L'angolo della SFIGA

Vera

Moderator
Staff Forum
Le cose vanno bene 😊 anche se ogni tanto capita l'imprevisto.

l'ultima tornata di controlli tra agosto e settembre tutto a posto, promossa a pieni voti 😊.

l'unico controllo posticipato quello con la radioterapista.
Dopo radioterapie intensive per qualche anno si eseguono controlli, anche li se e' tutto ok ti appiccicano il bollino annuale e stop.
il 12 dicembre vado alla visita, la dottoressa appena vede la parte del corpo sottoposta a radioterapia mi dice :" aspetta un attimo chiamo la collega" ed io " mmmmmhhh bah" .
Arriva la collega che scuote la testa e comincia a controllare al tasto tutti i linfonodi possibili e immaginabili e ogni volta mi chiede:" ti faccio male?"
Io non sento nessun dolore, quindi chiedo lumi.
Mi comunicano che la cute sottoposta a radioterapia e' pressoche' consumata, violacea, si sta lacerando.
Cacchio !!!! essendo sulla schiena e non avendo dolorabilita' non avevo fatto caso.
Certo la pelle resta sempre "abbronzata" dopo la radio ma non come dicono loro.
In sintesi mi spediscono di corsa da oncologa e chirurgo.
Il chirurgo appena mi vede dice " male, molto male" .
Consulto e decisione con oncologa di operarmi appena passate le vacanze natalizie.
Cosi i primi giorni dell'anno torno in sala operatoria, mi asportano cute e sottocute, la preoccupazione e' il timore che una cute cosi lacerata non riesca a rimarginarsi.
Il reperto di cute asportata viene, as usual, inviata in laboratorio per la consueta biopsia.
Il rischio una recidiva cutanea.
Pochi giorni fa, prima ancora che mi venissero tolti i punti, arriva il referto della biopsia.
La frase importante cita " nessuna cellula neoplastica" 😊
ieri verificato che la cute si e' rimarginata mi han tolto i punto.
eh casso almeno sto tranquilla per un po'.😁
Ciao Fiammetta, non so tutta la tua storia ma ti faccio un grande in bocca al lupo ☺💪
 

Brunetta

Utente di lunga data
Mamma mia che paura!

Tu sei un fenomeno. Ho trattenuto il respiro leggendo.
Che bella notizia, però :)

:abbraccio:
 

Lostris

Utente Ludica
Le cose vanno bene 😊 anche se ogni tanto capita l'imprevisto.

l'ultima tornata di controlli tra agosto e settembre tutto a posto, promossa a pieni voti 😊.

l'unico controllo posticipato quello con la radioterapista.
Dopo radioterapie intensive per qualche anno si eseguono controlli, anche li se e' tutto ok ti appiccicano il bollino annuale e stop.
il 12 dicembre vado alla visita, la dottoressa appena vede la parte del corpo sottoposta a radioterapia mi dice :" aspetta un attimo chiamo la collega" ed io " mmmmmhhh bah" .
Arriva la collega che scuote la testa e comincia a controllare al tasto tutti i linfonodi possibili e immaginabili e ogni volta mi chiede:" ti faccio male?"
Io non sento nessun dolore, quindi chiedo lumi.
Mi comunicano che la cute sottoposta a radioterapia e' pressoche' consumata, violacea, si sta lacerando.
Cacchio !!!! essendo sulla schiena e non avendo dolorabilita' non avevo fatto caso.
Certo la pelle resta sempre "abbronzata" dopo la radio ma non come dicono loro.
In sintesi mi spediscono di corsa da oncologa e chirurgo.
Il chirurgo appena mi vede dice " male, molto male" .
Consulto e decisione con oncologa di operarmi appena passate le vacanze natalizie.
Cosi i primi giorni dell'anno torno in sala operatoria, mi asportano cute e sottocute, la preoccupazione e' il timore che una cute cosi lacerata non riesca a rimarginarsi.
Il reperto di cute asportata viene, as usual, inviata in laboratorio per la consueta biopsia.
Il rischio una recidiva cutanea.
Pochi giorni fa, prima ancora che mi venissero tolti i punti, arriva il referto della biopsia.
La frase importante cita " nessuna cellula neoplastica" 😊
ieri verificato che la cute si e' rimarginata mi han tolto i punto.
eh casso almeno sto tranquilla per un po'.😁
Evviva!!!

