Cristoforo Colombo

spleen

utente ?
A Baltimora si continuno ad abbattere statue. L'gnoranza e la stupidità di chi continua a pensare di risolvere i problemi razziali con gesti di violenza e di negazione di qualsiasi forma di civiltà continua.
Probabilmente erano gli stessi che giustamente si rammaricavano della distruzione di Palmira da parte dello stato islamico. Sono finiti per usare lo stesso concetto di appropriazione del passato per giudicarlo, condannarlo e giustiziarlo nel presente.

“Ogni disco è stato distrutto o falsificato, ogni libro è stato riscritto, ogni immagine è stata ridipinta, ogni statua e ogni edificio è stato rinominato, ogni data è stata modificata. E il processo continua giorno per giorno e minuto per minuto. La storia si è fermata. Nulla esiste tranne il presente senza fine in cui il Partito ha sempre ragione “.
Orwell - 1984
 

Lara3

Utente di lunga data
A Baltimora si continuno ad abbattere statue. L'gnoranza e la stupidità di chi continua a pensare di risolvere i problemi razziali con gesti di violenza e di negazione di qualsiasi forma di civiltà continua.
Probabilmente erano gli stessi che giustamente si rammaricavano della distruzione di Palmira da parte dello stato islamico. Sono finiti per usare lo stesso concetto di appropriazione del passato per giudicarlo, condannarlo e giustiziarlo nel presente.

“Ogni disco è stato distrutto o falsificato, ogni libro è stato riscritto, ogni immagine è stata ridipinta, ogni statua e ogni edificio è stato rinominato, ogni data è stata modificata. E il processo continua giorno per giorno e minuto per minuto. La storia si è fermata. Nulla esiste tranne il presente senza fine in cui il Partito ha sempre ragione “.
Orwell - 1984
Bisogna considerare anche altri fattori: manipolazione o infiltrazioni di gruppi sempre razzisti per screditare le manifestazioni dopo la morte di Floyd o anche l’esasperazione per troppi abusi subiti.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Bisogna considerare anche altri fattori: manipolazione o infiltrazioni di gruppi sempre razzisti per screditare le manifestazioni dopo la morte di Floyd o anche l’esasperazione per troppi abusi subiti.
Poi non bisogna dimenticare che sono sempre americani.
Se fossimo americani bisognerebbe fare un film per fare sapere che è esistito Fabrizio de André.
Poi naturalmente gli verrebbero fatte le pulci per Carlo Martello, Bocca di rosa e soprattutto Marinella.
Gli americani, di qualsiasi origine etnica, sono schiacciati sul presente e il pensiero che è diffuso nel presente diventa l’unico accettabile. È come la “loro” democrazia che va imposta ovunque.
 

spleen

utente ?
Poi non bisogna dimenticare che sono sempre americani.
Se fossimo americani bisognerebbe fare un film per fare sapere che è esistito Fabrizio de André.
Poi naturalmente gli verrebbero fatte le pulci per Carlo Martello, Bocca di rosa e soprattutto Marinella.
Gli americani, di qualsiasi origine etnica, sono schiacciati sul presente e il pensiero che è diffuso nel presente diventa l’unico accettabile. È come la “loro” democrazia che va imposta ovunque.
Non è un fenomeno esclusivamente americano.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Non è un fenomeno esclusivamente americano.
Purtroppo la (a)cultura americana è dominante.
Per molti aspetti non ce ne accorgiamo neppure. Sottovalutiamo il peso formativo della produzione da intrattenimento americana.
Per questo anche da noi avviene una proiezione sul passato, ma si finisce anche per farne una narrazione inconsapevolmente falsa.
Se piace l’idea di avere avuto la famiglia da telefilm, si selezionano i ricordi e si riaggiustano.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Io per esempio non sapevo che Montanelli avesse una statua.
Ma perché fare una statua ad uno che ha sposato una bambina ?
Perché non le è stata fatta per quello, ovviamente, così come a Cristoforo Colombo non è stata fatta perché ha portato degli indios in Spagna per dimostrare che aveva incontrato dei popoli orientali.
Montanelli è stato gambizzato (gli hanno sparato alle gambe) dalle Brigate Rosse, perché sosteneva idee politiche di destra, proprio nei giardini in cui è stata posta la statua che lo ritrae nella posizione di una sua famosa fotografia, mentre scriveva sulla sua Olivetti lettera 22, i suoi reportage durante l’invasione sovietica dell’Ungheria.
Quindi era la celebrazione di un giornalista anticomunista. Ciò che milioni di italiani hanno fatto prima e durante la guerra in epoca fascista è stato messo in un oblio, favorevole a tanti.
 

