Al cuore non si comanda?

Lara3

Utente di lunga data
E' uno degli effetti del lockdown, dunque recente. Per il poco che vedo il marito ha modi molto piacevoli, sa stare in compagnia e rendere le conversazioni gradevoli, fisicamente è superiore all'amante di parecchio. Sembrano una coppia come tante, magari un po' stanca, poi come funzionino veramente le cose lo sapranno solo loro. Forse lei negli anni ha subito un po' il carattere comunque forte di lui ed ora si prende una specie di rivincita, non so. Oppure molto semplicemente si è trovata con quest'altra persona, e indipendentemente dai perchè e i percome, si sono infatuati e se la vivono.
Lui infatuato ci credo poco. Magari affamato.
Uno infatuato normalmente bacia.
 

Ioeimiei100rossetti

Utente di lunga data
Bè se lui era a caccia di amante e ci ha provato anche con te, tanto infatuato lui di certo non è, aveva già il programma inserito.
Pensavo mi dicessi che il marito era uno che l'assecondava in tutto, e che per "gioco" si fosse trovata l'amante dittatore, e invece...
Belli gli effetti del lockdown... un cocktail di barbiturici :rolleyes:
Che lui lanciasse manifesti segnali di caccia aperta da tempo immemore era palese, però non escludo l'infatuazione odierna (boh, forse da cosa nasce cosa 🤔).
Lui infatuato ci credo poco. Magari affamato.
Uno infatuato normalmente bacia.
Affamato di sicuro, infatuato credo anche (poi magari sbaglio). Il bello è che lui, anche per sua ammissione all'inizio non l'aveva neanche notata, poi, secondo me, ha fatto gioco il carattere remissivo e accondiscendente di lei: agli uomini piacciono un sacco le gattine dolci che dicono sempre di sì e che rimangono ferme dove le lasci 😎😁 (ah, lui ci ha la moglie carabiniera)
 

Marjanna

Utente di lunga data
Che lui lanciasse manifesti segnali di caccia aperta da tempo immemore era palese, però non escludo l'infatuazione odierna (boh, forse da cosa nasce cosa 🤔).

Affamato di sicuro, infatuato credo anche (poi magari sbaglio). Il bello è che lui, anche per sua ammissione all'inizio non l'aveva neanche notata, poi, secondo me, ha fatto gioco il carattere remissivo e accondiscendente di lei: agli uomini piacciono un sacco le gattine dolci che dicono sempre di sì e che rimangono ferme dove le lasci 😎😁 (ah, lui ci ha la moglie carabiniera)
Se sei veramente preso da una persona la baci...
Se lui lo facesse lei non gli direbbe di no da come la racconti. Poi percarità, la inizia alle regole del ruolo dell'amante.

 

Ioeimiei100rossetti

Utente di lunga data
Stamattina è passata mia cugina, divorziata e con un compagno, da me per un caffè; sorseggiandolo le ho chiesto come mai era dalle mie parti visto che sono fuori rotta rispetto ai suoi soliti giri.
Ha cianfrugliato qualcosa senza senso.
Le ho chiesto "come si chiama?". Ha risposto sorridendo: "Mirko".

Ve l'avevo detto: sono circondata 😭
 

Brunetta

Utente di lunga data
Stamattina è passata mia cugina, divorziata e con un compagno, da me per un caffè; sorseggiandolo le ho chiesto come mai era dalle mie parti visto che sono fuori rotta rispetto ai suoi soliti giri.
Ha cianfrugliato qualcosa senza senso.
Le ho chiesto "come si chiama?". Ha risposto sorridendo: "Mirko".

