Io questo coraggio non ce l'ho

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Non registrato ha detto:
Io sono esattamente nella tua situazione - anzi se vuoi ancora più grave - da un anno e tre mesi tradisco mia moglie un bambino nato nel 04 a luglio del 2005 (moglie incinta) nasce la mia storia - banale, una collega , anch'essa sposata senza figli -. Ho tradito consapevolmente, non ho saputo rinunciare alla tentazione, un periodo difficile con mia moglie (forse il primo vero in un bellissima storia di una vita) e sono miseramente crollato. nessuna attenuante, nessuna scusante. pochezza d'animo, niente di più... credevo di essere un uomo tutto di un pezzo, con dei valori veri, e invece.... quest'anno nasce il mio secondo bimbo... mia moglie e i miei figli li ho allontanati in un esilio dorato al mare per meglio gestire il neonato e far godere il mare al mio bimbo più grande. il mio lavoro di manager mi permette il resto .... in realtà io volevo avere solo campo libero e poter godere di una persona per cui ho letteralmente perso la testa. dopo ennesimi tentativi - di distacco - da parte di entrambi non ci vediamo più. chissà forse è la volta buona, forse no. ho pensato di lasciare tutto e tutti, economicmente potrei farlo, e di vivere la mia "avventura" lei ha detto no, non vuole rinunciare a ciò che ha. Chissà come avrei reagito se mi avesse detto si ? meglio non domandarselo... non so se ce l'avrei mai fatta, a distruggere mia moglie, non lo so. Tutti questi mesi ho condotto una doppia vita fatta di menzogna. Il tuo stato d'animo e le tue parole mi hanno colpito molto, davvero molto. so di avere tolto molto a mia moglie, allo sguardo dei miei bimbi ai miei tanti we passati in maniera "assente" e per quanto io abbia cercato di stare vicino a tutti loro so - per consapevolezza di quanto avrei potuto dare - di aver mancato e molto. Quando penso a tutto ciò che mi è capitato, ripenso alle sensazione ad attimi, istanti che per quanto bellissimi non avrebbero dovuto essere vissuti. O meglio, avrebbero potuto essere vissuti solo dopo aver fatto determinate scelte: distruggere una persona (mia moglie) colpevole solo di non essere così speciale come l'altra (che parte un tantino in vantaggio per essere sempre libera, avvenente e senza figli) e reso, quanto meno, più difficile la crescita dei miei figli. So di essere piuttosto negativo su me stesso ma, credimi date le circostanze è proprio difficile assolversi. ripeto credevo di essere una persona buona e disponibile e pronta ad aiutare sempre le persone che gli stanno vicino e, putroppo mi sono scoperto di tutta altra pasta.... Solo tu sai cosa passi e faccio fatica ad augurarti qualsiasi cosa. spero tu possa riacquisire serenità, quella serenità che io stesso cerco e che mi permetta ricominciare a vivere, sicuramente con senso di colpa, ma andare incontro alla vita con l'intensità e tutta la passione che merita e soprattutto con sincerità qualunque siano le decisioni che si prenderanno.
un caro saluto
Santo cielo ..e hai avuto anche un secondo figlio!!!!
Ma perché?!!! Dire sono debole ..non è una spiegazione...
Perché? Davvero devi capirlo!
La nascita di un bambino è il momento cruciale per il cambiamento del rapporto di coppia che deve diventare più adultto e uscire dall'egoismo a due per aprirsi al dono incondizionato della genitorialità e tu ..sei scappato ricercando l'adolescenza...
Sono ..basita
 
O

Old fay

Guest
x non registrato

Caro non reigstrato (registrati se puoi) la mia storia è identica alla tua, solo che io sono donna, moglie e mamma! Che dirti? Hai già detto tutto tu! Un bel casino, non so quanti anni hai forse lo hai detto pure, ma credo che il tuo sia soltanto l'inizio di quel che un domani potrebbe accadere sul serio. Passati i bimbi piccoli forse, non so. Ciao!
 
