..un tatuaggio..

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old AlexRo

Guest
..Enorme. Sul braccio. Venti centimetri di tatuaggio in tecnicolor (in realtà è ancora da finire, ma in tecnicolor sarà).
Questo ho fatto. Per ricordare. Per me stesso. Per vedermi più ragazzaccio e meno ometto. Giacca e cravatta tutti i santi giorni ma con un segreto (che tanto segreto non è visto che l'ho sbandierato ai quattro + quattro venti).
celato sotto la biancheria intima.

In realtà è il primo di un percorso che annovera altre due opere da incidere sulla pelle in memoria di me stesso. I ricordi possono essere belli o brutti. Io li voglio belli o brutti oltre che in mente anche sul corpo, in mancanza, grazie a dio, credo, di cicatrici vissute nel dolore.

Voi avete ricordi sul vostro corpo?
 

Iago

Utente di lunga data
no.

..Enorme. Sul braccio. Venti centimetri di tatuaggio in tecnicolor (in realtà è ancora da finire, ma in tecnicolor sarà).
Questo ho fatto. Per ricordare. Per me stesso. Per vedermi più ragazzaccio e meno ometto. Giacca e cravatta tutti i santi giorni ma con un segreto (che tanto segreto non è visto che l'ho sbandierato ai quattro + quattro venti).
celato sotto la biancheria intima.

In realtà è il primo di un percorso che annovera altre due opere da incidere sulla pelle in memoria di me stesso. I ricordi possono essere belli o brutti. Io li voglio belli o brutti oltre che in mente anche sul corpo, in mancanza, grazie a dio, credo, di cicatrici vissute nel dolore.

Voi avete ricordi sul vostro corpo?
nessun tatuaggio, anche se mi paicciono molto, mi affascina tutto il mondo dell'arte tatoo, però su di me...fare una modificazione volontaria per sempre...forse questo, mi blocca...
amo quelli degli altri!
 
O

Old Lillyna19

Guest
..Enorme. Sul braccio. Venti centimetri di tatuaggio in tecnicolor (in realtà è ancora da finire, ma in tecnicolor sarà).
Questo ho fatto. Per ricordare. Per me stesso. Per vedermi più ragazzaccio e meno ometto. Giacca e cravatta tutti i santi giorni ma con un segreto (che tanto segreto non è visto che l'ho sbandierato ai quattro + quattro venti).
celato sotto la biancheria intima.

In realtà è il primo di un percorso che annovera altre due opere da incidere sulla pelle in memoria di me stesso. I ricordi possono essere belli o brutti. Io li voglio belli o brutti oltre che in mente anche sul corpo, in mancanza, grazie a dio, credo, di cicatrici vissute nel dolore.

Voi avete ricordi sul vostro corpo?
Io sì. Ho delle cicatrici (ma non posso dire dove), per una mia caduta dalla moto a sedici anni. Poi quando mi rialzai e me ne andai dall'amico meccanico, grazie a dio tornai a casa con la moto a posto e non c'era nessuno, quindi mi potei lavare e sistemare.
Ancora oggi non lo sa nessuno, ma quel giorno che sono caduta ho provato l'ebbrezza di andare a 120 su una strada bianca in discesa e senza freni. Stupendo. E' un bel ricordo quello.
Mi vennero gli orecchioni.

Poi ho tre vecchi piercing cicatrizzati sulle orecchie, ne ho fatto uno per ogni storia importante che sentivo di stare iniziando.
Al tatuaggio ci sto lavorando: ma solo perchè voglio disegnarmelo io e deve essere una cosa personalissima e impossibile da imitare. E ho deciso che dovrò farmelo il giorno del mio ventisettesimo compleanno, tra due anni.


Ho il residuo di un vecchio tatuaggio fatto a mano da una casa amica in un posto che non dico: con una tecnica pericolosa e incoscente mi ha marchiato a fuoco la pelle e di grazia che non sono morta di infezione...lei oggi non c'è più.