Ve l'avevo detto: sono circondata 😭
Ho fatto più volte l’osservazione di come, più si vivono tempi incerti e senza riferimenti, più le persone cerchino di compiere scelte di cui credono di dimostrare (a se stessi) di essere potenti e di avere il controllo della propria vita.
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Ho fatto più volte l’osservazione di come, più si vivono tempi incerti e senza riferimenti, più le persone cerchino di compiere scelte di cui credono di dimostrare (a se stessi) di essere potenti e di avere il controllo della propria vita.
Mah come sempre la vedo in modo molto più semplice :)
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Stamattina è passata mia cugina, divorziata e con un compagno, da me per un caffè; sorseggiandolo le ho chiesto come mai era dalle mie parti visto che sono fuori rotta rispetto ai suoi soliti giri.
Ha cianfrugliato qualcosa senza senso.
Le ho chiesto "come si chiama?". Ha risposto sorridendo: "Mirko".

Ve l'avevo detto: sono circondata 😭
Devi rimediare 😎
 

Buffa

Utente di lunga data
Forse ho capito il sito a cui fai riferimento, e direi che ha fatto da catalizzatore per le amanti (non tutte) perchè vi hanno trovato un posto dove potersi esprimere.
Può sembrare assurdo leggere di un'amante che fa riferimento al lui come fosse un compagno, un fidanzato o persino un quasi marito, una donna estranea alla famiglia che è al corrente di cose molto intime, insomma è l'amante, e lui è un bravo padre di famiglia che ha avuto una sbandata.
Se si parte da un concetto tipo questo ci credo che a leggere certe cose ti partano in serie questi 😲😲😲 ma se una ci è dentro parla del suo vissuto, non riesce in due secondi a cancellare tutto, fare reset e tornare indietro (è sposato e stop), perchè non saprebbe dove mettere quei pezzi di vissuto, che nome dargli, e dove mettere lei in quel vissuto. Ovviamente ti parlo di rapporti che hanno ricoperto un certo arco di tempo, non due mesi (anche se i primi mesi per alcune sono quelli dove viene concesso di più in termini di tempo, di incontri, di vicinanza in senso generale).
Io credo che quelle persone vadano lì perchè stanno cercando un trampolino di lancio per chiudere, e da sole non ci riescono, per questo leggi tutte cose "brutte". Gli serve. E' come un processo di disintossicazione.
Poi te dici "le amanti" ma le amanti sono donne, ci sarà quella più timida, quella più ardita, quella che a Natale si sente sola e quella a cui non frega niente, quella che si sfoga perchè rientra nel suo modo di essere, quella che non lo fa, non è che escono da una fabbrica col numero di serie. Potrei dirti che alcune probabilmente provano questo senso di solitudine natalizio perchè lui prima gli spara una bella carica di love bombing perchè rimangano ferme lì e non corrano invece farsi una bella e sana scopata con un altro (come lui farà la notte di Natale magari, e come farebbe lui.. perchè lui mica ci starebbe ad aspettare giorni o settimane in bianco), ed è lui ad alludere a chissà quale prominente dopo, altrimenti queste ad un certo punto si sganciano, e se stanno sole un mese perchè lui va alle Maldive con la moglie depressa (si sente anche questo) quale potrebbe essere il momento migliore per sganciarsi? E potrei dirti pure, cosa di cui non mi rendevo conto quando c'ero dentro, che più ti stai per sganciare più lui le spara alte. E non si tratta quindi necessariamente di frasette uscite in momenti di intimità sul cavallo dell'emozione data dal sesso.

