traditi....se ti amo ti perdono?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Old Fiore

Utente
Riflettevo sulla mia storia, a cio’ che è accaduto e soprattutto a quello che non è accaduto e pensavo…
Ci sono traditi che perdonano, altri che non lo fanno o quanto meno ci provano ma non ci riescono.
In passato ho spesso sentito dire dal mio lui, “mi ama al punto tale da accettare cio’ che ho fatto (il tradimento) e perdonare. Ebbene io penso che coloro che amano veramente sono i traditi che non perdonano, perché chi ama davvero non tollera che il proprio partner abbia potuto toccare, baciare, “amare” un’altra persona, la sola idea di contatto con un’altra persona ti fa uscire fuori di testa, ti annienta e puoi amare all’inverosimile ma non l’accetti! Penso invece che esista nei traditi che perdonano (sicuramente anche amore) soprattutto una forte componente di “possesso” insomma pur di non perdere cio’ che ci apparteneva si tende ad accettare e superare (ammesso che si superi) tutto, ma non si puo’ certo parlare di grande amore anzi è il proprio egoismo che prevale…..voi cosa ne pensate?

Fiore
 

Old Otella82

Utente di lunga data
io?! ho perdonato una sola volta. dopo 2 mesi avevo altri sei metri di corna sul capo ( mi ha tradito con altre 2 ragazze diverse, è partito per le vacanze coi suoi con un pacco di preservativi..)

cosa ho capito?! mai più. mai più perchè quando amo do naturalmente e senza sforzi tutto ciò che ho dentro, perchè spesso mi sono tenuta dentro le mie preoccupazioni, perchè spesso ho pensato prima all'altro che a me.. e in cambio ho avuto solo male, bugie, mancanza di rispetto, una parodia d'amore mal riuscita. dico "col cavolo".
perchè io devo adattarmi al modo di amare altrui che io reputo sbagliato per me e mi ferisce?! perchè proprio io?!
sono determinata ad essere felice e la mia felicità non scende a compromessi con chi di me se ne infischia.
mollo in tempo record, e aspetto passi il cadavere (che di solito passa eeeeh se passa).
almeno è quel che ho fatto fin qui, spero di non trovarmi in dubbio se e quando dovesse accadermi in futuro.. fatto sta che come oggi non ho mai amato.

ps= la cosa allucinante è che con me son stati dei bastardi, e con le fidanzate dopo dei ragazzetti irreprensibili.. e sono venuti a dirmi grazie per questo nella maggior parte dei casi..
@àò§+**$&>°° !!!!! è____é
(mi autocensuro)
 

Old simo

Utente di lunga data
Fiore

prima di tutto vorrei farti una domanda: sei mai stata tradita?
Io si....dopo 9 anni(di fidanzamento) e ho perdonato (meglio ci sto provando anche se non è facile). Tu hai detto che il tuo lui dice:"mi ama a tal punto da accettare ecc...", poi tu dici che chi ama DAVVERO non tollera che il proprio lui/lei abbia potuto toccare o baciare qualcun'altro....e dici anche "che pur di non perdere cio' che si ha si tende ad accettare e superare...". Ti assicuro che(x quanto mi riguarda) NON si accetta e non si tollera nulla....si sta malissimo credimi, ti crolla il mondo addosso e la prima reazione che si ha è quella di scappare, fuggire....morire. poi pian piano torna la razionalità e allora si cerca e si vuole capire perchè...perchè proprio a me? Io credo che se si ama veramente qualcuno si cerca di salvare la storia(ovviamente se entrambi lo vogliono, se la cosa è univoca, cioè lo voglio solo io, è ovviamente inutile e allora si che si puo' parlare di egoismo!). Perdonare non vuol dire accettare e subire, a volte puo' significare "crescere". Chi ama davvero e crede nella propria storia non batte in ritirata subito...tenta almeno di capire, e riprovare, ovviamente non è detto che cio' debba riuscire x forza. Ci vuole piu' coraggio a tradire che a troncare secondo me....ovviamente mi sento di aggiungere che il perdonare non deve implicare il concetto del "cornifico quanto mi pare tanto sono perdonato/a". Come ho detto altrove....innamorati e disposti al perdono(x crescere insieme)si...scemi no!!! Mi permetto di aggiungere che ognuno ama in modo diverso ed è diverso dagli altri e il fatto di poter perdonare o no non significa amare meno o amare di piu', significa semplicemente affrontare diversamente una situazione dolorosa. Hai parlato di "possessività" in chi perdona....quando si sta insieme nessuno possiede nulla, l'unica cosa che dovremmo possedere è la certezza dei nostri sentimenti x l'altro.
P.s. Prima di essere tradita anche io ero molto molto intransigente su questo argomento...e invece....
 

