Sono incinta e mio marito mi ha tradita

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old Lei

Guest
Grazie

Grazie a tutti, per ogni parola. Grazie a Marina, per le parole, semplici, ma che hanno colpito il segno.
Love,
Lei
 
B

bea

Guest
LEI, oggi ho visto che eri collegata, speravo lasciassi una qualche parola, ti arrivi comunque il mio saluto. Fatti sentire, anche solo per dirci ciao.
 
M

maria

Guest
entro solo ora qui

e quindi leggo solo adesso.
Io volevo solo abbracciarti e dirti che sto vivendo le tue stesse vicissitudini.
Col cuore... forza...
 

Bruja

Utente di lunga data
...........tardivamente

Vorrai scusare se solo ora intervengo, ma il problema è talmente delicato, pieno di sfumature e comunque doloroso che non sapevo come avvicinarmi ad una risposta che non fosse scontata.
Non ho letto altro che il tuo primo post, il resto era in fondo ininfluente, tutto stava concentrato nella tua frase...........e sto malissimo.
Dici che hai 40 anni, un traguardo importante per una donna, specie se con le tue passate dolenti esperienze, il momento in cui spesso molte donne fanno un piccolo bilancio della loror vita, e proprio in questo momento in cui avresti bisogno di conferme e di calore devi affrontare la provasentimentalmente più dissestante per una donna.
Davvero non ho voglia di attaccarmi alle solite parole di incoraggiamento proforma ed alle solite pacche sulla spalla verbali........devi pensare che nopnostante tutto, la tua "famiglia" gira ancora attorno a te.
Solo tu puoi dare conferme, sembra assurdo ma se ci pensi è così! Tuo figlio vorrebbe che tutto restasse entro condizioni ancora accettabili, tuo marito non vorrebbe perdere la qualità di vita a cui era abituato, e tu senti il peso di tutte queste aspettative senza che nessuno in fondo ti aiuti ad affrontare i tuoi disagi e le mille incertezze in cui sei immersa.
Non ho alcuna ricetta miracolosa, ho solo una certa esperienza di queste "situazioni tradimento" dirette ed indirette; ho molte amiche che sono passate attraverso questa prova e sono certa che molte persone che non credono di averci nulla a che fare, spesso, non ne sono semplicemente a conoscenza.
Non voglio farti un trattato sul tradimento, sarebbe perfino inutile, chi è gtradito sa documentarsi benissimo fra motori di ricerca, libri e pubblicazioni varie, ma forse dare delle motivazioni elaborate in proprio potrebbe far meglio capire perchè ci si infili in questi tunnel il cui fondo non ha nè vincitori nè vinti ma solo amerezze e disillusioni.
Vedi, non voglio giudicare nessuno, nè mi piace puntare dita accusatorie, ma un uomo che si perde sollazzandosi con una giovane ragazza, è colpevole oltre che di tradimento puro e semplice, soprattutto di mancanza di considerazione per chi come te attraversa un momento delicato della sua vita. A questo aggiungiamo che esistono da sempre donne giovani e con possibilità di scelta fra i loro coetanei liberi, che si accontentano di un uomo già impegnato, anche avendolo a mezzo servizio, come se questo desse loro patenti di grandi seduttrici, e sperano che questo bramato essere, cosa che accade rarissimamente, lasci la moglie per loro.
Ecco, a te parrà strano ma le perdenti sono proprio loro, queste mezzadre dei sentimenti che per quei momenti di finta felicità affrontano lo scotto di essere clandestine e di vivere la loro love story rionale paghe delle sensazioni forti della fraudolenza sentimentale . Non so se potrai comprendere questa analisi ma personalmente le considero delle donnette che non sanno crearsi una felicità fittizia se non sulla infelicità altrui, e trovo che questo sia miserevole.
Non ti ho consolato ne sono consapevole, ma vorrei che per superare questo tuo momento triste e difficile della vita, tu ti attaccassi alla vita che hai in te ed a coloro che hanno bisogno di te. Non è la soluzione di nulla ma ti permette di trovare in te energie e forza per fare qualcosa di positivo per i tuoi cari; è ovvio che la trasgressione paga solo se resta clandestina poichè mantiene la sua illusoria aura romantica, ma una volta palesata, si dipinge chiaramente dei suoi propri colori, squallidi e meschini, ed agli uomini, una storia che non abbia le connotazioni del romanzone, scade alla svelta.
Il tempo lavora per te, bada non per voi, ma per te, e sarai tu a stabilire cosa sia giusto per te e la tua famiglia.
Lui forse è solo un pusillanime recidivo visto che non è nuovo a certi comportamenti, e non sa resistere alle solite giovani con la sindrome da "velina" che devono conquistarsi l'uomo maturo di turno.
Immagino che tu stia molto male, tutte stanno malissimo quando scoprono che la loro serenità sentimentale si infrange contro un ostacolo tanto usuale quanto poco costruttivo come il tradimento; quello che conta è che tu non vada in crisi di identità, il fatto che LUI abbia sbagliato (un sms o una cena o altro poco cambiano nella distrazione in sè del fatto) e che abbia negato l'evidenza fino ad ammettere non si sa bene se la verità o una parte di essa deve solo farti reagire con molta forza interiore perchè tu sei e resti la persona che eri in tutta la tua integrità e valore.
Alla fine, anche se ti sembrerà assurdo, l'anello debole della coppia è lui che deve distrarsi, e che poi torna "a Canossa" per non perdere quello che sa bene sia il vero punto fermo della sua vita.
Se puoi perdonalo, o almeno compatisci la sua incapacità a resistere per debolezza di carattere e di forza morale e valuta se l'integrità della tua famiglia dbbae essere messa in crisi dalla sua sindrome da "peter pan" dovuta ad una (non saprei come definirla diversamente se non offendendola pesantemente) sciacquetta che preferisce fare la parassita sentimentale piuttosto che mettersi in gioco ed affrontare una vera storia con un uomo libero.
Si tratta di scegliere se vivere veramente la vita pagando magari il prezzo richiesto o se vivere di rimessa.........certe donne non riescono a vivere che in questo secondo modo, ma tu che hai scelto da sempre il primo puoi fare con serenità qualunque scelta, anche quella della magnanimità, e senza neppure volgerti indietro, hai il futuro nel tuo grembo.
Auguri infiniti per te, per il nascituro e per la tua famiglia.
Bruja
 