A me è capitato mi scrivesse una donna che si trova in una situazione di amante. Lui detta legge nella sua vita (persino quando lei va in vacanza da sola, o quando lui è in vacanza per un mese intero con la moglie) dicendole che la ama ma è geloso, pur avendole dichiarato che non lascerà mai la moglie. Le ha detto cose come "tu non ti libererai mai di me", che potrebbe essere una frase detta in modo anche dolce ma suona comunque da minaccia.
Ho provato ad aiutarla a fare chiarezza in questo "amore" (sta anche andando da uno psicologo), a passarle le info che potevo passarle, ma ad un certo punto -queste sono parole mie, non sue- è come le si ingrippasse il cervello. Lui all'inizio non era così dice, era da lei con una tale assiduità da farlo sembrare davvero single.
Tante altre cose, ben più toste, non ho consenso di scriverle. Se non ci sei passato non credo sia facile da capire, non verresti neppure creduto. Una così se scrive in un sito generico la tirano giù dopo tre secondi, e quella se ne torna con la coda tra le gambe... da lui!!! Per questo non mi stupisco che esistano congreghe di amanti e ti dirò, ci fossero state ai miei tempi.
Poi ci sono storie che vanno liscie. Non ne verrai mai al corrente da donna tradita, scivoleranno nell'ombra e se lui le dice "non chiamare più" perchè tu l'hai beccato, non lo chiameranno più, mica vogliono "lavargli le mutande" (ci ho messo le virgolette eh), quello lo lasciano volentieri alle mogli. Troie? Io non credo, le troie sono ben altre, e a volte hanno pure il pisello.
Vero tutto, ma sai io ho espresso pero’ temi diversi da quelli che riassumi qui tu, andando oltre quando io mo sono fermata prima nel ragionamento:
Non è un giudizio ne’ una critica all’amante, ma una semplice constatazione: la gestione dell’amantato tra uomo e donna è profondamente diversa e crea sofferenza perlopiu’ alla donna. Perche’? Capirlo, forse potrebbe portare ad una condapevolezza che possa essere d’aiuto?
 

Buffa

Utente di lunga data
Ho fatto una ricerchina di 5 minuti nell'internet. (giusto per uscire dalle mie camere dell'eco).
diciamo che oggettivo e soggettivo, già nella prima pagina di risultati, li ho trovati aleatori.

E anche senza farla- la ricerchina intendo- , ti posso dire che in altri forum in cui bazzico, di uomini che parlano di pene d'amore e amanti soddisfatte se ne trovano parecchie (ma questi escludiamoli perchè sono le mie camere dell'eco).

Io penso che dipenda dalle chiavi di ricerca, sai?
(prova ad inserire, per esempio, J. Scourfield e vedi dove arrivi seguendo)

Di mio poi non do molto credito all'internet.
Io potrei essere un camionista ucraino e dichiarare di essere una ballerina russa in pena per il mio amante che non mi chiama ogni tre ore.
E potrei farlo giusto per divertirmi.
Oppure potrei essere una ricercatrice...so che questo forum, per esempio, è talvolta usato da professionisti del settore.
Pensa, è stato usato anche da uno scrittore su consiglio della sua editrice per raccogliere reazioni. Questo quanto da lui dichiarato qui.
Poi magari era un giocherellone che giocava a fare il saltimbanco per puro loisir.

Chissà..è l'internet bellezza :D

Ma tant'è. come dicevo.
Non ti voglio convincere.
se sei curiosa, cerca.
Se ti accontenti di quel che sai non sarò certo io a spingerti in una qualunque direzione non sia interessante per te :)

Per quanto riguarda invece la questione dell'osservatore e dell'osservato, ormai gli studi a riguardo sono diretti esattamente allo studio dell'interazione fra osservatore e osservato, proprio nell'ottica di rilevazione delle variabili.
Anche di questo non ho il minimo desiderio convincerti. Basta studiare lo stato dell'arte a riguardo.

Quanto al cuor non si comanda...vabbè.

A me era interessato il tuo discorso, e capire da dove ti venissero i dati che hai raccolto.
Adesso ho capito e mi ritengo soddisfatta. Ti ringrazio. :)
Ciao grazie a te per il confronto.
Purtroppo Mi sono accorta di essere una banderuola E cambio spesso interessi e curiosita’ e pure idea..anche se magari dopo un po’ .
Trovando in una banca dati cosi grande come lo è il web dati convergenti (per ora).. mi si è accesa un’illuminazione che non vale solo per l’amantato naturalmente. È un discorso piu’ ampio relativo appunto alle differenze di genere e a come influiscono sulla vita relazionale. Non prendere consapevolezza delle diversita’ profonde dell’altro crea equivoci enormi, che insieme ai non detti porta a “disastri” forse evitabili. Poi ci sono donne (credo di farne parte e forse anche tu) che ragionano in modo diverso per se’, ma la comprensione del fenomeno massivo nel complesso è intellettualmente stimolante.
Discorso ampio che ora non posso che sintetizzare cosi).
 