Old Otella82

Utente di lunga data
prima di tutto vorrei farti una domanda: sei mai stata tradita?
Io si....dopo 9 anni(di fidanzamento) e ho perdonato (meglio ci sto provando anche se non è facile). Tu hai detto che il tuo lui dice:"mi ama a tal punto da accettare ecc...", poi tu dici che chi ama DAVVERO non tollera che il proprio lui/lei abbia potuto toccare o baciare qualcun'altro....e dici anche "che pur di non perdere cio' che si ha si tende ad accettare e superare...". Ti assicuro che(x quanto mi riguarda) NON si accetta e non si tollera nulla....si sta malissimo credimi, ti crolla il mondo addosso e la prima reazione che si ha è quella di scappare, fuggire....morire. poi pian piano torna la razionalità e allora si cerca e si vuole capire perchè...perchè proprio a me? Io credo che se si ama veramente qualcuno si cerca di salvare la storia(ovviamente se entrambi lo vogliono, se la cosa è univoca, cioè lo voglio solo io, è ovviamente inutile e allora si che si puo' parlare di egoismo!). Perdonare non vuol dire accettare e subire, a volte puo' significare "crescere". Chi ama davvero e crede nella propria storia non batte in ritirata subito...tenta almeno di capire, e riprovare, ovviamente non è detto che cio' debba riuscire x forza. Ci vuole piu' coraggio a tradire che a troncare secondo me....ovviamente mi sento di aggiungere che il perdonare non deve implicare il concetto del "cornifico quanto mi pare tanto sono perdonato/a". Come ho detto altrove....innamorati e disposti al perdono(x crescere insieme)si...scemi no!!! Mi permetto di aggiungere che ognuno ama in modo diverso ed è diverso dagli altri e il fatto di poter perdonare o no non significa amare meno o amare di piu', significa semplicemente affrontare diversamente una situazione dolorosa. Hai parlato di "possessività" in chi perdona....quando si sta insieme nessuno possiede nulla, l'unica cosa che dovremmo possedere è la certezza dei nostri sentimenti x l'altro.
P.s. Prima di essere tradita anche io ero molto molto intransigente su questo argomento...e invece....
giusto, per questo non ho dato opinioni in generale su chi ama di più, la frase in neretto la quoto assolutamente. non credo che esista una classifica dell'amare, specie in base alle reazioni al tradimento, credo che ognuno reagisca in base al proprio vissuto e dando la priorità a ciò che, in quel determinato momento, è la cosa che desidera tutelare.
oggi io posso solo tutelare me stessa e le mie idee. quando l'altro mi ferisce deliberatamente, io passo al primo posto, lui se ha sbagliato e si è pentito va a fare ammenda con la prossima malcapitata. devo curare le mie ferite, ho tanto da imparare, non intendo essere maestra di nessuno nè banco di prova per gli errori di chicchessia, quando avevo espressamente chiesto di non ferirmi in quel modo.
però domani..
domani potrei avere figli. e se avessi figli e li amassi come mia madre ha amato me e mio fratello forse mi riprenderei a casa il traditore per proteggerli, per farli crescere col loro padre, perchè quello che non si fa per se stessi o per gli altri si fa per i figli dice mia madre, e credo possa essere vero.
 
I

il lupo

Guest
Amore....

da Fiore:
...........io penso che coloro che amano veramente sono i traditi che non perdonano, perché chi ama davvero non tollera..........

amare = non perdonare
amare = non tollerare

amare ?

.......
 

Old Fiore

Utente
prima di tutto vorrei farti una domanda: sei mai stata tradita?
Io si....dopo 9 anni(di fidanzamento) e ho perdonato (meglio ci sto provando anche se non è facile). Tu hai detto che il tuo lui dice:"mi ama a tal punto da accettare ecc...", poi tu dici che chi ama DAVVERO non tollera che il proprio lui/lei abbia potuto toccare o baciare qualcun'altro....e dici anche "che pur di non perdere cio' che si ha si tende ad accettare e superare...". Ti assicuro che(x quanto mi riguarda) NON si accetta e non si tollera nulla....si sta malissimo credimi, ti crolla il mondo addosso e la prima reazione che si ha è quella di scappare, fuggire....morire. poi pian piano torna la razionalità e allora si cerca e si vuole capire perchè...perchè proprio a me? Io credo che se si ama veramente qualcuno si cerca di salvare la storia(ovviamente se entrambi lo vogliono, se la cosa è univoca, cioè lo voglio solo io, è ovviamente inutile e allora si che si puo' parlare di egoismo!). Perdonare non vuol dire accettare e subire, a volte puo' significare "crescere". Chi ama davvero e crede nella propria storia non batte in ritirata subito...tenta almeno di capire, e riprovare, ovviamente non è detto che cio' debba riuscire x forza. Ci vuole piu' coraggio a tradire che a troncare secondo me....ovviamente mi sento di aggiungere che il perdonare non deve implicare il concetto del "cornifico quanto mi pare tanto sono perdonato/a". Come ho detto altrove....innamorati e disposti al perdono(x crescere insieme)si...scemi no!!! Mi permetto di aggiungere che ognuno ama in modo diverso ed è diverso dagli altri e il fatto di poter perdonare o no non significa amare meno o amare di piu', significa semplicemente affrontare diversamente una situazione dolorosa. Hai parlato di "possessività" in chi perdona....quando si sta insieme nessuno possiede nulla, l'unica cosa che dovremmo possedere è la certezza dei nostri sentimenti x l'altro.
P.s. Prima di essere tradita anche io ero molto molto intransigente su questo argomento...e invece....
Simo, hai ragione, io non sono mai stata tradita e mi sono trovata dall’altra parte della barricata, come preannunciavo nel post la mia storia finita spesso mi porta a riflettere sul perché e sul come di alcune cose, insomma perché si è scelto questo invece di quell’altro, perché ci si è comportato così e via dicendo, ho aperto questi post come spunto di riflessione e per sforzarmi di capire, (partendo da un mio pensiero giusto o sbagliato che sia) calandomi un attimo nei panni di ognuno dei protagonisti, cosa succede in ognuno di essi rapportato ad ogni singola esperienza.
Grazie quindi per ogni intervento su tema.
Fiore
 
