Spionaggio."troppe spese, era disperato"

ologramma

Utente di lunga data
Trovare geniale il trasporto via nave invece di un gasdotto mi sembra originale.
ho letto che in Italia ce ne sono già due , letto da Wikipedia ahó vo i sordi li chiamano contributi:oops:, versare qualcosa se non dobbiamo prendere il vocabolario delle volte
 

Brunetta

Utente di lunga data
ho letto che in Italia ce ne sono già due , letto da Wikipedia ahó vo i sordi li chiamano contributi:oops:, versare qualcosa se non dobbiamo prendere il vocabolario delle volte
Non ho capito. Comunque ogni modalità per la produzione e il trasporto dell’energia ha molteplici pro e contro. Le valutazioni sono complesse. Poi politicamente è utile demonizzare delle scelte.
 

ologramma

Utente di lunga data
Non ho capito. Comunque ogni modalità per la produzione e il trasporto dell’energia ha molteplici pro e contro. Le valutazioni sono complesse. Poi politicamente è utile demonizzare delle scelte.
sarebbe sempre da fare quella famosa formuletta di costi e benefici , ma seriamente cosa che da noi facciamo invece cose clientelari per mangiarci sopra
 

Brunetta

Utente di lunga data
sarebbe sempre da fare quella famosa formuletta di costi e benefici , ma seriamente cosa che da noi facciamo invece cose clientelari per mangiarci sopra
È un luogo comune.
 

danny

Utente di lunga data
Non si abita in corso Venezia?
Corso Venezia paghi 3000 solo di affitto.
Hinterland siamo sugli 800 per bilocale.
400 per stanza in condivisione con sudamericani alticci un giorno sì e uno no.
500 se astemi.
Sono i prezzi che trovai all'epoca nella mia zona quando approdai qui.
La ragione per cui mooooolto facilmente dai noi si trova gente che integra lo stipendio spacciando.
Padri di famiglia, eh, non tossici.
Non mi stupisce che qualcuno faccia la spia, pertanto.
Se un padre di famiglia rischia il carcere (è un rischio reale, il mio vicino lo han beccato, così come tanti padri delle amiche di mia figlia) per integrare lo stipendio e far vivere comunque la famiglia in una casa del cazzo in un hinterland dove ci sono più bambini figli di stranieri che italiani (quindi si suppone non particolarmente costoso), senza grosse concessioni al lusso se non una vecchia auto di 10 anni parcheggiata in strada e un cellulare WIko, non mi stupisce che ci sia chi per vivere in una villa e far fare una vita più dignitosa ai propri figli (la palestra non è un lusso oggi) si metta a fare la spia.
Il problema è solo di ambizioni.
E credimi che anche in periferia ce ne sono, solo che si chiamano sogni.
 
Ultima modifica:

danny

Utente di lunga data
Insomma, che fosse una palla in questa situazione, può anche essere probabile.
Ma quello che emerge e trovo contestabile, è quell'accettazione al "ribasso" e ai sacrifici che emerge sempre.
Come se i sacrifici fossero la più sana ambizione dell'uomo.
Ma anche no.
La più sana tendenza è quella di non farli.
Poi ognuno di noi ha introiettato un suo senso morale che tiene a bada le pulsioni più efferate e le tendenze più amorali, che però sia meravigliosa una vita senza vacanze, in una casa di merda e arrivando senza soldi a metà del mese lo lascerei a chi crede nel paradiso.
La vita ha un senso se vissuta secondo il proprio stile.
Che non necessariamente deve prevedere scatolette di tonno e corsetta sui marciapiedi di città a vita e parrucchiere una volta l'anno.
E' vero che i nostri bisnonni avevano standard più bassi, però...
Però col cavolo.
Un mio bisnonno aveva casa in centro a Milano, una cascina nel cremonese, la Balilla e spesso il palco al centro della Scala.
E pure due mogli.
E che cavolo.
 