Brunetta

Utente di lunga data
Ciao grazie a te per il confronto.
Purtroppo Mi sono accorta di essere una banderuola E cambio spesso interessi e curiosita’ e pure idea..anche se magari dopo un po’ .
Trovando in una banca dati cosi grande come lo è il web dati convergenti (per ora).. mi si è accesa un’illuminazione che non vale solo per l’amantato naturalmente. È un discorso piu’ ampio relativo appunto alle differenze di genere e a come influiscono sulla vita relazionale. Non prendere consapevolezza delle diversita’ profonde dell’altro crea equivoci enormi, che insieme ai non detti porta a “disastri” forse evitabili. Poi ci sono donne (credo di farne parte e forse anche tu) che ragionano in modo diverso per se’, ma la comprensione del fenomeno massivo nel complesso è intellettualmente stimolante.
Discorso ampio che ora non posso che sintetizzare cosi).
Amantato mi ricorda madamato. Insomma un ruolo codificato.
Ma lo è?
Non credo proprio.
Qui sono passate molte donne e uomini che sono stati amanti: tutti diversi come persone, attese, ruoli nella relazione.
 

Buffa

Utente di lunga data
Amantato mi ricorda madamato. Insomma un ruolo codificato.
Ma lo è?
Non credo proprio.
Qui sono passate molte donne e uomini che sono stati amanti: tutti diversi come persone, attese, ruoli nella relazione.
Boh, credo sia una declinazione che definisce una “qualifica” oggettiva . Non lo vedo cosi strano. In molti lo chiamano cosi.
Se sei un’amante stai vivendo una situazione di amantato. Che tu la viva in un modo e Un’altro in un altro (Al maschile o al femminile) non toglie che tu lo sia.
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Ciao grazie a te per il confronto.
Purtroppo Mi sono accorta di essere una banderuola E cambio spesso interessi e curiosita’ e pure idea..anche se magari dopo un po’ .
Trovando in una banca dati cosi grande come lo è il web dati convergenti (per ora).. mi si è accesa un’illuminazione che non vale solo per l’amantato naturalmente. È un discorso piu’ ampio relativo appunto alle differenze di genere e a come influiscono sulla vita relazionale. Non prendere consapevolezza delle diversita’ profonde dell’altro crea equivoci enormi, che insieme ai non detti porta a “disastri” forse evitabili. Poi ci sono donne (credo di farne parte e forse anche tu) che ragionano in modo diverso per se’, ma la comprensione del fenomeno massivo nel complesso è intellettualmente stimolante.
Discorso ampio che ora non posso che sintetizzare cosi).
Sono d'accordo con te (riguardo il primo grassetto) :)

Che è il motivo per cui trovo interessantissime le generalizzazioni.
Ma solo quelle che non perdono la loro essenza: ossia il fatto che sono per l'appunto generalizzazioni, in ruolo e funzione.

Quando cominciano a divenire tendenti all'assiomistica (scienza non riconosciuta, a che io sappia, ma piuttosto diffusa) beh...l'hai detto bene nel secondo grassetto :) (e ad ampio io aggiungerei pure variabile).

Con questo non nego gli schemi di riferimento, anzi, li trovo parecchio utile per velocizzare alcuni passaggi di lettura, ma non han da perdere la loro accezione di "semplificazione".
Anche in questo caso, dimenticare l'accezione apre questioni di aderenza alla realtà (e anche qui si potrebbe aprire un discorso ben più ampio).

Un po' come dire che diagnosticare la schizofrenia equivale a descrivere quello schizofrenico lì.
Che è un errore gravissimo - anche etico -, perchè inverte ruolo e funzione di strumento (lo schema diagnostico) e obiettivo (indagare CHI E' quell'individuo, con quel che significa).
Con quel che ne risulta poi nelle ricadute concrete.

Grazie ancora per lo scambio :)
 
Ultima modifica:
Top