Per il resto, la mia pelle rimane liscia, pallida e in attesa di qualcosa. Ma in generale preferisco i lavori incompiuti.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
..Enorme. Sul braccio. Venti centimetri di tatuaggio in tecnicolor (in realtà è ancora da finire, ma in tecnicolor sarà).
Questo ho fatto. Per ricordare. Per me stesso. Per vedermi più ragazzaccio e meno ometto. Giacca e cravatta tutti i santi giorni ma con un segreto (che tanto segreto non è visto che l'ho sbandierato ai quattro + quattro venti).
celato sotto la biancheria intima.

In realtà è il primo di un percorso che annovera altre due opere da incidere sulla pelle in memoria di me stesso. I ricordi possono essere belli o brutti. Io li voglio belli o brutti oltre che in mente anche sul corpo, in mancanza, grazie a dio, credo, di cicatrici vissute nel dolore.

Voi avete ricordi sul vostro corpo?
Altroché!
Ma se facessi un lifting forse potrei rimediare ...

Scusa, la battuta ma i tatuaggi mi disgustano
sono esibizioni proprio in una società che tende a negare le vere diversità e i veri "segni" della vita.
Non mi piacciono neppure i capelli tinti...
 

Iago

Utente di lunga data
lillyna...

Io sì. Ho delle cicatrici (ma non posso dire dove), per una mia caduta dalla moto a sedici anni. Poi quando mi rialzai e me ne andai dall'amico meccanico, grazie a dio tornai a casa con la moto a posto e non c'era nessuno, quindi mi potei lavare e sistemare.
Ancora oggi non lo sa nessuno, ma quel giorno che sono caduta ho provato l'ebbrezza di andare a 120 su una strada bianca in discesa e senza freni. Stupendo. E' un bel ricordo quello.
Mi vennero gli orecchioni.

Poi ho tre vecchi piercing cicatrizzati sulle orecchie, ne ho fatto uno per ogni storia importante che sentivo di stare iniziando.
Al tatuaggio ci sto lavorando: ma solo perchè voglio disegnarmelo io e deve essere una cosa personalissima e impossibile da imitare. E ho deciso che dovrò farmelo il giorno del mio ventisettesimo compleanno, tra due anni.


Ho il residuo di un vecchio tatuaggio fatto a mano da una casa amica in un posto che non dico: con una tecnica pericolosa e incoscente mi ha marchiato a fuoco la pelle e di grazia che non sono morta di infezione...lei oggi non c'è più.

Per il resto, la mia pelle rimane liscia, pallida e in attesa di qualcosa. Ma in generale preferisco i lavori incompiuti.

scusa eh
...sei caduta da avere cicatrici in un posto che non puoi dire, ma sei andata prima di tutto dal meccanico, e quando sei andata a medicarti?
 

Lettrice

Utente di lunga data
Ho due tatuaggi, ma onestamente non hanno nessun significato e manco gliene voglio dare uno... anche perche' se poi mi dovesse andare sulle balle il ricordo son fregata... comunque uno e' un geko sul polpaccio lato destro, risale a ben 15 anni fa (com'erano contenti i miei al ritorno da Praga con tatuaggio non vi dico...), l'altro ha 7 anni ed e'un sole sul collo del piede sinistro (un male impensabile)... sto pensando a un terzo che farei volentieri sulla schiena ma lo farei con inchiostro bianco... ma vedro'...
 
O

Old TurnBackTime

Guest
mi basta...

..Enorme. Sul braccio. Venti centimetri di tatuaggio in tecnicolor (in realtà è ancora da finire, ma in tecnicolor sarà).
Questo ho fatto. Per ricordare. Per me stesso. Per vedermi più ragazzaccio e meno ometto. Giacca e cravatta tutti i santi giorni ma con un segreto (che tanto segreto non è visto che l'ho sbandierato ai quattro + quattro venti).
celato sotto la biancheria intima.

In realtà è il primo di un percorso che annovera altre due opere da incidere sulla pelle in memoria di me stesso. I ricordi possono essere belli o brutti. Io li voglio belli o brutti oltre che in mente anche sul corpo, in mancanza, grazie a dio, credo, di cicatrici vissute nel dolore.

Voi avete ricordi sul vostro corpo?

