Pazzesco

danny

Utente di lunga data
Ma questo è il tuo modo di fare un complimento ad una donna? :eek:

Madre de dios!
Non era un complimento. Perché dovrei fare un complimento a Foglia?
Era una constatazione.
Oggettivamente lei è così. Il fatto che sia donna o uomo poco importa su un forum e in un rapporto in cui non ci sono secondi fini, ma solo un supporto.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Sulla domanda: come faccio, se non mi dà spazio?

Sul resto no: parlando di lui in effetti mi sbaricentro, e parecchio. In una relazione io credo che ognuno dovrebbe fare "la propria parte". Allora: io non me la sento di entrare su cosa personalmente sento per lui, e questo (oltre alle mie difficoltà) perché - anche partendo dal "piccolo" - non trovo spazio. Poi tutto si può fare eh, al limite posso prendere il telefono, sentirlo, e dirgli "ehilà, sai che mi piaci"? Magari il suo ego ne sarà gratificato, magari mi piglierà per la povera scema, magari se la riderà e basta, magari si dirà "speriamo che questa non mi crei casini". Io in realtà NON SO cosa possa fargli piacere. Non lo so. Di sicuro (tu sai anche un pò meglio il contesto ;) ) gli fa piacere ricevere complimenti (a me per dire imbarazzano, tant'è che siamo molto diversi). Ma stare baricentrata, secondo me, è appunto ascoltare quello che torna a me, della nostra comunicazione. Ma se poi (con i miei modi, che ovviamente saranno differenti dai suoi) provo a far breccia in qualche argomento che offre spunti per parlare di sé, lui prende e mi blocca.... non so, devo pensare che voglia evitare di farmi parlare di me? :D In ogni caso no buono, così. Io a un certo punto mi stanco anche di dirgli quanto è bravo, cosa che per carità, penso gli faccia piacere, ma non siamo comunque nel contesto di un convegno scientifico o che altro. Ciò che è legato al personale, è evidente che non gli faccia piacere. E insomma.... ad un certo punto passa anche a me. Sconfitta. Caput.
Torni sempre a te.
È come se fosse ...un contenzioso.
Ma in una relazione si esprime ciò che si prova se si pensa che faccia piacere. Se dico a una collega che un bel vestito è perché l’ho notato e penso che, come tutti, le faccia piacere. Non mi chiedo se penserà se sono sincera o invidiosa o lesbica. Lo dico come un dono, se non ho un ritorno, chi se ne frega.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Torni sempre a te.
È come se fosse ...un contenzioso.
Ma in una relazione si esprime ciò che si prova se si pensa che faccia piacere. Se dico a una collega che un bel vestito è perché l’ho notato e penso che, come tutti, le faccia piacere. Non mi chiedo se penserà se sono sincera o invidiosa o lesbica. Lo dico come un dono, se non ho un ritorno, chi se ne frega.
Vabbè. É un po' diverso....
 

Brunetta

Utente di lunga data
Vabbè. É un po' diverso....
È diverso perché ancora di più nei confronti di un uomo che ti piace provi un trasporto che tende a comunicare cose belle e gratificanti.
Anche la collega in teoria dovrebbe rispondere per educazione “anche la tua maglia è bella e ti sta bene”. Veramente io preferisco che ci sia di risposta solo un sorriso o un grazie.
Spesso qualcosa di più è poco sincero.
Te ne dico un’altra. Anni fa ho fatto una dieta con risultati straordinari. Tutte le colleghe mi chiedevano consigli.
Una un po’ stronza, magrissima di natura, mi ha chiesto anche lei consigli. Era evidente che volesse prendere in giro e che cercasse di triangolare con una amica, usando me. Io le ho risposto gentilmente fingendo di non aver capito niente. Alla terza volta, le ho detto che poteva anche smettere di prendermi per il culo.
Le parole sincere si riconoscono.
 

Foglia

utente viva e vegeta
C'è un tempo per ogni cosa.
Se un'attrazione non prosegue naturalmente, vuol dire che dietro non ci sono motivazioni sufficienti.
Come disse il buon Herbert Pagani, lascia aperta la porta del cuore vedrai che un uomo è già in cerca di te.
Mah.... dubito che qualcuno sia alla ricerca di me :), più che altro capita di incontrare persone, e di potersi o meno piacere. Su certi romanticismi stile Ferradini sono molto disillusa, oramai, e alla mia età :) Il mio problema sta nel fatto che mi piaccia una persona quel tanto che basti a farmi desiderare di andar oltre. Poi mi è capitato con uno che non mi si caga, e..... :poop:
 

