Scoparsi le ragazze degli altri.

Brunetta

Utente di lunga data
che a lui non interessa realmente la donna , ma interessa lo stato civile.
Da la sensazione che l'attrazione non sia prettamente fisica, quanto il fatto che lei sia impegnata.
Di conseguenza non prova nulla per lei.
Certo.
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Senza arrivare alle solite analisi psicologiche direi che c’è una certa diversità tra un rapporto con il preservativo e uno senza.
Proprio a livello di sensazioni fisiche per entrambe
Al netto del fatto che andrebbe usato sempre in rapporti come questo
Beh...dipende dove sta l'attenzione, per la mia esperienza perlomeno.

Da più giovane notavo molto la differenza, la mia attenzione era tutta sulle sensazioni fisiche ed erano quelle a portarmi a navigare in un rapporto.
Ora come ora la differenza la noto appena. Non è esattamente il fisico che mi porta nel rapporto.
Il fisico, lo scrivo spesso e lo intendo in senso letterale, per me è uno strumento, un portale, quindi la mia attenzione non è strettamente sulle sensazioni genitali (che sono piuttosto secondarie per me) ma su tutto il corpo -in primis la mente-.
Tanto che per me usare o non usare il preservativo è indifferente.
E in termini di fantasie e immagini dell'eccitazione, con lo sperma per me è eccitante da manipolare, assaggiare, spalmare, per giocare in buona sostanza.

L'esperienza della sessualità è piuttosto soggettiva.
Che è poi il motivo per cui mi incuriosisce molto. :)
 
Ultima modifica:

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
E' la teoria dei fiori calpestati nel giardino segreto. Ma continuo a puntare il focus sulla presenza, sulla necessità di sbandierare, per esserci. Almeno lì a calpestare i fiori, non so se mi sono spiegato. E questo a prescindere dal fatto di scoprire che la donna non è un indifeso ed inerme essere che usi come strumento, quella non pretendo nemmeno che arrivi alla comprensione della totalità dei maschi, è inutile insistere, non è alla portata di tutti.
A me sembra una delle conseguenze della solitudine siderale :)

Caduti i miti, caduti gli dei...resta l'uomo, inteso come specie.
E i suoi conti con il proprio essere solo una piccola e insignificante parte di un tutto ben più ampio di un qualunque suo tentativo di comprensione.
A quel tutto ci si arriva per connessione e per una forma della fede che richiama gli antichi dei...che però non sono così misericordiosi e pietosi come quelli a cui ci siamo abituati nelle ultime centinaia di anni.
Esserci, nel senso in cui dici, è un tentativo di fuga. Vuoto. Ma al momento pare riempire.

Per la verità non mi riferivo alla comprensione esclusivamente maschile.
Credo che entrambi i generi siano implicati.
E non dimentico che i maschi sono educati dalle femmine.
Madri in primis, ma anche dalle femmine che incontrano nelle loro esperienze di vita.
E viceversa eh.
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
che a lui non interessa realmente la donna , ma interessa lo stato civile.
Da la sensazione che l'attrazione non sia prettamente fisica, quanto il fatto che lei sia impegnata.
Di conseguenza non prova nulla per lei.
La mia sensazione è diversa, riguarda più una questione di territorio :)

Ma essendo sensazioni, rispecchiano semplicemente chi le sperimenta.

Solo lui sa. Se sa.

Che è poi il motivo per cui continuo a non comprendere l'arrabbiatura verso di lui.
 

Skorpio

Utente di lunga data
La mia sensazione è diversa, riguarda più una questione di territorio :)

Ma essendo sensazioni, rispecchiano semplicemente chi le sperimenta.

Solo lui sa. Se sa.

Che è poi il motivo per cui continuo a non comprendere l'arrabbiatura verso di lui.
L'arrabbiatura (per chi la prova) è nella (presunta) percezione dell'imbroglio che sarebbe (teoricamente) perpetrato ai danni (si fa per dire) delle varie donne (ma saranno poi davvero varie?) Trombate dal nostro amico.

Le quali (le donne varie trombate dal nostro amico) avrebbero incautamente affidato la loro verginale intimità, confidando di metterla nelle mani di un uomo sensibile, riservato, discreto e rispettoso del loro proibito piacere.

