Tradimento

Luchetto

Utente
Buongiorno a tutti,
Ho bisogno di un confronto, sto insieme alla mia ragazza da 3 anni in cui ci sono sempre stati alti e bassi.
Premessa, la mia ragazza da sempre alterna periodi in cui è depressa e non riesce a separarsi da me (passiamo ore e ore a parlare di come si sente e ci sono stati anche periodi in cui per 2 mesi non siamo usciti con gli amici), a periodi in cui si sente benissimo e mi allontana per avvicinarsi alle amiche.
Io ho sempre fatto fatica nei momenti di allontanamento, in cui spesso, anche se per pochi giorni ci lasciamo.
Nell'ultimo periodo i litigi sono aumentati in quanto è stata relativamente bene e io non mi sono sentito più amato e desiderato, gliel'ho detto ma lei ha bisogno di pensare prima a lei nonstante mi ami.
In tutto ciò ci siamo organizzati delle vacanze con i nostri rispettivi amici io solo con i ragazzi e lei solo con le ragazze.
Durante la mia vacanza ho bevuto e ho baciato un'altra ragazza in discoteca, nel bacio non c'era niente e io sento di amare la mia ragazza ma penso che mi sono lasciato andare a causa di questo periodo. Non so se dirglielo o meno perché non voglio ferirla anche se ammetto che il senso di colpa mi tormenta, io voglio lei ma avrei bisogno che mi facesse sentire amato (vi assicuro che mi ama ma per pensare a se stessa non può darmi troppe attenzioni).
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
sto concetto di amore che avete a me pare più na supercazzola, ma rispondendo alla tua domanda, io non direi una parola.

per definizione, quando si beve si fanno cazzate. il tuo parvemi un caso tipico
 

Lostris

Utente Ludica
Tieni la bocca chiusa va!!

Il problema non è il bacio (contato nulla), è che scambi l’amore con la dipendenza.
È evidente che già ora (siete sicuramente giovani, e se non lo siete è preoccupante) avete dinamiche non sane e non equilibrate.

Lavorerei su questo, cercando di parlarne con lei.
Anche se, a naso, la soluzione per me sarebbe che entrambi cambiate partner.
 

spleen

utente ?
io voglio lei ma avrei bisogno che mi facesse sentire amato (vi assicuro che mi ama ma per pensare a se stessa non può darmi troppe attenzioni).
Benvenuto.
Quanti anni avete?
Comunque a prescindere, la frase che hai scritto qui sopra, evidenziata, è una cosa senza senso.
Sei incappato, così a occhio, in una narcisista patologica.
Capitò anche a me quando ero giovane e l'unica cosa positiva fu che ci lasciammo.
Se ho capito bene questa ti devasta la vita... altro che tira e molla.
 

patroclo

Utente di lunga data
Buongiorno a tutti,
Ho bisogno di un confronto, sto insieme alla mia ragazza da 3 anni in cui ci sono sempre stati alti e bassi.
Premessa, la mia ragazza da sempre alterna periodi in cui è depressa e non riesce a separarsi da me (passiamo ore e ore a parlare di come si sente e ci sono stati anche periodi in cui per 2 mesi non siamo usciti con gli amici), a periodi in cui si sente benissimo e mi allontana per avvicinarsi alle amiche.
Io ho sempre fatto fatica nei momenti di allontanamento, in cui spesso, anche se per pochi giorni ci lasciamo.
Nell'ultimo periodo i litigi sono aumentati in quanto è stata relativamente bene e io non mi sono sentito più amato e desiderato, gliel'ho detto ma lei ha bisogno di pensare prima a lei nonstante mi ami.
In tutto ciò ci siamo organizzati delle vacanze con i nostri rispettivi amici io solo con i ragazzi e lei solo con le ragazze.
Durante la mia vacanza ho bevuto e ho baciato un'altra ragazza in discoteca, nel bacio non c'era niente e io sento di amare la mia ragazza ma penso che mi sono lasciato andare a causa di questo periodo. Non so se dirglielo o meno perché non voglio ferirla anche se ammetto che il senso di colpa mi tormenta, io voglio lei ma avrei bisogno che mi facesse sentire amato (vi assicuro che mi ama ma per pensare a se stessa non può darmi troppe attenzioni).
Ciao e benvenuto. dai l'impressione che siate giovanissimi. Prima cosa stai zitto, non è successo nulla, rilassati.
Seconda cosa: ma lei si sta curando? perché da come l'hai messa giù sembra un po' una paraculata, intendo l'atteggiamento della tua presunta morosa.
 

