Favorire i giovani ma a che prezzo?

brenin

Utente
Staff Forum
Mia nonna morì durante l'ondata di calore nel 2003.
Ricordo l'indifferenza in ospedale.
Era uno dei tanti vecchi che se ne andarono durante quell'estate torrida. Era un numero di una piccola strage.
Non lo era per me.
Non lo era neppure la sorella di mia moglie.
Morì alla mia età, improvvisamente. Donna sportiva, sana come un pesce.
Finì in ospedale, dopo pochi giorni era buona come pezzo di ricambio.
Me la ricorda nuda, in obitorio, buttata lì, noi in attesa che l'ultima dottoressa addetta all'espianto delle cornee arrivasse per il suo compito.
Era in ritardo e gli amici premevano per poterla vedere prima di essere messa nella bara, ma a noi sembrava terribile che arrivasse quell'immagine di lei tagliata, devastata, con un lenzuolo addosso.
Dopo 4 ore, provammo a chiamare la dottoressa.
Era a casa in maternità. Si incazzò che la disturbammo al telefono, arrivò per pietà in ospedale dopo una ventina di minuti, incazzata nera, ci guardò con disprezzo, fece il suo compito e poi se ne andò sbattendo la porta. Le avevamo rotto le palle.
Mia moglie è stata operata un mese fa. Mentre era lì, in anestesia locale, i medici, dietro la protezione, parlavano di scopate. Delle relazioni tra loro e le tirocinanti. Di quello che facevano.
Ricordo mia cognata, di quando l'equipe di Veronesi le disse che non potevano curarla perché non aveva speranze di vita.
La curò un altro ospedale, pubblico, ed è ancora qua.
Direi che la realtà è sempre più spietata e cinica di quello che vorremmo.
Non mi stupisce il disastro attuale.
Ma quello che mi disgusta e nausea è che nessuno paga. Speranza continuerà a dormire sonno tranquilli, i soloni dell'ISS idem, il CTS pure, i giudici indagheranno,i carabinieri e tutte le forze dell'ordine si prodigheranno per individuare i colpevoli e poi come finirà.... che schifo !
Non hanno nemmeno il coraggio di suicidarsi ( almeno a livello politico, ,ovviamente, sparendo per sempre dalla scena ).
Ma a loro tutto questo non passa nemmeno per la testa, tanto la gente dimentica, di che ti preoccupi..... sono pecore.....
 

Lara3

Utente di lunga data
Mia nonna morì durante l'ondata di calore nel 2003.
Ricordo l'indifferenza in ospedale.
Era uno dei tanti vecchi che se ne andarono durante quell'estate torrida. Era un numero di una piccola strage.
Non lo era per me.
Non lo era neppure la sorella di mia moglie.
Morì alla mia età, improvvisamente. Donna sportiva, sana come un pesce.
Finì in ospedale, dopo pochi giorni era buona come pezzo di ricambio.
Me la ricorda nuda, in obitorio, buttata lì, noi in attesa che l'ultima dottoressa addetta all'espianto delle cornee arrivasse per il suo compito.
Era in ritardo e gli amici premevano per poterla vedere prima di essere messa nella bara, ma a noi sembrava terribile che arrivasse quell'immagine di lei tagliata, devastata, con un lenzuolo addosso.
Dopo 4 ore, provammo a chiamare la dottoressa.
Era a casa in maternità. Si incazzò che la disturbammo al telefono, arrivò per pietà in ospedale dopo una ventina di minuti, incazzata nera, ci guardò con disprezzo, fece il suo compito e poi se ne andò sbattendo la porta. Le avevamo rotto le palle.
Mia moglie è stata operata un mese fa. Mentre era lì, in anestesia locale, i medici, dietro la protezione, parlavano di scopate. Delle relazioni tra loro e le tirocinanti. Di quello che facevano.
Ricordo mia cognata, di quando l'equipe di Veronesi le disse che non potevano curarla perché non aveva speranze di vita.
La curò un altro ospedale, pubblico, ed è ancora qua.
Direi che la realtà è sempre più spietata e cinica di quello che vorremmo.
Non mi stupisce il disastro attuale.
😞😞😞
 

Marjanna

Utente di lunga data
Non so cosa dire.... vengono ricordate per quello che hanno dato,fatto ed anche per esser morti soffocati, luvidi fino all'ultimo. E' poco ?

https://video.repubblica.it/mondo/l...370873/371482?ref=RHTP-BS-I270682269-P8-S1-T1

