Sara

Lostris

Utente Ludica
mmm, tanti "se", come tante incognite in una complicatissima equazione, ma solo se bari il risultato è "magari potevamo essere felici".
Concordo molto.
Sono del partito “se poteva essere.. lo sarebbe stato”

Non trovo il senso di ricamare sul passato.
Non torna.
 

bettypage

Utente acrobata
mmm, tanti "se", come tante incognite in una complicatissima equazione, ma solo se bari il risultato è "magari potevamo essere felici". Lei invece mi sembra più il risultato di una equazione molto semplice, inserisci me, scompare lei e al suo non compare niente di meglio.
Dei "se" e dei "ma" sono piene le fosse si dice.
Non so se avreste potuto essere felici, quello che traspare è la tua presa di coscienza per esserti fatto scivolare di mano un amore.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
A nessuno è venuto in mente l'equivalente maschile di Valentina65?

più romantico a suo modo e meno inquietante, ma la modalità parvemi quella
 

danny

Utente di lunga data
Tua madre l’ho amata.

Avevo promesso che l’avrei amata per sempre.

L’avevo promesso anche a me stesso.

Poi un giorno le ho detto che non l’amavo più e che avevo un’altra.

Mica lo sapevo che invece l’avrei amata per sempre.

Okok sono cose che non vanno dette, lei mica lo sa. Fai finta anche tu che non te l’abbia detto.

E comunque, io sono sicuro che da qualche parte ce le ha ancora le foto di noi due insieme.

Ai tempi le foto le stampavamo. Non le ha buttate. Garantito al limone.

E’ che tradire è bellissimo. E’ tipo una droga.

Immagino eh, io non mi sono mai drogato, manco le canne, non ho mai nemmeno pagato una donna per sesso. Insomma, sono uno tranquillo, niente di speciale, però le donne sono il paradiso e tradire…

tradire è bellissimo.

Tipo…io con la mia amante in una città orientale, tre giorni, hotel con il king size, ristoranti di lusso, tutto perfetto, venerdi ore 18 atterro ore 19 sono docciato ore 19:15 la mia compagna torna dal lavoro. Perfetto. Ma no…, mica la mia compagna era tua madre, ci eravamo già lasciati da anni…

Tipo…la bielorussa che nemmeno parla italiano, aveva due cosce cosi lunghe da essere sproporzionate rispetto al resto del corpo, quindici anni più giovane di me e pure innamorata. Cioè…sesso che se non stai attento una cosi ti risucchia il cervello tra le cosce. Ma come fai a dire no?

Cioè, la droga non so come sia, ma “viva la figa” scritto sul muro lo sottoscrivo.

Sara, è che tradire è bello.

Ti arriva questa botta di adrenalina tra capo e collo mentre fai la tua vita di sempre, diventi “bravo” (o almeno pensi di esserlo), bravo a mentire, bravo a fingere

c’era una pubblicità una volta diceva “tu is mej che uan” due è meglio di una, capisci che intendo…? Cioè fai sesso con due donne, magari una al mattino in un motel e una la sera a casa tua.

Ti senti un figo. Alla fine mica sei vecchio no? Hai anche due lire da spendere. Che devi fare?



Sara, si…

Poi arriva anche il momento che capisci che in fondo tradire

fa schifo.

Quando torni a casa con l’odore di quell’altra addosso e apparecchi il sorriso o l’espressione di sempre mentre apri la porta di casa, cosi non ti sgamano.

Quando alla fine, si, hai anche scopato, bravo! È quindi?

Quando ti guardi allo specchio e, oh, dai, diciamoci la verità, non sei nemmeno figo, anzi.

Quando alla fine sei solo un poveretto.

Lo dico sempre io, servirebbe lo psicologo della mutua, come il medico generico, lo psicologo, dai 13 anni visita obbligatoria e check ogni sei mesi.



Poi il tempo passa, non ti ricordi nemmeno più che piani avevi, anzi… Sara…sai che non mi ricordo più cosa ti volevo dire?

Sabrina l’ho lasciata anni fa, nel modo peggiore possibile, una mattina qualunque.
Si è sposata qualche anno fa. Vive in una bella villa con un bosco vicino che gli alberi li puoi toccare.
Certe mattine ci sono gli scoiattoli che corrono in giardino.

Sara è nata nel 2020.
Bravo.
Un bel racconto. Complimenti.
 

bettypage

Utente acrobata
Non tanto.
Qui mi sembra traspaia un certo autocompiacimento ed egocentrismo che in lei non vedo.
Io non vedo autocompiacimento. Egocentrismo sì.

È una resa.
 

ermik

Utente di lunga data
E' un modo di tradire che non concepisco, come non concepisco le gare clandestine di automobili o tutto quello fatto per l'adrenalina fine a se stessa.
Lo capisco ma non lo condivido.
Sono un traditore ma l'ho sempre fatto per altri motivi, e non necessariamente parlo di amore. In quanto traditore sono oggettivamente uno "stronzo", ma per la sorta di quella "famosa e mitologica"etica del tradimento non credo di essermi mai sentito stronzo come ti senti tu.
Se guardo il lato facile della cosa, tipo vedere un film di muccino o leggere un libro di fabio volo, potrei anche farti i complimenti per come e cosa hai scritto, ma poi, pensandoci su, posso solo dire "cazzi tuoi"
 

Lenny

Utente
Sono contento che sia piaciuto a molti un modo diverso di scrivere una storia. Cercavo punti di vista diversi, è il posto giusto, mi sembra.
 

mistral

Utente di lunga data
Certo che una simile lettera ad una neonata figlia di una ex ultra cornificata,mi sa di “tu non sai chi sono io”.
Probabilmente per la mamma di Sara è stata solo una parentesi da dimenticare il prima possibile.
Passato remoto
 

spleen

utente ?
Certo che una simile lettera ad una neonata figlia di una ex ultra cornificata,mi sa di “tu non sai chi sono io”.
Probabilmente per la mamma di Sara è stata solo una parentesi da dimenticare il prima possibile.
Passato remoto
Perchè il passato è da dimenticare?
Anche se pensi di aver chiuso per sempre con il passato, è il passato a non aver chiuso con te 😁 (cit.)
 

Lenny

Utente
Certo che una simile lettera ad una neonata figlia di una ex ultra cornificata,mi sa di “tu non sai chi sono io”.
Probabilmente per la mamma di Sara è stata solo una parentesi da dimenticare il prima possibile.
Passato remoto
Concordo molto.
Sono del partito “se poteva essere.. lo sarebbe stato”

Non trovo il senso di ricamare sul passato.
Non torna.
si infatti, non è un "se" o "potevamo essere", ci ho messo tanto a capirlo ma l'ho capito.
 

Lenny

Utente
Certo che una simile lettera ad una neonata figlia di una ex ultra cornificata,mi sa di “tu non sai chi sono io”.
Probabilmente per la mamma di Sara è stata solo una parentesi da dimenticare il prima possibile.
Passato remoto
il tuo sembra un commento da tradita che non ha dimenticato proprio niente, dovrei andare a cercare la tua storia da qualche parte qua. La madre di Sara non ha dimenticato ma è andata avanti, serenamente, una serenità costruita un giorno alla volta. Non ha dimenticato, ha superato e costruito, forse è meglio, no?
 
Top