Magone

Carola

Utente di lunga data
1pratici altri sport, del tuo sci frega meno di zero, visto che non mi piace
2 viaggi ne faccio ma non sento la necessità di raccontare qui
3 non ho colleghe
4 ho social x questioni di lavoro
Devi essere messa male per trarre queste conclusioni eeehhh
Bene sei felice meno male ci stavamo preoccupando ora ci hai fatto la lista e siamo contenti
D altronde si evince la tua serenità 😂
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Ok. Per sentito dire dal tuo amico. Che fa uno stage lì spero. Perché di stage stavamo parlando, non di raccolta pomodori.
Ha la residenza ora

ma adesso mette in dubbio anche l' operato di società di scambi serie
Mio figlio e partiti e arrivato e freq regolarmente scuola la
Sto figlio di papà !!😜
Peccato che parti solo s ehai buona media e i docenti sono d accordo se no anche con tutti i soldi del mondo stai qui con Ginevra 😂 l
Ma......

Bene sei felice meno male ci stavamo preoccupando ora ci hai fatto la lista e siamo contenti
D altronde si evince la tua serenità 😂
Io sono serena, mi piace cazziare le sborone
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
la metterei più sotto una questione di normalità. Al di là dei cripotonazionalismi di @perplesso e dal marxismo imperante di @Brunetta (giusto per prendere estremismi forumistici), direi che la nostra @Carola si lascia andare a descrizioni di stili di vita che per lei sono appunto "normali". Ma quella è la sua normalità e a volte racconta, forse ingenuamente, cose come se la sua normalità fosse il mondo... 🤷‍♂️.
Carola è fortunata e forse è un po' bionda 😁
1-quale cripto?
2-che hai da ridire sulle bionde?

@perplesso attiva il servizio di traduzione, per favore 😅
Ci ho provato, ma google dice che non ce la può fare

A me carola non pare sborona, mi sembra solo molto bionda 😄
Noto una vena di razzismo antibionde. Guarda che qui si deve parlare male solo dei pisani e consimili. Ed ovviamente dei mangiarane
 

Brunetta

Utente di lunga data
Provo un lieve imbarazzo per una discussione che si è arenata nell’invidia. Ci manca solo di arrivare a “laureate al classico con la borsa di Livorno“.
Ogni società, cerco di sintetizzare, si inizia a studiare alle elementari con la piramide sociale degli egizi, ha una struttura sociale che comprende molte persone che svolgono attività pagate meno e poche persone che svolgono attività pagate molto o moltissimo.
È intuibile che il Marchionne di turno guadagna moltissimo in virtù del lavoro di chi guadagna poco, a volte in virtù di chi viene proprio licenziato.
È evidente che ognuno di noi o dei nostri figli preferirebbe essere chi occupa il posto di Marchionne e dei suoi “collaboratori”, piuttosto di quello dell’operaio alla linea e, ancor di più, di quello licenziato.
Certamente tra chi si trova nel tronco di piramide più vicino al vertice vi sono persone di valore, non solo intelligenti, ma che hanno studiato, ma a volte no, ma che hanno acquisito competenze adeguate a quel ruolo, un po’ come gli scribi tra gli egizi.
Ma senza il resto della piramide, soprattutto la base, crollerebbe tutto. @patroclo non c’è bisogno di essere marxista per vederlo. Del resto esistono molte persone che hanno studiato, ma non trovano una collocazione che sarebbe adeguata, semplicemente perché l’organizzazione economica non ha abbastanza posti per tutti.
Pensare che, se si impegnassero, tutti potrebbero fare parte del tronco di piramide alto dove si hanno soddisfazioni personali ed economiche, è evidentemente ridicolo.
Non capisco perché debba essere detto.
Ovviamente ognuno per sé e i propri figli si augura almeno di non essere proprio la base, ma, se ha un minimo di senso di realtà, si rende conto che lì qualcuno ci deve stare, perché senza saldatori non ci sarebbe la propria auto ecc (credo che sia superfluo dire che senza chi munge le mucche tra il letame, non avremmo i cappuccini nella pasticceria elegante ecc)
Per questo dire che “con quegli stipendi si fa la fame” o “poverini non hanno potuto studiare“ è classista .
Non è invidia e non è una accusa nei confronti di chi invece sta abbastanza su nella piramide da star tranquillo, dire che se si dice che chi ha gli stipendi che ha la stragrande maggioranza della popolazione, fa la fame , inconsapevolmente sta dicendo una cosa classista. Essere classista significa credere che il proprio tenore di vita sia normale e pure esprimere un empatica solidarietà nei confronti dei meno fortunati (quasi tutti).
Non è un reato essere classisti, in qualche modo lo siamo tutti talvolta quando ci commuoviamo per i raccoglitori di pomodori, ma poi compriamo le conserve a basso prezzo.
 

