vi dico una cosa

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old mateus

Guest
alcuni non ho capito su che base pensano che sono un curiosone che si sta divertendo con voi o chissa cosa secondo me vi siete fatti un film tutto vostro sono solo unodei tanti traditi e traditori che e arrivato su un forum per la prima volta se ve lo devo dire di questo tipo che mi ha molto incuriosito e volevo scambiare delle considerazione e anche delle emozioni che avevo provato con voi...come tra laltro vedo che fanno tutti...io sono stato sia da una parte che dall altra tradito e traditore...nn si sta bene da nessuna delle due e non credo ci sia una condizione che sia meglio dell altra ma solo condizioni meno peggio...cmq spero che potro continuare a scrivere degli spunti finche ne avro voglia e che ci siano dibattiti piu sull argomento che sulla mia pseudopersonalita da forum....per non chiamarla paranoia che poi io non capisco ma qua siamo tutti anonimi ma pure che arrivasse un cojone e non e il mio caso a me non e che me ne importerebbe piu di tanto....cmq ognuno alla fine rimane a casa sua e apparte casi particolari e difficile che verremo mai a conoscerci...notte
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
hai ragione

alcuni non ho capito su che base pensano che sono un curiosone che si sta divertendo con voi o chissa cosa secondo me vi siete fatti un film tutto vostro sono solo unodei tanti traditi e traditori che e arrivato su un forum per la prima volta se ve lo devo dire di questo tipo che mi ha molto incuriosito e volevo scambiare delle considerazione e anche delle emozioni che avevo provato con voi...come tra laltro vedo che fanno tutti...io sono stato sia da una parte che dall altra tradito e traditore...nn si sta bene da nessuna delle due e non credo ci sia una condizione che sia meglio dell altra ma solo condizioni meno peggio...cmq spero che potro continuare a scrivere degli spunti finche ne avro voglia e che ci siano dibattiti piu sull argomento che sulla mia pseudopersonalita da forum....per non chiamarla paranoia che poi io non capisco.
Ma qua siamo tutti anonimi, pure che arrivasse un cojone, e non e il mio caso, a me non e che me ne importerebbe piu di tanto....cmq ognuno alla fine rimane a casa sua e apparte casi particolari e difficile che verremo mai a conoscerci...notte
Il problema è che di c... ultimamente ne sono arrivati troppi che invece di offrire spunti di confronto provocavano e alimentavano solo sterili polemiche su conoscenze e nozioni (cultura e sensibilità sono altra cosa e sono il prodotto della rielaborazione personale e non necessitano della prova di autorità...) .
Tu hai offerto spunti interessanti.
Se devo dire la verità il tuo stile di scrittura lo trovo estremamente faticoso per l'assoluta mancanza di accenti e punteggiatura e mi ha fatto sospettare che fosse artefatto per nascondere un altro stile.
Se è il tuo ...va bene.
Appena sono entrata nel forum io usavo uno stile sms e sono stata massacrata per questo.
Mentre inizialmente io ero disturbata dagli errori di battitura, ora mi sono abituata, anche se io cerco di eliminare i miei (non riesco tutti!).
Se tu riuscissi a mettere qualche punto e a capo, non pretendo le virgole, (e qualche accento) ti leggerei più volentieri.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
E' questo l'argomento?

alcuni non ho capito su che base pensano che sono un curiosone che si sta divertendo con voi o chissa cosa secondo me vi siete fatti un film tutto vostro sono solo unodei tanti traditi e traditori che e arrivato su un forum per la prima volta se ve lo devo dire di questo tipo che mi ha molto incuriosito e volevo scambiare delle considerazione e anche delle emozioni che avevo provato con voi...come tra laltro vedo che fanno tutti...io sono stato sia da una parte che dall altra tradito e traditore...nn si sta bene da nessuna delle due e non credo ci sia una condizione che sia meglio dell altra ma solo condizioni meno peggio...cmq spero che potro continuare a scrivere degli spunti finche ne avro voglia e che ci siano dibattiti piu sull argomento che sulla mia pseudopersonalita da forum....per non chiamarla paranoia che poi io non capisco ma qua siamo tutti anonimi ma pure che arrivasse un cojone e non e il mio caso a me non e che me ne importerebbe piu di tanto....cmq ognuno alla fine rimane a casa sua e apparte casi particolari e difficile che verremo mai a conoscerci...notte
Mi sono sempre domandata, se fossi stata in una condizione storica cruciale, che scelte avrei fatto. Se avrei preferito essere vittima o carnefice.
Ho sempre pensato che fosse meglio essere vittima. E qui credo che ci sia un legame con la discussioni di Giulia sul rimpianto e il rimorso.
Ovvero ho sempre voluto evitare i rimorsi.
Ora che ho sperimentato il ruolo di vittima, come tradita, penso che forse è preferibile il ruolo di traditore.
Non so se i traditori provano poi tanti rimorsi, non credo comunque in proporzione ai danni provocati (nel mio caso la distruzione di due famiglie: 4 figli!) e poi non è che i traditi siano esenti dai rimorsi: qualche colpa se la fanno.
 
