odio i gatti

Ulisse

Utente di lunga data
Stavo leggendo tutta la discussione per capire un po'.
Anteporre il bene dell'altro al proprio non si può sentire eh. Casomai si può sentire per un figlio, ma è una eccezione.
Che succede ad anteporre il bene altrui al proprio?
Aspetta.
Stai dando alle mie parole una interpretazione troppo romanzata ed estremista.. io resto sempre basico e primitivo 😊
Per anteporre intendo il piacere di far sentire meglio l'altra persona anche a discapito del proprio...tipo lasciarle l'ultima fetta di pizza 😩 o farla sedere ed andare a preparare il caffè al suo posto...
Nn per forza bisogna interpretare come lanciarsi dalla torre al suo posto..questo lo lascio ai romanticoni della collana Harmony...

Succede che si tace per paura di reazioni isteriche dall'altra parte? Ma davvero? :)
Boh. Io non capisco. Ti lamenti che non è più amore, ma affetto, e vuoi trovare le parole per dirglielo? Non sarebbe più logico (in ottica costruttiva) proporre cose, situazioni, atte a far riemergere (in te) quella passione perduta? Del tipo una bella vacanza insieme, qualche progetto piacevole da condividere, eccetera. Non sono pozioni magiche, eh, però.
Francamente non vedo come potresti migliorare la tua situazione andandole a dire che ORA hai il dubbio di averla sposata per riconoscenza, eh.
Non proprio. Non mi lamento di niente. Per me cercare di capire nn è lamentarsi.
Nn sto dicendo che sicuramente affetto e quindi devo trovare il modo di palesarglielo.
È un dubbio che ho guardandomi dentro ed analizzando il mio percorso.
Confrontarsi aiuterebbe senz'altro ma devo prima trovare il modo di impostarlo (il discorso) perché so del forte fattore emotivo ed approccio catastrofista dell'altra.
A me serve un interlocutore lucido altrimenti si crea solo entropia.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Aspetta.
Stai dando alle mie parole una interpretazione troppo romanzata ed estremista.. io resto sempre basico e primitivo 😊
Per anteporre intendo il piacere di far sentire meglio l'altra persona anche a discapito del proprio...tipo lasciarle l'ultima fetta di pizza 😩 o farla sedere ed andare a preparare il caffè al suo posto...
Nn per forza bisogna interpretare come lanciarsi dalla torre al suo posto..questo lo lascio ai romanticoni della collana Harmony...


Non proprio. Non mi lamento di niente. Per me cercare di capire nn è lamentarsi.
Nn sto dicendo che sicuramente affetto e quindi devo trovare il modo di palesarglielo.
È un dubbio che ho guardandomi dentro ed analizzando il mio percorso.
Confrontarsi aiuterebbe senz'altro ma devo prima trovare il modo di impostarlo (il discorso) perché so del forte fattore emotivo ed approccio catastrofista dell'altra.
A me serve un interlocutore lucido altrimenti si crea solo entropia.
Ok. Non sono tagliata per questo genere di comunicazione :)
Ma davvero non ti conviene provare a creare qualche situazione piacevole (tipo una piccola vacanza insieme.... vabbè, covid permettendo....), una situazione di relax, e poi magari affrontare il discorso partendo dal contrario? Del tipo "ti amo, ti apprezzo, e il mio discorso lo faccio solo per cercare di amarti e apprezzati ancora di più "? Farle capire insomma subito che è un aiuto al vostro rapporto, non una messa in dubbio. E poi le esponi cosa vorresti. A proposito: cosa vorresti? :)
 

Lostris

Utente Ludica
Ok. Non sono tagliata per questo genere di comunicazione :)
Ma davvero non ti conviene provare a creare qualche situazione piacevole (tipo una piccola vacanza insieme.... vabbè, covid permettendo....), una situazione di relax, e poi magari affrontare il discorso partendo dal contrario? Del tipo "ti amo, ti apprezzo, e il mio discorso lo faccio solo per cercare di amarti e apprezzati ancora di più "? Farle capire insomma subito che è un aiuto al vostro rapporto, non una messa in dubbio. E poi le esponi cosa vorresti. A proposito: cosa vorresti? :)
In effetti parlarle di dubbi senza proporre nulla, senza avere una direzione, senza sapere cosa vuole non avrebbe un senso che sia uno.

Ah no, forse potrebbe essere minare la relazione e arrivare poi a farsi lasciare.
Nel caso, non proprio un cuor di leone, come dire.
 

Ulisse

Utente di lunga data
In effetti parlarle di dubbi senza proporre nulla, senza avere una direzione, senza sapere cosa vuole non avrebbe un senso che sia uno.