:bacio:
 

Frithurik

utente deluso
Le cose vanno bene 😊 anche se ogni tanto capita l'imprevisto.

l'ultima tornata di controlli tra agosto e settembre tutto a posto, promossa a pieni voti 😊.

l'unico controllo posticipato quello con la radioterapista.
Dopo radioterapie intensive per qualche anno si eseguono controlli, anche li se e' tutto ok ti appiccicano il bollino annuale e stop.
il 12 dicembre vado alla visita, la dottoressa appena vede la parte del corpo sottoposta a radioterapia mi dice :" aspetta un attimo chiamo la collega" ed io " mmmmmhhh bah" .
Arriva la collega che scuote la testa e comincia a controllare al tasto tutti i linfonodi possibili e immaginabili e ogni volta mi chiede:" ti faccio male?"
Io non sento nessun dolore, quindi chiedo lumi.
Mi comunicano che la cute sottoposta a radioterapia e' pressoche' consumata, violacea, si sta lacerando.
Cacchio !!!! essendo sulla schiena e non avendo dolorabilita' non avevo fatto caso.
Certo la pelle resta sempre "abbronzata" dopo la radio ma non come dicono loro.
In sintesi mi spediscono di corsa da oncologa e chirurgo.
Il chirurgo appena mi vede dice " male, molto male" .
Consulto e decisione con oncologa di operarmi appena passate le vacanze natalizie.
Cosi i primi giorni dell'anno torno in sala operatoria, mi asportano cute e sottocute, la preoccupazione e' il timore che una cute cosi lacerata non riesca a rimarginarsi.
Il reperto di cute asportata viene, as usual, inviata in laboratorio per la consueta biopsia.
Il rischio una recidiva cutanea.
Pochi giorni fa, prima ancora che mi venissero tolti i punti, arriva il referto della biopsia.
La frase importante cita " nessuna cellula neoplastica" 😊
ieri verificato che la cute si e' rimarginata mi han tolto i punto.
eh casso almeno sto tranquilla per un po'.😁
:up::up::up::up::up::up::up::up::up::up::up::up::up::up::up:
 

Lara3

Utente di lunga data
... si riparte da qui :D

son passati mesi che non rientravo a scrivere nella sezione SFAIGA :rotfl:

aspettate che tolgo un po' di polvere... caugh..caugh... ma la donna delle pulizie qui non passa ? :carneval: perplesso taccagno!!

allora... che devo dire ? :blank:

ah siiii...dopo giugno e un' estate senza particolari problemi...l'autunno e' stato un po' severo... mi sono beccata nell' ordine herpes zoster in forma tosta ....influenza...anemia....spossatezza ...
i controlli di novembre per questi motivi sono stati rimandati a gennaio.
Cosi l'11 gennaio sono andata a fare la onnipresente pec/tac ...gia' mi e' andata a culo perche' l'infermiera ha beccato al primo tentativo la vena per poter fare flebo e iniettare mezzo di contrasto...quindi fiuuu' solo un buchetto al posto dei ventircimila tentativi soliti.
Anche la pet mi e' sembrata piu' veloce del solito ...o forse mi sono addormentata? :rotfl:

comunque ...il risultato e' che tutto procede come deve .... nessuna ripresa della patologia in atto

evvaiiii.. anche questa la archivio con un sorriso :D
🍀🍀🍀🍀🍀🍀🍀🍀🍀🍀 in bocca al lupo !!!!
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
:bacio::updue::abbraccio:
 

MariLea

Utente di lunga data
Le cose vanno bene 😊 anche se ogni tanto capita l'imprevisto.

l'ultima tornata di controlli tra agosto e settembre tutto a posto, promossa a pieni voti 😊.