N

Non registrato

Guest
Persa/Ritrovata ha detto:
Santo cielo ..e hai avuto anche un secondo figlio!!!!
Ma perché?!!! Dire sono debole ..non è una spiegazione...
Perché? Davvero devi capirlo!
La nascita di un bambino è il momento cruciale per il cambiamento del rapporto di coppia che deve diventare più adultto e uscire dall'egoismo a due per aprirsi al dono incondizionato della genitorialità e tu ..sei scappato ricercando l'adolescenza...
Sono ..basita
ti dirò che lo sono un pò anche io tutto è iniziato una settimana dopo il concepimento (non cercato) del secondo bimbo. comunque sicuramente tutti i sacrifici fatti tutta la fatica anche per tenere in piedi un rapporto non sempre facile mi ha fatto ....scappare.... sono, come si dice al vento..... ma è successo e credimi, io per primo, se leggessi quanto ho scritto poco fa, sarei il primo a condannare con fermezza e a giudicare con grande severità. non ci sono ma e non ci sono se. errori, gravi ma tant'è...
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
mi sto impegnando..

Non registrato ha detto:
ti dirò che lo sono un pò anche io tutto è iniziato una settimana dopo il concepimento (non cercato) del secondo bimbo. comunque sicuramente tutti i sacrifici fatti tutta la fatica anche per tenere in piedi un rapporto non sempre facile mi ha fatto ....scappare.... sono, come si dice al vento..... ma è successo e credimi, io per primo, se leggessi quanto ho scritto poco fa, sarei il primo a condannare con fermezza e a giudicare con grande severità. non ci sono ma e non ci sono se. errori, gravi ma tant'è...
Cerco di capire e non essere severa ..non è nella mia natura ..ma ..lo riconosci anche tu!!! Ti sei messo da solo in una situazione assurda..
Esistono anche i profilattici!!

Il fatto che tu dica che stai soffrendo e che sei sconcertato di te stesso attira un minimo di comprensione materna ..ma sei un po' grandino ..per essere considerato un biricchino!!
Comunque mi sembra di aver capito che l'amante desidera rimanere tale e che non avanza pretese (non contarci troppo ...le donne prendono sul serio queste cose...e visto la tua "attenzione".. potrebbe rimanere incinta anche lei..)..ma se tu intendi mantenere una doppia vita ingannando tua moglie con due bambini piccolissimi ..sappi che non la stai semplicemente tradendo ..le stai facendo una cosa atroce nel momento in cui è più importante la tua presenza e la tua rassicurazione..mentre anche lei deve trovare la sua nuova dimensione...e sicuramente non può neanche lontanamente sospettare che mentre lei era travolta dall'esperienza meravigliosa e rivoluzionaria e stravolgente di due maternità ravvicinate tu ...

Potresti pagare cara questa evasione dalla realtà e farla pagare a tua moglie e a due bambini che non hanno ancora cominciato a scoprire il mondo e ..gli stai già preparando cose tremende..

Cerca un aiuto professionale ..la tua fuga indica una paura del ruolo adulto veramente pericolosa..
 