E invece le sventurate, a loro insaputa (sempre presumibilmente) sono investite (per così dire) di un piacere (del nostro amico) che non sospettano.

Quello del godimento di trombarle in barba (o in beffa- o in scherno) al legittimo marito.
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
L'arrabbiatura (per chi la prova) è nella (presunta) percezione dell'imbroglio che sarebbe (teoricamente) perpetrato ai danni (si fa per dire) delle varie donne (ma saranno poi davvero varie?) Trombate dal nostro amico.

Le quali (le donne varie trombate dal nostro amico) avrebbero incautamente affidato la loro verginale intimità, confidando di metterla nelle mani di un uomo sensibile, riservato, discreto e rispettoso del loro proibito piacere.

E invece le sventurate, a loro insaputa (sempre presumibilmente) sono investite (per così dire) di un piacere (del nostro amico) che non sospettano.

Quello del godimento di trombarle in barba (o in beffa- o in scherno) al legittimo marito.

Ho capito!!

Praticamente ci si incazza per quello che presumibilmente si pensa che sia.

E G. che mi dice che sono incazzosa...sono una principiante!!

Questa è roba da professionisti! :)
 

Skorpio

Utente di lunga data
Ho capito!!

Praticamente ci si incazza per quello che presumibilmente si pensa che sia.

E G. che mi dice che sono incazzosa...sono una principiante!!

Questa è roba da professionisti! :)
Diciamo che la modalità con cui il nostro amico ha esposto il suo piacere, lascia ampio spazio alla presunzione del fatto che le "donne degli altri" (così le chiama) siano vittime (diciamo così) e partecipi inconsapevoli del suo "particolare" piacere.

Ovviamente trattandosi di percezione presuntiva, chi ha aperto il 3d potrà smentire, magari dicendo che queste "donne degli altri" erano perfettamente coscienti del piacere che procuravano, e anzi ne erano perfino entusiaste :LOL:
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Diciamo che la modalità con cui il nostro amico ha esposto il suo piacere, lascia ampio spazio alla presunzione del fatto che le "donne degli altri" (così le chiama) siano vittime (diciamo così) e partecipi inconsapevoli del suo "particolare" piacere.

Ovviamente trattandosi di percezione presuntiva, chi ha aperto il 3d potrà smentire, magari dicendo che queste "donne degli altri" erano perfettamente coscienti del piacere che procuravano, e anzi ne erano perfino entusiaste :LOL:
Invecchio e divento tignosa... :sneaky:

credo che raramente uno sia pienamente partecipe e consapevole dei risvolti del piacere dell'altro. E viceversa l'altro dell'uno.
Questo presuppone una intesa e complicità.
E accettazione reciproca.
E questo presuppone un percorso. Percorso che nella clandestinità è illusione.
SE non si sa riconoscere questa illusione non è che si è vittime eh.

Nei rapporti occasionali, a maggior ragione clandestini, ognuno pensa fondamentalmente a se stesso.
Si condivide a strati, per così dire.

Lui penserà alle donne dell'altro...è davvero così certo che la donna dell'altro sia una vittima di manipolazione e inganno?

Chissà a cosa pensano le donne usando lui :sneaky:

Non riesco proprio ad avere questa visione della necessità del carnefice e della vittima in casi di rapporti, consensuali e fra adulti, in cui entrambi sanno che stanno mettendo il piede in una bolla riservata e a tempo determinato.

come minimo queste accettano una penetrazione non protetta con un fondamentalmente sconosciuto che afferma di essere sano.
Non saprei come catalogare questo.

Sicuro non vittima.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Chissà a cosa pensano le donne usando lui :sneaky:
Non ci è dato saperlo.. possiamo solo commentare quello che pensa lui.. dato che lo ha scritto

Nemmeno io, se devo essere sincero, vedo vittime e carnefici

Però una esposizione di un individuo maschio la vedo, e espone un piacere che non sono sicuro appartenga ai sogni segreti di ogni femmina che aspira a un amplesso in un contesto extraconiugale..