Ulisse

Utente di lunga data
La ragione per cui mooooolto facilmente dai noi si trova gente che integra lo stipendio spacciando.
Sono sempre fra il perplesso e l'interedetto quando rifletto su cose del genere.
E non ne faccio assolutamente una questione morale.
Non mi ritengo di averla talmente aulica da considerarmi immune da tentazioni pro arricchimento.

Piuttosto, ho paura che un comportamento del genere, sul lungo periodo, sia destinato a peggiorare la situazione familiare.
Con li tempo, la probabilità di no sfangarla ed essere pizzicato aumenterà sempre di più.
Quando succederà, perchè succederà, lascerai la famiglia in condizioni peggiori se paragonate a come erano prima di iniziare questa attività, chiamiamola, imprenditoriale.
Faccio semplicemente un bilancio dei pro e contro sul breve e lungo periodo.
E trovo sempre questo investimento decisamente fallimentare. Da bocciare.

Mi si potrebbe dire: senza non riescono a vivere.
Ma che significa?
che non riesci a vivere secondo degli standard minimi che ti sei assegnato ma incompatibili con il tuo reddito?
che non puoi rinunciare ad una vita più agiata e vuoi colmare il gap fra il desiderato ed il disponibile in un modo veloce e redditizio come lo spaccio?

Giustifico, al limite, chi delinque perchè si è trovato all'improvviso senza un lavoro ed in un modo o nell'altro deve pensare alla famiglia.
Però chi lo usa come reddito integrativo no.
Ci sono tanti altri modi per far quadrare il costo della propria vita con le possibilità economiche.
La formula è semplice. Delle due almeno una va seguita.
- aumenti le entrate con altro lavoro o qualsiasi attività retribuita e legale..
- riduci le spese..ti sposti in zone meno care..stai attento a come spendi....

E' ovvio che questo downsize non fa piacere a nessuno.
Per tutti dovrebbe essere possibile condurre una vita per loro soddisfacente.
Ma non ritengo che spacciare sia una fra le possibili strade per raggiungere la propria quadratura del cerchio.
 

danny

Utente di lunga data
Sono sempre fra il perplesso e l'interedetto quando rifletto su cose del genere.
E non ne faccio assolutamente una questione morale.
Non mi ritengo di averla talmente aulica da considerarmi immune da tentazioni pro arricchimento.

Piuttosto, ho paura che un comportamento del genere, sul lungo periodo, sia destinato a peggiorare la situazione familiare.
Con li tempo, la probabilità di no sfangarla ed essere pizzicato aumenterà sempre di più.
Quando succederà, perchè succederà, lascerai la famiglia in condizioni peggiori se paragonate a come erano prima di iniziare questa attività, chiamiamola, imprenditoriale.
Faccio semplicemente un bilancio dei pro e contro sul breve e lungo periodo.
E trovo sempre questo investimento decisamente fallimentare. Da bocciare.

Mi si potrebbe dire: senza non riescono a vivere.
Ma che significa?
che non riesci a vivere secondo degli standard minimi che ti sei assegnato ma incompatibili con il tuo reddito?
che non puoi rinunciare ad una vita più agiata e vuoi colmare il gap fra il desiderato ed il disponibile in un modo veloce e redditizio come lo spaccio?

Giustifico, al limite, chi delinque perchè si è trovato all'improvviso senza un lavoro ed in un modo o nell'altro deve pensare alla famiglia.
Però chi lo usa come reddito integrativo no.
Ci sono tanti altri modi per far quadrare il costo della propria vita con le possibilità economiche.
La formula è semplice. Delle due almeno una va seguita.
- aumenti le entrate con altro lavoro o qualsiasi attività retribuita e legale..
- riduci le spese..ti sposti in zone meno care..stai attento a come spendi....

