L'utopia dell'uomo perfetto.

danny

Utente di lunga data
  • Vogliono un uomo "duro", pieno di forza virile... ma profondamente sensibile e gentile
  • Vogliono un uomo sicuro di sé... ma che le assecondi senza contraddirle
  • Vogliono che sia sincero... ma che non dica cose che le feriscono
  • Vogliono l'indipendenza economica... ma pure che l'uomo paghi il conto
  • Vogliono che venga riconosciuta la loro forza... ma pure che gli si aprano le porte
  • Vogliono un uomo romantico e sognatore... ma che sappia fare l'idraulico, il falegname e il meccanico
  • Vogliono un uomo che le protegga... ma che le lasci libere
  • Vogliono un amante appassionato... ma a cui vada bene l'astinenza quando loro non sono in vena
  • Vogliono un uomo che le ami alla follia... ma che non le faccia sentire soffocate
  • Se ti imponi sei un prepotente... ma se ti imponi per loro, sei un vero uomo
  • Se le desideri sei un maiale... se non le desideri sei un finocchio
Alla fine ne basta una ma che voglia te.
Magari anche solo te.
 

danny

Utente di lunga data
Resta da capire perché dovrebbe volere te.
E' una domanda troppo generica.
Non esiste una regola generale.
Di sicuro non adeguandosi all'ondivaga descrizione dell'universo femminile con cui è iniziato questo post, che pare più una resa da parte maschile che il desiderio di affrontare la propria volontà.
 

valentina.65

Utente di lunga data
E' una domanda troppo generica.
Non esiste una regola generale.
Di sicuro non adeguandosi all'ondivaga descrizione dell'universo femminile con cui è iniziato questo post, che pare più una resa da parte maschile che il desiderio di affrontare la propria volontà.
Sei un uomo fantastico
 

Arcistufo

Papero Talvolta Posseduto
E' una domanda troppo generica.
Non esiste una regola generale.
Di sicuro non adeguandosi all'ondivaga descrizione dell'universo femminile con cui è iniziato questo post, che pare più una resa da parte maschile che il desiderio di affrontare la propria volontà.
Non è una domanda generica.
Guarda che se da una popolazione generale di femmine togli gli estremi, quello che rimane in mezzo ha desideri piuttosto omogenei.
Sanati quelli, scendi a spigolare nelle particolarità.
Se non sei in grado di rispondere ai bisogni generali, ti si attaccheranno addosso solo le scombinate.
 

danny

Utente di lunga data
Non è una domanda generica.
Guarda che se da una popolazione generale di femmine togli gli estremi, quello che rimane in mezzo ha desideri piuttosto omogenei.
Sanati quelli, scendi a spigolare nelle particolarità.
Se non sei in grado di rispondere ai bisogni generali, ti si attaccheranno addosso solo le scombinate.
Così ha già più senso.
Prendo spunto da una persona che conosco.
40enne, precarietà lavorativa da una vita, pochi soldi in tasca, supposta pigrizia, eloquio poco piacevole, umorismo da terza media, aspetto estetico abbastanza scarso, tendenza allo zerbinaggio, nessuna relazione duratura, vive con mamma e papà.
Tutte quante le caratteristiche combinate tra loro determinano un profilo poco/per nulla attraente.
E' evidente che vi deve essere la volontà, alla base, di migliorarsi per modificare i parametri enunciati in questa descrizione.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Così ha già più senso.
Prendo spunto da una persona che conosco.
40enne, precarietà lavorativa da una vita, pochi soldi in tasca, supposta pigrizia, eloquio poco piacevole, umorismo da terza media, aspetto estetico abbastanza scarso, tendenza allo zerbinaggio, nessuna relazione duratura, vive con mamma e papà.
Tutte quante le caratteristiche combinate tra loro determinano un profilo poco/per nulla attraente.
E' evidente che vi deve essere la volontà, alla base, di migliorarsi per modificare i parametri enunciati in questa descrizione.
Oppure cercare tra chi può apprezzare. Vedi Olindo e Rosa.
 

danny

Utente di lunga data
Ma poi....
Siamo sicuri che le donne vogliano davvero l'uomo "perfetto"?
E non sentirsi "perfette" per quell'uomo, con tutto ciò che questo implica, ovvero restare coerenti con sé stesse, la prima, più importante forma di libertà, senza la quale l'attrazione si trasforma e muta presto in dipendenza e non in amore?
E ciò non può accadere con un uomo che non sia dotato di paragonabili doti di coerenza interiore.
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Ma poi....
Siamo sicuri che le donne vogliano davvero l'uomo "perfetto"?
E non sentirsi "perfette" per quell'uomo, con tutto ciò che questo implica, ovvero restare coerenti con sé stesse, la prima, più importante forma di libertà, senza la quale l'attrazione si trasforma e muta presto in dipendenza e non in amore?
E ciò non può accadere con un uomo che non sia dotato di paragonabili doti di coerenza interiore.
Io credo che si cerchi l’uomo perfetto per se in quel determinato momento
Non credo alla perfezione in senso lato.
L’ideale è non accontentarsi ma per farlo bisogna anche riuscire a stare in piedi senza uomo. A parte che questo secondo me dovrebbe avvenire prima ancora di pensare di frequentare qualcuno
Visto che quello che è perfetto per me non lo è per un’altra direi che la scelta diventa ampia
 

Arcistufo

Papero Talvolta Posseduto
Così ha già più senso.
Prendo spunto da una persona che conosco.
40enne, precarietà lavorativa da una vita, pochi soldi in tasca, supposta pigrizia, eloquio poco piacevole, umorismo da terza media, aspetto estetico abbastanza scarso, tendenza allo zerbinaggio, nessuna relazione duratura, vive con mamma e papà.
Tutte quante le caratteristiche combinate tra loro determinano un profilo poco/per nulla attraente.
E' evidente che vi deve essere la volontà, alla base, di migliorarsi per modificare i parametri enunciati in questa descrizione.
Basta lavorare per sottrazione.
Non puoi cambiare vita tutto insieme.
Modifichi un punto alla volta dal più semplice al più impegnativo.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Che è quello che ha detto Arci, grossomodo.
Al di fuori dei parametri di normalità, esistono e proliferano le relazioni tra il tossico e il problematico,
Non mi pare.
 
Top