Domanda rivolta a CHI TRADISCE

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old Airforever

Guest
Fedifrago ha detto:
Ti assicuro che fra traditori non ci passiamo i pizzini!


Mi sembri molto punto sul vivo.... sbaglio?

Ti sei riconosciuto in ciò che anche tu non hai dato?

Senza polemica ovvio, solo per capire.
Che io non sia perfetto e che abbia delle lacune, lo ammetto.
Che io possa essere stato carente nei confronti delle mie ex, lo ammetto.
Ma chi di noi non ha qualche difetto e/o carenza?
Anche le mie ex avevano difetti e carenze ma le amavo talmente tanto che non m'interessavano. Io partivo dal presupposto che dovevo sopportare difetti e carenze loro come loro avrebbero dovuto sopportare difetti e carenze mie. Questo è il significato di amare e voler bene.
Quando si è pischelli, le fanciulle sognano il principe azzurro ed i maschietti...la principessa rosa, scusate la battuta. Ognuno costruisce con la propria fantasia le caratteristiche psico-fisiche del futuro lui, della futura lei. Non si troverà mai una persona con le esatte caratteristiche che ci siamo prefissati...qualche diversità da realtà a sogno c'è sempre. Ma l'importante è amarsi, volersi bene, sopportarsi.
 

MariLea

Utente di lunga data
Caro Airforever, non è chiedendo perchè si tradisce che troverai le risposte che cerchi. Qui puoi trovare molti motivi, ma mai tutti, perchè, come in tutte le cose, ogni caso è un caso a sè. Prova a chiederti invece perchè tutte le tue ex ti hanno tradito, è da questo che devi partire per chiarirti le idee. Non è detto che sia solo per le tue carenze... e qui solo tu puoi darti una risposta, ma esiste anche la probabilità che tu sia attratto (anche inconsapevolmente) da questa tipologia femminile e ti ritrovi regolarmente in questa situazione di tradito. Ognuno di noi, uomini e donne, è attratto da una certa tipologia ed ecco che si ritrova sempre nello stesso tipo di situazione anche cambiando partners...
Questo penso sia il punto di partenza su cui riflettere... per poi magari analizzare altri aspetti...
Con Simpatia
Mailea
 
A

Alberto

Guest
mailea ha detto:
Caro Airforever, non è chiedendo perchè si tradisce che troverai le risposte che cerchi. Qui puoi trovare molti motivi, ma mai tutti, perchè, come in tutte le cose, ogni caso è un caso a sè. Prova a chiederti invece perchè tutte le tue ex ti hanno tradito, è da questo che devi partire per chiarirti le idee.
Concordo, ogni storia è una storia a sè.
Una relazione è fatta sempre e solo da due persone che pensano, sentono e agiscono in maniera del tutto soggettiva.
Se una o più relazioni approdano allo stesso risultato, è in queste personalissime esperienze che va cercato il difetto, l'inghippo, l'intoppo.
Per quante risposte ti si possano dare, per quante analogie tu possa fare, non troverai la soluzione, il comune denominatore che speri di trovare e contrastare, per un motivo semplicissimo: il comune denominatore delle tue storie sei solo Tu.
 
N

Non registrato

Guest
Mailea e Alberto, mi permetto di dire la mia.
Non conosco Airforever ma penso che quando si è messo con le Sue ex può anche darsi che non le conosceva...e Voi dite che può essere attratto da certi tipi di persone, da persone che sono portate al tradimento...
Anch'io in passato sono stato tradito. Quando mi sono fidanzato con quelle che ora sono le mia ex, le conoscevo da si e no una quindicina di giorni. Non conoscevo certamente questa loro mania di tradire. Parlo di mania perchè ho recentemente saputo che quando ha iniziato a frequentarmi, in realtà era fidanzata. Ho saputo che ora si è lasciata con chi mi ha cornificato per cornificarlo a sua volta con un'altro tizio.
E io dovrei credere a tutte le scuse che, chi cornifica ha sempre pronte?
Dai ragazzi, non pigliamoci per i fondelli.
Ci sono anche molti uomini traditori..ma diciamo che le donne, oggi come oggi sono diventate tremende.
Forse è per quest'ultimo motivo che Airforever, il sottoscritto e molti altri ricadono sempre con questo tipo di miserabili sciacquette. E ora non ditemi che sono maschilista.
E mettiamo caso che la colpa è di noi traditi, di noi che non diamo quello che le nostre ex volevano. Ok, ce ne assumiamo la colpa e le responsabilità. Ma non meritiamo di essere traditi, bensì lasciati. E sono due cose ben differenti!!
Buona domenica!
 

