gli straordinari del cazzo (o della fregna)

danny

Utente di lunga data
Bho non so se sia solo questo. Mi viene più da pensare che siano modalità che si apprendono da piccoli. Scappatoie.
Hai pulito la camera? Siiiiiiiiiiiiiiiiii. Ma è sporca! Ma guarda che l'ho pulita davvero!!
Sì, ma da adulti si pretenderebbe maturità.
Se le prove ci sono, non ha senso negare.
 

Marjanna

Utente di lunga data
Sì, ma da adulti si pretenderebbe maturità.
Se le prove ci sono, non ha senso negare.
L'unico senso che vedo è sperare che l'altro voglia credere alla realtà fasulla che gli proponi perchè la realtà gli farebbe troppo male.
Ma se uno è concentrato solo su di se, e vuole usare scappatoie, poi non avrà assolutamente palle di continuare a portare avanti la realtà fasulla, e anzi si mostrerà indispettito. L'altro inizierà a schizzare, e quindi tanto valeva mandarsi dolcemente e reciprocamente a fanculo prima?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
L'unico senso che vedo è sperare che l'altro voglia credere alla realtà fasulla che gli proponi perchè la realtà gli farebbe troppo male.
Ma se uno è concentrato solo su di se, e vuole usare scappatoie, poi non avrà assolutamente palle di continuare a portare avanti la realtà fasulla, e anzi si mostrerà indispettito. L'altro inizierà a schizzare, e quindi tanto valeva mandarsi dolcemente e reciprocamente a fanculo prima?
tutto ciò dev'essere equiparato a quante rate del mutuo restano da pagare
 

Brunetta

Utente di lunga data
Oddio, c'è anche chi lo fa come gli capita e si diverte lo stesso e non condanna nessuno, eh?

Io se sono coinvolto mi diverto di più, ma se non sono coinvolto riesco a divertirmi lo stesso, a patto che quella dentro la quale sono mi ispiri almeno dal punto di vista epidermico. Ma se non mi ispira, evito di entrarci: mai pensato che ogni lasciata è persa.

Insomma, il sesso senza amore sarà anche un'esperienza vuota, ma tra tutte le esperienze vuote è una delle migliori.

(Odio gli aforismi, ma questo è bellino...🙂)
Intendevo sesso adulterino 😁
 

Foglia

utente viva e vegeta
L'unico senso che vedo è sperare che l'altro voglia credere alla realtà fasulla che gli proponi perchè la realtà gli farebbe troppo male.
Ma se uno è concentrato solo su di se, e vuole usare scappatoie, poi non avrà assolutamente palle di continuare a portare avanti la realtà fasulla, e anzi si mostrerà indispettito. L'altro inizierà a schizzare, e quindi tanto valeva mandarsi dolcemente e reciprocamente a fanculo prima?

Comunque non ha molto senso dopo due o tre mesi di frequentazione. A meno di volere escludere la fedeltà dal proprio modo di gestire il rapporto, per il che però lo si dice.
Cioè: a "sperare" che l'altra parte " non veda", in quanto non voglia vedere dopo soli due mesi (e dopo che e' stato chiaro in punto di come intende i rapporti) boh...
Mi sa che non è stata una reazione proprio "calcolata" , lei a quel punto ha solo evitato di ammettere di essere stata bugiarda perché tanto aveva capito che oramai la frittata era fatta. E forse teneva i piedi in più scarpe sol perché "chi lascia la vecchia via per la nuova...", e sperava appunto che essendo i primi tempi e ciascuno a casa propria, ancora senza troppo impegno, lui non se ne accorgesse. E se in effetti non fosse stato per un caso dovuto alla curiosità di lui (che non era manco mossa da sospetti, a quanto pare) magari lei avrebbe definitivamente lasciato perdere l'altro nel momento in cui si fosse sentita "convinta" a farlo. In ogni caso è andata bene così.
 

abebe

Utente di lunga data
Bene, bravi: direi che avete detto già tutto senza aspettare che lo dicessi io! :)

Riassumendo: al di là della reazione istintiva autoconservativa di negare, se di fronte all'evidenza si continua a negare anche per me vuol dire che ci sono due possibilità: o essenzialmente mi si ritiene uno stupido, oppure si pensa che io sia disposto a bermi qualsiasi cosa per placare il mio sospetto (che sospetto non è!). Quest'ultimo atteggiamento può essere motivato da vari fattori, ovviamente: mi pare che li conosciate tutti benissimo, non devo insegnarvi nulla! :)

Nel caso specifico, per quale dei due motivi l'abbia fatto non mi interessa: non avevo niente (ancora) che mi tiene legato a lei a filo doppio e, se mi ritiene, uno stupido, non ho interesse a stare con una che mi ritiene uno stupido.