Ah no, forse potrebbe essere minare la relazione e arrivare poi a farsi lasciare.
Nel caso, non proprio un cuor di leone, come dire.
Hai capito tutto.
Specialmente alla fine.
 

Foglia

utente viva e vegeta
In effetti parlarle di dubbi senza proporre nulla, senza avere una direzione, senza sapere cosa vuole non avrebbe un senso che sia uno.

Ah no, forse potrebbe essere minare la relazione e arrivare poi a farsi lasciare.
Nel caso, non proprio un cuor di leone, come dire.
Eh. È quello il fatto. Manca nel suo discorso roba concreta. Se lui prova affetto, non è che lei ha la ricetta per trasformarlo in amore o passione. Se lui invece le dicesse "mi piacerebbe fare o tornare a fare, condividere etc. qualcosa con te, allora avrebbe un senso. Ma non è che se lui prova affetto e non più amore lei possa risolvergli il problema.... E anzi: son problemi che è meglio tenere per sé laddove non portino anche proposte di soluzioni concrete. Va benissimo parlare di tutto: però basta che ci sia qualcosa di cui parlare, e non solo da prendere atto.....
 

Lostris

Utente Ludica
Hai capito tutto.
Specialmente alla fine.
La fine era una considerazione su un certo tipo di comportamento rispetto a quanto detto da @Foglia, mica su di te - almeno, non ancora 😬

Non mi risulta tu abbia intenzione di esternare cose senza capire che significato hanno e cosa vuoi.

O almeno, se l’hai scritto non l’ho letto.
 
  • Like
Reactions: JON

ologramma

Utente di lunga data
sai che mi disse un amico con moglie recalcitrante al sesso , sempre per età, , se la scopro che mi tradisce mica mi incazzo con l'altro , solo che a mia moglie gli chiederei scopi con l'altro e perchè rimani con me ?
forse nn ti ho capito...leggo spesso che un amante (o entrambi) nn ha piu rapporti con il coniuge..credo sia diffuso specialmente quando ci sta una infatuazione...la convinzione che l'amante è l'affare della vita.
Questo perchè, mia opinione, non applicano le opportune tare e fattori correttivi. Con un amante ti prendi il meglio di una relazione: sentimento, sesso, tutto il tempo a disposizione (quando vi vedete) da dedicare solo alla coppia.
Lasci fuori tutte quelle rotture di bolas che sono comprese nel pacchetto relazione ufficiale: bollette/mutuo da pagare, figli da scarrozzare fra catechismo, chitarra, calcetto, file da fare al supermercato, casa da portare avanti,....
Forse, prima di fare gesti irreversibili (tipo vuotare il sacco con il coniuge), sarebbe meglio calare mentalmente l'amante in un contesto più realistico, più vicino a quello che poi sarà la vs vita una volta usciti alla luce del sole.
9 volte su 10, questo approccio, porterebbe almeno uno dei due clandestini a spegnere il cell (comprato apposta per la tresca) rendendosi irreperibile e relegando la relazione ad una piacevole parentesi basata sullo scambio di fluidi corporei.




Spiegazione o ci provo
Quel mio amico va d'accordissimo con la moglie quindi non c'è nessun tradimento , lui parlando con me non capiva perchè la moglie non voleva fare l'amore e lui mi diceva che se avesse scoperto che lo tradiva non se la sarebbe preso con l'altro ma con sua moglie e gli avrebbe detto: mi fai patire a non darmela ma allora era solo che si era stufata?
Solo questo in risposta tutto l'altro che hai scritto vero se uno tradisce , specialmente la donna , non è che ha tanta voglia di fare l'amore con il marito , ma le nostre storie non c'è tradimento loro solo gli è passata la voglia
 

Buffa

Utente di lunga data
L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.
“I.Calvino”
 

spleen

utente ?
L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.
“I.Calvino”
E' vero, è vero anche lo speculare, se alla parola inferno sostituisci la parola paradiso.
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Stavo leggendo tutta la discussione per capire un po'.
Anteporre il bene dell'altro al proprio non si può sentire eh. Casomai si può sentire per un figlio, ma è una eccezione.
Che succede ad anteporre il bene altrui al proprio?
Succede che si tace per paura di reazioni isteriche dall'altra parte? Ma davvero? :)
Boh. Io non capisco. Ti lamenti che non è più amore, ma affetto, e vuoi trovare le parole per dirglielo? Non sarebbe più logico (in ottica costruttiva) proporre cose, situazioni, atte a far riemergere (in te) quella passione perduta? Del tipo una bella vacanza insieme, qualche progetto piacevole da condividere, eccetera. Non sono pozioni magiche, eh, però.
Francamente non vedo come potresti migliorare la tua situazione andandole a dire che ORA hai il dubbio di averla sposata per riconoscenza, eh.
Stanno insieme mica da ieri. In tutti questi anni lui avrà fatto sicuramente viaggi e progetti. Non ha detto che con lei sta male ma che non la ama.
Tu non vorresti che ti si dicesse la verità?
 