Bruja

Utente di lunga data
Eppure.......

E' ammirevole vedere quanto si sia capaci e dispopnibili nel fare l'analisi delle motivazioni di un tradimento.
E' altrettanto usuale trarre la conclusione che pur amandosi nella coppia, ciò che manca, in qualche modo, bisogna pur cercare di ritrovarlo diversamente.
E' stupefacente notare quanto chi tradisce riesca a comprendere cdella psicologia di se stesso e del tradito/a...........
Insomma ho una vera alta considerazione di chi riesce a sviluppare tanta sagacia di analisi; ma perchè questo non può avvenire "prima", facendo un punto dellòa situazione con chi è interessato per reciprocità a queste valutazioni?
Cerchiamo di intendrci, non sto facendo inutile piaggeria, ma perchè deve essere sempre la strada della compensazione oggettiva quella percorsa e non quella dell'intervento comune preventivo sulle lacune che portano all'insoddisfazione.
Tanto se queste non portassero da nessuna parte, non sarà il tradimento a risolvere i problemi; al massimo ci si renderà conto che il/la partner è quello/a che è, e da lì si prenderà il via per le varie considerazioni.
Forse non mi aspetto neppure delle vere risposte .................. in fondo me le avete già date spiegando i motivi del tradimento, ma scusate, anche se vi capisco, vorrei poter sperare che alla bisogna, siate capaci di fare qualcosa di più che spiegare ciò che è stato fatto ed intervenire su ciò che si andrà a fare.
Io ho grande considerazione per persone come Verena, ed una stima sincera per Fedifrago, tuttavia da loro, proprio per come li leggo, per il futuro mi aspetto....... qualcosa in più
della solita via della compensazione epidermica.
Non pensiate che il mio intervento sia dovuto ad una qualunque forma morale......... è mirato alla propria autodeterminazione, visto soprattutto dove spesso porta la riflessione a posteriori.
Quando si arriva a tradire, non importa quali siano i motivi addotti, a qualcosa è necessario aver abdicato!
Bruja
 
O

Old Airforever

Guest
Bruja ha detto:
E' ammirevole vedere quanto si sia capaci e dispopnibili nel fare l'analisi delle motivazioni di un tradimento.
E' altrettanto usuale trarre la conclusione che pur amandosi nella coppia, ciò che manca, in qualche modo, bisogna pur cercare di ritrovarlo diversamente.
E' stupefacente notare quanto chi tradisce riesca a comprendere cdella psicologia di se stesso e del tradito/a...........
Insomma ho una vera alta considerazione di chi riesce a sviluppare tanta sagacia di analisi; ma perchè questo non può avvenire "prima", facendo un punto dellòa situazione con chi è interessato per reciprocità a queste valutazioni?
Cerchiamo di intendrci, non sto facendo inutile piaggeria, ma perchè deve essere sempre la strada della compensazione oggettiva quella percorsa e non quella dell'intervento comune preventivo sulle lacune che portano all'insoddisfazione.
Tanto se queste non portassero da nessuna parte, non sarà il tradimento a risolvere i problemi; al massimo ci si renderà conto che il/la partner è quello/a che è, e da lì si prenderà il via per le varie considerazioni.
Forse non mi aspetto neppure delle vere risposte .................. in fondo me le avete già date spiegando i motivi del tradimento, ma scusate, anche se vi capisco, vorrei poter sperare che alla bisogna, siate capaci di fare qualcosa di più che spiegare ciò che è stato fatto ed intervenire su ciò che si andrà a fare.
Io ho grande considerazione per persone come Verena, ed una stima sincera per Fedifrago, tuttavia da loro, proprio per come li leggo, per il futuro mi aspetto....... qualcosa in più
della solita via della compensazione epidermica.
Non pensiate che il mio intervento sia dovuto ad una qualunque forma morale......... è mirato alla propria autodeterminazione, visto soprattutto dove spesso porta la riflessione a posteriori.
Quando si arriva a tradire, non importa quali siano i motivi addotti, a qualcosa è necessario aver abdicato!
Bruja
Sante parole le tue, Bruja!
Concordo pienamente con te e con quanto hai scritto.
Purtroppo, forse è più semplice fingere di pentirsi dopo aver fatto i porci comodi piuttosto che evitare di farli. E ' difficile dire: "Amo la persona X, voglio bene alla persona X e penso solo alla persona X". E' invece più semplice dire: "Ho sbagliato..ho cornificato con Y e Z la persona X...ma ad X tengo molto e l'amo tanto...eh, mi sono lasciato/a tentare...sai, siamo esseri umani...era un momento di bassa, un po' di crisi.."
E' nettamente più semplice questa seconda opzione. O no?!?!
 
