Voi vi farete vaccinare ?

Brunetta

Utente di lunga data
Il tema era:
sono negativa da rapido ma magari molecolare ni avrebbe rilevata ancora positiva
E un problema x mia madre se dovessi vederla la metto a rischio ?
La verità è che ne lei ne mio fratello che si occupa di altro ma sempre medico e' lo sanno ...
È un esempio emblematico.
Come funzionano i vaccini o come si trasmette il virus si sa dopo un bel po’ di tempo e di raccolta di esperienze.
 

danny

Utente di lunga data
Il tema era:
sono negativa da rapido ma magari molecolare ni avrebbe rilevata ancora positiva
E un problema x mia madre se dovessi vederla la metto a rischio ?
La verità è che ne lei ne mio fratello che si occupa di altro ma sempre medico e' lo sanno ...
Ecco, la risposta corretta è sicuramente non so, ma stalle lontano, perché il tampone rapido ha un margine di errore, perché la variante omicron potrebbe aver inficiato il risultato, perché alcuni tamponi oggi in circolazione sono di pessima qualità e danno risultati non corretti.
Il molecolare d'altra parte funziona con diversi cicli d'amplificazione, quindi fornisce informazioni che magari nulla dicono su quanto tu possa essere comunque contagiosa, cioè trovano tracce del virus.
Nessuno è in grado di stabilire oggi con sicurezza quanto tu possa comportare un rischio per tua madre.
Quindi varrebbe il principio di precauzione: nel dubbio stalle lontano.
Io ho avuto il tampone negativo, una remissione dei sintomi e ho visto dopo mia madre (terza dose) .
Dopo due giorni lei ha avuto il Covid ed è ancora positiva. Ma anch'io ho preso questa specie di influenza da una persona che era negativa.
Chi sa la verità? Nessuno, è un po' un caos, perché ci si affida a strumenti, come vaccino e tampone, che non sono perfetti.
 
Ultima modifica:

Brunetta

Utente di lunga data
Le vitamine male non fanno eh
“Ipervitaminosi è un termine medico usato per descrivere l’eccesso di vitamine e i relativi sintomi tossici.

Il sovradosaggio di alcune vitamine può infatti portare a disturbi e complicazioni acute o croniche, più o meno gravi a seconda dei casi.

Per questi motivi, è importante utilizzare gli integratori vitaminici in modo responsabile, evitando gli abusi.”
 

danny

Utente di lunga data
Mh no neanche quella
Ma non lo dico io eh (prima che qualcuno mi chieda il curriculum)
Ma tanti esimi medici
Guarda, avendo avuto in famiglia problemi proprio di carenza di vitamina D, ti direi sulla base di quelle che sono state valutazioni mediche che se ii valori corrispondenti rientrano nella normalità, assumerla inutilmente non fa benissimo all'organismo.
Però, ognuno deve decidere per sé.
 

Andromeda4

Utente di lunga data
Per me è riconoscere i limiti della propria conoscenza.
Ormai ognuno si ritiene tuttologo. Per me è un sollievo trovare persone che non lo sono.
Bè, insomma.
Un medico a cui si fanno domande MEDICHE non è un tuttologo. È uno che dovrebbe avere competenze appunto mediche. Un "francamente non so" in questo contesto mi sconcerta.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Bè, insomma.
Un medico a cui si fanno domande MEDICHE non è un tuttologo. È uno che dovrebbe avere competenze appunto mediche. Un "francamente non so" in questo contesto mi sconcerta.
Dipende sempre dalle domande.
A volte si possono dare anche risposte complesse (v. ciò che ha scritto sopra Danny) oppure tagliare corto.
Ci sono anche tanti medici maleducati. Nel caso di Carola sono in confidenza e lei ipocondriaca.
 