Da piccolo(avevo circa 16 anni) volevo farmi tatuare tutto il braccio con un dragone...per fortuna non lo feci...di li a pochi anni,quel tatuaggio avrebbe potuto portare non pochi problemi vista la particolare malattia del sangue che ho....e poi come ricordo sul mio corpo....mi basta la cicatrice di 20 e cm che ho dall'anno scorso dopo l'operazione della protesi...quando non mi da fastidio l'anca...mi basta toccarla con la mano per ricordarmi che c'e'...
 

Mari'

Utente di lunga data
O

Old Anna A

Guest
segni particolari:
nessuno.

no, mi è venuto in mente il mio amico Stefano. a 20 anni si era fatto tatuare Miriam sul braccio sinistro. la storia è finita che Miriam si è messa con Marco e Stefano si è poi sposato con un'altra, e il tatuaggio è ancora lì..
morale della storia: non dire gatto fino a quando non ce lo hai nel sacco..
 

Grande82

Utente di lunga data
sai quanti ne conosco che hanno a fuoco il nome della ragazza? Un casino! E poi si lamentano che loro li lasciano... ma dico io!Io proprio il geko che sia arrampica sul polpaccio, volevo, ma poi ho pensato che di segni particolari ne ho quanti me ne servono per ogni riconoscimento, ufficiale e non, e che un marchio non mi aggradava proprio.
Sarà che ogni volta che penso al tatuaggio penso ai nazisti... che ci volete fà?
Besotti
 
O

Old AlexRo

Guest
Io la vedo diversamente e spiego: Sono sposato da 10 anni. E' indubbio che mia moglie sia stata (ed è) un momento importante della mia vita. Perchè non imprimerla sulla pelle? Domani finisce l'ammore? Beh che centra, il ricordo rimane, nella mente e sul corpo. Questo è ciò che intendo per ricordo.
Ovviamente non intendo il nome ma una illustrazione che ricorda la persona, un momento, una situazione. Qualcosa che ti rimanga impresso come un ricordo.

Per la cronaca il primo tatuaggio non mi ricorda mia moglie ne altre donne ma non escludo che il prossimo sarà quello per mia moglie.
 
O

Old AlexRo

Guest
Altroché!
Ma se facessi un lifting forse potrei rimediare ...

Scusa, la battuta ma i tatuaggi mi disgustano
sono esibizioni proprio in una società che tende a negare le vere diversità e i veri "segni" della vita.
Non mi piacciono neppure i capelli tinti...
Chissà perchè ma mi immaginavo qualcosa del genere..
La società tende ad omologare, catalogare, negare la diversità. E' normale perchè ciò che si sposta dai canoni spaventa. Ma non necessariamente tutto ciò che viene fatto è fatto per la società. Esistono anche manifestazioni private. Come un tatuaggio per me, appunto. Generalizzare probabilmente è il primo passo nel processo di ghettizzazione delle diversità.
 
O

Old Anna A

Guest
Io la vedo diversamente e spiego: Sono sposato da 10 anni. E' indubbio che mia moglie sia stata (ed è) un momento importante della mia vita. Perchè non imprimerla sulla pelle? Domani finisce l'ammore? Beh che centra, il ricordo rimane, nella mente e sul corpo. Questo è ciò che intendo per ricordo.
Ovviamente non intendo il nome ma una illustrazione che ricorda la persona, un momento, una situazione. Qualcosa che ti rimanga impresso come un ricordo.

Per la cronaca il primo tatuaggio non mi ricorda mia moglie ne altre donne ma non escludo che il prossimo sarà quello per mia moglie.
un momento importante... ? scusa ma dieci anni sono qualcosa più di un momento.
ma hai ragione. regalale un trilogy e non pensiamoci più.
 
O

Old Anna A

Guest
Chissà perchè ma mi immaginavo qualcosa del genere..
La società tende ad omologare, catalogare, negare la diversità. E' normale perchè ciò che si sposta dai canoni spaventa. Ma non necessariamente tutto ciò che viene fatto è fatto per la società. Esistono anche manifestazioni private. Come un tatuaggio per me, appunto. Generalizzare probabilmente è il primo passo nel processo di ghettizzazione delle diversità.

ma quanto te la tiri per un tatuaggio, poi...
e falla finita. alla fine mi sa che sei tu che hai bisogno di fare qualcosa di speciale, tanto per uniformarti a chi lo ha già fatto anni fa.
 