spleen

utente ?
Purtroppo la (a)cultura americana è dominante.
Per molti aspetti non ce ne accorgiamo neppure. Sottovalutiamo il peso formativo della produzione da intrattenimento americana.
Per questo anche da noi avviene una proiezione sul passato, ma si finisce anche per farne una narrazione inconsapevolmente falsa.
Se piace l’idea di avere avuto la famiglia da telefilm, si selezionano i ricordi e si riaggiustano.
Il problema è molto più grave dell' intrattenimento. Tutto avviene con la connivenza e l'ipocrita silenzio di tutta una parte della politica e degli intelletuali. Ben consci dell' insensatezza e la palese stupidità di quello che accade ma balbettanti di fronte al politicamente corretto via via diventato ideologia.
(Di cui si rifiutano, tranne qualche luminoso esempio di coraggio e di esercizio del libero pensiero di riconoscere l'intrinseca pericolosità).
E desiderosi di dare addosso ai "puzzoni" di turno, Trump in testa.
La deficenza delle masse come strumento di lotta politica, una sorta di populismo uguale ma contrario.
 
Ultima modifica:

Brunetta

Utente di lunga data
Il problema è molto più grave dell' intrattenimento. Tutto avviene con la connivenza e l'ipocrita silenzio di tutta una parte della politica e degli intelletuali. Ben consci dell' insensatezza e la palese stupidità di quello che accade ma balbettanti di fronte al politicamente corretto via via diventato ideologia.
(Di cui si rifiutano, tranne qualche luminoso esempio di coraggio e di esercizio del libero pensiero di riconoscere l'intrinseca pericolosità).
E desiderosi di dare addosso ai puzzoni di turno, Trump in testa.
La deficenza delle masse come strumento di lotta politica, una sorta di populismo uguale ma contrario.
Ma sai, io non credo neppure che siano intellettuali in malafede quelli che dici tu, ma solo non intellettuali.
Io ho discusso molto su fb nelle settimane passate e molti miei contatti, intellettuali veri non conosciuti, non si sono adeguati a una semplificazione assurda e lo hanno fatto in modo ricco e articolato.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Poi Trump fa tutto da solo.
 

Lara3

Utente di lunga data
Perché non le è stata fatta per quello, ovviamente, così come a Cristoforo Colombo non è stata fatta perché ha portato degli indios in Spagna per dimostrare che aveva incontrato dei popoli orientali.
Montanelli è stato gambizzato (gli hanno sparato alle gambe) dalle Brigate Rosse, perché sosteneva idee politiche di destra, proprio nei giardini in cui è stata posta la statua che lo ritrae nella posizione di una sua famosa fotografia, mentre scriveva sulla sua Olivetti lettera 22, i suoi reportage durante l’invasione sovietica dell’Ungheria.
Quindi era la celebrazione di un giornalista anticomunista. Ciò che milioni di italiani hanno fatto prima e durante la guerra in epoca fascista è stato messo in un oblio, favorevole a tanti.
Un uomo andrebbe considerato per tutto quello che ha fatto: bene e male.
Gli eroi anche. E se non lo sono, rimangano dei comuni mortali.
 

spleen

utente ?
Io per esempio non sapevo che Montanelli avesse una statua.
Ma perché fare una statua ad uno che ha sposato una bambina ?
Montanelli è stato uno dei più grandi giornalisti del 900, una delle menti più critiche e libere. Ha avuto il coraggio di scrivere cose negli anni di piombo per le quali si è beccato anche una scarica di pallottole dalle Brigat Rosse.
La statua gli è stata dedicata per questo, non perchè durante la guerra in Africa avesse contratto un matrimonio tribale.
In Inghilterra La statua di Churchill è stata similmente imbrattata da dei mentecatti perchè anche lui aveva un passato coloniale, si sono dimenticati la trascurabile piccolezza che era rimasto l' unico baluardo a resistere al nazismo durante la seconda guerra mondiale.
E' una pretesa ridicola cancellare le statue di uomini ritenuti illustri perchè con questo concetto (impossibile da praticare, e avvallare per palese deficenza culturale di chi vorrebbe metterlo in pratica), si distruggerebbe l'intera produzione culturale figurativa dell' occidente.
Non si salverebbe niente e nessuno.
George Washington possedeva 300 schiavi.
Che ci fa il colosseo ancora in piedi? In fondo le lotte gladiatorie erano uno spettacolo immondo?
E la cappella sistina? Dopo la censura del Braghetteone che facciamo? Pensiamo (come un sedicente pensatore americano) che l'immagine di un Cristo bianco e occidentale non debba essere forse cancellata?
Avvallando simili tesi si sa dove si inizia, non si sa dove si va a finire.
O meglio, si sa benissimo, dentro l' incubo distopico del pensiero unico, così ben descritto da Orwell in 1984.
 
