Una Domanda

Chez moi

Nuovo utente
Perdonate l'entrata a "gamba tesa". Volevo conoscere la vostra opinione sul seguente tema: aver tradito prima di scoprire di essere stato a propria volta tradito, dovrebbe in qualche modo rendere meno duro ingoiare il rospo?
Tutti i traditi che leggo qui sul Forum dichiarano generalmente propri comportamenti irreprensibili. Ma che succede se uno a sua volta si è comportato in modo non corretto? Può essere più semplice, in virtù di questa triste e apparente situazione di parità, tirare una linea sul passato e tentare di ricostruire? Grazie.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Dipende da quanto ti brucia sapere che eri già cornuto.
 

alberto15

Utente di lunga data
Perdonate l'entrata a "gamba tesa". Volevo conoscere la vostra opinione sul seguente tema: aver tradito prima di scoprire di essere stato a propria volta tradito, dovrebbe in qualche modo rendere meno duro ingoiare il rospo?
Tutti i traditi che leggo qui sul Forum dichiarano generalmente propri comportamenti irreprensibili. Ma che succede se uno a sua volta si è comportato in modo non corretto? Può essere più semplice, in virtù di questa triste e apparente situazione di parità, tirare una linea sul passato e tentare di ricostruire? Grazie.
come in tutti questi casi non c'e' una regola fissa. I traditori possono essere estremamente gelosi. Non e' che per il fatto che loro tradiscono , automaticamente debbano fregarsene se vengono a sapere che il /la partner li ha traditi, anzi a volte e' una sorta di brusco risveglio dall'idillio del tradimento. Quando sei tu il traditore sei concentrato su te stesso e la "colpa" verso il tradito e' molto piu' "bassa" che quello che sentiresti qualora fossi stato tradito. E' come quando la tua squadra del cuore prende un rigore contro , ti sembra di avere subito tutti i torti ma non e' cosi' . Si tende a dare molta piu' importanza ed enfasi alle situazioni negative che a quelle positive e si pensa, in questo caso che quello che ti e' stato "tolto" con il tradimento di lei sia enormemente maggiore di quello che tu hai "ottenuto" con il tradimento.
 

ermik

Utente di lunga data
Non ho capito se tu sei arrivato primo o secondo, se tutti e due siete a conoscenza dei rispettivi tradimenti.
Ricostruire sul "pari e patta" potrebbe, almeno in linea teorica, essere più semplice. Nell'animo umano ci sono talmente tante variabili che sinceramente non metterei la mano sul fuoco sulla "teoria".
I motivi e i tipi di tradimento sono diversi, se stai parlando della semplice scopata per "distrazione" credo che sia più fattibile
 

Brunetta

Utente di lunga data
Perdonate l'entrata a "gamba tesa". Volevo conoscere la vostra opinione sul seguente tema: aver tradito prima di scoprire di essere stato a propria volta tradito, dovrebbe in qualche modo rendere meno duro ingoiare il rospo?
Tutti i traditi che leggo qui sul Forum dichiarano generalmente propri comportamenti irreprensibili. Ma che succede se uno a sua volta si è comportato in modo non corretto? Può essere più semplice, in virtù di questa triste e apparente situazione di parità, tirare una linea sul passato e tentare di ricostruire? Grazie.
Dovrebbe, ma non accade quasi mai
 

Brunetta

Utente di lunga data
@Chez moi quando si tradisce si sa di fare una cosa scorretta, ma, poiché siamo umani e non possiamo neppure appellarci alla attenuante di aver obbedito a degli ordini, si comincia quantomeno a vedere nelle normali imperfezioni del tradito delle ragioni di scontento. Con il tempo si costruiscono montagne di scontento, perciò quando si scopre di essere stati traditi, non solo ci si offende ugualmente, ma si trova sempre per qualche ragione più grave il tradimento subìto e non si vuole neppure immaginare che il proprio comportamento prima e dopo il tradimento possa aver creato un distacco che ha portato poi a essere traditi.
 

JON

Utente di lunga data
Perdonate l'entrata a "gamba tesa". Volevo conoscere la vostra opinione sul seguente tema: aver tradito prima di scoprire di essere stato a propria volta tradito, dovrebbe in qualche modo rendere meno duro ingoiare il rospo?
Tutti i traditi che leggo qui sul Forum dichiarano generalmente propri comportamenti irreprensibili. Ma che succede se uno a sua volta si è comportato in modo non corretto? Può essere più semplice, in virtù di questa triste e apparente situazione di parità, tirare una linea sul passato e tentare di ricostruire? Grazie.
Probabilmente in quel caso si riesce ad essere più ragionevoli ed equilibrati. Meno arroccati sulle proprie posizioni. Si abbassano le armi e non vi sono ne vincitori ne vinti.
Ma la ricostruzione avviene sul doppio delle macerie, e l'entità dei danni procurati, che in questi casi spesso sono il risultato di anni di incuria, è determinante. Quindi, quella del "compagno nel duol scema la pena", non è detto che renda più semplice eventuali aggiustamenti.
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Perdonate l'entrata a "gamba tesa". Volevo conoscere la vostra opinione sul seguente tema: aver tradito prima di scoprire di essere stato a propria volta tradito, dovrebbe in qualche modo rendere meno duro ingoiare il rospo?
Tutti i traditi che leggo qui sul Forum dichiarano generalmente propri comportamenti irreprensibili. Ma che succede se uno a sua volta si è comportato in modo non corretto? Può essere più semplice, in virtù di questa triste e apparente situazione di parità, tirare una linea sul passato e tentare di ricostruire? Grazie.
Io separerei l'ingoiare il rospo dalla disponibilità all'ascolto che deriva dall'aver sperimentato il tradire e i percorsi che portano al tradire.