Ultima modifica:

Verena67

Utente di lunga data
Non so se provano poi tanti rimorsi, non credo comunque in proporzione ai danni provocati (nel mio caso la distruzione di due famiglie: 4 figli!) e poi non è che i traditi siano esenti dai rimorsi: qualche colpa se la fanno.
Io rimorsi ne ho provati, ma sai, forse questa prospettiva - specie rispetto ai matrimoni "lunghi" come il tuo e il mio (il tuo di piu'
) non è nemmeno quella esatta.

Non ricordo se lei - l'altra - ha anch'essa lasciato la famiglia, resta il fatto che se non ricordo male tutti i vostri figli sono grandini. Cio' premesso, a che scopo tenere in piedi nuclei familiari dove non si vuol piu' essere davvero coppia?
Insomma, piu' che un tradimento lo vedo come una dissoluzione de facto: uno stato di cose - il tacere l'altro legame, per così tanti anni - che ha minato le fondamenta delle rispettive unioni, che non si sono poi ricomposte o che si sono ricomposte "male", a tutela delle aspettative di figli già grandi ma niente di piu'.

Il matrimonio e la famiglia sono fondamentali, ma nulla è per sempre. A volte è piu' costruttivo darsi un termine (es. cinque - dieci anni per "crescere" i figli) e poi tentare il piu' serenamente possibile di separarsi. Possibilmente senza "ingannare" con pantomime di grandi affetti coniugali, nel mentre.

Meglio un matrimonio tiepido, a mio avviso, ma funzionale, o anche una separazione cordiale, che grandi sceneggiate di addi e ritorni...

Un abbraccio!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
non lo so

Io rimorsi ne ho provati, ma sai, forse questa prospettiva - specie rispetto ai matrimoni "lunghi" come il tuo e il mio (il tuo di piu'
) non è nemmeno quella esatta.

Non ricordo se lei - l'altra - ha anch'essa lasciato la famiglia, resta il fatto che se non ricordo male tutti i vostri figli sono grandini. Cio' premesso, a che scopo tenere in piedi nuclei familiari dove non si vuol piu' essere davvero coppia?
Insomma, piu' che un tradimento lo vedo come una dissoluzione de facto: uno stato di cose - il tacere l'altro legame, per così tanti anni - che ha minato le fondamenta delle rispettive unioni, che non si sono poi ricomposte o che si sono ricomposte "male", a tutela delle aspettative di figli già grandi ma niente di piu'.

Il matrimonio e la famiglia sono fondamentali, ma nulla è per sempre. A volte è piu' costruttivo darsi un termine (es. cinque - dieci anni per "crescere" i figli) e poi tentare il piu' serenamente possibile di separarsi. Possibilmente senza "ingannare" con pantomime di grandi affetti coniugali, nel mentre.

Meglio un matrimonio tiepido, a mio avviso, ma funzionale, o anche una separazione cordiale, che grandi sceneggiate di addi e ritorni...

Un abbraccio!
Se uno/una ha un matrimonio in dissoluzione non tiene (come non l'hai voluto tu) una relazione per anni all'insaputa del coniuge con la scusa dei figli!!!
Se la distruzione di due famiglie viene perché si è stati scoperti, mentre si chiede al tradito di non essere precipitoso e impulsivo, è segno che era una relazione che, benché protratta, aveva la funzione di una partita di calcetto ...mi spiace per lei.
 