Luchetto

Utente
Benvenuto.
Quanti anni avete?
Comunque a prescindere, la frase che hai scritto qui sopra, evidenziata, è una cosa senza senso.
Sei incappato, così a occhio, in una narcisista patologica.
Capitò anche a me quando ero giovane e l'unica cosa positiva fu che ci lasciammo.
Se ho capito bene questa ti devasta la vita... altro che tira e molla.
Siamo giovani io ho 26 anni, lei 23.. Il fatto è che lei ha effettivamente dei problemi dovuti alla sua infanzia, infatti è già in terapia da una psicologa, il mio obiettivo è sempre stato farla stare bene e i suoi problemi li abbiamo "scoperti" insieme piano piano, facendo delle visite e parlarne.. Diciamo che il mio amore per lei si è stretto tanto proprio perchè sono l'unico che l'ha aiutata (ha perso la mamma da piccola e il padre è poco presente); la psicologa giustamente la sta aiutando a risolvere i problemi personali ma in questi cambiamenti non mi sono sentito più amato e ho fatto quello che ho fatto.

Ciao e benvenuto. dai l'impressione che siate giovanissimi. Prima cosa stai zitto, non è successo nulla, rilassati.
Seconda cosa: ma lei si sta curando? perché da come l'hai messa giù sembra un po' una paraculata, intendo l'atteggiamento della tua presunta morosa.
Ho appena risposto sotto un altro commento, se ti va di leggere poi mi dai un parere

Ho appena risposto sotto un altro commento, se ti va di leggere poi mi dai un parere, grazie mille
sto concetto di amore che avete a me pare più na supercazzola, ma rispondendo alla tua domanda, io non direi una parola.

per definizione, quando si beve si fanno cazzate. il tuo parvemi un caso tipico
A volte penso che sia sbagliato anche io, poi non ce la faccio a non prendermene cura quando sta male.. Sicuramente il concetto è sbagliato e non era l'amore che immaginavo, ma dopo averla conosciuta è come se non posso più non prendermene cura, mi sento come se solo io possa aiutarla davvero... Vorrei però incentrare la domanda sul fatto del bacio, è la cosa più saggia tenere la bocca chiusa?
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Ciao!
Benvenuto.
Un consiglio spassionato...lasciala.

Rischia di farti finire in una spirale infinita in cui ti molla e ti ripiglia...
Fare l elastico non è mai bello...
Ci vorrà tempo anche per riprenderti dopo la rottura....sarai tu a ricercarla ...ma non farlo assolutamente...
Lasciala sta sera stessa...la porti al pub e le spieghi la situazione...
Inoltre le suggerirei un supporto psicologico...
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Buongiorno a tutti,
Ho bisogno di un confronto, sto insieme alla mia ragazza da 3 anni in cui ci sono sempre stati alti e bassi.
Premessa, la mia ragazza da sempre alterna periodi in cui è depressa e non riesce a separarsi da me (passiamo ore e ore a parlare di come si sente e ci sono stati anche periodi in cui per 2 mesi non siamo usciti con gli amici), a periodi in cui si sente benissimo e mi allontana per avvicinarsi alle amiche.
Io ho sempre fatto fatica nei momenti di allontanamento, in cui spesso, anche se per pochi giorni ci lasciamo.
Nell'ultimo periodo i litigi sono aumentati in quanto è stata relativamente bene e io non mi sono sentito più amato e desiderato, gliel'ho detto ma lei ha bisogno di pensare prima a lei nonstante mi ami.
In tutto ciò ci siamo organizzati delle vacanze con i nostri rispettivi amici io solo con i ragazzi e lei solo con le ragazze.
Durante la mia vacanza ho bevuto e ho baciato un'altra ragazza in discoteca, nel bacio non c'era niente e io sento di amare la mia ragazza ma penso che mi sono lasciato andare a causa di questo periodo. Non so se dirglielo o meno perché non voglio ferirla anche se ammetto che il senso di colpa mi tormenta, io voglio lei ma avrei bisogno che mi facesse sentire amato (vi assicuro che mi ama ma per pensare a se stessa non può darmi troppe attenzioni).
Quanti anni hai?
 