E' ovvio che questo downsize non fa piacere a nessuno.
Per tutti dovrebbe essere possibile condurre una vita per loro soddisfacente.
Ma non ritengo che spacciare sia una fra le possibili strade per raggiungere la propria quadratura del cerchio.
Non lo è.
Malgrado questo, lo diventa ugualmente.
Il mio vicino di casa, filippino, si è trovato con due figli e una moglie a carico e senza un lavoro.
Per altri, il lavoro porta a casa 1000 euro se va bene, ma con gli affitti che ci sono non dai neanche una casa alla tua famiglia.
Alcuni fanno il trucco di non pagare l'affitto e di starci dentro grazie ai minori per anni per poi cambiare casa, ma non funziona sempre.
Visto che accade spesso, i proprietari si fidano sempre meno.
Se faccio una statistica, il problema riguarda famiglie monoreddito con lavori precari, soprattutto tra gli italiani.
Tra gli stranieri, trovi nordafricani che hanno perso il lavoro o non hanno mai trovato niente che consentisse loro di avere un'entrata superiore a quella di minima sopravvivenza.
Se emigri non lo fai per sopravvivere in un tugurio con altri connazionali. Lo fai per far crescere e crescere.
Diciamo che funziona così, e che sia bella o brutta, è solo una fotografia.
Io non lo farei mai, certo. Ma io ho un reddito adeguato.
 

Ulisse

Utente di lunga data
Il mio vicino di casa, filippino, si è trovato con due figli e una moglie a carico e senza un lavoro.
come dicevo, in un certo senso questi li capisco. Famiglie che in 24 ore si trovano senza niente.
La disperazione ti porta ad accettare di tutto.

Il mio disappunto è su chi è propenso a delinquere per colmare quel gap. Ci sono tanti altri modi onesti come dicevo prima.
Non si tratta di sopravvivere ma di voler vivere, a torto o ragione, in un determinato modo.
Non posso accettare che l'unico sbocco è lo spaccio.

Alcuni fanno il trucco di non pagare l'affitto e di starci dentro grazie ai minori per anni per poi cambiare casa,
Lasciamo stare che ho un amico che ci è passato.
Come proprietario.
Un inferno.
 

Brunetta

Utente di lunga data
L’aspetto individuale è di non fare il passo più lungo della gamba, anche in prospettiva.
A livello sociale ci si deve organizzare.
 

Lara3

Utente di lunga data
Non dipende solo dalla zona, ma anche dalla persona.
Pazzesco vedere persone con basso reddito vivendo come se avessero uno stipendio 3 volte di più. E riempiendosi di debiti.
Avevo conosciuto una tizia a Milano che voleva essere snob a tutti i costi. Pieni di debiti lei e il marito. E chiedevano prestiti in giro senza restituire. E poi vacanze in Sardegna.
Tutto è relativo ; dipende dal posto e anche della persona. Se si vive al di sopra delle possibilità, la fregatura la passano a qualcun’altro. Chiedendo soldi senza restituire però.
 

Lara3

Utente di lunga data
come dicevo, in un certo senso questi li capisco. Famiglie che in 24 ore si trovano senza niente.
La disperazione ti porta ad accettare di tutto.

Il mio disappunto è su chi è propenso a delinquere per colmare quel gap. Ci sono tanti altri modi onesti come dicevo prima.
Non si tratta di sopravvivere ma di voler vivere, a torto o ragione, in un determinato modo.
Non posso accettare che l'unico sbocco è lo spaccio.


Lasciamo stare che ho un amico che ci è passato.
Come proprietario.
Un inferno.
Quanto tempo ci ha messo per liberare la casa ?
 

danny

Utente di lunga data
Lasciamo stare che ho un amico che ci è passato.
Come proprietario.
Un inferno.
Idem.
Abbiamo perso un 20.000 euro.
Egiziani.
Il titolare ha lavorato per dieci anni, poi ha perso il lavoro ed è stato un inferno.
E' finito in carcere, ovviamente.
Casa subaffittata ad altri egiziani.
Trovati tanti documenti in cantina.
I Carabinieri ci hanno detto che è la norma, ormai.