O

Old Airforever

Guest
..guardate per esempio i TG o leggete i vari quotidiani. Senza fare nomi, quante persone hanno commesso il male (in ogni senso) e si nascondono dietro a lacrime da coccodrillo e chiedono perdono e scuse...e, guardacaso si pentono (pur di avere la pena scontata).
E a quanto pare, anche sentimentalmente è più semplice fare del male e poi fingere il pentimento..
 
F

Fedifrago

Guest
Non è cos' semplice...

Airforever, quanto tempo sei stato al massimo con una ragazza?

Cosa hai veramente condiviso della tua vita con un altra?

Quanto hai visto trasformarsi dell'innamoramento in amore e poi in un rapporto ancora diverso?

Rispondendo a queste domande, forse, capiresti che ci son altri "stadi" rispetto a quelli da te vissuti. Io son partito dalle aprole di franceska che ha cercato di fare ciò che bruja auspica, ovvero la preventiva esternazione delle proprie esigenze e richieste e solo dopo averne avuto il diniego, essersi lasciata andare, pur soffrendone perchè avrebbe voluto ricevere da chi ama certe attenzioni, certe emozioni.

Non stavo quindi parlando di chi compensa abitualmente per indole o altro.

Per questo mi disturbava un certo assolutismo.

Tutto qui.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
..a me disturba altro..

..caro Feddy..
a me disturba caricare di responsabilità il tradito!!

..mi disturba che stando con una persona non si chiarisca quali sono le aspettative..

..mi disturba soprattutto che si abbiano aspettative irrealistiche e poi se ne faccia carico al tradito..

Ebbene sì, le aspettative irrealistiche le ha il traditore che ..come dici bene tu Feddy...non è in grado di accettare la trasformazione del rapporto e la persona che si è SCELTA (o anche trovata...anche se una ne hai trovata) per vivere la storia, persona con il suo modo di essere e con la quale ha preso un impegno..senza pistola alla tempia..e che merita impegno e rispetto!!!
Sembra quasi che i traditori accusino il tradito di avere lui aspettative irrealistiche di...fedeltà..ma soprattutto sicerità e lealtà..

Quando si trova un'altra persona per cui si comincia a provare attrazione (e son convinta che questa persona è solo un "oggetto" non un soggetto di amore)..se ne parla col partner..e si sviscerano i problemi o se è realmente un soggetto per cui si prova un profondo sentimento ..se ne parla ugualmente!!
A parte che le esigenze..quando vengono espresse sono imbarazzanti per chi le esprime ..egocentriche
più ancora che egoistiche
...e sono espresse prima nel rapporto e non ascoltate proprio perché interpretate come momenti di regressione..
Se poi si analizzano profondamente i rapporti (e ne ho approfonditi molti non solo il mio) si scopre che chi ha visto non ascoltate esigenze e bisogni veri seri e profondi e avrebbe avuto ragione di cercare risposte altrove era proprio il tradito..


Poi ..è naturale...ogni persona e ogni rapporto è diverso e ci sono casi particolari (quello di Verena ad es.)
Una mia conoscente è rimasta incinta a 18 anni al primo rapporto con un ragazzo che frequentava da poco (per forza non avevano fatto le elementari insieme
) e è stato inevitabile sposarsi (in un paese 35 anni fa lo era...a meno che lui non si fosse defilato)..certo avrebbe dovuto pensarci prima..ma può succedere e si è impegnata e lui anche..ma erano legati solo da affetto e..sono 20 anni che ha amanti e nel frattempo ha lavorato in azienda e ha tirato su i fgli e nipoti..non è un modello
..ma è un caso a sé..

Ma molti troppi ..sono casi comuni ..banali...di bisogno di conferme e di nutrire il proprio narcisismo (e quindi problemi di insicurezza e identità il cui costo viene fatto pagare a chi si è impegnato per amarci e rassicuraci) in cui si vuole tingere d'amore qualcosa di egoistico e ..soprattutto..viste le conseguenze ...stupido
 

Bruja

Utente di lunga data
Fedifrago e non solo......

