odio i gatti

Brunetta

Utente di lunga data
Il tempo svela i difetti e le debolezze delle persone. Nessuno ha il coraggio di ammettere neanche a se stesso che ha vari difetti. Poi c’è il tempo che erode un po’ tutti noi ed i rapporti che abbiamo...
Io li rivelo subito.
Per dire al primo incontro intimo con il mio ex non mi ero fatta la ceretta
 

Foglia

utente viva e vegeta
no. Ma nemmeno alla categoria di quelli che si accontentano facilmente ;)


risposta ancora più secca: non lo so.
Se avessi gia le idee chiare eviterei anche di discuterne ed agirei.
Ma hai almeno delle "ipotesi"?
Mi sembra strana una riflessione di questo tipo senza avere almeno in via potenziale in mente ciò che si vuole :)
Da come ti leggo non mi sembri certo quello in atto di rivoluzionare la propria vita. Molto più terra terra, stai pensando di farti l'amante?
 

Ulisse

Utente di lunga data
Io li rivelo subito.
Per dire al primo incontro intimo con il mio ex non mi ero fatta la ceretta
Allora, scusa, questo è masochismo...😊
Se da subito hai capito, nn doveva nemmeno arrivare a diventare un ex...
Dovevi fare come Erode ed uccidere la relazione finché era nella culla...
 

Foglia

utente viva e vegeta
Allora, scusa, questo è masochismo...😊
Se da subito hai capito, nn doveva nemmeno arrivare a diventare un ex...
Dovevi fare come Erode ed uccidere la relazione finché era nella culla...
Eh. Ma il fatto che lei abbia detto i suoi non significa che il suo ex abbia palesato i propri. Come mai ci hai visto reciprocità, se posso chiedere? :)
 

Brunetta

Utente di lunga data
Allora, scusa, questo è masochismo...😊
Se da subito hai capito, nn doveva nemmeno arrivare a diventare un ex...
Dovevi fare come Erode ed uccidere la relazione finché era nella culla...
Non so cosa hai capito.
visto che siamo stati insieme quasi venticinque anni, non mi pare che le mie gambe siano state un problema.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Eh. Ma il fatto che lei abbia detto i suoi non significa che il suo ex abbia palesato i propri. Come mai ci hai visto reciprocità, se posso chiedere? :)
Ma anche lui era spontaneo. Il resto poi ...poi.
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Non so cosa hai capito.
visto che siamo stati insieme quasi venticinque anni, non mi pare che le mie gambe siano state un problema.
Mica stava a guardà er pelo 😆
 

Ulisse

Utente di lunga data
Ma hai almeno delle "ipotesi"?
si.
in primis, chiarirmi le idee e cercare di trovare le parole giuste perchè gia ci ho provato in passato ma la reazione di isterismo creata mi ha vigliaccamente tappato la bocca. Intimamente sono convinto che dall'altro lato non si ha la chiara percezione del mio stato d'animo.
Se riesco ad esprimermi nel modo giusto sono sicuro che si migliorerà

Mi sembra strana una riflessione di questo tipo senza avere almeno in via potenziale in mente ciò che si vuole :)
il potenziale è risolvere..nn è mandare tutto a monte.
Distruggere è facile. Risolvere è difficile ed impegnativo.

Da come ti leggo non mi sembri certo quello in atto di rivoluzionare la propria vita. Molto più terra terra, stai pensando di farti l'amante?
Rivoluzionare no. almeno per il momento no. E' la mia ultima ipotesi.
L'amante? ...no. non è frale mie priorità. Sono diversi anni che filo dritto. Ho avuto inciamiampi in passato ma sempre visti come pura parentesi di esercizio fisico.....piacevole quanto vuoi ma con 0 aspettative da parte mia e conscio della sua volatilità.
Sempre stato così per me e sempre chiarito sulla riga di partenza.
Anzi, il problema è sempre stato generato dalle aspettative che sono emerse dall'altro lato.
 
Ultima modifica:

Foglia

utente viva e vegeta
si.
in primis, chiarirmi le idee e cercare di trovare le parole giuste perchè gia ci ho provato in passato ma la reazione di isterismo creata mi ha vigliaccamente tappato la bocca. Intimamente sono convinto che dall'altro lato non si ha la chiara percezione del mio stato d'animo.
Se riesco ad esprimermi nel modo giusto sono sicuro che si migliorerà


il potenziale è risolvere..nn è mandare tutto a monte.
Distruggere è facile. Risolvere è difficile ed impegnativo.

Da come ti leggo non mi sembri certo quello in atto di rivoluzionare la propria vita. Molto più terra terra, stai pensando di farti l'amante?
[/QUOTE]

Un buon metodo sarebbe cercare di partire da cose concrete. Cosa vorresti? Altrimenti ti credo che resta un discorso non solo incomprensibile, ma generatore di frustrazione.
 