Luchetto

Utente
Ciao e benvenuto. dai l'impressione che siate giovanissimi. Prima cosa stai zitto, non è successo nulla, rilassati.
Seconda cosa: ma lei si sta curando? perché da come l'hai messa giù sembra un po' una paraculata, intendo l'atteggiamento della tua presunta morosa.
Anzi ti rispondo qui che forse è meglio.. Siamo giovani ma non giovanissimi diciamo, io 26 anni lei 23, lei si si sta curando, è in terapia con una psicologa; è proprio questo il punto, io la amo e sono sicuro che lei anche ami me ma per li sforzi che sta facendo su di lei ultimamente mi arriva poco e sento che in questo mio momento di debolezza e stanchezza sono incappato nella cosa che ho sempre ripudiato, vale a dire tradire.
Vorrei aggiungere un particolare per me molto importante, oltre ai litigi più frequenti abbiamo anche meno rapporti completi che aumentano il senso della mia frustrazione.
 

Tachipirina

Utente di lunga data
Buongiorno a tutti,
Ho bisogno di un confronto, sto insieme alla mia ragazza da 3 anni in cui ci sono sempre stati alti e bassi.
Premessa, la mia ragazza da sempre alterna periodi in cui è depressa e non riesce a separarsi da me (passiamo ore e ore a parlare di come si sente e ci sono stati anche periodi in cui per 2 mesi non siamo usciti con gli amici), a periodi in cui si sente benissimo e mi allontana per avvicinarsi alle amiche.
Io ho sempre fatto fatica nei momenti di allontanamento, in cui spesso, anche se per pochi giorni ci lasciamo.
Nell'ultimo periodo i litigi sono aumentati in quanto è stata relativamente bene e io non mi sono sentito più amato e desiderato, gliel'ho detto ma lei ha bisogno di pensare prima a lei nonstante mi ami.
In tutto ciò ci siamo organizzati delle vacanze con i nostri rispettivi amici io solo con i ragazzi e lei solo con le ragazze.
Durante la mia vacanza ho bevuto e ho baciato un'altra ragazza in discoteca, nel bacio non c'era niente e io sento di amare la mia ragazza ma penso che mi sono lasciato andare a causa di questo periodo. Non so se dirglielo o meno perché non voglio ferirla anche se ammetto che il senso di colpa mi tormenta, io voglio lei ma avrei bisogno che mi facesse sentire amato (vi assicuro che mi ama ma per pensare a se stessa non può darmi troppe attenzioni).
solo una domandina
quanti anni avete ?

e comunque non dire niente ti conviene.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Siamo giovani io ho 26 anni, lei 23.. Il fatto è che lei ha effettivamente dei problemi dovuti alla sua infanzia, infatti è già in terapia da una psicologa, il mio obiettivo è sempre stato farla stare bene e i suoi problemi li abbiamo "scoperti" insieme piano piano, facendo delle visite e parlarne.. Diciamo che il mio amore per lei si è stretto tanto proprio perchè sono l'unico che l'ha aiutata (ha perso la mamma da piccola e il padre è poco presente); la psicologa giustamente la sta aiutando a risolvere i problemi personali ma in questi cambiamenti non mi sono sentito più amato e ho fatto quello che ho fatto.



Ho appena risposto sotto un altro commento, se ti va di leggere poi mi dai un parere





A volte penso che sia sbagliato anche io, poi non ce la faccio a non prendermene cura quando sta male.. Sicuramente il concetto è sbagliato e non era l'amore che immaginavo, ma dopo averla conosciuta è come se non posso più non prendermene cura, mi sento come se solo io possa aiutarla davvero... Vorrei però incentrare la domanda sul fatto del bacio, è la cosa più saggia tenere la bocca chiusa?
Siete giovani e avrete tempo per diventare stronzi, se lo vorrete.
Continuate a volervi bene. Non pretendere che lei faccia la vita di tua nonna. È normale non stare sempre appiccicati.
In che ragione vivi?
 