Iris

Utente di lunga data
Verena

posso essere d'accordo sulla visione di Verena. Ma il matrimonio funzionale, se così vogliamo chiamarlo non è per tutti i caratteri.
E non so quanto sia utile ai figli...meglio una separazione funzionale.
E poi, passata quei 5 e 10 anni che dici tu, non è facile rifarsi una vita. Se bisogna scegliere, credo sia meglio farlo con coraggio e prima possibile...altrimenti c'è il rischio che il matrimonio funzionale salti in aria al primo innamoramento.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
quoto

posso essere d'accordo sulla visione di Verena. Ma il matrimonio funzionale, se così vogliamo chiamarlo non è per tutti i caratteri.
E non so quanto sia utile ai figli...meglio una separazione funzionale.
E poi, passati quei 5 e 10 anni che dici tu, non è facile rifarsi una vita. Se bisogna scegliere, credo sia meglio farlo con coraggio e prima possibile...altrimenti c'è il rischio che il matrimonio funzionale salti in aria al primo innamoramento.
Aggiungerei che grandi o piccoli non cambia molto per i figli se non la gestione pratica. Anzi un bambino trova "normale" la situazione che si trova a vivere purché sia serena.
Ho conosciuto bambini che trovavano normale avere una vasca da bagno in cui si poteva nuotare (facile immaginare la casa in proporzione...) e bambini che trovavano normale vivere in uno scantinato senza mobili.
Spetta agli adulti dare serenità.
Se sono adolescenti subiscono il trauma di vedere non rispettati i valori con cui sono stati cresciuti e questo non è una bazzecola.
Anche a questo bisognorebbe pensare quando si sceglie un matrimonio funzionale se è solo in funzione di salvare un'apparenza (non è il tuo caso, Verena).
 

Verena67

Utente di lunga data
posso essere d'accordo sulla visione di Verena. Ma il matrimonio funzionale, se così vogliamo chiamarlo non è per tutti i caratteri.
E non so quanto sia utile ai figli...meglio una separazione funzionale.
E poi, passata quei 5 e 10 anni che dici tu, non è facile rifarsi una vita. Se bisogna scegliere, credo sia meglio farlo con coraggio e prima possibile...altrimenti c'è il rischio che il matrimonio funzionale salti in aria al primo innamoramento.
Sai Irisi cosa mi porta ad essere un po' "cinica" rispetto alle sorti magnifiche et progressive delle nuove relazioni dopo un divorzio? Non è sicuramente il caso di tutti, ma metti il mio: il mio matrimonio è educato, rispettoso, c'è dialogo, collaborazione, etc. Ma dove lo trovo un altro rapporto di lunga durata MIGLIORE?!?!?
Nessun uomo sarà mai per i miei figli meglio del loro papà!

A che scopo sfasciare tutto per....? E' vero, onestamente sapete che ve l'ho sempre detto, mi manca qualcosa, a livello emotivo, ma mi sembra ora come ora non ne valga la pena di rientrare nelle legioni delle single quarantenni.

Magari tra qualche anno avro' idee diverse,e quantomeno una responsabilità in meno (i figli piu' adulti...)
Sono assolutamente pronta al cambiamento!


Bacio!
 

Nobody

Utente di lunga data
Sai Irisi cosa mi porta ad essere un po' "cinica" rispetto alle sorti magnifiche et progressive delle nuove relazioni dopo un divorzio? Non è sicuramente il caso di tutti, ma metti il mio: il mio matrimonio è educato, rispettoso, c'è dialogo, collaborazione, etc. Ma dove lo trovo un altro rapporto di lunga durata MIGLIORE?!?!?
Nessun uomo sarà mai per i miei figli meglio del loro papà!

A che scopo sfasciare tutto per....? E' vero, onestamente sapete che ve l'ho sempre detto, mi manca qualcosa, a livello emotivo, ma mi sembra ora come ora non ne valga la pena di rientrare nelle legioni delle single quarantenni.

Magari tra qualche anno avro' idee diverse,e quantomeno una responsabilità in meno (i figli piu' adulti...)
Sono assolutamente pronta al cambiamento!


Bacio!
Scusami se sono sincero Vere, ma con gli amici (anche virtuali, come te) non riesco a tenermele per me...e mi permetto di esserlo. Io in queste frasi percepisco un forte cinismo verso tuo marito. E' bravo a fare il padre (dove lo trovo uno meglio)...non vale la pena rientrare nei single...quando i figli saranno adulti, chissà...
Non so, ma credo che se lui leggesse questo post ci resterebbe di merda. Io, se leggessi queste cose scritte da mia moglie mi sentirei così.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
thread

L'argomento era: meglio traditi o traditori?
Sono certa dei rimorsi dei traditori (mica sono Steel), ma credo che siano rimorsi da una posizione di forza.
Comunque spero di poter provare il ruolo opposto a quello di tradito ..ma al momento ho alcuni ostacoli ...
 