Adesso mi attirerò addosso decine di perplessità.............. ma sai bene che io dico quel che penso e spesso a sostegno delle mie idee scrivo svariati post.
Vuoi la mia vera concezione del tradimento, anche se spesso viene fatto in modo superficiale, sgangherato e senza preoccuparsi della sofferenza altrui?
Penso che, nella quasi totalità fatto salvo chi tradisce per passarsi il tempo, lungi dall'essere quel che appare, è una RICHIESTA DI AIUTO E DI ATTENZIONE, un po' come il broncio che fanno i bambini se li trascuri.
Ed è questo il motivo che mi fa sostenere che una richiesta di aiuto fatta in questo modo dimostra la non perfetta evoluzione della personalità di chi tradisce; intendiamoci non parlo della sfera esistenziale e della propria realizzazione sociale ed intellettuale, quanto della reazione istintiva a "problematiche affettive".
Un traditore spesso è una persona trascurata, ma non solo nella coppia, spesso lo è già dalla sua storia affettiva che parte dall'infanzia ed arriva all'adolescenza, fino alla giovinezza.
Sembrerebbe un giudizio tranchant , invece io lo intendo come chi non avendo completato le sue esigenze/esperienze affettive, non ha in sè le armi per affrontare un problema se non attraverso l'autoaggiustamento compensativo delle lacune.
Probabilmente questo mio pensiero sarà contrastato e mal assorbito, ma tutte le persone che ho conosciuto e che hanno tradito, avevano a loro volta subito un ben lontano e precedente "tradimento" nell'aspettativa affettiva che avrebbe dovuto renderle persone amate e felici.
Gide diceva che "non si avvertono le proprie catene quando si segue spontaneamente chi le trascina"..................ecco chi ci fa tradire ci offre un'altra catena che crediamo risolva le pastoie della prima, e spesso non siamo noi ad esserci liberati della "prigionia precedente" bensì è la nostra ricerca di affetto che ci fa infilare vita in altre catene che, spesso, sappiamo non porteranno da nessuna parte, ma che hanno solo la caratteristica di sembrarci le catene di una prigione dorata.
Quello che servirebbe, e so di chiedere l'utopia per eccellenza, è la libertà che offre il sentirsi amati, senza che questa prerogativa ferisca l'amore altrui. Chi si sente amato è pieno dell'amore che riceve e dell'amore che sente per se in quanto felice e compensato; ecco perchè quasi sempre riesce ad essera anche una persona che ama liberalmente e sa donarsi senza necessità trasgressive.
Credo che questa valutazione sia importante anche per i traditi perchè permette loro di capire cosa bisogna evitare per tenere lontano questo spauracchio della coppia.
Ok, fine della filippica, oggi è domenica e ho fatto il sermoncino!

Tanto lo sapete tutti che io le cose le dico ma non ho mai la pretesa che siano condivise o lapidarie................. le butto lì, poi decidete voi cosa ci sia di buono o di salvabile.
Bruja
 

Verena67

Utente di lunga data
Bruja ha detto:
Io ho grande considerazione per persone come Verena, ed una stima sincera per Fedifrago, tuttavia da loro, proprio per come li leggo, per il futuro mi aspetto....... qualcosa in più
della solita via della compensazione epidermica. Bruja
Grazie per la considerazione, ricambio!

Non so cosa tu ti aspetti da me, francamente non ho capito
, ma so cosa IO mi aspetto da me.
Mi aspetto di non ricadere piu' nel tradimento, perché non risolve alcunché.
Mi aspetto di fare di tutto per lavorare sul mio matrimonio, rendendolo - per entrambi, me e mio marito - il piu' soddisfacente possibile.
Mi aspetto che se mi capitasse di riprovare attrazione/interesse/innamoramento per un altro uomo, di bloccare sul nascere questo sentimento, senza mai di nuovo mancare di rispetto al mio coniuge o al contrario, rilevate determinate circostanze in me e nell'altra persona, di chiudere con decisione il rapporto con il mio coniuge PRIMA di venir meno all'impegno nei suoi confronti.

Non riesco ad essere davvero "pentita", se non altro perché ho imparato queste cose, a non venir mai meno - in futuro - al mio impegno (se necessario, sciogliendolo con decisione PRIMA di qualsiasi infedeltà).