Ulisse

Utente di lunga data
Non so cosa hai capito.
visto che siamo stati insieme quasi venticinque anni, non mi pare che le mie gambe siano state un problema.
ho capito ben altro. come al solito a quanto pare. :)
però, un poco di colpa è anche tua che sei sintetica e stringata come un bignami da esame di stato.
avevo capito che, eri talmente conscia gia dall'inizio del valore di questa relazione che hai perfino evitato di depilarti al primo incontro intimo.
ecco ilperchè del mio commento sul masochismo...
 

Brunetta

Utente di lunga data
ho capito ben altro. come al solito a quanto pare. :)
però, un poco di colpa è anche tua che sei sintetica e stringata come un bignami da esame di stato.
avevo capito che, eri talmente conscia gia dall'inizio del valore di questa relazione che hai perfino evitato di depilarti al primo incontro intimo.
ecco ilperchè del mio commento sul masochismo...
Ah no!
È una mia prerogativa pretendere di essere valutata come persona.
Semmai dopo mi piace fare qualcosa. Niente di che, comunque.
 

Foglia

utente viva e vegeta
anteporre il bene dell'altra al proprio...
sentirsi bene se fai stare l'altra meglio...
essere felici almeno quanto lei per un suo successo...
stare in una folla ma sentirsi soli se nn ci sta...
sentirsi in piena compagnia anche se c'è solo lei con te...
donarsi vicendevolmente senza remore
Stavo leggendo tutta la discussione per capire un po'.
Anteporre il bene dell'altro al proprio non si può sentire eh. Casomai si può sentire per un figlio, ma è una eccezione.
Che succede ad anteporre il bene altrui al proprio?
Succede che si tace per paura di reazioni isteriche dall'altra parte? Ma davvero? :)
Boh. Io non capisco. Ti lamenti che non è più amore, ma affetto, e vuoi trovare le parole per dirglielo? Non sarebbe più logico (in ottica costruttiva) proporre cose, situazioni, atte a far riemergere (in te) quella passione perduta? Del tipo una bella vacanza insieme, qualche progetto piacevole da condividere, eccetera. Non sono pozioni magiche, eh, però.
Francamente non vedo come potresti migliorare la tua situazione andandole a dire che ORA hai il dubbio di averla sposata per riconoscenza, eh.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Stavo leggendo tutta la discussione per capire un po'.
Anteporre il bene dell'altro al proprio non si può sentire eh. Casomai si può sentire per un figlio, ma è una eccezione.
Che succede ad anteporre il bene altrui al proprio?
Succede che si tace per paura di reazioni isteriche dall'altra parte? Ma davvero? :)
Boh. Io non capisco. Ti lamenti che non è più amore, ma affetto, e vuoi trovare le parole per dirglielo? Non sarebbe più logico (in ottica costruttiva) proporre cose, situazioni, atte a far riemergere (in te) quella passione perduta? Del tipo una bella vacanza insieme, qualche progetto piacevole da condividere, eccetera. Non sono pozioni magiche, eh, però.
Francamente non vedo come potresti migliorare la tua situazione andandole a dire che ORA hai il dubbio di averla sposata per riconoscenza, eh.
Però tu dai una interpretazione in chiave personale e di mortificazione.
Ma anteporre il bene personale al proprio può essere anche solo cucinare determinate verdure o non fare rumore se l’altro dorme. Sono tante le cose così che si fanno.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Però tu dai una interpretazione in chiave personale e di mortificazione.
Ma anteporre il bene personale al proprio può essere anche solo cucinare determinate verdure o non fare rumore se l’altro dorme. Sono tante le cose così che si fanno.
Vabe'.... quello lo classifico nel piacere che si prova nel far piacere all'altro (per la cucina) è nel rispetto dell'altro. Non vedo grandi anteposizioni. A meno di rinunciare SEMPRE ai propri gusti per cucinare solo ciò che piace all'altro, ma non certo il pensare all'altro. Ma non è anteporlo, se ci pensi. L'altro ne sarà felice e renderà felice anche me (non necessariamente in diretta concatenazione, questo è chiaro....).
 

Brunetta

Utente di lunga data
Vabe'.... quello lo classifico nel piacere che si prova nel far piacere all'altro (per la cucina) è nel rispetto dell'altro. Non vedo grandi anteposizioni. A meno di rinunciare SEMPRE ai propri gusti per cucinare solo ciò che piace all'altro, ma non certo il pensare all'altro. Ma non è anteporlo, se ci pensi. L'altro ne sarà felice e renderà felice anche me (non necessariamente in diretta concatenazione, questo è chiaro....).
Ma sei tu che hai interpretato in modo estremo.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Questo può darsi. Comunque se n9n si riconosce che le cose si fanno per far stare bene se stessi (ivi compreso prendersi cura dell'altro), secondo me la prospettiva è sbagliata.
Ma lui diceva stare bene per il bene dell’altro che è come la moglie ha amato lui.
Non dobbiamo mica corrispondere a un modello. Ognuno vive una relazione ed è dentro quella che esprime il proprio amore, come ritienè giusto.
Ad esempio io modero l’estrensicazione del mio amore per i figli, gradualmente sempre più nel tempo, perché altrimenti sarei ingombrante.
 
Top