Mia cognata ci sta o no?

Montecristo

Utente di lunga data
Che comunque vada non stai parlando di un estranea. La sorella della tua fidanzata, soprattutto se ti riempi la bocca a colpi di per sempre, non è che te lo levi dai coglioni. Men che mai scaricandola al fidanzato che mi pare di capire ci sia già e ci sarà. E soprattutto ricordati che una donna rifiutata è una brutta bestia. A prescindere.
Che cosa potrebbe fare? solo stare zitta, diversamente farebbe un bel danno a me e anche a se stessa.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Che cosa potrebbe fare? solo stare zitta, diversamente farebbe un bel danno a me e anche a se stessa.
Non fidarti.
Il principio su cui si basano i traditori è quello della complicità. Se si è entrambi colpevoli l’altro non avrà interesse a rivelare la tresca.
Ma non sempre funziona e quando scatta la rabbia è facile perdere il controllo.
 

Montecristo

Utente di lunga data
Non fidarti.
Il principio su cui si basano i traditori è quello della complicità. Se si è entrambi colpevoli l’altro non avrà interesse a rivelare la tresca.
Ma non sempre funziona e quando scatta la rabbia è facile perdere il controllo.
IN effetti ha tutto il tempo per organizzarsi e fami ricadere tutte le colpe su di me e lei se ne uscirebbe in grande stile.
 

Montecristo

Utente di lunga data
Sono rammaricato.

Voglio cogliere l'occasione per scusarmi con tutti voi, per quanto riguarda il mio atteggiamento assunto durante le discussioni di questo forum, pensando di essere attaccato e deriso, invece il contenuto dei vostri messaggi erano tutt'altro che quelli da me interpretati.

Buon proseguo di giornata a voi tutti.
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Vedo che questa storia sono arrivato ad un bivio, se svolto a dx posso raggiungere il mio obiettivo, invece a sx ne posso ancora uscire indenne, dove vado???

Io al tuo posto starei fermo :)

La fretta non è una buona consigliera, e neanche l'ansia o il timore.

Nella calma invece possono essere buone compagne per nutrire la lucidità e la fermezza.

Non devi andare da nessuna parte.

Lei desidera essere protagonista?
Lascia che sia, lascia che faccia. E tu semplicemente osservala senza re-agire. ;)

Non è necessario rispondere alle provocazioni.
E men che meno è necessario agire di potenza.
Anzi....la potenza serve a gran poco, specialmente nelle situazioni in cui si parte da una posizione debole, quale è la tua.

E non evitarla.
Semplicemente costruisci la distanza giusta per te.

In buona sostanza, concentrati su di te. :)
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Voglio cogliere l'occasione per scusarmi con tutti voi, per quanto riguarda il mio atteggiamento assunto durante le discussioni di questo forum, pensando di essere attaccato e deriso, invece il contenuto dei vostri messaggi erano tutt'altro che quelli da me interpretati.

Buon proseguo di giornata a voi tutti.
Ma figurati, io un po' per il culo ti prendevo sul serio :D
Buona giornata a te.
 
Ultima modifica:

Montecristo

Utente di lunga data
Io al tuo posto starei fermo :)

La fretta non è una buona consigliera, e neanche l'ansia o il timore.

Nella calma invece possono essere buone compagne per nutrire la lucidità e la fermezza.

Non devi andare da nessuna parte.

Lei desidera essere protagonista?
Lascia che sia, lascia che faccia. E tu semplicemente osservala senza re-agire. ;)

Non è necessario rispondere alle provocazioni.
E men che meno è necessario agire di potenza.
Anzi....la potenza serve a gran poco, specialmente nelle situazioni in cui si parte da una posizione debole, quale è la tua.

E non evitarla.
Semplicemente costruisci la distanza giusta per te.

In buona sostanza, concentrati su di te. :)
Come dire rimani affacciato alla finestra e vedi cosa succede. ;)
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Come dire rimani affacciato alla finestra e vedi cosa succede. ;)
come dire il bisogno della provocazione è suo. Accoglilo, lascia che lo esprima, lascia che scorra.
Non rifiutarlo e non trattenerlo.

Se provi a rifiutarlo o a trattenerlo (e rispondere alla provocazione è appropriarsi della provocazione come fosse tua) ci finisci dentro. Perdi potere di te.

Lascia scorrere e osservala.
Metti la distanza.

Specchiala senza giudizio.

E' roba sua. non tua.

Quel che puoi decidere è se prendertela addosso e fartene coinvolgere oppure accettarla così come è e lasciarla essere ai tuoi occhi.
 

Montecristo

Utente di lunga data
come dire il bisogno della provocazione è suo. Accoglilo, lascia che lo esprima, lascia che scorra.
Non rifiutarlo e non trattenerlo.

Se provi a rifiutarlo o a trattenerlo (e rispondere alla provocazione è appropriarsi della provocazione come fosse tua) ci finisci dentro. Perdi potere di te.

Lascia scorrere e osservala.
Metti la distanza.

Specchiala senza giudizio.

E' roba sua. non tua.

Quel che puoi decidere è se prendertela addosso e fartene coinvolgere oppure accettarla così come è e lasciarla essere ai tuoi occhi.
Ottimo, la faro' cuocere nel suo stesso brodo.
 

Brunetta

Utente di lunga data
IN effetti ha tutto il tempo per organizzarsi e fami ricadere tutte le colpe su di me e lei se ne uscirebbe in grande stile.
Ma può farlo anche uscendone male.
Quando sale la rabbia e si fa a botte mica si pensa di uscirne senza lividi.
È uguale. Non hai nessuna garanzia neanche se accumulassi prove.
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Ottimo, la faro' cuocere nel suo stesso brodo.
Non cadere nella compiacenza...

La compiacenza del proprio potere è una brutta bestia, e fa far pisciate fuori dal vaso. ;)

Se nel farla cuocere nel suo stesso brodo c'è rivalsa, aspettativa...diventa un boomerang per te.

Non è una tua nemica, in buona sostanza.
Non è una guerra.

Lei è quella. E' accoglienza di quel che è lei.
Dalla distanza più funzionale a te e ai tuoi bisogni, quelli profondi.
Non quelli di affermazione.
 
Top