Bruja

Utente di lunga data
non reg.to

Non entro nel merito della tua vicenda, hai chiarito tutto e se tu non hai risposte che potremmo dire noi se non di riflettere e ponderare a lungo?
Quello che mi lascia perplessa è una tua analisi............. l'altra ha il vantaggio di essere libera, avvenente, senza figli ed alla fine di piacerti di più!!!
Bene, quindi è tutto casuale al fatto che ha attrattive, libertà, possibilità e modalità per sfruttarle, anche se non vuole rinunciare a quello che ha.........
Questo non ti fa capire un paio di cose circa il valore intrinseco di tua moglie e di lei? Inoltre non credi che anche tua moglie potrebbe essere al posto della tua amante e viceversa se lei fosse stata piombata (e lo dico con affetto) da due bambini?
Ho la sensazione che quello che ci piace da morire in una persona è che sia comoda, abbia tempo, voglia e disponibilità da dedicarci, caratterisctiche che non sempre ha chi deve badare a figli e famiglia senza grilli in testa.
Non è una reprimenda la mia, ma capita mai a qualcuno di pensare come valutereste vostra moglie se si comportasse come la vostra cara amante, di più, se non fosse la vostra amante, la "assolvereste" moralmente anche dalla comodità e dalla doppiezza che distribuisce al marito e, in misura adeguata, anche a voi.
Non voler mollare il marito ma tradirlo tranquillamente non è un fulgido esempio di correttezza e coerenza, non tanto morale quanto esistenziale.
Mi fermo qui, nel forum abbiamo anche traditori che potranno darti qualche parola di conforto, aggiungo solo che io stimo che chi sappia fare un'analisi così accurata, sia proprietario di un'intelligenza che può benissimo superare il conforto ed affrontare la maturità della vita.
Bruja
 