Ultima modifica:

Brunetta

Utente di lunga data
Un uomo andrebbe considerato per tutto quello che ha fatto: bene e male.
Gli eroi anche. E se non lo sono, rimangano dei comuni mortali.
Una statua non è un processo di beatificazione, è solo la rappresentazione di chi, in un determinato e limitato contesto storico, ha rappresentato qualcosa di importante per chi lo erige. Non è un modello per nessuno.
Montanelli ha avuto anche dei colloqui pacificatori con i brigatisti che gli avevano sparato in carcere. Quindi ha avuto anche il ruolo non solo di rappresentare la pacificazione con le B.R., ma anche la affermazione di una vittoria della destra, dello Stato, di una visione politico-economica. Una sorta di trattato di pace senza condizioni raffigurato in una persona.
Se non si ha idea di come si è evoluta e involuta e degradata la spinta al cambiamento dal ‘68 in poi non si può capire come una giunta comunale di destra volesse, dopo mani pulite, celebrare un trionfo.
E chi è andato a riesumare una vicenda che avrebbe dovuto essere usata per un vero processo storico di consapevolezza della sgangherata avventura coloniale italiana, riducendola a un ufficiale che, come molti altri, aveva avuto una sposa minorenne, ha una comprensione storica settoriale e misera.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Montanelli è stato uno dei più grandi giornalisti del 900, una delle menti più critiche e libere. Ha avuto il coraggio di scrivere cose negli anni di piombo per le quali si è beccato anche una scarica di pallottole dalle Brigat Rosse.
La statua gli è stata dedicata per questo, non perchè durante la guerra in Africa avesse contratto un matrimonio tribale.
In Inghilterra La statua di Churchill è stata similmente imbrattata da dei mentecatti perchè anche lui aveva un passato coloniale, si sono dimenticati la trascurabile piccolezza che era rimasto l' unico baluardo a resistere al nazismo durante la seconda guerra mondiale.
E' una pretesa ridicola cancellare le statue di uomini ritenuti illustri perchè con questo concetto (impossibile da praticare, e avvallare per palese deficenza culturale di chi vorrebbe metterlo in pratica, si distruggerebbe l'intera produzione culturale figurativa dell' occidente.
Non si salverebbe niente e nessuno.
George Washington possedeva 300 schiavi.
Che ci fa il colosseo ancora in piedi? In fondo le lotte gladiatorie erano uno spettacolo immondo?
E la cappella sistina? Dopo la censura del Braghetteone che facciamo? Pensiamo (come un sedicente pensatore americano) che l'immagine di un Cristo bianco e occidentale non debba essere forse cancellata?
Avvallando simili tesi si sa dove si inizia, non si sa dove si va a finire.
O meglio, si sa benissimo, dentro l' incubo distopico del pensiero unico, così ben descritto da Orwell in 1984.
Ma peggio ancora, prima di arrivare al pensiero unico, si alimenta la superficialità.
 

spleen

utente ?
Ma sai, io non credo neppure che siano intellettuali in malafede quelli che dici tu, ma solo non intellettuali.
Io ho discusso molto su fb nelle settimane passate e molti miei contatti, intellettuali veri non conosciuti, non si sono adeguati a una semplificazione assurda e lo hanno fatto in modo ricco e articolato.
E perchè allora così pochi hanno avuto il coraggio di uscire allo scoperto?
 

spleen

utente ?
Ma peggio ancora, prima di arrivare al pensiero unico, si alimenta la superficialità.
Assolutamente sì. E questa mia affermazione va letta "in paro" con quella subito precedente. Perchè chi sa e può non esce allo scoperto?
 

Brunetta

Utente di lunga data
E perchè allora così pochi hanno avuto il coraggio di uscire allo scoperto?
Quelli con cui ho dialogato io sono stati scopertissimi. Abbiamo discusso una settimana su fb, anche su bacheche con migliaia di lettori.
Non so chi sarebbero gli intellettuali favorevoli. Poi ci ha pensato Sgarbi a buttare tutto in vacca, sollevando il consueto polverone. Comunque si sono espressi contro la rimozione della statua quasi tutti i giornalisti.
Anche se non con la mia lucidità 😂😂😂😂
 

spleen

utente ?
Quelli con cui ho dialogato io sono stati scopertissimi. Abbiamo discusso una settimana su fb, anche su bacheche con migliaia di lettori.
Non so chi sarebbero gli intellettuali favorevoli. Poi ci ha pensato Sgarbi a buttare tutto in vacca, sollevando il consueto polverone. Comunque si sono espressi contro la rimozione della statua quasi tutti i giornalisti.
Anche se non con la mia lucidità 😂😂😂😂
Allora posso stare tranquillo e smettere di incazzarmi in pratica. 😂
 

Brunetta

Utente di lunga data
Allora posso stare tranquillo e smettere di incazzarmi in pratica. 😂
Ma sì!
Poi settimana prossima si proporrà un altro tema.
A volte si dà troppo peso a una minoranza rumorosa.
 
Top