A tante persone anziane, come la signora del video, come tutti i nostri nonni e nonne fatti morire, noi tutti dobbiamo molto. E quando non ci si rende conto di queste cose, o non si attribuisce loro la giusta importanza, il futuro del nostro paese ( soprattutto a livello di cooperativismo sociale ) non potrà che riservare ulteriori tragedie.
Commovente questo video. I movimenti della danza rendono un fiore questa signora.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Quello che non si è capito è che si fanno i sacrifici li si devono fare tutti in uguale misura, altrimenti diventa un conflitto eterno tra tutti contro tutti.
Contrapporre gli anziani ai giovani è un'ulteriore divisione. Mettere una regione contro l'altra, un tipo di lavoro contro l'altro, persone contro altre.. È devastante nel lungo periodo.
Fai un lockdown? Assicurati regole semplici e fai in modo che le rispettino tutti, senza bisogno di sceriffi da Facebook.
Io voglio vedere controlli in giro.
Non ci sono proprio perché si vogliono evitare disordini, quindi ognuno fa quello che gli pare e tutto resta tranquillo.
Fai in modo che chi perde il proprio sostentamento economico non debba mendicare un cazzo di ristoro. Dai dignità a chi si sta sacrificando per il bene di tutti.
Rinnova sti cazzo di contratti del personale medico e di quello dei mezzi pubblici.
Tassa chi ha redditi fissi per aiutare la sanità. E provvedere a chi redditi non me ha più.
Crea una popolazione solidale, in cui ci sia rispetto per le esigenze del singolo ma anche per i decreti, in ugual misura.
Anche se non saremo mai uguali comunque, perché fare un lockdown in un appartamento da hinterland milanese non sarà mai come farlo in una villa in campagna, almeno proviamoci.
Così, dispiace, ma è un tutti contro tutti.
se devi pagare oltre 3 milioni di stipendi di nullafacenza al mese, difficile che possano esserci soldi per le cose serie
 

brenin

Utente
Staff Forum
A pensare male https://www.google.com/amp/s/www.co...f0177b80-24f4-11eb-9615-de24e09c8a4a_amp.html.

Epperò è un caso perché il 19 agosto era stata ampiamente programmata la vendita.
https://www.ft.com/content/ed49efef-b44e-48be-8652-af60a4f23d06 interessante intervista rilasciata da A. Fauci su quello che potrebbe succedere nell'era post vaccino....

qui : https://www.ft.com/content/6d494c88-f971-481d-90d2-4e678155209e

trovi un commento molto interessante sul " dirty business " della stock option venduta.... con timing perfetto !
 

Brunetta

Utente di lunga data
Ogni comportamento a rischio, in adolescenza, è un modo per mettere alla prova se stessi. Mentre l’infanzia è l’età dell’onnipotenza, con la maturità ci si confronta con un corpo che cambia e che si avverte non più invincibile. Tutti i riti iniziatici sono una sfida con questa consapevolezza. Chiedere all’improvviso a un adolescente di oggi – cresciuto nell’individualismo e nel culto del sé – di aprirsi all’altro è fantascienza: è un percorso che bisogna iniziare da piccoli, e che non è sostenuto da una società che esalta - talvolta - oltre ogni limite la popolarità.
Si pùò dedurre che stiamo pagando tutte le conseguenze di un'emergenza educativa degli ultimi decenni che ha portato ad una precocizzazione e adultizzazione del bambino, a cui si è fatto seguire una infantilizzazione dell’adolescente, con tutte le conseguenze del caso.
Mi ha colpito un servizio del tg che mostrava l'affollato lungomare di Napoli ( zona Maschio Angioino ) nel week end: alla cronista che chiedeva a due ragazze ( dai 25 ai 28 anni circa , abbigliamento griffato, decisamente - presumo - benestanti ) perchè passeggiassero su un lungomare pieno di gente e con la mascherine abbassate, una di loro rispose " ci hanno tolto tutto, non ci rimane che questo ". Ogni ulteriore commento è superfluo.
Aggiungerei che non si tratta solo di educazione, ma proprio di una cultura pervasiva che ha portato a una adolescentizzazione degli adulti e a una adultizzazione degli anziani.
Tutti devono e vogliono ritenersi fatti per “divertirsi” e in particolar modo consumando, produrre è necessario per avere cose da consumare e consumare è necessario per stimolare la produzione.
Questa cultura ha permeato tutti al punto che la risposta alle affermazioni sconcertanti di Toti è stata la rivendicazione del ruolo produttivo degli anziani, forse anche da parte di Dacia Maraini, indubbiamente più che anziana.
Altro valore a noi umani non resta.
 

danny

Utente di lunga data

brenin

Utente
Staff Forum
Che mi dici, a proposito, delle tre big - black rock, vanguard, state street?
Gli americani sono degli idealisti convinti, tant'è che hanno inventato il politically correct.....;) ed in campo finanziario hanno fatto disastri planetari ( anche grazie ai coniugi Clinton ). Le tre società da te citate rappresentano in modo più che eloquente l'incapacità delle autorità federali americane di controllare il mercato finanziario sotto ogni punto di vista. Hanno creato tanti artifizi da far passare Houdini per un principiante ( vedasi il disastro dei futures che ha visto il fallimento di molti comuni americani ), hanno creato norme così facilemnte aggirabili ( gli stessi Stati Uniti hanno isole " off shore " come le Isole Vergini ) che ora si trovano in balia di poche Corporations ( le tre sorellastre da te citate guidano il gruppo ) che fanno quello che vogliono. https://www.indepthnews.net/index.php/opinion/3707-the-spectre-of-the-big-three se leggi l'articolo potrai ben immaginare di quele mostro siano riusciti a creare nel nome del " liberismo " economico all'americana....
 
Top