N

Non registrato

Guest
Bruja ha detto:
Non entro nel merito della tua vicenda, hai chiarito tutto e se tu non hai risposte che potremmo dire noi se non di riflettere e ponderare a lungo?
Quello che mi lascia perplessa è una tua analisi............. l'altra ha il vantaggio di essere libera, avvenente, senza figli ed alla fine di piacerti di più!!!
Bene, quindi è tutto casuale al fatto che ha attrattive, libertà, possibilità e modalità per sfruttarle, anche se non vuole rinunciare a quello che ha.........
Questo non ti fa capire un paio di cose circa il valore intrinseco di tua moglie e di lei? Inoltre non credi che anche tua moglie potrebbe essere al posto della tua amante e viceversa se lei fosse stata piombata (e lo dico con affetto) da due bambini?
Ho la sensazione che quello che ci piace da morire in una persona è che sia comoda, abbia tempo, voglia e disponibilità da dedicarci, caratterisctiche che non sempre ha chi deve badare a figli e famiglia senza grilli in testa.
Non è una reprimenda la mia, ma capita mai a qualcuno di pensare come valutereste vostra moglie se si comportasse come la vostra cara amante, di più, se non fosse la vostra amante, la "assolvereste" moralmente anche dalla comodità e dalla doppiezza che distribuisce al marito e, in misura adeguata, anche a voi.
Non voler mollare il marito ma tradirlo tranquillamente non è un fulgido esempio di correttezza e coerenza, non tanto morale quanto esistenziale.
Mi fermo qui, nel forum abbiamo anche traditori che potranno darti qualche parola di conforto, aggiungo solo che io stimo che chi sappia fare un'analisi così accurata, sia proprietario di un'intelligenza che può benissimo superare il conforto ed affrontare la maturità della vita.
Bruja
Accetto sia le critiche di Persa/Ritrovata sia quanto esposto da Bruja. e quanto voi dite mi spinge - come sempre ad ulteriori riflessioni - ha sicuramente ragione persa/ritrovata quando dice che "sono scappato" si, è vero. non consapevolmente non in maniera premeditata ma ho fatto molta fatica per affermarmi per poter garantire sempre una deguata sicurezza economica a mia moglie. ho lavorato (tanto) di giorno, studiato la notte. la laurea il master l'esame di stato la lotta per la carriera ; vengo dal nulla non ho genitori possidenti o altro, solo persone che mi hanno insegnato a non fare ciò che poi ho puntualmente fatto: tradire la fiducia di chi ci vuole bene. ripeto, non mi assolvo per nulla, anzi. quando ho accettato l'"invito" ho sentito dentro di me che stao per rovinare qualcosa, forse irrimediabilmente. e ripeto, non tanto perciò come mi sono effettivamente comportato con mia moglie in quanto - nella massima doppiezza e bassezza - ho fatto in modo che non si accorgesse di nulla (per ora). non è dietro la clinica privata o i gioielli che mi voglio riparare, proprio perchè sono consapevole del sostegno che AVREI potuto dare e non ho dato. per ogni volta che potevo stringere a me i miei bimbi e non l'ho fatto, perchè non c'ero e non Per lavoro. Eppure, nonostante la mia lucida analisi, sono qui uomo tra gli uomini, proprio io, additato come il marito perfetto, bello, ricco, giovane e sensibile. si ma gratta gratta (e nemmeno troppo) trovi ripeto solo pochezza e forse, la voglia di scappare. Ho amato tanto mia moglie l'ho aiutata a crescere aiutata a superare le sue difficoltà esistenziali, convinto di non dover ricevere mai nulla in cambio, convinto fosse giusto dare senza dover ricevere. e di questo me ne faccio colpa, di non aver parlato di non aver nemmeno tentato di condividere il peso, la responsabilità di tutte le scelte del fatto che mi si poteva voler bene lo stesso anche se non avessi avuto successo se non avessi raggiunto la ricchezza, per ciò che ero. Troppo orgoglio per parlare, troppo orgoglio per fallire; risultato un fallimento ancora più grande. spero di farcela, di mettermi i discussione del tutto e di trovare la forza per volermi bene di nuovo. comunque capisco ogni "schiaffo" che ognuno di voi mi vorrà dare, perchè, ripeto io, a leggere quanto ho scritto, solamente un anno fa, non mi sarei potuto capacitare della bassezza di una persona che pone in essere tali comportamenti . eppure devo andare avanti o per lo meno provare.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Non registrato ha detto:
Accetto sia le critiche di Persa/Ritrovata sia quanto esposto da Bruja. e quanto voi dite mi spinge - come sempre ad ulteriori riflessioni - ha sicuramente ragione persa/ritrovata quando dice che "sono scappato" si, è vero. non consapevolmente non in maniera premeditata ma ho fatto molta fatica per affermarmi per poter garantire sempre una deguata sicurezza economica a mia moglie. ho lavorato (tanto) di giorno, studiato la notte. la laurea il master l'esame di stato la lotta per la carriera ; vengo dal nulla non ho genitori possidenti o altro, solo persone che mi hanno insegnato a non fare ciò che poi ho puntualmente fatto: tradire la fiducia di chi ci vuole bene. ripeto, non mi assolvo per nulla, anzi. quando ho accettato l'"invito" ho sentito dentro di me che stao per rovinare qualcosa, forse irrimediabilmente. e ripeto, non tanto perciò come mi sono effettivamente comportato con mia moglie in quanto - nella massima doppiezza e bassezza - ho fatto in modo che non si accorgesse di nulla (per ora). non è dietro la clinica privata o i gioielli che mi voglio riparare, proprio perchè sono consapevole del sostegno che AVREI potuto dare e non ho dato. per ogni volta che potevo stringere a me i miei bimbi e non l'ho fatto, perchè non c'ero e non Per lavoro. Eppure, nonostante la mia lucida analisi, sono qui uomo tra gli uomini, proprio io, additato come il marito perfetto, bello, ricco, giovane e sensibile. si ma gratta gratta (e nemmeno troppo) trovi ripeto solo pochezza e forse, la voglia di scappare. Ho amato tanto mia moglie l'ho aiutata a crescere aiutata a superare le sue difficoltà esistenziali, convinto di non dover ricevere mai nulla in cambio, convinto fosse giusto dare senza dover ricevere. e di questo me ne faccio colpa, di non aver parlato di non aver nemmeno tentato di condividere il peso, la responsabilità di tutte le scelte del fatto che mi si poteva voler bene lo stesso anche se non avessi avuto successo se non avessi raggiunto la ricchezza, per ciò che ero. Troppo orgoglio per parlare, troppo orgoglio per fallire; risultato un fallimento ancora più grande. spero di farcela, di mettermi i discussione del tutto e di trovare la forza per volermi bene di nuovo. comunque capisco ogni "schiaffo" che ognuno di voi mi vorrà dare, perchè, ripeto io, a leggere quanto ho scritto, solamente un anno fa, non mi sarei potuto capacitare della bassezza di una persona che pone in essere tali comportamenti . eppure devo andare avanti o per lo meno provare.
Se rileggi quello che hai scritto ..ti rendi conto che esce il ritratto di un uomo estremamente insicuro che cerca di trovare la stima di sè attraverso la carriera e i soldi e poi ..teme di essere amato per quello e ..forse (dico forse) ..dà un valore eccessivo ai propri sforzi e al proprio impegno (hai studiato e lavorato e fatto carriera per TE ..MICA AVRESTI FATTO VOLENTIERI IL FATTORINO SE FOSSI STATO SINGLE!)
Ma il tragico e il paradossale è che poi hai cercato l'apprezzamento proprio da una persona che ti conosce sul lavoro e, quindi, ti apprezza proprio per quello che sei "socialmente"..mentre magari quella che ti apprezza per quello che sei ..è proprio tua moglie..
Hai sicuramente bisogno di un aiuto professionale ..presso il consultorio della asl è anche gratuito e ...vale lo stesso!
 

