Cristoforo Colombo

danny

Utente di lunga data
Quando cancelli i simboli e i nomi stai riscrivendo la storia, cancellando l'identità che ne è figlia.
Se cambi il passato, muti anche l'ideologja e il governo del presente.
Ci stiamo preparando a un nuovo mondo, e non e assolutamente scontato che sia migliore come viene propagandato.
 

spleen

utente ?
Quando cancelli i simboli e i nomi stai riscrivendo la storia, cancellando l'identità che ne è figlia.
Se cambi il passato, muti anche l'ideologja e il governo del presente.
Ci stiamo preparando a un nuovo mondo, e non e assolutamente scontato che sia migliore come viene propagandato.
C'è in gioco anche altro, di molto importante. Controllando il linguaggio, attribuendo patenti di legittimità a cosa può essere detto e cosa no si minano alla stessa base la libertà di esprimersi ed il dibattito.
Se non si può affermare ad esempio che l'immigrazione incontrollata è un problema senza passare per razzista, se non si può mantenere il nome di una squadra perchè -pellerossa- espressione identificativa di per se neutra, come -nero- o -bianco-, senza che qualche deficiente si alzi in piedi a contestare la cosa, come se cambiare i nomi in definitiva risolvesse i loro problemi, si tenta di riscrivere la grammatica del confronto umano in senso riduttivo e assolutista.
Eliminare questa sorta di devianza del linguaggio è prima di tutto una faccenda di esercizio di democrazia.
 

danny

Utente di lunga data
C'è in gioco anche altro, di molto importante. Controllando il linguaggio, attribuendo patenti di legittimità a cosa può essere detto e cosa no si minano alla stessa base la libertà di esprimersi ed il dibattito.
Se non si può affermare ad esempio che l'immigrazione incontrollata è un problema senza passare per razzista, se non si può mantenere il nome di una squadra perchè -pellerossa- espressione identificativa di per se neutra, come -nero- o -bianco-, senza che qualche deficiente si alzi in piedi a contestare la cosa, come se cambiare i nomi in definitiva risolvesse i loro problemi, si tenta di riscrivere la grammatica del confronto umano in senso riduttivo e assolutista.
Eliminare questa sorta di devianza del linguaggio è prima di tutto una faccenda di esercizio di democrazia.
Prepariamoci a cambiare anche il significato della parola democrazia.
 

spleen

utente ?
Prepariamoci a cambiare anche il significato della parola democrazia.
Attualmente la versione che si intende far passare è quella descritta da Orwell nella fattoria degli animali, quando i maiali prendendo il potere fanno riscrivere il punto nr.7
-Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri.-
I più uguali oggi sono quelli che distribuiscono patenti o meno di legittimità alle opinioni degli altri.
 

Brunetta

Utente di lunga data

Brunetta

Utente di lunga data
Attualmente la versione che si intende far passare è quella descritta da Orwell nella fattoria degli animali, quando i maiali prendendo il potere fanno riscrivere il punto nr.7
-Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri.-
I più uguali oggi sono quelli che distribuiscono patenti o meno di legittimità alle opinioni degli altri.
Ripeto che questa risonanza alle minoranze estreme viene data principalmente dalla destra, proprio per ottenere reazioni di destra.
 

spleen

utente ?
Ripeto che questa risonanza alle minoranze estreme viene data principalmente dalla destra, proprio per ottenere reazioni di destra.
Le patenti di legittimità alle opinioni però ultimamente le ho sentite in bocca a persone di sinistra.
Che hanno grosse difficoltà ad argomentare sul merito, generalmente.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Le patenti di legittimità alle opinioni però ultimamente le ho sentite in bocca a persone di sinistra.
Che hanno grosse difficoltà ad argomentare sul merito, generalmente.
La stupidità è equamente distribuita, indipendentemente dalla presunta appartenenza politica. 😁
 

spleen

utente ?
La stupidità è equamente distribuita, indipendentemente dalla presunta appartenenza politica. 😁
A qualcuno potrebbe però sorgere il dubbio che le destre abbiano un atteggiamento banditesco, che come ben sai è meno pericoloso di un atteggiamento stupido.😂
 

