Cosa fa fallire un matrimonio

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
E...per fare funzionare una relazione la comunicazione è importante....non dico di dialogare sui massimi sistemi...ma un minimo...
E soprattutto.... esporre i propri dubbi...incertezze... banalmente fornire una risposta di senso compiuto ad una domanda...
Non chiedo la luna...
Subentra l’insofferenza
Io penso, ma vale per me, che valga la sera e a di fare tutti i tentativi possibili soprattutto in presenza di figli. Fatti questi, uno può anche mettersi l’anima in pace.
Per me, e ribadisco per me, è fondamentale non avere rimpianti in futuro scoprendo che potevo fare di più.
 

danny

Utente di lunga data

Se in quei 5 minuti lei ti ignora cosa significa?
'mazza che stronzate in quell'articolo.

Se una donna ti lascia è perché non gli interessi più.
E questa cosa ha tante motivazioni assolutamente personali.
 

Brunetta

Utente di lunga data
E...per fare funzionare una relazione la comunicazione è importante....non dico di dialogare sui massimi sistemi...ma un minimo...
E soprattutto.... esporre i propri dubbi...incertezze... banalmente fornire una risposta di senso compiuto ad una domanda...
Non chiedo la luna...
Sei sempre generica e non capisco.
Io sono qui ormai per il mio interesse per le relazioni. Sono anche in gruppi fb di vario tipo e la maggior parte delle donne e delle persone espongono casi specifici. Da questi casi io vedo gli errori di comunicazione. Non sono psicologa, né tantomeno psicoterapeuta. Il più delle volte non intervengo. Le rare volte che lo faccio trovo muri. Questo perché, come abbiamo osservato qui molte volte, le persone si siedono dalla parte del giusto, ma soprattutto decidono di mostrizzare lo piazzano dalla parte del torto e dai loro posti non si schiodano
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Sei sempre generica e non capisco.
Io sono qui ormai per il mio interesse per le relazioni. Sono anche in gruppi fb di vario tipo e la maggior parte delle donne e delle persone espongono casi specifici. Da questi casi io vedo gli errori di comunicazione. Non sono psicologa, né tantomeno psicoterapeuta. Il più delle volte non intervengo. Le rare volte che lo faccio trovo muri. Questo perché, come abbiamo osservato qui molte volte, le persone si siedono dalla parte del giusto, ma soprattutto decidono di mostrizzare lo piazzano dalla parte del torto e dai loro posti non si schiodano
Va beh qua non posso proprio scendere nei dettagli....
Ma ti assicuro che non lo mostrizzo mettendolo sempre dalla parte del torto...
Le mie colpe le ho...
Ma se ti faccio una domanda precisa...tu mi rispondi con una domanda alla quale io ti rispondo...ti spiego il perché vorrei fare una determinata cosa ma a te non va e non mi rispondi proprio?la vedo dura comunicare...te lo faccio notare?ti incazzi?allora fottiti e se poi di conseguenza io decido di farmi i fatti miei in giro....non è che è solo colpa mia!!!!!
Io posso capire Brunetta che tu essendo stata tradita mi vedi più come un mostriciattolo ingrato...ma vivere con mio marito nel quotidiano ti assicuro che non è poi così facile....
 

danny

Utente di lunga data
Prima hai detto che, giustamente, hai avuto dei cambiamenti. Anche lui li avrà avuti, per le stesse motivazioni o per ragioni diverse. C'è anche un nuovo lui, non solo una nuova te. È questo che non metti in conto.
In effetti il problema è sempre ed essenzialmente questo.
Bisognerebbe sempre avere voglia di guardare l'altro piuttosto che aspettarsi di essere sempre e solo visti.
Però quando si arriva a questo punto probabilmente non c'è più interesse nel voler soddisfare i bisogni altrui e di dà priorità ai propri.
Credo che il momento in cui si perde il contatto è proprio quando non si percepiscono i cambiamenti dell'altro come degni di interesse.
Forse è accaduto a tutti.
In quel momento è come se si mettesse il fermo immagine alla storia.
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Va beh qua non posso proprio scendere nei dettagli....
Ma ti assicuro che non lo mostrizzo mettendolo sempre dalla parte del torto...
Le mie colpe le ho...
Ma se ti faccio una domanda precisa...tu mi rispondi con una domanda alla quale io ti rispondo...ti spiego il perché vorrei fare una determinata cosa ma a te non va e non mi rispondi proprio?la vedo dura comunicare...te lo faccio notare?ti incazzi?allora fottiti e se poi di conseguenza io decido di farmi i fatti miei in giro....non è che è solo colpa mia!!!!!
Io posso capire Brunetta che tu essendo stata tradita mi vedi più come un mostriciattolo ingrato...ma vivere con mio marito nel quotidiano ti assicuro che non è poi così facile....
Mi sento però di dirti che non sei giustificata per questo se ti fai i fatti tuoi in giro, anche perché in giro trovi altro non quello che ti nega tuo marito.
Intendo che non risolvi e non può essere la soluzione al problema. È altro
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Intendo che non risolvi e non può essere la soluzione al problema. È altro
Certo che non è la soluzione al problema....
Infatti ammetto di avere torto....
Però non è nemmeno piacevole sapere che per il più delle volte non si è considerati....
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Certo che non è la soluzione al problema....
Infatti ammetto di avere torto....
Però non è nemmeno piacevole sapere che per il più delle volte non si è considerati....
No no ma figurati capisco la frustrazione
Intendevo dire che il resto è un palliativo e non elimina il problema
Non era mica un giudizio, direi che sono l’ultima che può farlo
 

