Influencer

Brunetta

Utente di lunga data
Il fenomeno degli influenzatori, quelli che fanno i grandi numeri, è legato al mercato, sono lì per venderti qualcosa.
Legano la loro esistenza a prodotti e gadgets che una massa di allocconi compra. Anche la loro vita, comprese le cose intime è un palcoscenico da sfruttare. (Tranne poi lamentarsi per il body shaming sui piedi). 😁
Io non concepisco proprio il riferirsi a qualcuno, seguire qualcuno del quale non mi importa un fico secco, ed è la differenza tra chi è interessato ad un argomento piuttosto che non al chiacchericcio attorno alla vita degli altri.
Le conferenze, per dire, se le cerchi le trovi anche su youtube.
Però non puoi considerare la stessa cosa i Ferragnez e Bressanini.
Poi comunque anche YouTube è una piattaforma che rende in base alle visualizzazioni e per tenere conferenze gli esperti sono pagati e pure per i libri.
Poi chi guarda segue finché l’imposizione di prodotti lo considera accettabile e le conoscenze “in pillole” utili. Non è che seguire Bressanini mi impedisce di leggere i libri suoi o di altri.
 

spleen

utente ?
Però non puoi considerare la stessa cosa i Ferragnez e Bressanini.
Poi comunque anche YouTube è una piattaforma che rende in base alle visualizzazioni e per tenere conferenze gli esperti sono pagati e pure per i libri.
Poi chi guarda segue finché l’imposizione di prodotti lo considera accettabile e le conoscenze “in pillole” utili. Non è che seguire Bressanini mi impedisce di leggere i libri suoi o di altri.
Attendo fiducioso che Bressanini faccia gli stessi numeri della famiglia degli innominabili... :cool:
 
La novità di questi anni è la possibilità di guadagno in queste piattaforme anche solo per mettersi davanti ad una telecamera e mangiare ,(mukbang),per dirne una..o fare sfoggio di ignoranza e disagio come follettina o chiara dalessandro. Al di là di influencer e creators c' e tutto um mondo di persone che percepisce dai due o trecento ai tremila euro fra challenger,dissing e live sconclusionate
 

Brunetta

Utente di lunga data
Attendo fiducioso che Bressanini faccia gli stessi numeri della famiglia degli innominabili... :cool:
Ma figurati!
Guardare un filmatino di pochi minuti di due bei bimbi biondi che fanno le cose che fanno tutti i bambini (senza che i genitori si esaltino o si mortifichino perché non dicono papà) è poco impegnativo.
Seguire un divulgatore scientifico invece richiede attenzione.
Ma anche Francesco Costa ha un buon seguito...
 

danny

Utente di lunga data
Appena i guru del marketing renderanno davvero noto l’impatto reale degli influencer sui consumi, la bolla si sgonfiera’.
Il dito che scorre su instagram e’ una finestra sui fatti degli altri ma le interazioni diminuiscono sempre piu’ e i gusti dei genz pure.
Per ora youtube sembrerebbe il piu’ resiliente, specie per il target maschile, ma a volte questo target si butta a ondata sulle serie di netflix …
Tutto molto fluido.
Anche il metaverso visto come strumento di aggregazione lo immagino come un flop. Servira’ per fare videoconferenze di ottima qualit’ e ridurre gli spostamenti. Un webex 3.0.
Però difficilmente dopo si tornerà al mondo editoriale di prima.
Potrà sgonfiarsi, sicuramente, ma per che cosa?
 

feather

Utente tardo
Io ho un account che uso giusto per aprire i link che qualche mio amico mi manda, per il resto non lo uso. Ho cliccato follow su un paio di fighe tanto per avere qualcosa di bellino da guardare quando mi si apre. Ma sono lì in costume da bagno e non scrivono minchiate
 

Brunetta

Utente di lunga data
Dipendente del settore.
Qui si fa la fame tra poco, per arricchire du' stronzi che dicono minchiate sui social per beccarsi più like possibili...
Ma andassero a (...) loro e le cagate che scrivono/editano.
Luddista 😂
 

danny

Utente di lunga data
Nel mio settore ho visto abbassarsi qualità e stipendi in maniera sostanziale.
Non conta neppure la preparazione di base, si dà per scontato che le nuove generazioni abbiano competenze a livello universitario.
Inutili e inutilizzate.
Ma noi siamo vecchi, lasciamo lo spazio ai dilettanti.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Nel mio settore ho visto abbassarsi qualità e stipendi in maniera sostanziale.
Non conta neppure la preparazione di base, si dà per scontato che le nuove generazioni abbiano competenze a livello universitario.
Inutili e inutilizzate.
Ma noi siamo vecchi, lasciamo lo spazio ai dilettanti.
Hai confermato la tua diffidenza nei confronti del futuro.
 
Top