Brunetta

Utente di lunga data
A qualcuno potrebbe però sorgere il dubbio che le destre abbiano un atteggiamento banditesco, che come ben sai è meno pericoloso di un atteggiamento stupido.😂
A destra ci sono tanti imbecilli e tanti astuti, più o meno, certe strategie sono scoperte, basta vedere le rassegne stampa in tv.
 

spleen

utente ?
A destra ci sono tanti imbecilli e tanti astuti, più o meno, certe strategie sono scoperte, basta vedere le rassegne stampa in tv.
Ma basta leggere i giornali online!
Sul sito di repubblica le parole clandestino, immigrato, straniero sono totalmente bandite, con l'esilarante effetto che leggi una notizia e capisci chi la riguarda per vie traverse. Oltrettutto i commenti online sono stati aboliti da un pezzo, sull' onda ritengo degli spropositi dei leoni da tastiera.
Se apri il sito dei giornali riferiti a destra invece abbondano le parole: Smaschera, scopre, umilia.... ed i commenti (abilitati) grondano di invettive ed insulti.
Una bella informazione, non c'è che dire....
 

Brunetta

Utente di lunga data
Ma basta leggere i giornali online!
Sul sito di repubblica le parole clandestino, immigrato, straniero sono totalmente bandite, con l'esilarante effetto che leggi una notizia e capisci chi la riguarda per vie traverse. Oltrettutto i commenti online sono stati aboliti da un pezzo, sull' onda ritengo degli spropositi dei leoni da tastiera.
Se apri il sito dei giornali riferiti a destra invece abbondano le parole: Smaschera, scopre, umilia.... ed i commenti (abilitati) grondano di invettive ed insulti.
Una bella informazione, non c'è che dire....
Beh certi termini hanno un significato in un contesto e non in un altro.
Ma sono cose note dagli anni settanta quando i titoli “napoletano scippa” o “calabrese accoltella”...abbondavano.

Le notizie sono tantissime e la scelta di cosa pubblicare e come è sempre una scelta editoriale e di conseguenza politica.
Ci sono i periodi in cui siamo devastati dagli incidenti automobilistici, poi improvvisamente spariti dalle cronache, ma non dalle strade, dopo un nuovo limite di velocità, magari dopo un appalto per un sistema di tutor, e ugualmente abbiamo periodi di stragi del sabato sera, di stupri di estranei, di omicidi di donne, di faide tra bande criminali (un tempo mafiose, camorristiche, poi del Brenta, poi albanesi (spariti tutti ora) poi russi) periodi di suicidi ecc
Poi se si vanno a guardare i dati è tutto in costante diminuzione.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
ok pare che ci siano alcuni che sono ipersensibili alle cazzate. per la cronaca sono decenni che è passata di moda l'espressione "musi gialli" riferita agli asiatici, soprattutto se giapponesi, però non direi che sia migliorato il livello di razzismo.

Possiamo anche smettere di chiamare negri i negri e pellerossa i pellerossa. al netto dell'applicazione di bispensiero, direi che dopo 401 anni, il problema razziale negli USA NON sia certo risolto così
 

Brunetta

Utente di lunga data
ok pare che ci siano alcuni che sono ipersensibili alle cazzate. per la cronaca sono decenni che è passata di moda l'espressione "musi gialli" riferita agli asiatici, soprattutto se giapponesi, però non direi che sia migliorato il livello di razzismo.

Possiamo anche smettere di chiamare negri i negri e pellerossa i pellerossa. al netto dell'applicazione di bispensiero, direi che dopo 401 anni, il problema razziale negli USA NON sia certo risolto così
Accidenti, sono d’accordo!
 

abebis

Utente di lunga data
ok pare che ci siano alcuni che sono ipersensibili alle cazzate. per la cronaca sono decenni che è passata di moda l'espressione "musi gialli" riferita agli asiatici, soprattutto se giapponesi, però non direi che sia migliorato il livello di razzismo.

Possiamo anche smettere di chiamare negri i negri e pellerossa i pellerossa. al netto dell'applicazione di bispensiero, direi che dopo 401 anni, il problema razziale negli USA NON sia certo risolto così
Banalmente ovvio che il problema razziale non è certo risolto così. Non solo negli USA ma anche nel resto del globo terracqueo.