Ulisse

Utente di lunga data
Quindi un'idea sul tuo futuro, realizzabile o meno, ce l'hai. Che sia pure una chimera.
Quello di separarti sarebbe il fine ultimo, oppure propedeutico a qualcos'altro?
aspetta..la mia risposta era ironica (tendente all'acido) perchè non mi considero un vile che si vuole liberare della responsabilità di certe decisioni.
Se tentenno è solo perchè la posta in palio è grossa. Per me tanti anni con una persona, una famiglia, sono un investimento (nel senso buono del termine) che nn mi sento di mettere in gioco alla leggera.

Stanno insieme mica da ieri. In tutti questi anni lui avrà fatto sicuramente viaggi e progetti. Non ha detto che con lei sta male ma che non la ama.
Tu non vorresti che ti si dicesse la verità?
Eh...certo che si...lo steso mettere su famiglia e procreare sono progetti. Grandi.

Stare male proprio no ma nn si sta nemmeno più tanto bene...
negli ultimi anni sto avendo un allontanamento...e questo non posso più nascondermelo perchè inizia ad influenzare i ns rapporti...sono/siamo sempre piu propensi alle lite (anche per cose banali), tendo ad escludere l'altro dalle decisioni, costante contrapposizione su qualsiasi cosa....incapacità a sorvolare anche su piccole stronzate.
In passato ho sempre condiviso problemi...anche quelli per i quali ero al 100% sicuro di non poter ricevere nessun tipo di aiuto pratico (tipo problemi di lavoro) ma il solo parlarne mi faceva vedere la cosa meno grave...piu risolvibile...ora sento la necessità opposta. Condividere il meno possibile perchè mi scoccio di poter innescare un'ennesima dicussione.
Quando in un rapporto inizi a notare solo le differenze che vi separano e non le cose belle in comune che vi legano allora qualcosa si è incrinato o si sta incrinando...
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
aspetta..la mia risposta era ironica (tendente all'acido) perchè non mi considero un vile che si vuole liberare della responsabilità di certe decisioni.
Se tentenno è solo perchè la posta in palio è grossa. Per me tanti anni con una persona, una famiglia, sono un investimento (nel senso buono del termine) che nn mi sento di mettere in gioco alla leggera.



Eh...certo che si...lo steso mettere su famiglia e procreare sono progetti. Grandi.

Stare male proprio no ma nn si sta nemmeno più tanto bene...
negli ultimi anni sto avendo un allontanamento...e questo non posso più nascondermelo perchè inizia ad influenzare i ns rapporti...sono/siamo sempre piu propensi alle lite (anche per cose banali), tendo ad escludere l'altro dalle decisioni, costante contrapposizione su qualsiasi cosa....incapacità a sorvolare anche su piccole stronzate.
In passato ho sempre condiviso problemi...anche quelli per i quali ero al 100% sicuro di non poter ricevere nessun tipo di aiuto pratico (tipo problemi di lavoro) ma il solo parlarne mi faceva vedere la cosa meno grave...piu risolvibile...ora sento la necessità opposta. Condividere il meno possibile perchè mi scoccio di poter innescare un'ennesima dicussione.
Quando in un rapporto inizi a notare solo le differenze che vi separano e non le cose belle in comune che vi legano allora qualcosa si è incrinato o si sta incrinando...
Quindi non state più bene, tutti e due.
Questo è un altro punto di partenza
 

JON

Utente di lunga data
aspetta..la mia risposta era ironica (tendente all'acido) perchè non mi considero un vile che si vuole liberare della responsabilità di certe decisioni.
Se tentenno è solo perchè la posta in palio è grossa. Per me tanti anni con una persona, una famiglia, sono un investimento (nel senso buono del termine) che nn mi sento di mettere in gioco alla leggera.



Eh...certo che si...lo steso mettere su famiglia e procreare sono progetti. Grandi.