Almeno penso.. ma magari chissà cosa pensano le donne che sognano un amplesso extraconiugale :)

Sempre lì sulla presunzione si ritorna :)
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Non ci è dato saperlo.. possiamo solo commentare quello che pensa lui.. dato che lo ha scritto

Nemmeno io, se devo essere sincero, vedo vittime e carnefici

Però una esposizione di un individuo maschio la vedo, e espone un piacere che non sono sicuro appartenga ai sogni segreti di ogni femmina che aspira a un amplesso in un contesto extraconiugale..

Almeno penso.. ma magari chissà cosa pensano le donne che sognano un amplesso extraconiugale :)

Sempre lì sulla presunzione si ritorna :)
Eh...io mi fermo a lui.
Che come dicevo mi incuriosisce, da un lato l'esposizione del piacere di attraversare il confine dell'altro maschio (e ce ne sarebbe da dire anche a riguardo, chissà se le donne si percepiscono come spazio recintato e penetrato - una bella illusione, no, pensare che l'altro sia quello che noi pensiamo, o meglio desideriamo, sia -) e dall'altro il riferimento ad accettazione e intimità...



Davanti alle presunzioni mi fermo, sono una timida, parlar troppo di me mi imbarazza :D

Personalmente, mi espongo, penso che i sogni siano molteplici.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Eh...io mi fermo a lui.
Che come dicevo mi incuriosisce, da un lato l'esposizione del piacere di attraversare il confine dell'altro maschio (e ce ne sarebbe da dire anche a riguardo, chissà se le donne si percepiscono come spazio recintato e penetrato - una bella illusione, no, pensare che l'altro sia quello che noi pensiamo, o meglio desideriamo, sia -) e dall'altro il riferimento ad accettazione e intimità...



Davanti alle presunzioni mi fermo, sono una timida, parlar troppo di me mi imbarazza :D

Personalmente, mi espongo, penso che i sogni siano molteplici.
Ma vedi.. sarà anche una illusione, ma per chi appunto "sente" quel confine, non è una illusione, è realtà.
Ovviamente realtà interna, ma nella "sua realtà" è reale e tanto basta.

Per cui, per quanto si possa cambiare angolazione di veduta, se la percezione del confine (da parte sua) è incarnata intimamente in lui, egli risponderà intimamente sempre con un (più o meno)

"Si sì ok.. tutto vero tutto interessante, ma intanto ti ho trombata"

E questo conta (per lui)

Che ti ha trombata (tu, donna di un altro (esempio))

Il confine è superato.

L'illusione è una carta che ci si passa uno con l'altro, in questa ottica.

È illusorio attraversare un confine, parimenti come è illusorio "togliersi dal gioco del territorio sconfinato" (per una femmina trombata dal nostro amico

In pratica sono angolazioni diverse

Quella giusta (non illusoria) non c'è

Per me :)
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Ma vedi.. sarà anche una illusione, ma per chi appunto "sente" quel confine, non è una illusione, è realtà.
Ovviamente realtà interna, ma nella "sua realtà" è reale e tanto basta.

Per cui, per quanto si possa cambiare angolazione di veduta, se la percezione del confine (da parte sua) è incarnata intimamente in lui, egli risponderà intimamente sempre con un (più o meno)

"Si sì ok.. tutto vero tutto interessante, ma intanto ti ho trombata"

E questo conta (per lui)

Che ti ha trombata (tu, donna di un altro (esempio))

Il confine è superato.

L'illusione è una carta che ci si passa uno con l'altro, in questa ottica.

È illusorio attraversare un confine, parimenti come è illusorio "togliersi dal gioco del territorio sconfinato" (per una femmina trombata dal nostro amico

In pratica sono angolazioni diverse

Quella giusta (non illusoria) non c'è

Per me :)
Era esattamente questo a cui facevo riferimento nell'altro post.

Ossia il fatto che condividere davvero fra uno e l'altro richiede confidenza, conoscenza e anche intenzionalità.

Il resto, vabbè.
Vale solo fin tanto che quel che ci si racconta non si svela.

SE si svela, e non è detto.

Questo da dentro.

Da fuori si assiste semplicemente allo spettacolo.