Un bacio!​
 

MariLea

Utente di lunga data
Non registrato ha detto:
Mailea e Alberto, mi permetto di dire la mia.
Non conosco Airforever ma penso che quando si è messo con le Sue ex può anche darsi che non le conosceva...e Voi dite che può essere attratto da certi tipi di persone, da persone che sono portate al tradimento...
Anch'io in passato sono stato tradito. Quando mi sono fidanzato con quelle che ora sono le mia ex, le conoscevo da si e no una quindicina di giorni. Non conoscevo certamente questa loro mania di tradire. Parlo di mania perchè ho recentemente saputo che quando ha iniziato a frequentarmi, in realtà era fidanzata. Ho saputo che ora si è lasciata con chi mi ha cornificato per cornificarlo a sua volta con un'altro tizio.
E io dovrei credere a tutte le scuse che, chi cornifica ha sempre pronte?
Dai ragazzi, non pigliamoci per i fondelli.
Ci sono anche molti uomini traditori..ma diciamo che le donne, oggi come oggi sono diventate tremende.
Forse è per quest'ultimo motivo che Airforever, il sottoscritto e molti altri ricadono sempre con questo tipo di miserabili sciacquette. E ora non ditemi che sono maschilista.
E mettiamo caso che la colpa è di noi traditi, di noi che non diamo quello che le nostre ex volevano. Ok, ce ne assumiamo la colpa e le responsabilità. Ma non meritiamo di essere traditi, bensì lasciati. E sono due cose ben differenti!!
Buona domenica!
Non c'entra niente fare i maschilisti o le femministe in questo argomento, visto che chi tradisce lo fa, nella maggior parte dei casi, con persona appartenente al sesso opposto, e qui credo che siamo pari

Mettendo un attimo da parte gli infiniti motivi che possono portare un partner a tradire e dando per scontato che è meglio lasciare prima (cosa non sempre facile in determinate situazioni di famiglie con figli, precarietà economica ecc...), proponevo una riflessione sul ripetersi della problematica... perchè non credo al "capitano tutte a me".
Mi spiego meglio se ci riesco: molte donne sono molto attratte dal tipo "casanova" e quando iniziano una storia pensano che con loro sarà diverso o peggio ancora che lui cambi... ma lui non cambierà! Finita questa storia, ricascano col nuovo "casanova" di turno (bella sfida conquistare l'uomo più corteggiato, quello che tutte desiderano...) e ricomincia il tormento, la gelosia, i tradimenti....
Lo stesso dicasi per gli appassionati di "casanova in gonnella"...
Ti porto un esempio di recidiva: l'ex marito di mia cognata, donna notoriamente poco intelligente, quando lei era incinta le disse: speriamo che il bambino non prenda la mia bellezza (lui era veramente bruttino) e la tua intelligenza. Il loro matrimonio è finito per i grandi casini che lei aveva combinato (in maggior parte di tipo economico..). Qualche tempo fa lui mi invita a cena assieme ad altri amici per farci conoscere la nuova compagna. Ed ecco che mi trovo davanti un altro "tipo mia cognata"... non è possibile che capitino tutte a lui ddai! Evidentemente gli piacciono cretine!
 

Bruja

Utente di lunga data
Verena

................. quello che tu scritto di aspettarti da te stessa è la stessa cosa che mi aspettavo anch'io

Bruja
 
N

Non registrato

Guest
mailea ha detto:
Non c'entra niente fare i maschilisti o le femministe in questo argomento, visto che chi tradisce lo fa, nella maggior parte dei casi, con persona appartenente al sesso opposto, e qui credo che siamo pari