l'unico controllo posticipato quello con la radioterapista.
Dopo radioterapie intensive per qualche anno si eseguono controlli, anche li se e' tutto ok ti appiccicano il bollino annuale e stop.
il 12 dicembre vado alla visita, la dottoressa appena vede la parte del corpo sottoposta a radioterapia mi dice :" aspetta un attimo chiamo la collega" ed io " mmmmmhhh bah" .
Arriva la collega che scuote la testa e comincia a controllare al tasto tutti i linfonodi possibili e immaginabili e ogni volta mi chiede:" ti faccio male?"
Io non sento nessun dolore, quindi chiedo lumi.
Mi comunicano che la cute sottoposta a radioterapia e' pressoche' consumata, violacea, si sta lacerando.
Cacchio !!!! essendo sulla schiena e non avendo dolorabilita' non avevo fatto caso.
Certo la pelle resta sempre "abbronzata" dopo la radio ma non come dicono loro.
In sintesi mi spediscono di corsa da oncologa e chirurgo.
Il chirurgo appena mi vede dice " male, molto male" .
Consulto e decisione con oncologa di operarmi appena passate le vacanze natalizie.
Cosi i primi giorni dell'anno torno in sala operatoria, mi asportano cute e sottocute, la preoccupazione e' il timore che una cute cosi lacerata non riesca a rimarginarsi.
Il reperto di cute asportata viene, as usual, inviata in laboratorio per la consueta biopsia.
Il rischio una recidiva cutanea.
Pochi giorni fa, prima ancora che mi venissero tolti i punti, arriva il referto della biopsia.
La frase importante cita " nessuna cellula neoplastica" 😊
ieri verificato che la cute si e' rimarginata mi han tolto i punto.
eh casso almeno sto tranquilla per un po'.😁
Caspita, che spavento!
Che Dio ti protegga sempre, piccola Fiamma:bacissimo:
 

Lucbri

Utente di lunga data
Le cose vanno bene 😊 anche se ogni tanto capita l'imprevisto.

l'ultima tornata di controlli tra agosto e settembre tutto a posto, promossa a pieni voti 😊.

l'unico controllo posticipato quello con la radioterapista.
Dopo radioterapie intensive per qualche anno si eseguono controlli, anche li se e' tutto ok ti appiccicano il bollino annuale e stop.
il 12 dicembre vado alla visita, la dottoressa appena vede la parte del corpo sottoposta a radioterapia mi dice :" aspetta un attimo chiamo la collega" ed io " mmmmmhhh bah" .
Arriva la collega che scuote la testa e comincia a controllare al tasto tutti i linfonodi possibili e immaginabili e ogni volta mi chiede:" ti faccio male?"
Io non sento nessun dolore, quindi chiedo lumi.
Mi comunicano che la cute sottoposta a radioterapia e' pressoche' consumata, violacea, si sta lacerando.
Cacchio !!!! essendo sulla schiena e non avendo dolorabilita' non avevo fatto caso.
Certo la pelle resta sempre "abbronzata" dopo la radio ma non come dicono loro.
In sintesi mi spediscono di corsa da oncologa e chirurgo.
Il chirurgo appena mi vede dice " male, molto male" .
Consulto e decisione con oncologa di operarmi appena passate le vacanze natalizie.
Cosi i primi giorni dell'anno torno in sala operatoria, mi asportano cute e sottocute, la preoccupazione e' il timore che una cute cosi lacerata non riesca a rimarginarsi.
Il reperto di cute asportata viene, as usual, inviata in laboratorio per la consueta biopsia.
Il rischio una recidiva cutanea.
Pochi giorni fa, prima ancora che mi venissero tolti i punti, arriva il referto della biopsia.
La frase importante cita " nessuna cellula neoplastica" 😊
ieri verificato che la cute si e' rimarginata mi han tolto i punto.
eh casso almeno sto tranquilla per un po'.😁
È una bella notizia leggere come stai.
Sono ancora novizio nel forum.
Ma il tuo racconto è stato uno di quelli che mi ha colpito di più.
Per forza di volontà, per voglia di vivere e per la grande ironia con cui l'hai raccontato.
Un abbraccio forte!!!!
E sempre AVANTI TUTTA!!
 