Simple as that.
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Bene, bravi: direi che avete detto già tutto senza aspettare che lo dicessi io! :)

Riassumendo: al di là della reazione istintiva autoconservativa di negare, se di fronte all'evidenza si continua a negare anche per me vuol dire che ci sono due possibilità: o essenzialmente mi si ritiene uno stupido, oppure si pensa che io sia disposto a bermi qualsiasi cosa per placare il mio sospetto (che sospetto non è!). Quest'ultimo atteggiamento può essere motivato da vari fattori, ovviamente: mi pare che li conosciate tutti benissimo, non devo insegnarvi nulla! :)

Nel caso specifico, per quale dei due motivi l'abbia fatto non mi interessa: non avevo niente (ancora) che mi tiene legato a lei a filo doppio e, se mi ritiene, uno stupido, non ho interesse a stare con una che mi ritiene uno stupido.

Simple as that.
considerato che era una storia all'inizio era evidente che non c'era questo gran coinvolgimento da parte di lei. Quindi meglio lasciare perdere.
 

Marjanna

Utente di lunga data
Comunque non ha molto senso dopo due o tre mesi di frequentazione. A meno di volere escludere la fedeltà dal proprio modo di gestire il rapporto, per il che però lo si dice.
Cioè: a "sperare" che l'altra parte " non veda", in quanto non voglia vedere dopo soli due mesi (e dopo che e' stato chiaro in punto di come intende i rapporti) boh...
Mi sa che non è stata una reazione proprio "calcolata" , lei a quel punto ha solo evitato di ammettere di essere stata bugiarda perché tanto aveva capito che oramai la frittata era fatta. E forse teneva i piedi in più scarpe sol perché "chi lascia la vecchia via per la nuova...", e sperava appunto che essendo i primi tempi e ciascuno a casa propria, ancora senza troppo impegno, lui non se ne accorgesse. E se in effetti non fosse stato per un caso dovuto alla curiosità di lui (che non era manco mossa da sospetti, a quanto pare) magari lei avrebbe definitivamente lasciato perdere l'altro nel momento in cui si fosse sentita "convinta" a farlo. In ogni caso è andata bene così.
Mi incuriosiva più il meccanismo e che un qualche modo si sia arrivati ad una connotazione di normalità dello stesso, e talvolte persino che l'uso di questi meccanismi sia "da fighi".
 

Foglia

utente viva e vegeta
Mi incuriosiva più il meccanismo e che un qualche modo si sia arrivati ad una connotazione di normalità dello stesso, e talvolte persino che l'uso di questi meccanismi sia "da fighi".
Si, lo capisco.
Però leggendo l'articolo che hai postato mi vengono in mente situazioni un po' differenti . Tipo che ne so... A me ora viene in mente la moglie di @Vigorvis , per dirne una. Che si tiene stretto il telefono per un paio di giorni, giusto il tempo di cancellare le tracce di una vita (non due mesi) e pure poco e' mancato che gli desse del matto. Anche tu mi vieni in mente: ricordi il periodo in cui lui ti diceva che il problema eri tu, nel senso che eri tu quella che non lo capiva, ascoltava eccetera? Era riuscito a "stordirti", nel senso che alla fine tu cercavi "prove", là dove (nel tuo caso) non c'erano neanche prove da cercare, ma c'era una realtà bella evidente. Cio' malgrado hai rischiato (e grosso anche) di rimetterci la salute. Penso a me, che sono andata ben oltre sempre negando l'evidenza. Ma in questo caso vedo più una roba del tipo:
- Ciao, che hai fatto dopo che ci siamo visti?
- Niente, sono andata a casa.
- Nemmeno una sosta al tale parcheggio, giusto il tempo di una sveltina con un altro?
- Va bene, per te è così, per me sono andata a casa.
Non so se è chiara la differenza. Dubito che lei abbia dato del matto a lui, non credo proprio che abbia trovato lo "spazio" per provarci.
Concordo su quello che ne pensi a livello di meccanismo: ma laddove non si tratta di rivolgerlo più o meno consapevolmente a se stessi, ci vuole che dall'altra parte quella negazione venga fatta propria.
 