Carola

Utente di lunga data
Provo un lieve imbarazzo per una discussione che si è arenata nell’invidia. Ci manca solo di arrivare a “laureate al classico con la borsa di Livorno“.
Ogni società, cerco di sintetizzare, si inizia a studiare alle elementari con la piramide sociale degli egizi, ha una struttura sociale che comprende molte persone che svolgono attività pagate meno e poche persone che svolgono attività pagate molto o moltissimo.
È intuibile che il Marchionne di turno guadagna moltissimo in virtù del lavoro di chi guadagna poco, a volte in virtù di chi viene proprio licenziato.
È evidente che ognuno di noi o dei nostri figli preferirebbe essere chi occupa il posto di Marchionne e dei suoi “collaboratori”, piuttosto di quello dell’operaio alla linea e, ancor di più, di quello licenziato.
Certamente tra chi si trova nel tronco di piramide più vicino al vertice vi sono persone di valore, non solo intelligenti, ma che hanno studiato, ma a volte no, ma che hanno acquisito competenze adeguate a quel ruolo, un po’ come gli scribi tra gli egizi.
Ma senza il resto della piramide, soprattutto la base, crollerebbe tutto. @patroclo non c’è bisogno di essere marxista per vederlo.
Pensare che, se si impegnassero, tutti potrebbero fare parte del tronco di piramide alto dove si hanno soddisfazioni personali ed economiche, è evidentemente ridicolo.
Non capisco perché debba essere detto.
Ovviamente ognuno per sé e i propri figli si augura almeno di non essere proprio la base, ma, se ha un minimo di senso di realtà, si rende conto che lì qualcuno ci deve stare, perché senza saldatori non ci sarebbe la propria auto ecc (credo che sia superfluo dire che senza chi munge le mucche tra il letame, non avremmo i cappuccini nella pasticceria elegante ecc)
Per questo dire che “con quegli stipendi si fa la fame” o “poverini non hanno potuto studiare“ è classista .
Non è invidia e non è una accusa nei confronti di chi invece sta abbastanza su nella piramide da star tranquillo, dire che se si dice che chi ha gli stipendi che ha la stragrande maggioranza della popolazione, fa la fame , inconsapevolmente sta dicendo una cosa classista. Essere classista significa credere che il proprio tenore di vita sia normale e pure esprimere un empatica solidarietà nei confronti dei meno fortunati (quasi tutti).
Non è un reato essere classisti, in qualche modo lo siamo tutti talvolta quando ci commuoviamo per i raccoglitori di pomodori, ma poi compriamo le conserve a basso prezzo.
ma io non credo che il mio tenore di vita sia normale ma devo verognarmi se con il lavoro siamo arrivati a questo tenore non ho capito ?
Cosa c entra mai detto che lo trovo normale sono conscia di essere fortunata e anche brava

ho iniziato facendo la segretaria qui dentro perché dopo due trasfermienti x seguire mio marito questo ho trovato
Potevo stare a casa ma l azienda e 'sana e mi sono detta proviamo
Poi con il tempo ho fatto una piccola carriera senza sgomitare portando idee e progetti che sono andati a buon fine e chi ha creduto in me e stata una donna senza figli super in carriera valida e positiva alla quale devo tanto
Se ci vedete lo stereotipo della bionda scema ma fate come volete signori non mi tocca ci rido anche su
Credo di meritare tutto quello che è stato e anche di essere e stata fortunata di trovarmi al momento giusto al posto giusto
Ma so che molte sarebbero state ferme a casa con il marito dirigente senza sbattersi da sole questo è innegabile
Fate la segretaria mi piaceva ??no !! Vedevo altre seguire progetti andare da clienti e mi sarebbe piaciuto c'è qualcosa di male in questo nel voler crescere credere in qualcosa ?
Si dico poverini quelli che non possono studiare perché è così
In Inghilterra c'è il prestito d onore qui no e lo studio lo ritengo sacrosanto x crescere
Poi che ci siano teste di cazzo laureate e persone colte e capaci senza titolo di studio e altrettanto vero

Posso dare ai miei figlistrumenti e ne do
Potrei fare di più magari ma anche noL auto se L pagheranno come feci io nesusno di noi ha cose di lusso ne cagate simili e il mio ex ci lavora nel settore del lusso mai avuto nulla ne io ne i figli non ci interessa ma non critico chi ama le firme
Si scio e uno sport caro mi piace e posso farlo me lo pago non me lo regala la regione a me come tanti altri

non Ritengo normale il mio tenore perché sono cresciuta con altro tenore quidni lo ritengo un valore raggiunto e ne sonofelice che male c'è ?

