Cosa fareste voi?

void

Utente di lunga data
Ciao Vigorvis, come stai?
 

Vigorvis

Utente di lunga data
Eccomi qui, ogni tanto mi faccio vivo!!!
Piccolo aggiornamento....
Alla prima udienza non si è presentata, successivamente i nostri avvocati si sono contattati e il suo ha cominciato con delle pretese assurde.
Ho iniziato una giudiziaria.
Gli avevo proposto una consensuale, lei lavora e ha un suo reddito che è uguale al mio, quindi nessun assegno per lei, la casa è mia e i figli sono grandi e la residenza dei figli è all'estero per motivi di studio. Di cui mi sono accollato tutte le spese finché non saranno indipendenti. Abbiamo una casa al mare al 50 %, di cui io non sono interessato, ho proposto a lei l'acquisto della mia parte
Ma lei dice di non avere abbastanza soldi per comprare, chiedi un mutuo se sei interessata, oppure la vendiamo e il ricavato lo dividiamo, no la signora vuole che io gli dono la mia parte, lei mi concederà in cambio il divorzio, { va beh}. La mobilia!
Vuole il salone la camera matrimoniale e la cucina, va bene non c'è problema . Il suo tfr è più grande del mio essendo che lei lavora da tanti anni nella stessa azienda, mentre io Non ho voluto niente. Ed altre cose inrisorie per me.
Non volevo una giudiziale, ma nemmeno essere calpestato.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Eccomi qui, ogni tanto mi faccio vivo!!!
Piccolo aggiornamento....
Alla prima udienza non si è presentata, successivamente i nostri avvocati si sono contattati e il suo ha cominciato con delle pretese assurde.
Ho iniziato una giudiziaria.
Gli avevo proposto una consensuale, lei lavora e ha un suo reddito che è uguale al mio, quindi nessun assegno per lei, la casa è mia e i figli sono grandi e la residenza dei figli è all'estero per motivi di studio. Di cui mi sono accollato tutte le spese finché non saranno indipendenti. Abbiamo una casa al mare al 50 %, di cui io non sono interessato, ho proposto a lei l'acquisto della mia parte
Ma lei dice di non avere abbastanza soldi per comprare, chiedi un mutuo se sei interessata, oppure la vendiamo e il ricavato lo dividiamo, no la signora vuole che io gli dono la mia parte, lei mi concederà in cambio il divorzio, { va beh}. La mobilia!
Vuole il salone la camera matrimoniale e la cucina, va bene non c'è problema . Il suo tfr è più grande del mio essendo che lei lavora da tanti anni nella stessa azienda, mentre io Non ho voluto niente. Ed altre cose inrisorie per me.
Non volevo una giudiziale, ma nemmeno essere calpestato.
Mi dispiace.
Non è che per fargliela pagare stai pagando di più?
 

Brunetta

Utente di lunga data
L’eterno dilemma dei traditi: fargliela pagare separandosi e perdendo loro stessi parecchio, più dei traditori, oppure restare con chi non si stima e non si ama più.
Temo che come si svolgono le separazioni (o le non separazioni) spieghino perché il matrimonio non ha funzionato.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Eccomi qui, ogni tanto mi faccio vivo!!!
Piccolo aggiornamento....
Alla prima udienza non si è presentata, successivamente i nostri avvocati si sono contattati e il suo ha cominciato con delle pretese assurde.
Ho iniziato una giudiziaria.
Gli avevo proposto una consensuale, lei lavora e ha un suo reddito che è uguale al mio, quindi nessun assegno per lei, la casa è mia e i figli sono grandi e la residenza dei figli è all'estero per motivi di studio. Di cui mi sono accollato tutte le spese finché non saranno indipendenti. Abbiamo una casa al mare al 50 %, di cui io non sono interessato, ho proposto a lei l'acquisto della mia parte
Ma lei dice di non avere abbastanza soldi per comprare, chiedi un mutuo se sei interessata, oppure la vendiamo e il ricavato lo dividiamo, no la signora vuole che io gli dono la mia parte, lei mi concederà in cambio il divorzio, { va beh}. La mobilia!
Vuole il salone la camera matrimoniale e la cucina, va bene non c'è problema . Il suo tfr è più grande del mio essendo che lei lavora da tanti anni nella stessa azienda, mentre io Non ho voluto niente. Ed altre cose inrisorie per me.
Non volevo una giudiziale, ma nemmeno essere calpestato.
Ben riletto :)
Correggimi se sbaglio: sareste (più o meno) d'accordo su tutto, tranne che per questa casa al mare. Mi fa strano che l'avvocato di tua moglie non le abbia comunicato il prevedibile esito della giudiziale, ivi compreso l'effetto "boomerang" di un addebito. Peraltro la questione della casa e' anch'essa un boomerang, e non solo per te, considerato che all'esito di un giudizio di divisione (e a meno che l'immobile non sia divisibile in "porzioni") andrebbe comunque in vendita dal tribunale, con maggiori costi rispetto a che se vi decideste di comune accordo di incaricare una agenzia in loco e poi fare a metà. Boh... Di prove ne hai. Nel ricorso credo bene tu abbia chiesto l'addebito, visto che una giudiziale costa più di una consensuale.
Per il resto mi spiace, perché se avevate trovato un accordo su tutto il resto, impantanarsi per una questione di cui è evidente la soluzione mi suona veramente maluccio...
 