O

Old Airforever

Guest
Riflettevo sulla mia storia, a cio’ che è accaduto e soprattutto a quello che non è accaduto e pensavo…
Ci sono traditi che perdonano, altri che non lo fanno o quanto meno ci provano ma non ci riescono.
In passato ho spesso sentito dire dal mio lui, “mi ama al punto tale da accettare cio’ che ho fatto (il tradimento) e perdonare. Ebbene io penso che coloro che amano veramente sono i traditi che non perdonano, perché chi ama davvero non tollera che il proprio partner abbia potuto toccare, baciare, “amare” un’altra persona, la sola idea di contatto con un’altra persona ti fa uscire fuori di testa, ti annienta e puoi amare all’inverosimile ma non l’accetti! Penso invece che esista nei traditi che perdonano (sicuramente anche amore) soprattutto una forte componente di “possesso” insomma pur di non perdere cio’ che ci apparteneva si tende ad accettare e superare (ammesso che si superi) tutto, ma non si puo’ certo parlare di grande amore anzi è il proprio egoismo che prevale…..voi cosa ne pensate?

Fiore
Ho perdonato ma...mi sono pentito di averlo fatto, in quanto, nel mio caso, la mia lei non aveva commesso uno "sbaglio" bensì un'abitudine. E comunque, ribadisco che, seppur per una sola volta il tradimento è un "errore" che non andrebbe commesso.
Per quanto concerne il concetto di: "Se ami, perdoni un tradimento"...beh, è una grande baggianata in quanto bisognerebbe capire e convincersi che, se siamo stati traditi è perchè la ns. dolce metà non ci ha amato...e perchè dovremmo essere solo noi traditi a dimostrare l'amore che proviamo, perdonando chi ci ha ferito, mentre chi ci ha ferito non suda manco una camicia per dimostrarci l'amore che prova, non tradendoci?!?!?!
Air
 
O

Old Airforever

Guest
da Fiore:
...........io penso che coloro che amano veramente sono i traditi che non perdonano, perché chi ama davvero non tollera..........

amare = non perdonare
amare = non tollerare

amare ?

.......
Concordo e mi permetto di aggiungere: "Chi ama davvero, non tradisce"!
Air
 
O

Old sunrise

Guest
Riflettevo sulla mia storia, a cio’ che è accaduto e soprattutto a quello che non è accaduto e pensavo…
Ci sono traditi che perdonano, altri che non lo fanno o quanto meno ci provano ma non ci riescono.
In passato ho spesso sentito dire dal mio lui, “mi ama al punto tale da accettare cio’ che ho fatto (il tradimento) e perdonare. Ebbene io penso che coloro che amano veramente sono i traditi che non perdonano, perché chi ama davvero non tollera che il proprio partner abbia potuto toccare, baciare, “amare” un’altra persona, la sola idea di contatto con un’altra persona ti fa uscire fuori di testa, ti annienta e puoi amare all’inverosimile ma non l’accetti! Penso invece che esista nei traditi che perdonano (sicuramente anche amore) soprattutto una forte componente di “possesso” insomma pur di non perdere cio’ che ci apparteneva si tende ad accettare e superare (ammesso che si superi) tutto, ma non si puo’ certo parlare di grande amore anzi è il proprio egoismo che prevale…..voi cosa ne pensate?

Fiore

BuonDì
sono un tradito che non ha perdonato; a parer mio stai facendo confusione, credo che il perdono e il Non perdono non vadano in funzione dell'amore provato. Per quanto mi riguarda il perdono è in funzione del traditore, ovvero va meritato. Per meritare di essere perdonato un traditore deve dimostrarti con fatti concreti il suo pentimento e il suo amore per te , se ciò non avviene per quanto tu possa o non, amare il tuo traditore , il gioco non vale la candela.
Sunrise
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top