Foglia

utente viva e vegeta
È diverso perché ancora di più nei confronti di un uomo che ti piace provi un trasporto che tende a comunicare cose belle e gratificanti.
Anche la collega in teoria dovrebbe rispondere per educazione “anche la tua maglia è bella e ti sta bene”. Veramente io preferisco che ci sia di risposta solo un sorriso o un grazie.
Spesso qualcosa di più è poco sincero.
Te ne dico un’altra. Anni fa ho fatto una dieta con risultati straordinari. Tutte le colleghe mi chiedevano consigli.
Una un po’ stronza, magrissima di natura, mi ha chiesto anche lei consigli. Era evidente che volesse prendere in giro e che cercasse di triangolare con una amica, usando me. Io le ho risposto gentilmente fingendo di non aver capito niente. Alla terza volta, le ho detto che poteva anche smettere di prendermi per il culo.
Le parole sincere si riconoscono.
Eh. Ma si dà il caso che io sinceramente avrei un carico "da novanta" da dirgli. Ora. Poi, come potrebbe essere una volta passati alla pratica, non saprei, non lo posso sapere. Ma ora avrei un desiderio mica da poco. Comunque, caso archiviato per cause di forza maggiore, diciamo così. Capisco quello che dici sul fatto di cercare di colpire ciò che fa piacere a lui. Ma realmente (al di fuori di cose tecniche) non lo so. Uno che evita qualsiasi coinvolgimento personale, sarebbe contento, secondo te, di sentirsi coinvolto in un discorso che riguarda le emozioni che mi suscita? Calcolando pure che è sposato. La mia risposta è che non lo so. Ma che mi passa certamente un pò la voglia di indagarlo, quando cerco di aprire un varco e mi trovo davanti il solito muro.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Eh. Ma si dà il caso che io sinceramente avrei un carico "da novanta" da dirgli. Ora. Poi, come potrebbe essere una volta passati alla pratica, non saprei, non lo posso sapere. Ma ora avrei un desiderio mica da poco. Comunque, caso archiviato per cause di forza maggiore, diciamo così. Capisco quello che dici sul fatto di cercare di colpire ciò che fa piacere a lui. Ma realmente (al di fuori di cose tecniche) non lo so. Uno che evita qualsiasi coinvolgimento personale, sarebbe contento, secondo te, di sentirsi coinvolto in un discorso che riguarda le emozioni che mi suscita? Calcolando pure che è sposato. La mia risposta è che non lo so. Ma che mi passa certamente un pò la voglia di indagarlo, quando cerco di aprire un varco e mi trovo davanti il solito muro.
Sei sempre lì immaginando un baratro, ma c’è il vetro, poi passare
 

Allegati

Brunetta

Utente di lunga data
Eh. Ma si dà il caso che io sinceramente avrei un carico "da novanta" da dirgli. Ora. Poi, come potrebbe essere una volta passati alla pratica, non saprei, non lo posso sapere. Ma ora avrei un desiderio mica da poco. Comunque, caso archiviato per cause di forza maggiore, diciamo così. Capisco quello che dici sul fatto di cercare di colpire ciò che fa piacere a lui. Ma realmente (al di fuori di cose tecniche) non lo so. Uno che evita qualsiasi coinvolgimento personale, sarebbe contento, secondo te, di sentirsi coinvolto in un discorso che riguarda le emozioni che mi suscita? Calcolando pure che è sposato. La mia risposta è che non lo so. Ma che mi passa certamente un pò la voglia di indagarlo, quando cerco di aprire un varco e mi trovo davanti il solito muro.
Un esempio carino e leggero l’ho fatto “sorrido quando vedo una tua notifica“ ma ad altri sembra zuccheroso, trova tu quello che ti si addice.
Penso che il mio stile piaccia come “mi bagno mentre ti leggo“ 😱
Ognuno dice una cosa carina coerente a se stessa.
 

danny

Utente di lunga data
Un esempio carino e leggero l’ho fatto “sorrido quando vedo una tua notifica“ ma ad altri sembra zuccheroso, trova tu quello che ti si addice.
Penso che il mio stile piaccia come “mi bagno mentre ti leggo“ 😱
Ognuno dice una cosa carina coerente a se stessa.
Mi bagno mentre ti leggo... mi sembra leggermente prematuro.
Il primo è discreto e carino.
Direi "Sai che ieri ho pensato a te?".
Sospensione.
Poi inventarsi qualcosa, a seconda di come risponde.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Sei sempre lì immaginando un baratro, ma c’è il vetro, poi passare

Non riesco a spiegarmi io.