danny

Utente di lunga data
Dipende sempre dalle domande.
A volte si possono dare anche risposte complesse (v. ciò che ha scritto sopra Danny) oppure tagliare corto.
Ci sono anche tanti medici maleducati. Nel caso di Carola sono in confidenza e lei ipocondriaca.
Sì, ma la mia risposta è conseguenza di informazioni affidabili che ho cercato e ricevuto, non di una preparazione specifica.
Non tutti i medici hanno la curiosità di approfondire determinate tematiche.
Una delle tecniche usate per esempio degli informatori del farmaco era di instaurare un buon rapporto di fiducia con il medico, il quale tendeva a scegliere il farmaco proposto non sulla base della conoscenza specifica del prodotto, ma del buon rapporto con il rappresentante.
E' una tecnica di vendita.
Però un medico dovrebbe eventualmente affidarsi a valutazioni oggettive, non alle sensazioni nelle relazioni commerciali.
E' un esempio di come la presunta esperienza di un professionista possa non essere adeguata alla situazione quando non segue binari corretti.
Però è anche vero che se come medico esprimi un'opinione del tipo "I tamponi che usa quella farmacia fanno schifo", non sai come possa venire interpretato dall'altra parte. Insomma, rischi di aprire il vaso di Pandora delle polemiche.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Sì, ma la mia risposta è conseguenza di informazioni affidabili che ho cercato e ricevuto, non di una preparazione specifica.
Non tutti i medici hanno la curiosità di approfondire determinate tematiche.
Una delle tecniche usate per esempio degli informatori del farmaco era di instaurare un buon rapporto di fiducia con il medico, il quale tendeva a scegliere il farmaco proposto non sulla base della conoscenza specifica del prodotto, ma del buon rapporto con il rappresentante.
E' una tecnica di vendita.
Però un medico dovrebbe eventualmente affidarsi a valutazioni oggettive, non alle sensazioni nelle relazioni commerciali.
E' un esempio di come la presunta esperienza di un professionista possa non essere adeguata alla situazione quando non segue binari corretti.
Ci sono problemi anche con elettricisti e idraulici
 

omicron

Utente pigro
Guarda, avendo avuto in famiglia problemi proprio di carenza di vitamina D, ti direi sulla base di quelle che sono state valutazioni mediche che se ii valori corrispondenti rientrano nella normalità, assumerla inutilmente non fa benissimo all'organismo.
Però, ognuno deve decidere per sé.
Certo però su alcune credenze molti medici si sono ricreduti
Alcuni dogmi di una volta sono stati smantellati
 

Brunetta

Utente di lunga data
Sì, ma la mia risposta è conseguenza di informazioni affidabili che ho cercato e ricevuto, non di una preparazione specifica.
Non tutti i medici hanno la curiosità di approfondire determinate tematiche.
Una delle tecniche usate per esempio degli informatori del farmaco era di instaurare un buon rapporto di fiducia con il medico, il quale tendeva a scegliere il farmaco proposto non sulla base della conoscenza specifica del prodotto, ma del buon rapporto con il rappresentante.
E' una tecnica di vendita.
Però un medico dovrebbe eventualmente affidarsi a valutazioni oggettive, non alle sensazioni nelle relazioni commerciali.
E' un esempio di come la presunta esperienza di un professionista possa non essere adeguata alla situazione quando non segue binari corretti.
Però è anche vero che se come medico esprimi un'opinione del tipo "I tamponi che usa quella farmacia fanno schifo", non sai come possa venire interpretato dall'altra parte. Insomma, rischi di aprire il vaso di Pandora delle polemiche.
Le mie esperienze con i medici di base sono state tragiche. Cerco di non generalizzare. Altri saranno più fortunati.
 

Carola

Utente di lunga data
Ecco, la risposta corretta è sicuramente non so, ma stalle lontano, perché il tampone rapido ha un margine di errore, perché la variante omicron potrebbe aver inficiato il risultato, perché alcuni tamponi oggi in circolazione sono di pessima qualità e danno risultati non corretti.
Il molecolare d'altra parte funziona con diversi cicli d'amplificazione, quindi fornisce informazioni che magari nulla dicono su quanto tu possa essere comunque contagiosa, cioè trovano tracce del virus.
Nessuno è in grado di stabilire oggi con sicurezza quanto tu possa comportare un rischio per tua madre.
Quindi varrebbe il principio di precauzione: nel dubbio stalle lontano.
Io ho avuto il tampone negativo, una remissione dei sintomi e ho visto dopo mia madre (terza dose) .
Dopo due giorni lei ha avuto il Covid ed è ancora positiva. Ma anch'io ho preso questa specie di influenza da una persona che era negativa.
Chi sa la verità? Nessuno, è un po' un caos, perché ci si affida a strumenti, come vaccino e tampone, che non sono perfetti.
Si sto facendo così

I rapido farti a casa erano di mIo fratello ( medico) e poi rifatti in farmacia

ma ho dubbio che avessi fatto molecolare sarei ancora positiva 😫
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Si sto facendo così

I rapido farti a casa erano di mIo fratello ( medico) e poi rifatti in farmacia

ma ho dubbio che avessi fatto molecolare sarei ancora positiva 😫
Quanti gg sono passati?
Tutti quelli che conosco vaccinati dopo 5 gg erano negativi e poi anche al molecolare
 

ivanl

Utente di lunga data
Io appena fatto, diventato negativo. Fatto anche alla moglie, negativa pure lei...in effetti quei blandi malesseri mi erano passati gia' da un paio di giorni. Comunque, per scrupolo, ho detto ai miei che ci vediamo l'altra settimana. Il figlio è in DAD, anche se negativo, per cui a lui non lo faccio, tanto dovrà farlo in farmacia per tornare a scuola
 
Top