Penso sia una vantaggio per certi versi, aver sperimentato il tradimento, dal punto di vista del giudizio che si può costruire dell'altro e di se stessi in relazione al tradimento dell'altro.
Ma, come ti han già, scritto, questo non significa che quel che c'è da elaborare sia "meno" o "meno importante".

Personalmente trovo piuttosto assurdo l'arroccamento sull'esclusività (perduta, come rospo da ingoiare) in una relazione in cui entrambi han sperimentato l'uscita dalla coppia e forse potrebbe essere l'opportunità di comprendere sinceramente e senza rospi o giochetti sui per sempre e i mai quali sono davvero i bisogni in gioco in quella coppia.

Tirar le righe sul passato....penso sia una delle più grandi stronzate che si possano non solo dire ma anche pensare. :)
Per ricostruire serve esattamente l'opposto, ossia entrar dentro e guardare senza pietà.

...questo è quello che vedo avvenire nella minoranza delle situazioni, che per farlo serve spogliarsi ai propri occhi (e non è sempre piacevole, forse quasi mai)...in fondo è più semplice spogliarsi con qualcun altro, magari chiamandolo pure amore ritrovato...o perduto...poco conta.
 

ionio36

Utente di lunga data
Perdonate l'entrata a "gamba tesa". Volevo conoscere la vostra opinione sul seguente tema: aver tradito prima di scoprire di essere stato a propria volta tradito, dovrebbe in qualche modo rendere meno duro ingoiare il rospo?
Tutti i traditi che leggo qui sul Forum dichiarano generalmente propri comportamenti irreprensibili. Ma che succede se uno a sua volta si è comportato in modo non corretto? Può essere più semplice, in virtù di questa triste e apparente situazione di parità, tirare una linea sul passato e tentare di ricostruire? Grazie.
Cosa intendi per comportamenti irreprensibile?
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Perdonate l'entrata a "gamba tesa". Volevo conoscere la vostra opinione sul seguente tema: aver tradito prima di scoprire di essere stato a propria volta tradito, dovrebbe in qualche modo rendere meno duro ingoiare il rospo?
Tutti i traditi che leggo qui sul Forum dichiarano generalmente propri comportamenti irreprensibili. Ma che succede se uno a sua volta si è comportato in modo non corretto? Può essere più semplice, in virtù di questa triste e apparente situazione di parità, tirare una linea sul passato e tentare di ricostruire? Grazie.
Siete pari, palla al centro. Game over.

In teoria si. In pratica bisogno vedere se si regge botto e di tirano le conclusioni .
Cosa si sta insieme a fare?
 

ionio36

Utente di lunga data
come in tutti questi casi non c'e' una regola fissa. I traditori possono essere estremamente gelosi. Non e' che per il fatto che loro tradiscono , automaticamente debbano fregarsene se vengono a sapere che il /la partner li ha traditi, anzi a volte e' una sorta di brusco risveglio dall'idillio del tradimento. Quando sei tu il traditore sei concentrato su te stesso e la "colpa" verso il tradito e' molto piu' "bassa" che quello che sentiresti qualora fossi stato tradito. E' come quando la tua squadra del cuore prende un rigore contro , ti sembra di avere subito tutti i torti ma non e' cosi' . Si tende a dare molta piu' importanza ed enfasi alle situazioni negative che a quelle positive e si pensa, in questo caso che quello che ti e' stato "tolto" con il tradimento di lei sia enormemente maggiore di quello che tu hai "ottenuto" con il tradimento.
Si parla di narcisismo_Ognuno di noi,non può non pensare di essere: Il migliore, il più giusto, il più sfavorito in una relazione a 2 e quindi anche con il diritto di tradire per essere risarcito di torti veri o presunti. Poi la differenza la fa l'umiltà,la ragione ,l'introspezione. Mi devo chiedere: Sono proprio il migliore?Ho subito solo torti, o li anche fatti? Mi piace molto la canzone di Irene Grandi, testo di Vasco,"prima di partire per un lungo viaggio", Riascoltare...!
 

Brunetta

Utente di lunga data
Si parla di narcisismo_O ognuno di noi,non può non pensare di essere: Il migliore, il più giusto, il più sfavorito in una relazione a 2 e quindi anche con il diritto di tradire per essere risarcito di torti veri o presunti. Poi la differenza la fa l'umiltà,la ragione ,l'introspezione. Mi devo chiedere: Sono proprio il migliore?Ho subito solo torti, o li anche fatti? Mi piace molto la canzone di Irene Grandi, testo di Vasco,"prima di partire per un lungo viaggio", Riascoltare...!
Davvero?
 
Top