Foglia

utente viva e vegeta
Le cose vanno bene �� anche se ogni tanto capita l'imprevisto.

l'ultima tornata di controlli tra agosto e settembre tutto a posto, promossa a pieni voti ��.

l'unico controllo posticipato quello con la radioterapista.
Dopo radioterapie intensive per qualche anno si eseguono controlli, anche li se e' tutto ok ti appiccicano il bollino annuale e stop.
il 12 dicembre vado alla visita, la dottoressa appena vede la parte del corpo sottoposta a radioterapia mi dice :" aspetta un attimo chiamo la collega" ed io " mmmmmhhh bah" .
Arriva la collega che scuote la testa e comincia a controllare al tasto tutti i linfonodi possibili e immaginabili e ogni volta mi chiede:" ti faccio male?"
Io non sento nessun dolore, quindi chiedo lumi.
Mi comunicano che la cute sottoposta a radioterapia e' pressoche' consumata, violacea, si sta lacerando.
Cacchio !!!! essendo sulla schiena e non avendo dolorabilita' non avevo fatto caso.
Certo la pelle resta sempre "abbronzata" dopo la radio ma non come dicono loro.
In sintesi mi spediscono di corsa da oncologa e chirurgo.
Il chirurgo appena mi vede dice " male, molto male" .
Consulto e decisione con oncologa di operarmi appena passate le vacanze natalizie.
Cosi i primi giorni dell'anno torno in sala operatoria, mi asportano cute e sottocute, la preoccupazione e' il timore che una cute cosi lacerata non riesca a rimarginarsi.
Il reperto di cute asportata viene, as usual, inviata in laboratorio per la consueta biopsia.
Il rischio una recidiva cutanea.
Pochi giorni fa, prima ancora che mi venissero tolti i punti, arriva il referto della biopsia.
La frase importante cita " nessuna cellula neoplastica" ��
ieri verificato che la cute si e' rimarginata mi han tolto i punto.
eh casso almeno sto tranquilla per un po'.��
Ci vuole una bella forza. E tu i muscoli li hai belli, e allenati :)
 

Fiammetta

Amazzone! Embe'. Sticazzi
Staff Forum
uddiuuu grassie ragassuoli e ragassuole 😊😘😘
 

ologramma

Utente di lunga data
Le cose vanno bene 😊 anche se ogni tanto capita l'imprevisto.

l'ultima tornata di controlli tra agosto e settembre tutto a posto, promossa a pieni voti 😊.

l'unico controllo posticipato quello con la radioterapista.
Dopo radioterapie intensive per qualche anno si eseguono controlli, anche li se e' tutto ok ti appiccicano il bollino annuale e stop.
il 12 dicembre vado alla visita, la dottoressa appena vede la parte del corpo sottoposta a radioterapia mi dice :" aspetta un attimo chiamo la collega" ed io " mmmmmhhh bah" .
Arriva la collega che scuote la testa e comincia a controllare al tasto tutti i linfonodi possibili e immaginabili e ogni volta mi chiede:" ti faccio male?"
Io non sento nessun dolore, quindi chiedo lumi.
Mi comunicano che la cute sottoposta a radioterapia e' pressoche' consumata, violacea, si sta lacerando.
Cacchio !!!! essendo sulla schiena e non avendo dolorabilita' non avevo fatto caso.
Certo la pelle resta sempre "abbronzata" dopo la radio ma non come dicono loro.
In sintesi mi spediscono di corsa da oncologa e chirurgo.
Il chirurgo appena mi vede dice " male, molto male" .
Consulto e decisione con oncologa di operarmi appena passate le vacanze natalizie.
Cosi i primi giorni dell'anno torno in sala operatoria, mi asportano cute e sottocute, la preoccupazione e' il timore che una cute cosi lacerata non riesca a rimarginarsi.
Il reperto di cute asportata viene, as usual, inviata in laboratorio per la consueta biopsia.
Il rischio una recidiva cutanea.
Pochi giorni fa, prima ancora che mi venissero tolti i punti, arriva il referto della biopsia.
La frase importante cita " nessuna cellula neoplastica" 😊
ieri verificato che la cute si e' rimarginata mi han tolto i punto.
eh casso almeno sto tranquilla per un po'.😁
ora inizio bene la giornata sapendo questa bella notizia :up:
Sempre un caloroso abbraccio
 