Vera

Moderator
Staff Forum
In effetti il problema è sempre ed essenzialmente questo.
Bisognerebbe sempre avere voglia di guardare l'altro piuttosto che aspettarsi di essere sempre e solo visti.
Però quando si arriva a questo punto probabilmente non c'è più interesse nel voler soddisfare i bisogni altrui e di dà priorità ai propri.
Credo che il momento in cui si perde il contatto è proprio quando non si percepiscono i cambiamenti dell'altro come degni di interesse.
Forse è accaduto a tutti.
In quel momento è come se si mettesse il fermo immagine alla storia.
Bisogna avere voglia di ritrovarsi. Ci si prova e se proprio non c'è verso, è bene lasciare andare l'altro.
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
No no ma figurati capisco la frustrazione
Intendevo dire che il resto è un palliativo e non elimina il problema
Non era mica un giudizio, direi che sono l’ultima che può farlo
Grazie avevo capito che non era un giudizio il tuo.
 

danny

Utente di lunga data
Certo che non è la soluzione al problema....
Infatti ammetto di avere torto....
Però non è nemmeno piacevole sapere che per il più delle volte non si è considerati....
Sarò schietto.
Mediamente per noi uomini considerare una donna come vorrebbe lei è una fatica.
Siamo diversi, ci piacciono attività differenti, abbiamo diverse aspettative dalla vita.
A noi uomini non interessa neppure tanto essere considerati su tanti piani di riscontro. Mediamente anche un pompino semplice è per noi segno di interesse da parte della donna. Ci fa un pompino = è ancora interessata a noi può essere un'ottima equazione.
Per cui, sempre parlando in generale, non è affatto infrequente che dopo un po' l'uomo si sieda, apparentemente.
 

Vera

Moderator
Staff Forum
A noi uomini non interessa neppure tanto essere considerati su tanti piani di riscontro. Mediamente anche un pompino semplice è per noi segno di interesse da parte della donna. Ci fa un pompino = è ancora interessata a noi può essere un'ottima equazione.
Per cui, sempre parlando in generale, non è affatto infrequente che dopo un po' l'uomo si sieda, apparentemente.
Ma davvero? 😆
 

danny

Utente di lunga data
ue...no aspetta...ferma...mo perchè stai ritrattando?
ci tengo a precisare che non parla a nome della categoria
:)
Noi uomini in genere siamo zenzibili.




Come le gengive.

:)

Diciamo che noi diamo molta importanza al linguaggio fisico, alle emozioni che derivano dal corpo.
Se il corpo sta bene, mangia, gode, se è soddisfatto, siamo quasi a un passo dalla felicità.
Non so perché alla donna questo non basta.
Eppure mangia, poco perché è a dieta, si sa, gode, boh, può essere, ma per farlo deve avere qualcuno che la faccia godere, non è mai soddisfatta, c'è sempre qualcosa che non va, da fare, da cambiare e ti arriva sempre prima o poi il.... PARLIAMONE. Parliamo di noi due (Eh???? Parlare? E il pompino?).
La sto trattando in maniera ironica, ma... va un po' così abbastanza spesso.
Che poi io mi rompa a non comunicare verbalmente è un altro discorso.
Io sono io. Con tutto quello che questo comporta.:LOL:
Il commento era per dire che se un uomo si siede col pompino... senza...
Beh, senza...
 

danny

Utente di lunga data
... Per essere meno sintetici, copio un pezzetto di un articoletto del Sole24orette, così sembra meno una cazzata perché c'è un po' di scienza inside per giustificare quello che diceva anche mia nonna.
"Studiosi dell'Università della Pennsylvania hanno sottoposto a Risonanza magnetica 949 persone, maschi e femmine di varie età, e hanno trovato che nel cervello maschile le connessioni corrono da avanti a dietro lungo lo stesso emisfero, mentre in quello femminile le connessioni sono anche trasversali, dall'emisfero destro (legato all'intuizione) a quello sinistro (legato al pensiero logico).

Ciò determina:

a) comunicazione interemisferica facilitata;

b) modalità di funzionamento più globale, più idonea alla comprensione intuitiva dei problemi anche complessi rispetto alla procedura razionale e sequenziale, più tipica del sesso maschile.

Possiamo dire, in linea di massima, che l'uomo possiede un cervello che segue schemi basati più sulla razionalità, mentre nella donna il funzionamento cerebrale è maggiormente di tipo intuitivo, che nell'uomo il funzionamento dei circuiti nervosi è più rigido mentre è più plastico nella donna.

Tutto questo fa sì che le donne siano più brave nel multitasking, ovvero nel fare più cose insieme, siano più intuitive, dimostrino maggiore empatia, abbiano migliori abilità sociali. I maschi, invece, eccellono nelle attività motorie, dove si impiegano i muscoli, e sono più capaci ad analizzare lo spazio, a orientarsi, a capire le mappe.
 
Top