JON

Utente di lunga data
Bene, bravi: direi che avete detto già tutto senza aspettare che lo dicessi io! :)

Riassumendo: al di là della reazione istintiva autoconservativa di negare, se di fronte all'evidenza si continua a negare anche per me vuol dire che ci sono due possibilità: o essenzialmente mi si ritiene uno stupido, oppure si pensa che io sia disposto a bermi qualsiasi cosa per placare il mio sospetto (che sospetto non è!). Quest'ultimo atteggiamento può essere motivato da vari fattori, ovviamente: mi pare che li conosciate tutti benissimo, non devo insegnarvi nulla! :)

Nel caso specifico, per quale dei due motivi l'abbia fatto non mi interessa: non avevo niente (ancora) che mi tiene legato a lei a filo doppio e, se mi ritiene, uno stupido, non ho interesse a stare con una che mi ritiene uno stupido.

Simple as that.
Solved!
Un thread precoce, come pure la storia.
Se non ci sono altri problemi legati alla precocità direi che si può passare ad altro.:LOL:.
 

Marjanna

Utente di lunga data
Si, lo capisco.
Però leggendo l'articolo che hai postato mi vengono in mente situazioni un po' differenti . Tipo che ne so... A me ora viene in mente la moglie di @Vigorvis , per dirne una. Che si tiene stretto il telefono per un paio di giorni, giusto il tempo di cancellare le tracce di una vita (non due mesi) e pure poco e' mancato che gli desse del matto. Anche tu mi vieni in mente: ricordi il periodo in cui lui ti diceva che il problema eri tu, nel senso che eri tu quella che non lo capiva, ascoltava eccetera? Era riuscito a "stordirti", nel senso che alla fine tu cercavi "prove", là dove (nel tuo caso) non c'erano neanche prove da cercare, ma c'era una realtà bella evidente. Cio' malgrado hai rischiato (e grosso anche) di rimetterci la salute. Penso a me, che sono andata ben oltre sempre negando l'evidenza. Ma in questo caso vedo più una roba del tipo:
- Ciao, che hai fatto dopo che ci siamo visti?
- Niente, sono andata a casa.
- Nemmeno una sosta al tale parcheggio, giusto il tempo di una sveltina con un altro?
- Va bene, per te è così, per me sono andata a casa.
Non so se è chiara la differenza. Dubito che lei abbia dato del matto a lui, non credo proprio che abbia trovato lo "spazio" per provarci.
Concordo su quello che ne pensi a livello di meccanismo: ma laddove non si tratta di rivolgerlo più o meno consapevolmente a se stessi, ci vuole che dall'altra parte quella negazione venga fatta propria.
Fare propria una negazione, specie di fronte ad un tradimento, comporta un prezzo. A volte non serve l'altro ti dia del matto.

 

abebe

Utente di lunga data
Oggi sono di buon umore: ho passato la notte di sabato (e la giornata di ieri) a fare un po' di speleologia tra le cosce di una tipa conosciuta sabato sera (e che aveva ben messo in chiaro subito che lunedì mattina avrei dovuto sparire...).

Ben, dai... ci voleva di levarsi un po' di polvere di dosso, che iniziava ad accumularsi!:)
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Oggi sono di buon umore: ho passato la notte di sabato (e la giornata di ieri) a fare un po' di speleologia tra le cosce di una tipa conosciuta sabato sera (e che aveva ben messo in chiaro subito che lunedì mattina avrei dovuto sparire...).

Ben, dai... ci voleva di levarsi un po' di polvere di dosso, che iniziava ad accumularsi!:)
Hai fatto benissimo, la cultura non fa mai male😁
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Oggi sono di buon umore: ho passato la notte di sabato (e la giornata di ieri) a fare un po' di speleologia tra le cosce di una tipa conosciuta sabato sera (e che aveva ben messo in chiaro subito che lunedì mattina avrei dovuto sparire...).

Ben, dai... ci voleva di levarsi un po' di polvere di dosso, che iniziava ad accumularsi!:)
@Bender
 
Top