Film sul tradimento

JON

Utente di lunga data
"Strade Perdute" di Lynch

Allucinato e allucinante, ma sicuramente rappresentativo per il parallelismo che crea con lo stato mentale ossessionato che a volte si innesca nei traditi. Ovviamente il film non è solo questo.

Visto parecchio tempo fa, quasi quasi lo rivedo.
 

JON

Utente di lunga data
"Lantana"

Australiano. Ogni tanto me ne viene in mente uno, chi l'avrebbe mai detto, scopro di averne una collezione in testa.:D
 

Brunetta

Utente di lunga data
"Lantana"

Australiano. Ogni tanto me ne viene in mente uno, chi l'avrebbe mai detto, scopro di averne una collezione in testa.:D
Però li hai visti solo tu :carneval:
 

spleen

utente ?
Ieri notte ho visto Shame del regista Mc. Queen. Ho preso sonno troppo presto sul divano e svegliandomi casualmente la Tv era accesa al suo inizio. Non è un film sul tradimento, è un film sull' incapacità dentro la libertà assoluta di cui godiamo che non è un contenitore abbastanza grande nè per le nostre pulsioni nè per i nostri bisogni se a muoverci non è la presenza a noi stessi. E' un film sull' alienazione. Non ho potuto che fare mentalmente un parallellismo tra i due protagonisti e una moltitudine di comportamenti che conosco, non per assimilarli dentro uno stereotipo ma per raffrontarli nella somiglianza, nella similitudine. Non è solo un film su un sexual addict, è anche e soprattutto un film sul bisogno, incarnato nella fragilità della sorella del protagonista. E' un film importante, da vedere, dato ad una ora impossibile, del resto esplicitare in primo piano il pisello di Fassbender o le tettine della Mulligan potrebbe essere una scelta esecrabile alla luce dell' ipocrisia dei pianificatori di palinsesti. E' un film senza un briciolo di posizione moralista, e proprio per questo, perchè sa vedere e scavare dentro l'uomo e le sue esigenze di un 'etica spaventosamente attuale, e forse si, è anche un film sul tradimento, di se stessi. Good Bye.
 
Ultima modifica:

Jacaranda

Utente di lunga data
Certo comprendo il ragionamento, ma io e te non siamo coinvolti. Tu regali al tuo amore qualcosa che ricorda ad entrambi un momento felice, un luogo, una circostanza, e lo vedi a casa dell'amante. Tu puoi fare quello che vuoi, ovvio, la sostanza è quella, la forma è che nel momento che ami un altro cala il rispetto e l'attenzione per il soggetto. Non è inusuale, anzi è umanissima come reazione, come è ovvia quella dell'altro. Cerco di essere più precisa, una palla di vetro è nulla la valenza gliela dà il significato che le si attribuisce, non è un gioiello, un'auto, un oggetto strettamente personale, era la condivisione di qualcosa che lui ha comprato, regalato e stava nella loro casa... o poi la ritrova in quella dell'amante. Certo che lo poteva fare, ma era logico, prudente, perfino opportuno? La sola cosa che non poteva prevedere era che il marito andasse dall'amante... quanto al significato condiviso, mi pare fosse evidente da subito che era finito dal momento che lei si era innamorata dell'altro. C'è un mondo fuori dalla palla, ovvio, ma non sarebbe stato più corretto e delicato evitare di far incrociare i due mondi?
Il minore dei miei figli un giorno mi disse che voleva regalare una macchinina ricevuta in dono da un amico ad un altro amico .
Io gli dissi: tesoro, non è corretto...la macchinina è stata regalata a te in segno di affetto ed amicizia ...se te ne liberi è come un tradimento nei confronti dell’amico. Gli stai dicendo : “del tuo regalo...del fatto che tu ti sia privato di un gioco per me..non me ne importa nulla...perché io sono più amico di un altro bambino “ .... pensa se lo venisse a sapere. Perché proprio questa , dato che ne hai altre ? vuoi fare un regalo privati di qualcosa che non ti è stato donato da qualcuno che ti vuole bene .. “
secondo me c’e anche un motivo, magari inconscio, per cui viene riciclato un regalo simile quando se ne potrebbero fare altri...che potrebbe essere anche “vedi, con questo gesto fetente, esplicito, anche a me stessa, che tengo più a te che a lui...
Per questo se si scopre fa male ...
 