O

Old chensamurai

Guest
Sai Irisi cosa mi porta ad essere un po' "cinica" rispetto alle sorti magnifiche et progressive delle nuove relazioni dopo un divorzio? Non è sicuramente il caso di tutti, ma metti il mio: il mio matrimonio è educato, rispettoso, c'è dialogo, collaborazione, etc. Ma dove lo trovo un altro rapporto di lunga durata MIGLIORE?!?!?
Nessun uomo sarà mai per i miei figli meglio del loro papà!

A che scopo sfasciare tutto per....? E' vero, onestamente sapete che ve l'ho sempre detto, mi manca qualcosa, a livello emotivo, ma mi sembra ora come ora non ne valga la pena di rientrare nelle legioni delle single quarantenni.

Magari tra qualche anno avro' idee diverse,e quantomeno una responsabilità in meno (i figli piu' adulti...)
Sono assolutamente pronta al cambiamento!


Bacio!
...buon giorno Verena... dunque... si dice "magnifiche sorti et progressive"... e... il resto, te l'ho evidenziato in grassetto... studia... devi imparare a scrivere...
 
O

Old chensamurai

Guest
Scusami se sono sincero Vere, ma con gli amici (anche virtuali, come te) non riesco a tenermele per me...e mi permetto di esserlo. Io in queste frasi percepisco un forte cinismo verso tuo marito. E' bravo a fare il padre (dove lo trovo uno meglio)...non vale la pena rientrare nei single...quando i figli saranno adulti, chissà...
Non so, ma credo che se lui leggesse questo post ci resterebbe di merda. Io, se leggessi queste cose scritte da mia moglie mi sentirei così.
...ciao Multimodi... infatti... hai perfettamente ragione... vedi, io ho... diciamo... abbassato il cinismo di Verena... in altro modo... dimostrandole che scrive da analfabeta... insomma, attraverso questo... rifletto lo stesso miserabile cinismo emanato dal suo scritto...
 

Nobody

Utente di lunga data
...ciao Multimodi... infatti... hai perfettamente ragione... vedi, io ho... diciamo... abbassato il cinismo di Verena... in altro modo... dimostrandole che scrive da analfabeta... insomma, attraverso questo... rifletto lo stesso miserabile cinismo emanato dal suo scritto...
Ma tu hai maturato un nichilismo ormai irrecuperabile, caro Chen...hai quasi annullato la tua coscienza. Sei difficilmente recuperabile

Il cinismo, anche quello miserabile, fa parte di te...direi che è la tua seconda pelle
 

Verena67

Utente di lunga data
Scusami se sono sincero Vere, ma con gli amici (anche virtuali, come te) non riesco a tenermele per me...e mi permetto di esserlo. Io in queste frasi percepisco un forte cinismo verso tuo marito. E' bravo a fare il padre (dove lo trovo uno meglio)...non vale la pena rientrare nei single...quando i figli saranno adulti, chissà...
Non so, ma credo che se lui leggesse questo post ci resterebbe di merda. Io, se leggessi queste cose scritte da mia moglie mi sentirei così.
Che dire...forse hai ragione. Pero' il problema non è tanto se meriti o meno di rimanerci di merda. Il problema, e scusa se sono egoista ma senza badare a sé non si va da nessuna parte, è che ora come ora, pur con grande rispetto nei suoi confronti (che è persona degna di ogni stima e di tutto il mio affetto), è quello che sento.

Non tradisco, non evado, ma il sentimento è quello.
Non mi posso mica ammazzare o fingere.

Un bacio!
 

Nobody

Utente di lunga data
Che dire...forse hai ragione. Pero' il problema non è tanto se meriti o meno di rimanerci di merda. Il problema, e scusa se sono egoista ma senza badare a sé non si va da nessuna parte, è che ora come ora, pur con grande rispetto nei suoi confronti (che è persona degna di ogni stima e di tutto il mio affetto), è quello che sento.

Non tradisco, non evado, ma il sentimento è quello.
Non mi posso mica ammazzare o fingere.

Un bacio!
Sicuramente da come ne parli, e per il fatto stesso che hai deciso di continuare la tua vita assieme a lui, non lo merita. Ma come scrivi giustamente, non era questo il punto.
In ogni caso non stavo giudicando (cerco di non farlo mai e comunque non me lo potrei certo permettere), il mio era solo stupore per un certo cinismo che avvertivo nel tuo precedente intervento.
Baci.
 