Ultima modifica:
[FONT=&quot]Non conosciamo mai la nostra altezza[/FONT]
[FONT=&quot]Finché non siamo chiamati ad alzarci.[/FONT]
[FONT=&quot]E se siamo fedeli al nostro compito[/FONT]
[FONT=&quot]Arriva al cielo la nostra statura.


emily dickinson


tu hai conosciuto la tua altezza, devi esserne consapevole e goderti il benessere della guarigione che ti meriti[/FONT]
 

spleen

utente ?
Le cose vanno bene 😊 anche se ogni tanto capita l'imprevisto. l'ultima tornata di controlli tra agosto e settembre tutto a posto, promossa a pieni voti 😊. l'unico controllo posticipato quello con la radioterapista. Dopo radioterapie intensive per qualche anno si eseguono controlli, anche li se e' tutto ok ti appiccicano il bollino annuale e stop. il 12 dicembre vado alla visita, la dottoressa appena vede la parte del corpo sottoposta a radioterapia mi dice :" aspetta un attimo chiamo la collega" ed io " mmmmmhhh bah" . Arriva la collega che scuote la testa e comincia a controllare al tasto tutti i linfonodi possibili e immaginabili e ogni volta mi chiede:" ti faccio male?" Io non sento nessun dolore, quindi chiedo lumi. Mi comunicano che la cute sottoposta a radioterapia e' pressoche' consumata, violacea, si sta lacerando. Cacchio !!!! essendo sulla schiena e non avendo dolorabilita' non avevo fatto caso. Certo la pelle resta sempre "abbronzata" dopo la radio ma non come dicono loro. In sintesi mi spediscono di corsa da oncologa e chirurgo. Il chirurgo appena mi vede dice " male, molto male" . Consulto e decisione con oncologa di operarmi appena passate le vacanze natalizie. Cosi i primi giorni dell'anno torno in sala operatoria, mi asportano cute e sottocute, la preoccupazione e' il timore che una cute cosi lacerata non riesca a rimarginarsi. Il reperto di cute asportata viene, as usual, inviata in laboratorio per la consueta biopsia. Il rischio una recidiva cutanea. Pochi giorni fa, prima ancora che mi venissero tolti i punti, arriva il referto della biopsia. La frase importante cita " nessuna cellula neoplastica" 😊 ieri verificato che la cute si e' rimarginata mi han tolto i punto. eh casso almeno sto tranquilla per un po'.😁
IUHUUUUUUUUUUUUUUUUUU! Evviva, Fiamma! :):):)
 

Fiammetta

Amazzone! Embe'. Sticazzi
Staff Forum
che belli siete 😊
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Un mese fa, durante una pausa lavoro, decido di andare a prendere il caffè raggiungendo un paio di amici. Vado a piedi, tanto è abbastanza vicino. Attraverso la strada, non passa nessuno. Sento arrivare una macchina, alla mia destra. Mi giro e infatti la vedo, non rallenta ed io di istinto salto e decollo sul suo cofano. Il tipo inchioda e mentre sto ancora cercando di rimettere il cuore, che era anche lui saltato sul cofano, al proprio posto, lo vedo uscire come un pazzo. Urla parole incomprendibili. Lo guardo per mettere a fuoco. Lui mi ordina di tirare giù il culo dalla sua macchina. Ribadisce più volte che sono una stronza, che gli ho rovinato la carrozzeria. Mi è arrivato ad un palmo dal naso dicendo "Tu adesso mi paghi i danni! La pagherai cara!"
Sono frastornata ma trattengo lo sguardo "Allontanati immediatamente".
Arriva il benzinaio che aveva assistito, fortunatamente, a tutto e ci informa di aver chiamato la polizia.
Non mi dilungo ulteriormente... Io intanto, che pensavo avessi lasciato solo la mia firma con le chiappe sul bmw, c'ho rimesso due costole rotte, nel periodo lavorativo più intenso.
Lui che minacciava di farmi guerra in tribunale, ieri si è fatto vivo su WhatsApp (il numero glielo avrà dato il suo avvocato?!) con una serie di messaggi. A quanto dice mi sogna quasi tutte le notti e vorrebbe uscissimo almeno una sera per mettere pace ai suo interrogativi. Secondo lui è un segno del destino ed io sono la donna della sua vita.
:rotfl:
Penserà sia una cogliona.
Rido da ieri.
 