Mettendo un attimo da parte gli infiniti motivi che possono portare un partner a tradire e dando per scontato che è meglio lasciare prima (cosa non sempre facile in determinate situazioni di famiglie con figli, precarietà economica ecc...), proponevo una riflessione sul ripetersi della problematica... perchè non credo al "capitano tutte a me".
Mi spiego meglio se ci riesco: molte donne sono molto attratte dal tipo "casanova" e quando iniziano una storia pensano che con loro sarà diverso o peggio ancora che lui cambi... ma lui non cambierà! Finita questa storia, ricascano col nuovo "casanova" di turno (bella sfida conquistare l'uomo più corteggiato, quello che tutte desiderano...) e ricomincia il tormento, la gelosia, i tradimenti....
Lo stesso dicasi per gli appassionati di "casanova in gonnella"...
Ti porto un esempio di recidiva: l'ex marito di mia cognata, donna notoriamente poco intelligente, quando lei era incinta le disse: speriamo che il bambino non prenda la mia bellezza (lui era veramente bruttino) e la tua intelligenza. Il loro matrimonio è finito per i grandi casini che lei aveva combinato (in maggior parte di tipo economico..). Qualche tempo fa lui mi invita a cena assieme ad altri amici per farci conoscere la nuova compagna. Ed ecco che mi trovo davanti un altro "tipo mia cognata"... non è possibile che capitino tutte a lui ddai! Evidentemente gli piacciono cretine!
Se l'ex marito di tua cognata, ha conosciuto e frequentato l'altra donna e, nonostante avesse le identiche caratteristiche della sua ex moglie ti do ragione.
Ma se ha conosciuto l'altra tizia e si è messo quasi subito assieme ad essa, può darsi che mai più avrebbe pensato di accapparrarsi un'altra cretina (scusa se uso questo termine..ma lo faccio solo per ripetere i termini da te usati.
Non può darsi che esistano un po' troppe cretine al mondo???
Io ragionerei un po' più su questa mia domanda...
 

Lettrice

Utente di lunga data
Non registrato ha detto:
Se l'ex marito di tua cognata, ha conosciuto e frequentato l'altra donna e, nonostante avesse le identiche caratteristiche della sua ex moglie ti do ragione.
Ma se ha conosciuto l'altra tizia e si è messo quasi subito assieme ad essa, può darsi che mai più avrebbe pensato di accapparrarsi un'altra cretina (scusa se uso questo termine..ma lo faccio solo per ripetere i termini da te usati.
Non può darsi che esistano un po' troppe cretine al mondo???
Io ragionerei un po' più su questa mia domanda...
Sono stata con diversi stronzi ma non mi e' mai capitato di pensare che forse ci sono troppi stronzi al mondo...ma solo che forse e' uno stronzo che vado cercando!!!!

No, non puo' darsi che ci siano troppe cretine al mondo...le cretine possono anche esistere e ne hanno diritto (cosi' come gli stronzi) il problema e' di chi va a sceglierle...

Riferendomi al tuo altro post e all'espressione le donne sono terribili...ma vatti un po' a leggere quello che i tuoi simili vanno scrivendo!!!!

Buona domenica
 

MariLea

Utente di lunga data
Non può darsi che esistano un po' troppe cretine al mondo???
Al mondo c'è di tutto! e generalizzare è semplicistico e sbagliato perchè può essere solo una battuta di spirito, dovuta magari ad un momento di rabbia, ma non risolve niente.
A parte che certe caratteristiche della persona sono abbastanza evidenti da subito e non ci vuol molto tempo a scoprirle, direi (specie se si è scottati) di non buttarsi a capofitto investendo in una storia con una persona che non si conosce bene.
 
A

Alberto

Guest
Quando dico che il comune denominatore di ogni storia che viviamo siamo noi, intendo dire che quello che realizziamo in un rapporto è, almeno per un 50%, ascrivibile alla nostra persona e di questo, che ci piaccia o no, ci dobbiamo fare carico.
Non esistono comportamenti o relazioni standard, siamo individui e non numeri sui quali elaborare teoremi.
Se ottengo lo stesso risultato, pur cambiando partner, motivo in più per rivisitare e magari correggere i miei comportamenti, i miei atteggiamenti mentali, consapevoli ed inconsapevoli, e non per sentirsi vittime di un universo che cospira a mio danno, di esseri spregevoli che il fato ci pone sul cammino.
Questo, sia detto, senza giudizio e senza condanna per alcuno.
Penso che nessuno si diverta a tradire, men che meno a subire un tradimento ma, per favore, cancelliamo il vocabolo "colpa" e sostituiamolo con "responsabilità".
Assumiamoci la nostra, in ogni caso, che sarebbe già un passo avanti non solo verso gli altri ma, principalmente, verso noi stessi.
 

Bruja

Utente di lunga data
Alberto

Chapeau !
Quanto poco senso di responsabilità basterebbe a volte per evitare inutili perdite di tempo a tutti.
Fra i peccati ascrivibili al tradimento, metto questo ai primi posti. Tutto può essere sistemato, aggiustato, modificato, ma il tempo perso lo è per sempre, neppure Dio ce lo può rendere, ed è tempo della nostra unica vita.
Bruja
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top