O

Old chensamurai

Guest
Che dire...forse hai ragione. Pero' il problema non è tanto se meriti o meno di rimanerci di merda. Il problema, e scusa se sono egoista ma senza badare a sé non si va da nessuna parte, è che ora come ora, pur con grande rispetto nei suoi confronti (che è persona degna di ogni stima e di tutto il mio affetto), è quello che sento.

Non tradisco, non evado, ma il sentimento è quello.
Non mi posso mica ammazzare o fingere.

Un bacio!
...perché... dimmi... non stai forse fingendo?... le cose che hai scritto... le hai dette a tuo marito?...
 

Verena67

Utente di lunga data
Sicuramente da come ne parli, e per il fatto stesso che hai deciso di continuare la tua vita assieme a lui, non lo merita.
Questo francamente non lo capisco: mica sto dicendo che è un mostro, o che me ne frego di lui. Anzi. Io ho rinunciato al legame extra che, credimi, per me era il primo amore e un vero amore, ad un costo altissimo, a livello emotivo, proprio per rispetto di lui.
Semplicemente siamo cresciuti in direzioni non dico diverse, ma sicuramente intendiamo il matrimonio in modi diversi, ricomponibili alla necessità, ma non proprio affini. Ricordo i primi tempi che "un Morto" postava, parlando dell'assoluto amore che provava per la moglie. Ecco, mio marito non è cosi. Mio marito pensa - e mi ha detto, quando io gli esternato tutte le mie perplessità alla base di un mio "pensiero" di separazione e del mio avvenuto tradimento - che per lui conta la continuità familiare, la sicurezza emotiva ed economica dei figli e nostra, la serenità delle famiglie d'origine, etc...
Lungi da me farne un mostro (e anzi, siete tutti testimoni dei miei continui attestati di stima...), ma a 40 anni forse a me quest'idea di matrimonio non basta piu' del tutto.
Sicuramente ho sbagliato a tradire, ma ho pareggiato credo i conti con la assunzione di responsabilità e i continui gesti di affetto.
Del futuro sa solo Iddio!

Un bacio!
 

Nobody

Utente di lunga data
Questo francamente non lo capisco: mica sto dicendo che è un mostro, o che me ne frego di lui. Anzi. Io ho rinunciato al legame extra che, credimi, per me era il primo amore e un vero amore, ad un costo altissimo, a livello emotivo, proprio per rispetto di lui.
Semplicemente siamo cresciuti in direzioni non dico diverse, ma sicuramente intendiamo il matrimonio in modi diversi, ricomponibili alla necessità, ma non proprio affini. Ricordo i primi tempi che "un Morto" postava, parlando dell'assoluto amore che provava per la moglie. Ecco, mio marito non è cosi. Mio marito pensa - e mi ha detto, quando io gli esternato tutte le mie perplessità alla base di un mio "pensiero" di separazione e del mio avvenuto tradimento - che per lui conta la continuità familiare, la sicurezza emotiva ed economica dei figli e nostra, la serenità delle famiglie d'origine, etc...
Lungi da me farne un mostro (e anzi, siete tutti testimoni dei miei continui attestati di stima...), ma a 40 anni forse a me quest'idea di matrimonio non basta piu' del tutto.
Sicuramente ho sbagliato a tradire, ma ho pareggiato credo i conti con la assunzione di responsabilità e i continui gesti di affetto.
Del futuro sa solo Iddio!

Un bacio!
Forse non mi sono spiegato bene. La mia frase concordava con quello che tu dicevi. Sul fatto che hai sacrificato del tuo, appunto. Vuol dire che ritieni tuo marito una persona degna di questo sacrificio.
In effetti si pensa che con gli anni si possa raggiungere la tranquillità, ma spesso è vero il contrario. Si avverte il tempo che fugge e che non tornerà, e si diventa più coscienti delle proprie necessità e delle cose che non ci bastano più.
 

Iris

Utente di lunga data
Verena

Quello che indichi tu, non è un matrimonio..ma è un consorzio.
Almeno suona così : è meglio rimanere con un marito che non si ama,ma a cui si vuole tiepidamente bene, piuttosto che essere una single quarantenne.
Non lo so..certi ragionamenti di opportunismo si fanno in affari, sul lavoro, ma non in una relazione.
Io trovo che un matrimonio così sia insopportabile, così come trovo intollerabile l'idea di differire una qualsiasi decisione all'eventualità che si trovi di meglio.
Tra l'amore tutto impeto e passione che descriveva il morto e che è puramente caratteriale, e una situazione di comodo,esiste il vero amore, profondo ed incondizionato.
Questa la mia opinione e questa la mia scelta di vita. Senza critiche, per carità.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top