Che sia l'amore che sia altro.

Che è poi il motivo per cui chiedevo dell'incazzatura. :)
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Grazie, più esaustiva di così non potevi essere. Premetto che non ho nessuna malattia venerea e mai e poi mai farei sesso con una donna sapendo di averne una...... un conto è divertirsi insieme, un conto è fare il criminale.
trombato bene questo fine settimana?
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
La mia sensazione è diversa, riguarda più una questione di territorio :)

Ma essendo sensazioni, rispecchiano semplicemente chi le sperimenta.

Solo lui sa. Se sa.

Che è poi il motivo per cui continuo a non comprendere l'arrabbiatura verso di lui.
perché una ipotetica lei, se sapesse che il piacere di lui si concentra solo sul marito tradito, si tirerebbe indietro.
Si solito piace l'idea di essere desiderata, in questo caso non è contemplato
 

mistral

Utente di lunga data
Quindi quando ci si fa una pippa sul wc ,ci si illude di possedere la rete fognaria cittadina?
In ogni caso ,probabilmente anche le sue partners in crime ,nel momento in cui fanno sesso con lui ,potrebbero godere del fatto che così facendo la fanno pagare al partner per colpe che loro pensano abbia .
In sostanza entrambi godono pensando al partner di lei 😂
 

danny

Utente di lunga data
Ma solo io ho la sensazione che lui si stia interrogando sulla sua aderenza o meno, a livello mentale, al ruolo di bull?
(poi magari è anche in cerca, chi lo sa)
 
Ultima modifica:

Rose1994

Utente di lunga data
Grazie, più esaustiva di così non potevi essere. Premetto che non ho nessuna malattia venerea e mai e poi mai farei sesso con una donna sapendo di averne una...... un conto è divertirsi insieme, un conto è fare il criminale.
Non ci crede nessuno, se ti attizzano le donne sposate ti attizzano anche se quello impegnato sei tu. Oppure li riesci a immedesimarti con il partner ufficiale ed eviti di andarci?
 

Rose1994

Utente di lunga data
E' una cosa bellissima sia venire dentro sia quando la donna ingoia dopo una fellatio...... è bello perchè in quel momento la tua partner sta accettando tutto di te, anche una cosa intima come il farsi venire dentro; è anche bello non doversi trattenere.
Ma infatti la partner, non la donna di un altro. E arrivata a casa lo prende dal tipo ufficiale. Precedentemente hai scritto che ti piace venire dentro queste donne perché invadi un territorio che dovrebbe essere esclusivo del partner ufficiale. Il punto è che non è esclusivo nemmeno per te di conseguenza. Dove sta l'eccitazione quindi con la donna impegnata?
 

Skorpio

Utente di lunga data
Era esattamente questo a cui facevo riferimento nell'altro post.

Ossia il fatto che condividere davvero fra uno e l'altro richiede confidenza, conoscenza e anche intenzionalità.

Il resto, vabbè.
Vale solo fin tanto che quel che ci si racconta non si svela.

SE si svela, e non è detto.

Questo da dentro.

Da fuori si assiste semplicemente allo spettacolo.

Che sia l'amore che sia altro.

Che è poi il motivo per cui chiedevo dell'incazzatura. :)
Sai io penso che la "presunzione" al contatto con l'esterno, governi inevitabilmente quasi tutte le nostre azioni, compresi i movimenti interiori..

Si presume di arrivare in orario in ufficio partendo da casa a una data ora, si presume del traffico e del passaggio a livello, o del benzinaio aperto, se abbiamo poco carburante

Per dire...

Volendo, anche il tuo movimento di curiosità è governato dalla presunzione, alla stregua di un movimento di incazzatura.

Difficile smarcarsi, avere coscienza da dove origina la propria presunzione questo si, mi trova concorde.

Io ad esempio non ho provato incazzatura ma tenerezza, e ho pensato di giocare un po' come col gattino a cui muovi il dito, intenerito dai suoi movimenti

Ma è presunzione pure la mia eh..

Non esiste una presunzione giusta e una sbagliata

Esiste chi la sa spiegare a sé e chi no, questo si
 
Top