L’aspetto individuale è di non fare il passo più lungo della gamba, anche in prospettiva.
A livello sociale ci si deve organizzare.
Certo.
Ma in questo periodo non è così difficile.
Basta avere per esempio 3 figli e un bar o un ristorante.
Magari hai un mutuo da pagare e la tua attività è chiusa.
Che fai?
Prima ti rivolgi agli strozzini per tirare avanti, poi arriva qualcuno che ti dice come fare per pagare.
A livello sociale non ci si organizzerà più.
Sta andando di male in peggio.

Quanto tempo ci ha messo per liberare la casa ?
Noi siamo stati fortunati. Un anno circa dall'intervento delle forze dell'ordine, ma perché non c'erano minori e si è constatato che era occupata abusivamente.
Altrimenti.... passano anni.
Ovviamente tutto a nostro carico, compresa l'uscita dell'ufficiale giudiziario.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Certo.
Ma in questo periodo non è così difficile.
Basta avere per esempio 3 figli e un bar o un ristorante.
Magari hai un mutuo da pagare e la tua attività è chiusa.
Che fai?
Prima ti rivolgi agli strozzini per tirare avanti, poi arriva qualcuno che ti dice come fare per pagare.
A livello sociale non ci si organizzerà più.
Sta andando di male in peggio.
Non stavamo parlando però di un immigrato assunto in una cooperativa o di un ristoratore in pandemia, ma di un funzionario dello Stato che avrebbe dovuto avere chiare le entrate di cui poteva disporre.
Se no tutti siamo autorizzati a delinquere per avere il tenore di vita che riteniamo adeguato al nostro benessere psicofisico.
Neanche metterei sullo stesso piano un tradimento della patria e un piccolo spaccio.
 

danny

Utente di lunga data
Non stavamo parlando però di un immigrato assunto in una cooperativa o di un ristoratore in pandemia, ma di un funzionario dello Stato che avrebbe dovuto avere chiare le entrate di cui poteva disporre.
Se no tutti siamo autorizzati a delinquere per avere il tenore di vita che riteniamo adeguato al nostro benessere psicofisico.
Neanche metterei sullo stesso piano un tradimento della patria e un piccolo spaccio.
Posto che poco sappiamo della persona in questione, nessuno è autorizzato a delinquere, ma molti sono attirati dal farlo.
Ovviamente a qualsiasi livello.
Perché un egiziano poveraccio sì e un italiano del ceto medio no?
E perché non oltre, per dire.
Uno come Poggiolini, per esempio, così' si giustificava:
«Non ho mai cambiato il mio tenore di vita che è sempre stato modesto, quello di un uomo senza esigenze, indifferente ai beni materiali».
Uomo tutto d'un pezzo. Aveva truffato alla Sanità Italiana 125 milioni di euro.
Li metteva nei pouf di casa.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Posto che poco sappiamo della persona in questione, nessuno è autorizzato a delinquere, ma molti sono attirati dal farlo.
Ovviamente a qualsiasi livello.
Perché un egiziano poveraccio sì e un italiano del ceto medio no?
E perché non oltre, per dire.
Uno come Poggiolini, per esempio, così' si giustificava:
«Non ho mai cambiato il mio tenore di vita che è sempre stato modesto, quello di un uomo senza esigenze, indifferente ai beni materiali».
Uomo tutto d'un pezzo. Aveva truffato alla Sanità Italiana 125 milioni di euro.
Li metteva nei pouf di casa.
Per me la differenza tra essere poveracci o no è decisiva.
 