In qualsiasi relazione, di qualsiasi tipo, mettiamo che tu bussi alla mia porta, io con fare interrogativo ti apro la porta, tu mi dici "sono Brunetta, ti va se parliamo un pò?" :), butto lì un esempio, ma lo stesso esempio vale per QUALSIASI tipo di relazione (ricordandoci pure che tra noi, che ci siamo conosciuti e ci conosciamo in questo contesto, abituati ad aprirci su certi temi, viene senz'altro anche più facile. Almeno per me è così). Ebbene, inizialmente se ho voglia di continuare una relazione con te, magari ti racconterò qualcosa di me. Di personale. Tu, se avrai voglia, aggiungerai qualcosa del tuo, di personale. E così si va avanti nella conoscenza. Nella relazione. Ripeto (e mi piace sottolinearlo) di qualunque tipo essa sia.
Se questo fosse uno spazio più per così dire "tecnico", noi teoricamente potremmo limitarci solo a quello. A parlare del tecnico. Poi si dà il caso che io abbia intravisto in te qualcosa che mi spinge ad andare oltre il tecnico. E inizio a parlarti di me. Tu al contrario riporti il discorso sul tecnico, e se proprio "costretta" a rispondermi in punto personale, mi metti un pollice in su come risposta. Cosa devo pensare io secondo te?
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Eh. Ma si dà il caso che io sinceramente avrei un carico "da novanta" da dirgli. Ora. Poi, come potrebbe essere una volta passati alla pratica, non saprei, non lo posso sapere. Ma ora avrei un desiderio mica da poco. Comunque, caso archiviato per cause di forza maggiore, diciamo così. Capisco quello che dici sul fatto di cercare di colpire ciò che fa piacere a lui. Ma realmente (al di fuori di cose tecniche) non lo so. Uno che evita qualsiasi coinvolgimento personale, sarebbe contento, secondo te, di sentirsi coinvolto in un discorso che riguarda le emozioni che mi suscita? Calcolando pure che è sposato. La mia risposta è che non lo so. Ma che mi passa certamente un pò la voglia di indagarlo, quando cerco di aprire un varco e mi trovo davanti il solito muro.
Io rifletterei sul fatto che pensi cose da carico da 90 di uno con cui hai forse un rapporto di amicizia
Tutto quel carico è “normale” forse e dico forse dopo mesi di frequentazione e di scambi di un certo tipo
 

Brunetta

Utente di lunga data
Mi bagno mentre ti leggo... mi sembra leggermente prematuro.
Il primo è discreto e carino.
Direi "Sai che ieri ho pensato a te?".
Sospensione.
Poi inventarsi qualcosa, a seconda di come risponde.
Ma poi uno può non sapere rispondere. C’è chi è un traditore seriale e prima di sposarsi aveva avuto decine di relazioni.
Ma la maggior parte no.
Dissi a uno “Ti ho sognato” “Ah sì, cosa?” “Meglio non dirlo” “OK”
Come ok? Dovevo dirgli che nel sogno ci baciavamo 😫😭
Era rimasto senza parole, semplicemente.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Io rifletterei sul fatto che pensi cose da carico da 90 di uno con cui hai forse un rapporto di amicizia
Tutto quel carico è “normale” forse e dico forse dopo mesi di frequentazione e di scambi di un certo tipo
Sicuramente. E ho pure fatto tutto da sola, peggio che peggio. Lo so eh, mica no.
 

danny

Utente di lunga data
Ma poi uno può non sapere rispondere. C’è chi è un traditore seriale e prima di sposarsi aveva avuto decine di relazioni.
Ma la maggior parte no.
Dissi a uno “Ti ho sognato” “Ah sì, cosa?” “Meglio non dirlo” “OK”
Come ok? Dovevo dirgli che nel sogno ci baciavamo 😫😭
Era rimasto senza parole, semplicemente.
Direi.
Ha fatto cadere tutto.
Il discorso, l'approccio, le braccia, le balle.
Ok... MA come...
 

Brunetta

Utente di lunga data
Direi.
Ha fatto cadere tutto.
Il discorso, l'approccio, le braccia, le balle.
Ok... MA come...
Sì, ma era interessato. Solo non è stato in grado di rispondere in quel momento lì.
La vita non è una sceneggiatura.
 

Ulisse

Utente di lunga data
Miiii... uguale uguale, ma con mio cugggino! Non li avevo più visti dopo la nascita del primo figlio: incontro mio cugino per strada, baci, abbracci...

E tua moglie? Eccola lì: sta arrivando. Ah, bene: vedo che avete già messo in cantiere il secondo.... :) A dir la verità, no.... :eek: E il cane, l'avete lasciato a casa...? :poop:

Nessuna buca l'avrei giudicata sufficientemente profonda per sotterrarmici!
ehhhhhhh
pensa che noi stavamo andando in pizzeria.

Dicamo che grazie al mio commento la serata iniziò proprio bene.
Due coppie solo.
Non riuscivo a guardarla in faccia per l'imbarazzo :rolleyes:
 

abebis

Utente di lunga data
Miiii 😂, leggo ora, ma no, danny e io ci conosciamo da un pò. Qui dentro siamo abituati a parlarci anche da amici, non lo leggere come un complimento :)
"

Ma sì, l'avevo capito che vi conoscete e che non era un complimento in senso adulatorio.
Per "complimento" intendevo essenzialmente un sinonimo di "incoraggiamento" o qualcosa del genere: mi spiego meglio così?

È che io ad un'amica non direi mai una frase del genere: se volessi essere un po' formale, le direi "sei una donna piacente: nessun uomo ti è precluso"; se volessi buttarla un po' sullo scherzo, le direi "ma sì, dai che lo sai che sei materassabile... :) " (faccina inclusa :)).

Messa in quel modo, invece, mi sentirei incoraggiata a dare una testata nel muro!

Ma questo è solo il mio sentire...🤷‍♂️
 
Top