Bruja

Utente di lunga data
aspetta.......

Se hai dato tanto a tua moglie ma non hai mai esternato la tua necessità di avere un ritorno, può essere che sia dovuto a tua insipienza o a scarsa attenzione da parte di lei, ma non si possono addebitare alle persone che vengono dopo, i pesi di una vita che ci è stata poco facile e che ci ha fatto sudare quello che abbiamo conquistato.
In quqlche modo hai permesso che lei non interferisse perchè i segnali che mandavi erano di grande autonomia, e guarda che non sto facendo reprimende o accuse, ma solo una valutazione di qiò che esponi.
Il troppo orgoglio ti ha accecato, come spesso accade, ma non parlare di fallimento, la qua analisi è una prevenzione di fallimento, ne hai preso coscienza e in qualche modo dovrai affrontare la cosa. Vedi volerti bene significa cercare ciò che ti dona benessere non ciò che soddisfa i tuoi istinti immediati. Oggi sei in questa situazione per queste "soddisfazioni compulsive" e non per quelle riflessive che sarebbero state più idonee.
Non si tratta di schiaffi, qui si cerca di capire e, dove possibile, aiutare.
Tutti possono cadere, la vera prova è superare sè stessi e le proprie debolezze che sono la causa delle bassezze che vai enunciando.
Credo che tu debba metterti alla prova, ma anche se lo farai per tua moglie ed i bimbi, è per te stesso che devi farcela, per poterti dire che così come sei caduto, ti sei rialzato.
La vita non è una salita unica e decisa, è un grafico, ci sono aslti e bassi, ma se nei bassi non si alza lo sguardo verso l'alto, il grafico si appiattisce e quando accade non importa che sia al minimo o al massimo livello, semplicemente si è statici e ci si lascia vivere.
Tu orgoglioso e pieno di tenacia come sei, hai sempre vissuto intensamente, anche in questo spiacevole frangente; vuoi fermarti proprio ora? Quando puoi dimostrare a te stesso che sei migliore delle tue debolezze?
Buone riflessioni

Bruja
 

Verena67

Utente di lunga data
per il Non registrato du jour

...innanzitutto...in questa tua storia c'è una nota "stonata". Mi sembra un po' troppo patinata. Ok, sono una vecchia cinica
, ma comunque mi rendo conto che per farsi capire bisogna semplificare


Sei un po' come Michele l'Assaggiatore di Whisky, se qualcuno ricorda come me quella vecchia pubblicità
Troppo patinato e yuppie per essere VERO in QUESTO mondo
Ma facciamo finta che così sia!


Torniamo al dunque. La tua amante il marito non lo lascia, lei è "comoda" così. Non ho mai letto la parola AMORE. Quindi ne deduco per te non sia amore. Per lei sicuramente no, le donne di solito le palle ce le hanno e se AMANO si comportano di conseguenza.

Per cui il vostro è un amorazzo da scrivania, né piu' né meno.

Yawn.