Ulisse

Utente di lunga data
la fregatura la passano a qualcun’altro
qua sta il nocciolo.
Inchiappettano un altro che in buona fede ha cercato di aiutarli
pensandoci, forse più che nocciolo, è una cetriolo... :)


Quanto tempo ci ha messo per liberare la casa ?
non ricordo di preciso ma non meno di 2 anni. Forse adirittura 3.
E non parlo di persone che si sono trovate all'improvviso senza lavoro.
Persone perfettamente a conoscenza delle regole e, quindi, capaci di muoversi molto bene su quel terreno.
Persone che poi ha scoperto fare così sia con l'abitazione e sia con un'attività commerciale che avevano...o addirittura ancora hanno in qualche comune limitrofo.
Hanno pagato regolarmente all'ìinizio per poi diradare, accampare problemi economici...e tu che non sei uno sciacallo gli dai un poco di respiro sicuro che tutto si risolverà.
Poi ti creano problemi con la casa inventandosi guasti e malfunzionamenti. Ed inizi altre discussioni.
Cerchi di negoziare, si dimostrano disponibili ad un bonario ed amichevole piano di rientro che invece non rispetteranno mai.

Quando realizzi che devi agire per vie legali gia hanno 12-18 mesi di vantaggio. Almeno

Dei professionisti del fitto non pagato.
 

danny

Utente di lunga data
Per me la differenza tra essere poveracci o no è decisiva.
Uhm... no. Un povero non dovrebbe essere costretto a delinquere.
Se accade troppo spesso, nella società vi è qualcosa che non funziona.
Spesso è indice di una società dove normalmente è accettabile commettere reati a qualsiasi livello.
 

Lara3

Utente di lunga data
qua sta il nocciolo.
Inchiappettano un altro che in buona fede ha cercato di aiutarli
pensandoci, forse più che nocciolo, è una cetriolo... :)



non ricordo di preciso ma non meno di 2 anni. Forse adirittura 3.
E non parlo di persone che si sono trovate all'improvviso senza lavoro.
Persone perfettamente a conoscenza delle regole e, quindi, capaci di muoversi molto bene su quel terreno.
Persone che poi ha scoperto fare così sia con l'abitazione e sia con un'attività commerciale che avevano...o addirittura ancora hanno in qualche comune limitrofo.
Hanno pagato regolarmente all'ìinizio per poi diradare, accampare problemi economici...e tu che non sei uno sciacallo gli dai un poco di respiro sicuro che tutto si risolverà.
Poi ti creano problemi con la casa inventandosi guasti e malfunzionamenti. Ed inizi altre discussioni.
Cerchi di negoziare, si dimostrano disponibili ad un bonario ed amichevole piano di rientro che invece non rispetteranno mai.

Quando realizzi che devi agire per vie legali gia hanno 12-18 mesi di vantaggio. Almeno

Dei professionisti del fitto non pagato.
Immagino lo stress e la rabbia.
 

danny

Utente di lunga data
qua sta il nocciolo.
Inchiappettano un altro che in buona fede ha cercato di aiutarli
pensandoci, forse più che nocciolo, è una cetriolo... :)



non ricordo di preciso ma non meno di 2 anni. Forse adirittura 3.
E non parlo di persone che si sono trovate all'improvviso senza lavoro.
Persone perfettamente a conoscenza delle regole e, quindi, capaci di muoversi molto bene su quel terreno.
Persone che poi ha scoperto fare così sia con l'abitazione e sia con un'attività commerciale che avevano...o addirittura ancora hanno in qualche comune limitrofo.
Hanno pagato regolarmente all'ìinizio per poi diradare, accampare problemi economici...e tu che non sei uno sciacallo gli dai un poco di respiro sicuro che tutto si risolverà.
Poi ti creano problemi con la casa inventandosi guasti e malfunzionamenti. Ed inizi altre discussioni.
Cerchi di negoziare, si dimostrano disponibili ad un bonario ed amichevole piano di rientro che invece non rispetteranno mai.

Quando realizzi che devi agire per vie legali gia hanno 12-18 mesi di vantaggio. Almeno

Dei professionisti del fitto non pagato.
Sì, conosco il modo.
Uno che ho conosciuto ha vissuto in una casa per una decina di anni pur non pagando mutuo e spese condominiali.
Esiste un modo, esistono trucchi.
A volte mi sento un coglione a fare tutto regolarmente.
 
Top