void

Utente di lunga data
Eccomi qui, ogni tanto mi faccio vivo!!!
Piccolo aggiornamento....
Alla prima udienza non si è presentata, successivamente i nostri avvocati si sono contattati e il suo ha cominciato con delle pretese assurde.
Ho iniziato una giudiziaria.
Gli avevo proposto una consensuale, lei lavora e ha un suo reddito che è uguale al mio, quindi nessun assegno per lei, la casa è mia e i figli sono grandi e la residenza dei figli è all'estero per motivi di studio. Di cui mi sono accollato tutte le spese finché non saranno indipendenti. Abbiamo una casa al mare al 50 %, di cui io non sono interessato, ho proposto a lei l'acquisto della mia parte
Ma lei dice di non avere abbastanza soldi per comprare, chiedi un mutuo se sei interessata, oppure la vendiamo e il ricavato lo dividiamo, no la signora vuole che io gli dono la mia parte, lei mi concederà in cambio il divorzio, { va beh}. La mobilia!
Vuole il salone la camera matrimoniale e la cucina, va bene non c'è problema . Il suo tfr è più grande del mio essendo che lei lavora da tanti anni nella stessa azienda, mentre io Non ho voluto niente. Ed altre cose inrisorie per me.
Non volevo una giudiziale, ma nemmeno essere calpestato.
Mi dispiace, immaginavo una conclusione più rapida e meno conflittuale x tutti e due, visto che i figli sono grandi e lei è indipendente.
Beh direi che si è rivelata completamente e che avevi ragione tu, non c'era niente da recuperare.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Concetto un po' strano, perché sembrerebbe quasi voler dire che se una separazione si svolge bene allora il matrimonio ha funzionato bene...:unsure:
No. Spiega i motivi di conflitto o anche possibili ragioni del tradimento.
Se vi sono lotte di potere al momento della separazione è improbabile che non vi fossero prima. Magari è proprio chi era in condizioni di debolezza che voleva riguadagnare potere tradendo.
Poi vi sono molteplici ragioni per cui le persone tradiscono, magari relative alla personalità o alla storia personale.
Ma se si arriva a una separazione conflittuale è possibile che il conflitto sia solo esploso con il tradimento e la separazione.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Ma perché andare a complicarsi la vita così?
 

Vigorvis

Utente di lunga data
Ben riletto :)
Correggimi se sbaglio: sareste (più o meno) d'accordo su tutto, tranne che per questa casa al mare. Mi fa strano che l'avvocato di tua moglie non le abbia comunicato il prevedibile esito della giudiziale, ivi compreso l'effetto "boomerang" di un addebito. Peraltro la questione della casa e' anch'essa un boomerang, e non solo per te, considerato che all'esito di un giudizio di divisione (e a meno che l'immobile non sia divisibile in "porzioni") andrebbe comunque in vendita dal tribunale, con maggiori costi rispetto a che se vi decideste di comune accordo di incaricare una agenzia in loco e poi fare a metà. Boh... Di prove ne hai. Nel ricorso credo bene tu abbia chiesto l'addebito, visto che una giudiziale costa più di una consensuale.
Per il resto mi spiace, perché se avevate trovato un accordo su tutto il resto, impantanarsi per una questione di cui è evidente la soluzione mi suona veramente maluccio...
Ciao foglia, tengo a precisare che ho cercato di evitare scontri che non avrebbero portato a nulla. Io ho proposto di accollarmi tutte le spese dei due figli in toto, e non è poco, avremmo dovuto dividere le spese al 50%. Eravamo d'accordo che la casa a mare l'avremo venduta e diviso il ricavato. Durante le trattative con i nostri avvocati, ha chiesto un assegno di mantenimento per continuare lo stesso tenore di vita, di cui ho rifiutato e fatto presente che non lo avrebbe mai ottenuto per il suo reddito che di poco più alto del mio. A quel punto ha chiesto cose che in fondo a me non interessa, tipo la camera da letto, la cucina, il salotto, ho ceduto purché si andasse in tribunale e ci separavamo, in fondo gli avrei concesso anche il resto della mobilia, tanto ho intenzione di vendere casa e prenderne una più piccola visto che sono solo.
Ha voluto la mia auto, concesso!!!!
Mi prendo io la sua, tutte due intestate a me. Voleva la metà del mio tfr!!! Se vuoi il mio, io prendo il tuo!!! Ti conviene? No.
Pago io tutte le spese della separazione purché tu vieni e firmi come da accordo.
E così il giorno dell'udienza non si è presentata. Contattando il suo avvocato mi dice che non è d'accordo sulla casa al mare.
Concordiamo un incontro con entrambi gli avvocati, e mi chiede la mia parte della casa. Ho rifiutato e siamo andati via.
Due settimane fa ha ricevuto la lettera in cui è chiamata in giudizio, prevista inizio febbraio, di cui ho chiesto la separazione con addebito. Ho tutta la sua famiglia contro, tranne sua sorella che ieri sera abbiamo parlato a lungo. Lei è l'unica che in tutta questa storia e stata a casa mia per sapere come stavo, lei è stata l'unica che mi ha aiutato anche nelle piccole faccende di casa specie all'inizio, anche perché poco dopo ho assunto una collaboratrice domestica. Parlando con lei mi dice che mia moglie è molto provata per questa situazione, che non capisce perché per un bacio io stia facendo tutto questo. Mia cognata mi ha chiesto se c'è un altra!!!!
Gli ho detto che le cose non stanno così, e che per il momento non posso rivelare altro.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Perché pensi questo?
Perché gli avvocati costano, una giudiziale costa, ma sopratutto costa in energia emotiva.
E la giudiziale ti porterà a distruggere la reputazione della madre dei tuoi figli e insieme anche te.
Mi sembra un prezzo molto alto.
 
Top