Cosa vuoi che ti dica, figlio mio. Il problema è tutto interno al TUO matrimonio, e al rapporto con TUA moglie, visto che il rapporto con l'altra è così evanescente. Potresti tradirla con il torneo di calcetto, e sarebbe ESATTAMENTE (o quasi) la stessa cosa.

Prima di devastare la vita sua e dei bimbi per recuperare l'adolescenza perduta, componiti, mi raccomando!

Ci vedo non un problema di adulterio, qui, ma solo di IMMATURITA' GALOPPANTE.

Besos!
 
N

Non registrato

Guest
Bruja ha detto:
Se hai dato tanto a tua moglie ma non hai mai esternato la tua necessità di avere un ritorno, può essere che sia dovuto a tua insipienza o a scarsa attenzione da parte di lei, ma non si possono addebitare alle persone che vengono dopo, i pesi di una vita che ci è stata poco facile e che ci ha fatto sudare quello che abbiamo conquistato.
In quqlche modo hai permesso che lei non interferisse perchè i segnali che mandavi erano di grande autonomia, e guarda che non sto facendo reprimende o accuse, ma solo una valutazione di qiò che esponi.
Il troppo orgoglio ti ha accecato, come spesso accade, ma non parlare di fallimento, la qua analisi è una prevenzione di fallimento, ne hai preso coscienza e in qualche modo dovrai affrontare la cosa. Vedi volerti bene significa cercare ciò che ti dona benessere non ciò che soddisfa i tuoi istinti immediati. Oggi sei in questa situazione per queste "soddisfazioni compulsive" e non per quelle riflessive che sarebbero state più idonee.
Non si tratta di schiaffi, qui si cerca di capire e, dove possibile, aiutare.
Tutti possono cadere, la vera prova è superare sè stessi e le proprie debolezze che sono la causa delle bassezze che vai enunciando.
Credo che tu debba metterti alla prova, ma anche se lo farai per tua moglie ed i bimbi, è per te stesso che devi farcela, per poterti dire che così come sei caduto, ti sei rialzato.
La vita non è una salita unica e decisa, è un grafico, ci sono aslti e bassi, ma se nei bassi non si alza lo sguardo verso l'alto, il grafico si appiattisce e quando accade non importa che sia al minimo o al massimo livello, semplicemente si è statici e ci si lascia vivere.
Tu orgoglioso e pieno di tenacia come sei, hai sempre vissuto intensamente, anche in questo spiacevole frangente; vuoi fermarti proprio ora? Quando puoi dimostrare a te stesso che sei migliore delle tue debolezze?
Buone riflessioni

Bruja
Grazie, il tuo messaggio è davvero bellissimo! le tue parole sono dolci e rassicuranti. non sono mai stato una persona arida o solo interessata alla carriera o ai soldi; l'insicurezza di non meritarsi affetto sì, quello è un peccato che mi ascrivo e la paura è tale e tanta che ho sempre dato ad intendere che non avevo bisogno di niente ed è bastato che una persona capisse questo per farmi crollare, miseramente. ora sono in basso, oserei dire nel punto pi basso, e le cose non vengono d'istinto, ma cerco di recuperare, come posso, ho la grande fortuna di avere un pò di mezzi economici e posso organizzare qualche w.e. qualche cena a due, risvegliare quelle piccole attenzioni sopite per tentare di recuperare un rapporto. è un tentativo che sento di dover compiere anche se - non me lo nascondo spesso ho negli occhi altro, spesso quando viaggio per lavoro in aereo mi sorprendo a pensarci intensamente con grande malinconia- e vero che lo devo fare per me, hai ragione ma il ME , non l'ho mai tenuto troppo in considerazione (salvo poi prendermi tutto con gli interessi nel momento meno opportuno) sono sempre stato occupato a fare contente altre persone (i miei genitori prima) la mia fidanzata poi, la mia preoccupazione era essere irreprensibile, non essere un peso, per nessuno. forse capire che si ha bisogno di qualcuno e dirlo potrebbe essere un buon punto di partenza. Ancora Grazie, Bruja. il tuo messaggio sà di sensibilità e intelligenza, doti rare. un affettuoso saluto
 