Ultima modifica:

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Un mese fa, durante una pausa lavoro, decido di andare a prendere il caffè raggiungendo un paio di amici. Vado a piedi, tanto è abbastanza vicino. Attraverso la strada, non passa nessuno. Sento arrivare una macchina, alla mia destra. Mi giro e infatti la vedo, non rallenta ed io di istinto salto e decollo sul suo cofano. Il tipo inchioda e mentre sto ancora cercando di rimettere il cuore, che era anche lui saltato sul cofano, al proprio posto, lo vedo uscire come un pazzo. Urla parole incomprendibili. Lo guardo per mettere a fuoco. Lui mi ordina di tirare giù il culo dalla sua macchina. Ribadisce più volte che sono una stronza, che gli ho rovinato la carrozzeria. Mi è arrivato ad un palmo dal naso dicendo "Tu adesso mi paghi i danni! La pagherai cara!"
Sono frastornata ma trattengo lo sguardo "Allontanati immediatamente".
Arriva il benzinaio che aveva assistito, fortunatamente, a tutto e ci informa di aver chiamato la polizia.
Non mi dilungo ulteriormente... Io intanto, che pensavo avessi lasciato solo la mia firma con le chiappe sul bmw, c'ho rimesso due costole rotte, nel periodo lavorativo più intenso.
Lui che minacciava di farmi guerra in tribunale, ieri si è fatto vivo su WhatsApp (il numero glielo avrà dato il suo avvocato?!) con una serie di messaggi. A quanto dice mi sogna quasi tutte le notti e vorrebbe uscissimo almeno una sera per mettere pace ai suo interrogativi. Secondo lui è un segno del destino ed io sono la donna della sua vita.
:rotfl:
Penserà sia una cogliona.
Rido da ieri.
Io ho ormai preso atto del fatto che è pieno di pirla in giro ..dobbiamo rassegnarci :D
 

Brunetta

Utente di lunga data
Un mese fa, durante una pausa lavoro, decido di andare a prendere il caffè raggiungendo un paio di amici. Vado a piedi, tanto è abbastanza vicino. Attraverso la strada, non passa nessuno. Sento arrivare una macchina, alla mia destra. Mi giro e infatti la vedo, non rallenta ed io di istinto salto e decollo sul suo cofano. Il tipo inchioda e mentre sto ancora cercando di rimettere il cuore, che era anche lui saltato sul cofano, al proprio posto, lo vedo uscire come un pazzo. Urla parole incomprendibili. Lo guardo per mettere a fuoco. Lui mi ordina di tirare giù il culo dalla sua macchina. Ribadisce più volte che sono una stronza, che gli ho rovinato la carrozzeria. Mi è arrivato ad un palmo dal naso dicendo "Tu adesso mi paghi i danni! La pagherai cara!"
Sono frastornata ma trattengo lo sguardo "Allontanati immediatamente".
Arriva il benzinaio che aveva assistito, fortunatamente, a tutto e ci informa di aver chiamato la polizia.
Non mi dilungo ulteriormente... Io intanto, che pensavo avessi lasciato solo la mia firma con le chiappe sul bmw, c'ho rimesso due costole rotte, nel periodo lavorativo più intenso.
Lui che minacciava di farmi guerra in tribunale, ieri si è fatto vivo su WhatsApp (il numero glielo avrà dato il suo avvocato?!) con una serie di messaggi. A quanto dice mi sogna quasi tutte le notti e vorrebbe uscissimo almeno una sera per mettere pace ai suo interrogativi. Secondo lui è un segno del destino ed io sono la donna della sua vita.
:rotfl:
Penserà sia una cogliona.
Rido da ieri.
Proprio uno affidabile.
 
Top