normale lo riterrà chi in certi contesti ci e nato e ha tutto facile vive di rendite ecc

non tuti quelli che si impegnano possono crescere ma certo che con la terza media fai ben poco poi ti sta bene quel poco buon x te
Se i miei figli mi avesserò detto dopo le medie lasciamo la scuola avrei fatto uan battaglia x convincerli del contrario

ma non significa ritenere normale la mia vita
Ma che cavolo c'entra volete vedere il marcio dove non c'è sembra che parliate con un ereditiera ho mai detto questo ?
Comunque ci abbaimo perso anche troppo tempo importante che ciascuno sia felice di cosa ha x cui tutto a posto

il tema era il papà saldatore che il figlio apprezzerebbe di più
Di marchionne ve ne era uno ed era anche estremamente solo non lo invidio di
Sicuro e qnd mio ex andò via io feci una battaglia x farlo desistere quello che avevanmo per me era già tanto e ci ho sofferto e ci soffro x la mancanza verso i ragazzi ma è andata così
Anche Franco andrà via non mi smebra però un cattivo padre non?
 
Ultima modifica:

Brunetta

Utente di lunga data
ma io non credo che il mio tenore di vita sia normale ma devo verognarmi se con il lavoro siamo arrivati a questo tenore non ho capito ?
Cosa c entra mai detto che lo trovo normale sono conscia di essere fortunata e anche brava

ho iniziato facendo la segretaria qui dentro perché dopo due trasfermienti x seguire mio marito questo ho trovato
Potevo stare a casa ma l azienda e 'sana e mi sono detta proviamo
Poi con il tempo ho fatto una piccola carriera senza sgomitare portando idee e progetti che sono andati a buon fine e chi ha creduto in me e stata una donna senza figli super in carriera valida e positiva alla quale devo tanto
Se ci vedete lo stereotipo della bionda scema ma fate come volete signori non mi tocca ci rido anche su
Credo di meritare tutto quello che è stato e anche di essere e stata fortunata di trovarmi al momento giusto al posto giusto
Ma so che molte sarebbero state ferme a casa con il marito dirigente senza sbattersi da sole questo è innegabile
Fate la segretaria mi piaceva ??no !! Vedevo altre seguire progetti andare da clienti e mi sarebbe piaciuto c'è qualcosa di male in questo nel voler crescere credere in qualcosa ?
Si dico poverini quelli che non possono studiare perché è così
In Inghilterra c'è il prestito d onore qui no e lo studio lo ritengo sacrosanto x crescere
Poi che ci siano teste di cazzo laureate e persone colte e capaci senza titolo di studio e altrettanto vero

Posso dare ai miei figlistrumenti e ne do
Potrei fare di più magari ma anche noL auto se L pagheranno come feci io nesusno di noi ha cose di lusso ne cagate simili e il mio ex ci lavora nel settore del lusso mai avuto nulla ne io ne i figli non ci interessa ma non critico chi ama le firme
Si scio e uno sport caro mi piace e posso farlo me lo pago non me lo regala la regione a me come tanti altri

non Ritengo normale il mio tenore perché sono cresciuta con altro tenore quidni lo ritengo un valore raggiunto e ne sonofelice che male c'è ?

normale lo riterrà chi in certi contesti ci e nato e ha tutto facile vive di rendite ecc

non tuti quelli che si impegnano possono crescere ma certo che con la terza media fai ben poco poi ti sta bene quel poco buon x te
Se i miei figli mi avesserò detto dopo le medie lasciamo la scuola avrei fatto uan battaglia x convincerli del contrario

ma non significa ritenere normale la mia vita
Ma che cavolo c'entra volete vedere il marcio dove non c'è sembra che parliate con un ereditiera ho mai detto questo ?
Comunque ci abbaimo perso anche troppo tempo importante che ciascuno sia felice di cosa ha x cui tutto a posto

il tema era il papà saldatore che il figlio apprezzerebbe di più
Di marchionne ve ne era uno ed era anche estremamente solo non lo invidio di
Sicuro e qnd mio ex andò via io feci una battaglia x farlo desistere quello che avevanmo per me era già tanto e ci ho sofferto e ci soffro x la mancanza verso i ragazzi ma è andata così
Anche Franco andrà via non mi smebra però un cattivo padre non?
Mi arrendo. Magari ne parleremo davanti a un caffè e ci capiremo.
Comunque io non credo nel merito, sono più propensa a credere a un insieme di impegno/carattere/autostima/fortuna.
 
Top