N

Non registrato

Guest
Verena67 ha detto:
...innanzitutto...in questa tua storia c'è una nota "stonata". Mi sembra un po' troppo patinata. Ok, sono una vecchia cinica
, ma comunque mi rendo conto che per farsi capire bisogna semplificare


Sei un po' come Michele l'Assaggiatore di Whisky, se qualcuno ricorda come me quella vecchia pubblicità
Troppo patinato e yuppie per essere VERO in QUESTO mondo
Ma facciamo finta che così sia!


Torniamo al dunque. La tua amante il marito non lo lascia, lei è "comoda" così. Non ho mai letto la parola AMORE. Quindi ne deduco per te non sia amore. Per lei sicuramente no, le donne di solito le palle ce le hanno e se AMANO si comportano di conseguenza.

Per cui il vostro è un amorazzo da scrivania, né piu' né meno.

Yawn.


Cosa vuoi che ti dica, figlio mio. Il problema è tutto interno al TUO matrimonio, e al rapporto con TUA moglie, visto che il rapporto con l'altra è così evanescente. Potresti tradirla con il torneo di calcetto, e sarebbe ESATTAMENTE (o quasi) la stessa cosa.

Prima di devastare la vita sua e dei bimbi per recuperare l'adolescenza perduta, componiti, mi raccomando!

Ci vedo non un problema di adulterio, qui, ma solo di IMMATURITA' GALOPPANTE.

Besos!

E' la tua opinione e, come tale la rispetto, forse non ho mai detto la parola amore ma dio solo sa quanto ne ho provato e ne provi tuttora. certo, forse sbagliare signifca essere immaturi e non ho nessuna intenzione di non pagare il "peso" della mia immaturità. baci a Te
 
E

ELLA

Guest
Io non penso affatto che la tua sia immaturità, penso piuttosto che tu hai preteso troppo da te.. troppo sempre. Volevi gratificare i tuoi genitori, la tua fidanzata ecc... e poco hai pensato a cosa eri e cosa volevi veramente tu.. ed ecco che ora per la prima volta hai fatto qualcosa che gli altri non approvano, qualcosa per te stesso...
Calma, prendi respiro... e prendi coscienza che sei un essere umano, hai fatto un errore? E che sarà mai! Succede a tutti gli esseri umani sai? Ora invece di darti addosso, vedi piuttosto come rimediare e stare meglio...
Un bacio!
 
N

Non registrato

Guest
ELLA ha detto:
Io non penso affatto che la tua sia immaturità, penso piuttosto che tu hai preteso troppo da te.. troppo sempre. Volevi gratificare i tuoi genitori, la tua fidanzata ecc... e poco hai pensato a cosa eri e cosa volevi veramente tu.. ed ecco che ora per la prima volta hai fatto qualcosa che gli altri non approvano, qualcosa per te stesso...
Calma, prendi respiro... e prendi coscienza che sei un essere umano, hai fatto un errore? E che sarà mai! Succede a tutti gli esseri umani sai? Ora invece di darti addosso, vedi piuttosto come rimediare e stare meglio...
Un bacio!
grazie per le Tue parole, Ella mi sono di grnde conforto. vedo un percorso duro e difficile al termine del quale spero di trovare ancora mia moglie al centro del mio mondo. ancora grazie
 
E

ELLA

Guest
Datti tempo e ce la farai... succede sempre così, solo questione di tempo.
Anche se non puoi registrarti, mettiti un nick così ti riconosciamo.
In bocca al lupo e facci sapere ;-)
bacio!
 
N

Non registrato

Guest
ELLA ha detto:
Datti tempo e ce la farai... succede sempre così, solo questione di tempo.
Anche se non puoi registrarti, mettiti un nick così ti riconosciamo.
In bocca al lupo e facci sapere ;-)
bacio!
Il nik potrebbe essere "bastardo dentro"... mi firmerò così... un bacio
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top