Suocere/i oppure ex suocere/i che rapporto avete/avete avuto

Arcistufo

Papero Talvolta Posseduto
Ma secondo, quando si è in rotta, entrambi ci si lamenta alle spalle dell’altro. Difficile che due ex coniugi parlino benissimo l’uno dell’altra. Anche perché altrimenti non si separerebbero.
Mica sempre. Io mi sono separato da mia moglie semplicemente perché non l'amavo più. Non è che se finiscono i sentimenti hai granché da recriminare. Ho sempre trovato estremamente stupidi quelli che dopo una separazione l'altro diventa improvvisamente una merda sotto ogni punto di vista. Si fa un'analisi, si decide cosa si vuole e se l'altro può soddisfare quello che tu ritieni fondamentale. Ma non è che se quell'altro non ci arriva automaticamente diventa il male :LOL:
 

Etta

Utente di lunga data
Mica sempre. Io mi sono separato da mia moglie semplicemente perché non l'amavo più. Non è che se finiscono i sentimenti hai granché da recriminare. Ho sempre trovato estremamente stupidi quelli che dopo una separazione l'altro diventa improvvisamente una merda sotto ogni punto di vista. Si fa un'analisi, si decide cosa si vuole e se l'altro può soddisfare quello che tu ritieni fondamentale. Ma non è che se quell'altro non ci arriva automaticamente diventa il male :LOL:
Sì ma dubito anche che sia stato tutto rose e fiori. 😄
 

Etta

Utente di lunga data
Mah. Hanno provato ad avere una figlia per un anno, a meno che non fossero in crisi da prima della gravidanza e volessero riparare con un figlio (un classico) mi sembra strano il tutto.
Ma no semplicemente ci eravamo poi accorti che non andava più.
 

Arcistufo

Papero Talvolta Posseduto
Sì ma dubito anche che sia stato tutto rose e fiori. 😄
Etta, chiariamoci.
Non ho la minima intenzione di starti a spiegare i perché e i percome del mio progetto di famiglia.
Anche perché in base alla tua esperienza di vita, sarebbe come se un leone si mettesse a spiegare che vuol dire essere un leone a un gatto castrato obeso.
Io e la mia ex moglie abbiamo sempre avuto vite da 15/16 ore al giorno di lavoro.
Ogni tanto si staccava, ma proprio perché si viveva in trincea, la nostra relazione era il porto sicuro, al riparo delle responsabilità di una vita in cui devi pararti il culo ogni volta che fai un passo.
Era quel porto sicuro dove ritrovarci nudi, senza responsabilità, senza pesantezze e soprattutto senza sovrastrutture. L'unico posto in cui poter dire e fare quello che volevamo dato che il resto della nostra vita era definito dai cazzi degli altri.
Arriva la figlia, destabilizza, e serve cercare un nuovo equilibrio. Io mi organizzo, faccio incastrare tutto, non lascio indietro niente.
Lei non regge.
Prima si mette a fare la casalinga totale che fa il pane in casa, poi sbrocca e si butta sul lato opposto.
L'isola felice in cui stare nudi non c'è più.
Le dico che va ricostruita.
Niente.
Me la ricostruisco in parte altrove, aspettando che su stabilizzi lei.
Mi ritrovo a gestire tutto da solo peggio di prima
Le dico ciao.
Lei piange, tiene botta, sceglie.
Adesso andiamo a gonfie vele.
Lei ha un paio di scopamici a giro, io ho le mie storielle.
 

ologramma

Utente di lunga data
io i primi tempi del matrimonio misi , arrabbiandomi , subito i puntini sulla i , oltre che vedevano mio figlio tuti i giorni si presentavano anche la domenica .
Fatta la sfuriata non vennero più , ma ci siamo sempre rispettati e amati
 

omicron

Utente pigro
È questa la questione spinosa. Dover dire educatamente a qualcuno che se ti sta dando poco, quel poco non diventa tanto perché loro costa tanto.
Sono battaglie complesse, è per questo che hanno interesse.
Mah
Io però riconoscerei l’impegno
Nel senso che se una fa quello che può per te
Ne devi rendere atto
Poi magari non ti interessa lo stesso
Ma quello lo devi riconoscere
 