Luchetto

Utente
Siete giovani e avrete tempo per diventare stronzi, se lo vorrete.
Continuate a volervi bene. Non pretendere che lei faccia la vita di tua nonna. È normale non stare sempre appiccicati.
In che ragione vivi?
Sono d'accordo.. Per quanto riguarda la cazzata che ho fatto? Come dovrei comportarmi secondo te, dirglielo o no?
Comunque nelle Marche
 

MariLea

Utente di lunga data
Sono d'accordo.. Per quanto riguarda la cazzata che ho fatto? Come dovrei comportarmi secondo te, dirglielo o no?
Comunque nelle Marche
Non dire niente,
che vuoi che sia un bacio da mbria_chetto? una cazzata appunto, ma senza nessuna importanza
a cosa pensi possa servire dirglielo? a farla stare male? a chiudere con lei in malo modo?
Che per entrambi sia un bene chiudere questa storia contorta è sacrosanto, ma fallo con garbo!
approfitta di questo periodo che lei deve pensare a sé stessa... e comincia anche tu a pensare un po' a te...
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Sono d'accordo.. Per quanto riguarda la cazzata che ho fatto? Come dovrei comportarmi secondo te, dirglielo o no?
Comunque nelle Marche
Ciao non si dice accade.
Come potrebbe essere capitato anche a lei è non averti detto niente..
È una piccolezza, una di quelle cose che su fanno quando si beve troppo, c'è chi vomita nell:auto dell:amico, chi tamponi auto parcheggiate, chi da un bacio ad una sconosciuta.
Posso capire che hai il bisogno di liberarti di questo segreto, ma obbiettivamente, considerati i mille problemi che ha lei, ti parete una buona idea andarglielo a dire?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Anzi ti rispondo qui che forse è meglio.. Siamo giovani ma non giovanissimi diciamo, io 26 anni lei 23, lei si si sta curando, è in terapia con una psicologa; è proprio questo il punto, io la amo e sono sicuro che lei anche ami me ma per li sforzi che sta facendo su di lei ultimamente mi arriva poco e sento che in questo mio momento di debolezza e stanchezza sono incappato nella cosa che ho sempre ripudiato, vale a dire tradire.
Vorrei aggiungere un particolare per me molto importante, oltre ai litigi più frequenti abbiamo anche meno rapporti completi che aumentano il senso della mia frustrazione.
ma tu di fatto NON hai tradito, hai fatto una robetta che a 26 anni dopo il quarto/quinto mojito può succedere. semmai la cosa deve farti capire che a 26 anni dovresti conoscere il limite oltre il quale non devi andare col bere e se ancora non lo sai, è grave.

tu dici che sta ragazza ti ama, però nei momenti in cui sta meglio, ti allontana e pure col sesso ammetti che non è che vada benone.

io al momento non mi sento di dirti di mollare tutto, tanto è palese che non è quello che vuoi sentirti dire. anzi, ti posso narrare di una coppia di amici miei, che si sono conosciuti in terza liceo scientifico, dove hanno iniziato un tira e molla durato 20 anni, concluso con un matrimonio ed una bellissima bambina,

posso solo dirti che in quei 20 anni hanno anche corso il rischio di lasciarsi andare per la propria strada per dei periodi e di provare anche altre opzioni (più lei che lui in verità)

se il Karma dice che tornerete insieme, tornerete insieme. però al momento mi pari un vampirizzato emotivo e questo non va bene. non solo per te, ma neanche per lei. chè ogni tanto alla gente bisogna anche saper dare 4 schiaffoni, immateriali e non, per svegliarla
 

Brunetta

Utente di lunga data
Sono d'accordo.. Per quanto riguarda la cazzata che ho fatto? Come dovrei comportarmi secondo te, dirglielo o no?
Comunque nelle Marche
Non dirglielo.
Era tradimento negli anni sessanta
 
Top