O

Old AlexRo

Guest
ma quanto te la tiri per un tatuaggio, poi...
e falla finita. alla fine mi sa che sei tu che hai bisogno di fare qualcosa di speciale, tanto per uniformarti a chi lo ha già fatto anni fa.
Mi spiace che pensi questo (ma anche no).
Non me la sto tirando per il tatuaggio quanto per il fatto che conoscendomi si potrebbe constatare che di "esteticamente corretto" ho ben poco. Figuriamoci un tatuaggio fatto perchè "così fan tutti". Ah.. questi giudizi avventati e populisti.. da te poi..
 
O

Old Anna A

Guest
Mi spiace che pensi questo (ma anche no).
Non me la sto tirando per il tatuaggio quanto per il fatto che conoscendomi si potrebbe constatare che di "esteticamente corretto" ho ben poco. Figuriamoci un tatuaggio fatto perchè "così fan tutti". Ah.. questi giudizi avventati e populisti.. da te poi..
se mi dai della populista mi fai un piacere...
e poi che cazzo dici, sei tu che vai vestito in giacca e gravatta ogni giorno.
ma poi senti. te sei un bel tipino curioso. ti immagino tutto bello precisino, stiratino e di bella presenza, ma con dentro la voglia di fare casino. casino quando nessuno vede e sente. per il resto tutto ordinary people.
 
O

Old AlexRo

Guest
se mi dai della populista mi fai un piacere...
e poi che cazzo dici, sei tu che vai vestito in giacca e gravatta ogni giorno.
ma poi senti. te sei un bel tipino curioso. ti immagino tutto bello precisino, stiratino e di bella presenza, ma con dentro la voglia di fare casino. casino quando nessuno vede e sente. per il resto tutto ordinary people.
Pensa che invece io penso di essere molto simile a te. Per lo meno da quello che leggo di te, dei tuoi gusti, del tuo essere irrequieta, del tuo essere capricciosa fino anche del tuo averti immaginato un po' dark, un po' punk un po' (poco invero) massaia. Peccato.

EDIT: Giacca e cravatta sono la mia convenzione lavorativa. Un po' come il tuo grembiule da metalmeccanica.
 
O

Old Anna A

Guest
Pensa che invece io penso di essere molto simile a te. Per lo meno da quello che leggo di te, dei tuoi gusti, del tuo essere irrequieta, del tuo essere capricciosa fino anche del tuo averti immaginato un po' dark, un po' punk un po' (poco invero) massaia. Peccato.

EDIT: Giacca e cravatta sono la mia convenzione lavorativa. Un po' come il tuo grembiule da metalmeccanica.
molto massaia. sono pignolissima. stiro io tutte le camicie. guai se non sono stirate a regola d'arte, senza una minima piega che non sia quella dei polsini. sono maniacale.
per tutto il resto sono molto irrequieta, anche troppo.

PS: come mi vedi con il casco antifortunistica giallo in testa?
 

@lex

Escluso
molto massaia. sono pignolissima. stiro io tutte le camicie. guai se non sono stirate a regola d'arte, senza una minima piega che non sia quella dei polsini. sono maniacale.
per tutto il resto sono molto irrequieta, anche troppo.

PS: come mi vedi con il casco antifortunistica giallo in testa?
stai ristrutturando il colosseo?
 
L

leone73

Guest
..Enorme. Sul braccio. Venti centimetri di tatuaggio in tecnicolor (in realtà è ancora da finire, ma in tecnicolor sarà).
Questo ho fatto. Per ricordare. Per me stesso. Per vedermi più ragazzaccio e meno ometto. Giacca e cravatta tutti i santi giorni ma con un segreto (che tanto segreto non è visto che l'ho sbandierato ai quattro + quattro venti).
celato sotto la biancheria intima.

In realtà è il primo di un percorso che annovera altre due opere da incidere sulla pelle in memoria di me stesso. I ricordi possono essere belli o brutti. Io li voglio belli o brutti oltre che in mente anche sul corpo, in mancanza, grazie a dio, credo, di cicatrici vissute nel dolore.

Voi avete ricordi sul vostro corpo?
mi vorrei far tatuare il mio segno zodiacale, ma non so in che parte, magari una spalla. ma quanto può costare??
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top