Etta

Utente di lunga data
Etta, chiariamoci.
Non ho la minima intenzione di starti a spiegare i perché e i percome del mio progetto di famiglia.
Anche perché in base alla tua esperienza di vita, sarebbe come se un leone si mettesse a spiegare che vuol dire essere un leone a un gatto castrato obeso.
Io e la mia ex moglie abbiamo sempre avuto vite da 15/16 ore al giorno di lavoro.
Ogni tanto si staccava, ma proprio perché si viveva in trincea, la nostra relazione era il porto sicuro, al riparo delle responsabilità di una vita in cui devi pararti il culo ogni volta che fai un passo.
Era quel porto sicuro dove ritrovarci nudi, senza responsabilità, senza pesantezze e soprattutto senza sovrastrutture. L'unico posto in cui poter dire e fare quello che volevamo dato che il resto della nostra vita era definito dai cazzi degli altri.
Arriva la figlia, destabilizza, e serve cercare un nuovo equilibrio. Io mi organizzo, faccio incastrare tutto, non lascio indietro niente.
Lei non regge.
Prima si mette a fare la casalinga totale che fa il pane in casa, poi sbrocca e si butta sul lato opposto.
L'isola felice in cui stare nudi non c'è più.
Le dico che va ricostruita.
Niente.
Me la ricostruisco in parte altrove, aspettando che su stabilizzi lei.
Mi ritrovo a gestire tutto da solo peggio di prima
Le dico ciao.
Lei piange, tiene botta, sceglie.
Adesso andiamo a gonfie vele.
Lei ha un paio di scopamici a giro, io ho le mie storielle.
No ma io parlavo in generale non mi riferivo alla tua storia.
Ma non ho capito: siete separati in casa?
 

Arcistufo

Papero Talvolta Posseduto
No ma io parlavo in generale non mi riferivo alla tua storia.
Ma non ho capito: siete separati in casa?
No. Ognuno a casa sua.
Siamo stati separati in casa il tempo necessario perché acquistassi un appartamentino e facessi due lavori.
Ma giusto rifare il bagno e il controsoffitto. Tre mesi.
Ma a casa di mia figlia ci passo quando serve. Anche perché non ha senso farle fare il pacco postale.
 

MariLea

Utente di lunga data
No. Bella donna, intelligente, divertente e simpatica. Pure a letto ci si divertiva parecchio.
Solo che era evidentissimo che tra me e il suo lavoro sarei sempre arrivato secondo. Tutto qua.
Pur senza dare colpe a nessuno, alla tenera età di 45 anni ho realizzato che se devo mettere in piedi un rapporto stabile con una persona voglio qualcuno che sia centrato su di me. In caso contrario ho una vita già sufficientemente strapiena di gente, situazioni e responsabilità. Ho energia per 10 persone, ho soldi più che a sufficienza sia per me che per chi mi sta accanto: o trovo una donna che sia in grado di fare di quattro mura una casa, e che prenda seriamente lo stare accanto ad una persona complicata come il sottoscritto, o io non ho la minima intenzione di impegnarmi a fronte di gente che crede di avere il valore che si da. Anche perché ho ben chiaro il valore della vita che posso offrire una persona, e onestamente la concorrenza sta messa ben peggio di me.
Che peccato, sei troppo egocentrato...
la donna risolta non si può accontentare di un lavoro tranquillo, vicino casa, basta che sia ben retribuito, no no...
Tu vuoi la botte piena e la moglie ubriaca.
Avevi vinto il Superenalotto ed ora stai al gratta e vinci...
 

Etta

Utente di lunga data
No. Ognuno a casa sua.
Siamo stati separati in casa il tempo necessario perché acquistassi un appartamentino e facessi due lavori.
Ma giusto rifare il bagno e il controsoffitto. Tre mesi.
Ma a casa di mia figlia ci passo quando serve. Anche perché non ha senso farle fare il pacco postale.
No infatti.
 
Top