O

Old giada

Guest
per LEI

Ciao
ho letto l'esperienza davvero terribile che ti è toccata di vivere. Ti sono vicina e ti sostengo in questo momento difficile. Anche io ho vissuto l'esperienza che hai vissuto tu. Sono stata tradita quando ero in attesa del mio secondo bambino. Ho scritto un post sul forum. Ti prego di considerare una cosa. Tu hai una grande forza dentro. Hai un dolore che ti ha reso matura, piu matura di tuo marito e di tutti noi che non abbiamo vissuto la tragedia che hai affrontato tu. Non pensare di seguire tua figlia, non pensarlo più. Lei non lo vorrebbe. Poi hai anche un'altra grande forza, una vita nuova da fare nascere. Cerca di farti coraggio per il bambino che dovrà nascere. Rivolgi la tua forza verso di lui e verso di te. Se posso darti un consiglio cerca di staccare la spina da tuo marito. Io non l'ho fatto. Io quando ho scoperto il tradimento non l'ho mandato via come avrei voluto ma ho accettato le sue suppliche. Adesso che sono passati dei mesi mi rendo conto che non ho chiarito un bel niente. Cerca di allontanarlo per un po'. Cerca dii stare un po' di tempo da sola con tuo figlio e di capire cosa vuoi veramente. Hai bisogno di tranquillità per te e per il piccolo. Solo senza cedere alle sue pressioni senza essere condizionata dalla sua presenza potrai capire cosa è bene per te e per i tuoi figli.
Tì sono vicina
 
O

Old fay

Guest
Chissà cosa è accaduto a Lei. Comunque è un post al quale io non avrei saputo ripsondere. Sarei rimasta in silenzio all'ombra di un dolore atroce, quello di un calvario durato 7 anni. Riesco a cogleire solo questo aspetto in questo post e niente più. spero Lei sia più serena oggi.
 
O

Old amarax

Guest
Grazie a tutti per le parole e il conforto. Verso in un momento tristissimo,di completo sbandamento emotivo. Mi chiedo anche se devo restare viva o seguire mia figlia, se devo mettere al mondo questo piccolo , che non ne ha colpa, in questo letamaio sentimentale. Mi chiedo tante cose, come se sono una donna completa, se l'ho mai fatto felice, in cosa ho sbagliato,mi chiedo se anni dl lotte per la sopravvivenza di una figli possano essere spazzate via da due cosce lunghe e un viso anonimo, mi chiedo anche se mi ha mai veramente amata .
La mia autostima è finita, rasoterra, non vi dico quanti anni ci ho messo la prima volta a ritornare in piedi, stavolta non so se potrò farcela.
Tutto quello che vedo è sporco, bugiardo, cattivo. Lo guardo e vorrei che morisse o per lo meno che soffrisse come un cane come sto soffrendo io.
Perché non penso al mio bambino, ai miei bambini? Perché mi accanisco a pensare a lui, al male che mi fa? Sono una madre distorta, inumana?Che cosa sono e quello che provo è normale?Tornerò a vivere? Si può tornare a fidarsi dopo due tradimenti?A stare di nuovo assieme?Iniziare un nuovo percorso?
Come mi devo comportare? Sono confusa?
Appena faccio l'offesa lui diventa cattivo, crudele, freddo, se ridivento morbida allora diventa dolce e sereno, mi tratta come una principessa.
Sono una perdente nata solo perché sono figlia di divorziati e non voglio fare le stessa fine?

Cara figlia di divorziati:lo sono anch'io.
cara Tradita:lo sono anch'io.
Storia simile...
Non so se gli credi.
Oggi mio marito piangeva :a vedermi piangere o xchè gli ho detto che se ne deve andare?
Ho rivalutato mia madre.
Ho rivalutato mio padre.
Devo rivalutare me.
Ti prego di fare lo stesso x te stessa.
Sei sopra la gente comune.Tu ed i tuoi figli...che crescerai da sola o con lui...non importa.Xchè saranno educati da te.Al rispetto.Alla lealtà.Alla sincerità.
Non puoi permetterti di crollare:hai 2 vite fra le mani...più la tua.
Ti abbraccio
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top