Altrettanto banalmente ovvio che continuare a chiamare negri i negri, pellerossa i pellerossa, musi gialli i musi gialli e terroni i terroni, neanche aiuta a risolvere il problema razziale.
 

danny

Utente di lunga data
Banalmente ovvio che il problema razziale non è certo risolto così. Non solo negli USA ma anche nel resto del globo terracqueo.

Altrettanto banalmente ovvio che continuare a chiamare negri i negri, pellerossa i pellerossa, musi gialli i musi gialli e terroni i terroni, neanche aiuta a risolvere il problema razziale.
Tu immagino sappia come veniamo chiamati noi, bianchi, occidentali da altre etnie o nazionalità.
Per non parlare di noi polentoni.
Ne sei offeso?
A me sinceramente frega un cazzo.
Ah, già.
Ma noi siamo quelli più forti e loro gli inferiori.
Allora gli cambiamo nome anche perché schiavo e serva fanno brutto.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Banalmente ovvio che il problema razziale non è certo risolto così. Non solo negli USA ma anche nel resto del globo terracqueo.

Altrettanto banalmente ovvio che continuare a chiamare negri i negri, pellerossa i pellerossa, musi gialli i musi gialli e terroni i terroni, neanche aiuta a risolvere il problema razziale.
negro è dispregiativo perchè così vuolsi colà dove si puote ciò che si viole, ma questo non significa che sia davvero dispregiativo.

e no, non si risolve il problema col bispensiero, anzi in genere si ottiene l'effetto opposto. le cose devono decantare secondo il loro corso ed il loro tempo. e talvolta non basta semplicemente perchè acqua ed olio non si fonderanno mai per loro natura.

trovo grave che la dirigenza dei Redskins o degli Indians abbia ceduto, perchè significa che non credono alle loro posizioni. peraltro, dovresti anche tener presente che non essendo ancora nella distopia orwelliana, il passato non viene cancellato.

e per me i Redskins restano i Redskins, anche se nello sport americano, cambiare nome e/o città della squadra è normale.
 

spleen

utente ?
Banalmente ovvio che il problema razziale non è certo risolto così. Non solo negli USA ma anche nel resto del globo terracqueo.

Altrettanto banalmente ovvio che continuare a chiamare negri i negri, pellerossa i pellerossa, musi gialli i musi gialli e terroni i terroni, neanche aiuta a risolvere il problema razziale.
A parte che pellerossa non ha secondo me la stessa connotazione di negro muso giallo o terrrone e che quasi tutte le parole assumono un significato preciso nel contesto in cui sono dette (questo sì, insultante o meno, ho sentito ad esempio uno scrittore ritenersi fiero di essere "terrone").
Il problema sono come sempre le estensioni e le derive.
In una qualche cazzo di università americana o inglese sono stati eliminati persino gli appellativi "Signore e signora, dal momento che qualche genderfree potrebbe sentirsi insultato, non si sa da cosa.
E siccome parliamo di persone che in qualche modo fanno cultura, è quello l'aspetto preoccupante della faccenda, perchè anticipa e accompagna sempre quello della politica.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
A parte che pellerossa non ha secondo me la stessa connotazione di negro muso giallo o terrrone e che quasi tutte le parole assumono un significato preciso nel contesto in cui sono dette (questo sì, insultante o meno, ho sentito ad esempio uno scrittore ritenersi fiero di essere "terrone").
Il problema sono come sempre le estensioni e le derive.
In una qualche cazzo di università americana o inglese sono stati eliminati persino gli appellativi "Signore e signora, dal momento che qualche genderfree potrebbe sentirsi insultato, non si sa da cosa.
E siccome parliamo di persone che in qualche modo fanno cultura, è quello l'aspetto preoccupante della faccenda, perchè anticipa e accompagna sempre quello della politica.
non è che facciano cultura, anche perchè nella maggior parte sono dei semianalfabeti. è che sono ottimamente finanziati e sempre a favore di telecamere. e si sa quanto conti la pressione mediatica oggigiorno
 
Top