Aiuto sto' tradendo veramente...

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
N

Non registrato

Guest
giorni di inferno (per Bruja)

Mio marito si è risvegliato dal letargo in cui viveva da tre anni e ieri, mi ha confessato di essersi reso conto della mia infelicità, mi vede come schiacciata dal nostro rapporto che lui, però, riteneva idilliaco. Non capisco il perchè di questa presa di coscienza, dice di sentirsi vuoto e non sa se vuole stare con una persona che non è felice insieme a lui. Ho provato tanta tenerezza, affetto, compassione, ma non sento dolore, non verso lacrime.....sono queste le cose di cui parlo, la passione che secondo me non c'è più tra noi, ho provato a spiegarlo ma lui dice è normale che con il tempo queste sensazioni lascino il posto all'affetto, alla stabilità emotiva...Io ho 28 anni voglio passione, desiderio, gelosia, è sbagliato? Ho posto la fatidica domanda al mio amante, come tu Bruja avevi suggerito, stamattina gli ho inviato una mail, so che avrei dovuto farlo di persona, ma questa settimana è fuori per lavoro ed io non posso aspettare, ho bisogno di sapere subito se vuole stare con me davvero, come una coppia reale. Ho un paura enorme della risposta ma era da troppo tempo che me la portavo nel cuore, dice che anche lui mi ama, è giunta l'ora di dimostrarlo. Spero solo che ne abbia le palle per farlo! Un abbraccio a tutti da innamoratadellamante
 

Bruja

Utente di lunga data
strano risveglio....

Una volta ci si risvegliava in primavera, dopo il disgelo, non a estate avviata.
Questo per dire che è una strana cosa quella che sostiene tuo marito.
Per intenderci è emblematico che dica che non sa se vuole stare con una persona che non è felice con lui........ Non credo alla sensibilità col timer.... se eri infelice, di tempo per capirlo ne ha avuto a iosa!!! Credo invece che sia inerte e che non abbia stimoli a ricostruire, esattamente come te, solo che tu sei già altrove con la tua voglia di vivere, lui è come un buon travet dell'affetto. Forse non è neppure colpevole, è solo statico.
Io sono per la chiarezzae la coerenza e ormai il tuo matrimonio è esanime, spero solo che, come sembra, il tuo amante ti offra le condizioni in cui tu speri.

Ma lo ripeterò fino alla nausea, non è lui che risolverà la tua vita, sei tu che devi prenderla fra le mani e farne quello che desideri e speri. L'amante è il contorno della pietanza..... si chiama libero arbitrio.
Ti auguro quello che speri accada ma sii presente a te stessa e ricorda che ogni unione ha i suoi lati imprevisti e le sue incognite. La felicità è uno stato temporaneo, ma rammenta che sei tu a dover essere felice, la felicità di coppia non è mai disgiunta dalla propria "felice realizzazione".
Cari auguri e in bocca al lupo.
Bruja
 

Verena67

Utente di lunga data
wilee71 ha detto:


E alla mia domanda se mi voleva bene lei mi rispose "un pochino ?" . Quella discussione termino? in modo triste e con dolore le diedi l?addio.
Ora se prima avevo dei dubbi se continuare o no adesso me li sono tolti tutti?! Pero? resta ancora un altro mio dubbio, ma lei mi voleva bene come diceva o era tutta una scusa per avere un breve "flirt estivo"!




La seconda che hai detto!

La donna che ama davvero può soffrire, e decidere di chiudere perché soffre (tu poi se non ricordo male era quello che "taceva" sulla sua condizione di sposato...te lo dicevo che marcava male!), quella che "usa" è indifferente e passa agevolmente da un divertimento esistenziale all'altro.
Non ti sei perso niente, torna nei ranghi. Non era certo un grande amore, lenisci il tuo orgoglio ferito e vai oltre.
Un bacio


 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top