Bruja

Utente di lunga data
Il minore dei miei figli un giorno mi disse che voleva regalare una macchinina ricevuta in dono da un amico ad un altro amico .
Io gli dissi: tesoro, non è corretto...la macchinina è stata regalata a te in segno di affetto ed amicizia ...se te ne liberi è come un tradimento nei confronti dell’amico. Gli stai dicendo : “del tuo regalo...del fatto che tu ti sia privato di un gioco per me..non me ne importa nulla...perché io sono più amico di un altro bambino “ .... pensa se lo venisse a sapere. Perché proprio questa , dato che ne hai altre ? vuoi fare un regalo privati di qualcosa che non ti è stato donato da qualcuno che ti vuole bene .. “
secondo me c’e anche un motivo, magari inconscio, per cui viene riciclato un regalo simile quando se ne potrebbero fare altri...che potrebbe essere anche “vedi, con questo gesto fetente, esplicito, anche a me stessa, che tengo più a te che a lui...
Per questo se si scopre fa male ...
Hai perfettamente esplicitato il concetto ... direi quasi che verte più alla correttezza che dobbiamo a noi stessi che alla scorrettezza nei confronti altrui .
 

Jacaranda

Utente di lunga data
Dipende dal regalo.
Però io sono permalosa. Se non consideri un dono che faccio che è anche donare me, anche solo dandoti una canzone o non apprezzando l’averti pensato e aver fatto una ricerca per te, ci resto malissimo.
Nel film era il simbolo di un momento condiviso.
Ma succede più spesso di quanto si creda di agire come se ci fosse telepatia. Si immagina che l’altro abbia vissuto come noi esperienze comuni che invece abbiamo condiviso solo individualmente intimamente e non abbiamo verbalizzato, per poi sorprenderci quando scopriamo che l’altro non ha capito.
Il regalo della palla di neve (quella più bella della collezione), ha avuto un significato anche per lei . Magari inconscio, ma l’ha avuto ...e lui l’ha capito.
È stato peggio del tradimento fisico... infatti ha scatenato l’ira.
la palla non veniva comprata a caso ...era ricercata con cura...ed era un gesto di amore che lui le dedicava in ogni viaggio ....
 

Brunetta

Utente di lunga data
Il minore dei miei figli un giorno mi disse che voleva regalare una macchinina ricevuta in dono da un amico ad un altro amico .
Io gli dissi: tesoro, non è corretto...la macchinina è stata regalata a te in segno di affetto ed amicizia ...se te ne liberi è come un tradimento nei confronti dell’amico. Gli stai dicendo : “del tuo regalo...del fatto che tu ti sia privato di un gioco per me..non me ne importa nulla...perché io sono più amico di un altro bambino “ .... pensa se lo venisse a sapere. Perché proprio questa , dato che ne hai altre ? vuoi fare un regalo privati di qualcosa che non ti è stato donato da qualcuno che ti vuole bene .. “
secondo me c’e anche un motivo, magari inconscio, per cui viene riciclato un regalo simile quando se ne potrebbero fare altri...che potrebbe essere anche “vedi, con questo gesto fetente, esplicito, anche a me stessa, che tengo più a te che a lui...
Per questo se si scopre fa male ...
Questa è educazione!
Purtroppo c’è chi non ha avuto educazione alle relazioni e ai sentimenti
 

JON

Utente di lunga data
"LEI"

Nonostante le molteplici tematiche e pur non essendo incentrato specificatamente sul tradimento ne offre comunque un ottimo ed originale esempio.
 

spleen

utente ?
"LEI" Nonostante le molteplici tematiche e pur non essendo incentrato specificatamente sul tradimento ne offre comunque un ottimo ed originale esempio.
Allora guarda EX Machina - Lo hanno dato di recente, significativo ed inquietante.
 

JON

Utente di lunga data
visto. Ma col tradimento ha poco a che fare. Si vede che e' sperimentazione
In senso stretto no, ma l'inganno ammantato di sentimenti è attinente al tradimento.

Certo che se la ricerca sulle AI dovesse portare ad un risultato del genere, forse sarebbe la volta buona che finiamo per affossarci definitivamente. Per fortuna una simile coscienza, almeno al momento, è fantascienza nella fantascienza.
 
Top