Stare male proprio no ma nn si sta nemmeno più tanto bene...
negli ultimi anni sto avendo un allontanamento...e questo non posso più nascondermelo perchè inizia ad influenzare i ns rapporti...sono/siamo sempre piu propensi alle lite (anche per cose banali), tendo ad escludere l'altro dalle decisioni, costante contrapposizione su qualsiasi cosa....incapacità a sorvolare anche su piccole stronzate.
In passato ho sempre condiviso problemi...anche quelli per i quali ero al 100% sicuro di non poter ricevere nessun tipo di aiuto pratico (tipo problemi di lavoro) ma il solo parlarne mi faceva vedere la cosa meno grave...piu risolvibile...ora sento la necessità opposta. Condividere il meno possibile perchè mi scoccio di poter innescare un'ennesima dicussione.
Quando in un rapporto inizi a notare solo le differenze che vi separano e non le cose belle in comune che vi legano allora qualcosa si è incrinato o si sta incrinando...
Anche se non avevo colto l'ironia, non intendevo rimarcare sul fatto che il tuo comportamento potesse essere vigliacco. Al limite pragmatico, cosa che inevitabilmente sei o stai diventando.

L'insofferenza che citi è già il sintomo di una separazione fittizia. Non si riescono a mascherare del tutto i sentimenti e i comportamenti lasciano permeare la realtà delle cose. Bisogna solo vedere cosa arriva a lei di tutto questo, dicevi che qualcosa ha capito. Ma è probabile che, se come te ha delle forti remore quantomeno a destabilizzare la coppia, stia sottovalutandone la reale entità. Qui tu stai vomitando cose che per noi sono puro sfogo, ma che per lei, credo, sarebbero di un impatto devastante. Di lei peraltro non si sa molto dei suoi pensieri su di voi. Questo può restare uno stato di cose destinato ad accompagnarvi fino alla fine dei tempi, e non sto scherzando, perché che tu stia proseguendo su questo sentiero, nonostante le vocina che tenta sempre di persuaderti, lo dimostra un modus iniziato 30 anni fa.
 

Ulisse

Utente di lunga data
Ah no!
È una mia prerogativa pretendere di essere valutata come persona.
Semmai dopo mi piace fare qualcosa. Niente di che, comunque.
guarda, io su questo approccio ho qualche remora.
Presentarsi al meglio, curarsi, non significa offuscare la propria personalità.

Se un libro è bello, lo è a maggior ragione anche con una bella copertina.

Una donna di un certo spessore sicuramente mi intriga, trovo piacevole la sua compagnia e questo anche se, per restare in tema, non si fa la ceretta.
Però se si cura, valorizza anche l'aspetto la cosa non può che farmi maggiormente piacere.

Quindi non state più bene, tutti e due.
Questo è un altro punto di partenza
No..a prima vista sembra diverso.
Questa è la conseguenza al mio comportamento che negli anni ha minato anche l'amore che l'altro prova...che cmq è tale ancora da volersi buttare tutto dietro la e ripartire...me lo fa capire in tanti modi.
Le liti partono da entrambi ma 8/10 sono io...
 

Brunetta

Utente di lunga data
guarda, io su questo approccio ho qualche remora.
Presentarsi al meglio, curarsi, non significa offuscare la propria personalità.

Se un libro è bello, lo è a maggior ragione anche con una bella copertina.

Una donna di un certo spessore sicuramente mi intriga, trovo piacevole la sua compagnia e questo anche se, per restare in tema, non si fa la ceretta.
Però se si cura, valorizza anche l'aspetto la cosa non può che farmi maggiormente piacere.


No..a prima vista sembra diverso.
Questa è la conseguenza al mio comportamento che negli anni ha minato anche l'amore che l'altro prova...che cmq è tale ancora da volersi buttare tutto dietro la e ripartire...me lo fa capire in tanti modi.
Le liti partono da entrambi ma 8/10 sono io...
😁 interessante
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
guarda, io su questo approccio ho qualche remora.
Presentarsi al meglio, curarsi, non significa offuscare la propria personalità.

Se un libro è bello, lo è a maggior ragione anche con una bella copertina.

Una donna di un certo spessore sicuramente mi intriga, trovo piacevole la sua compagnia e questo anche se, per restare in tema, non si fa la ceretta.
Però se si cura, valorizza anche l'aspetto la cosa non può che farmi maggiormente piacere.


No..a prima vista sembra diverso.
Questa è la conseguenza al mio comportamento che negli anni ha minato anche l'amore che l'altro prova...che cmq è tale ancora da volersi buttare tutto dietro la e ripartire...me lo fa capire in tanti modi.
Le liti partono da entrambi ma 8/10 sono io...
Sei tu quello sbilanciato nel rapporto.
La tua insoddisfazione in famiglia viene ampiamente percepita.
E non sai cosa fare.
C'è una persona un questo momento che ti interessa?non parlo di tua moglie ovviamente.
 
Top