tramite le vie aeree e che più si diffonde e più muta velocemente. Anche se la bella stagione porterà una drastica riduzione dei casi ospedalizzati non vuol dire che il virus scomparirà ( vedi estate 2020)
Come tutte le pandemie finirà, la questione è accelerarne i tempi e farla durare 2/3 anni e non 4/5.
Non ci sono soluzioni immediate e tutte alla fine sono inevitabilmente sbagliate per un settore o per l'altro.
Pensare che mandare a puttane il mondo economico/sociale che conosciamo solo per una questione ( e poi quale sarebbe senza cadere nel complottismo?) politica trovo che rasenti il qualunquismo.
 

danny

Utente di lunga data
Beh...non esageriamo. La scelta è politica (in particolare nella parte in cui non si rimedia alle inefficienze della sanità pubblica) ma maturata su base scientifiche.
Stiamo parlando di un virus che si trasmette tramite le vie aeree e che più si diffonde e più muta velocemente. Anche se la bella stagione porterà una drastica riduzione dei casi ospedalizzati non vuol dire che il virus scomparirà ( vedi estate 2020)
Come tutte le pandemie finirà, la questione è accelerarne i tempi e farla durare 2/3 anni e non 4/5.
Non ci sono soluzioni immediate e tutte alla fine sono inevitabilmente sbagliate per un settore o per l'altro.
Pensare che mandare a puttane il mondo economico/sociale che conosciamo solo per una questione ( e poi quale sarebbe senza cadere nel complottismo?) politica trovo che rasenti il qualunquismo.
Non ci siamo capiti. Non esistono dati o ricerche a conferma di tutte le scelte. Quando non lavori sui dati non fai scelte scientifiche, ma politiche, anche se ti mascheri dietro un comitato tecnico scientifico.
E' inevitabile.
Sacrifichi quello che per te risulta meno determinante.
Tu sai dire in quale percentuale il coprifuoco o la scuola al 70% in presenza influiscono sui contagi?
No.
Tu hai dati che comprovino la tua affermazione in neretto?
No.
Perché non esistono questi dati.
Per la tua affermazione in neretto hai espresso un'opinione, nulla più.
Può essere vera come può essere vero il contrario.
E' come se tu progettassi una casa senza avere i dati necessari per poterlo fare. Se devi farlo, se sei obbligato a farlo, prendi decisioni che ricadono essenzialmente su di te e sulla tua capacità di intervenire, ma anche in conseguenza dei tuoi personalissimi calcoli utilitaristici, non certo perché stai lavorando allo stato dell'arte.
Noto che tante persone che hanno competenze scientifiche sono basite di fronte ai provvedimenti messi in atto, ma anche in questi casi l'errore sta nel voler dare una patente di scientificità alla politica.
Lo stesso che fai tu, prendendo a pretesto un qualunquismo che qui non ha alcuna logica di entrarvi.
Confondere politica, scienza, industria, fede è uno degli errori tipici che tutti stanno facendo in questo periodo.
Ed è uno delle cose che tento di comunicare.
 
Ultima modifica:

patroclo

Utente di lunga data
Veramente non ho espresso un opinione, qualcosa leggo anch'io e credo che abbia la stessa validità delle tue fonti.

Comunque la chiudo qua... ho l'impressione che il covid sia diventato per te un'altra arma di distrazione e di lamento, e te la lascio volentieri
 

danny

Utente di lunga data
Veramente non ho espresso un opinione, qualcosa leggo anch'io e credo che abbia la stessa validità delle tue fonti.

Comunque la chiudo qua... ho l'impressione che il covid sia diventato per te un'altra arma di distrazione e di lamento, e te la lascio volentieri
Tu hai fatto un'affermazione, io propongo dei dubbi, generalmente.
Le mie fonti dicono che non è possibile al momento prevedere l'andamento di questa pandemia nelle condizioni in cui stiamo operando.
Non c'è nessun testo scientifico che fornisca questa informazione.
Se qualche medico si sbilancia a farlo deve citare la ricerca sulla quale si basa la sua affermazione e di cosa sta esattamente parlando.
Abbiamo dati su quanto è già avvenuto, non su quello che avverrà.
Quello che leggi anche tu sa spiegare questa curva aggiornata ad oggi e correlarla con le misure messe in atto dai singoli stati?

Schermata 2021-04-23 alle 15.41.48.png?
 
Top