tradimenti

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
B

bluebird11111

Guest
lo scopo di questa lettera e' chiedere se qualcuno puo' aiutarmi a capire se la mia attuale compagna mi ha tradito.

ho 43 anni portati bene, dopo il divorzio dalla prima moglie, ho conosciuto la mia attuale compagna ed abbiamo iniziato a convivere 9 anni fa , lei ha 3 anni meno di me , abbiamo due figli. i nostri rapporti credo che siano nella norma ed il sesso e' ok.

Credo di potermi classificare come un traditore di 1a categoria,
negli anni ho tradito la mia compagna innumerevoli volte con partners diverse, prima ci stavo male e me ne facevo un problema perche' capivo e capisco il male che faccio ma adesso ho imparato ad accettarmi per quello che sono, la mia debolezza, ed i rischi che comporta.

non riesco a rinunciare alle donne che mi piacciono e che intuisco piacere anche a loro, viaggio molto per lavoro e questo secondo me non mi aiuta a cambiare.

sono stato sempre molto attento a non farmi scoprire dalla mia attuale compagna, di recente pero' mi ha quasi scoperto
.

al ritorno di un viaggio di lavoro trovo' un preservativo intatto nella sua confezione nel mio bagaglio, noi non usiamo preservativi quindi anche se io prontamente mi giustificai inventando che li davano in albergo ed io lo avevo portato con me come souvenir


la mia compagna era piuttosto incacchiata, fu allora che si lascio' sfuggire l'esclamazione "me lo sono meritato!" , chiesi io, come? mi hai tradito allora? dopo un breve intervallo nel quale sembrava che non sapesse cosa dirmi, mi disse che aveva *solo* risentito per telefono un suo ex con il quale sapevo aveva avuto una lunga e sofferta storia....lui pero' vive in un altra lontanissima citta' ....pero' lo aveva telefonato pur sapendo che a me avrebbe dato fastidio .... BOH? ...

da quel giorno ho il forte sospetto che anche lei mi abbia tradito almeno una volta, non so se con il suo ex o chi altro. se cosi' fosse sinceramente mi darebbe fastidio, pero' glielo perdonerei perche' in fondo mi sento in colpa per tutti i tradimenti che ho fatto alle sue spalle.

pero' vivere con il sospetto non mi piace, o forse sono io che non voglio vedere l'evidenza che lei mi ha senz'altro tradito , preferirei essere piu' consapevole , secondo voi mi ha tradito o no?

grazie a tutti quelli che mi daranno pareri validi, ciao


Bluebird
 
S

scandalizzato

Guest
ma dai

ma sei un co...... cioe tu a questa la tieni ramificata in testa e tu hai pure delle pretese sulla sua fedeltà ma fammi il piacere va...
 

Verena67

Utente di lunga data
scandalizzato ha detto:
ma sei un co...... cioe tu a questa la tieni ramificata in testa e tu hai pure delle pretese sulla sua fedeltà ma fammi il piacere va...
Dai, che a me è simpatico

In fondo, bontà sua, glielo "perdonerebbe". Vuole solo sapere.
Certo.
Lei è donna di spirito, bluebird!
Chi semina raccoglie. E chissà, l'intrigante silenzio reciproco potrebbe stimolarvi ad un rapporto di coppia ancora migliore
invece di inutili querelle su chi ha tradito di più e meglio. La competizione è distruttiva in amore

Meditate, gente, meditate

un grosso bacio
 

Allegati

O

Old Fa.

Guest
bluebird11111 ha detto:
.....non riesco a rinunciare alle donne che mi piacciono e che intuisco piacere anche a loro, viaggio molto per lavoro e questo secondo me non mi aiuta a cambiare.....
Ma sapendo questo bluebird, perchè stai fisso con delle ragazze !?!

Potresti averne anche 5 contemporaneamente senza essere insieme a nessuna e in tutta tranquillità..

Non è forse che ti piace ... quella cosa che si prova mentre sai di tradire ????


Forse non sono le donne che ti piacciono, ... forse ti piacciono i brividi della clandestinità e il fare le cose nell'ombra.
 

Old bluebird

Nuovo utente
fa. ha detto:
Ma sapendo questo bluebird, perchè stai fisso con delle ragazze !?!

Potresti averne anche 5 contemporaneamente senza essere insieme a nessuna e in tutta tranquillità..

Non è forse che ti piace ... quella cosa che si prova mentre sai di tradire ????


Forse non sono le donne che ti piacciono, ... forse ti piacciono i brividi della clandestinità e il fare le cose nell'ombra.
forse hai ragione , sto fisso con la mia compagna perche' mi piace e le voglio bene, pero' non riesco a capirmi e ci ho rinunciato da tempo ormai, non penso che quello che faccio e' molto costruttivo
 

Old bluebird

Nuovo utente
Verena67 ha detto:
Dai, che a me è simpatico

In fondo, bontà sua, glielo "perdonerebbe". Vuole solo sapere.
Certo.
Lei è donna di spirito, bluebird!
Chi semina raccoglie. E chissà, l'intrigante silenzio reciproco potrebbe stimolarvi ad un rapporto di coppia ancora migliore
invece di inutili querelle su chi ha tradito di più e meglio. La competizione è distruttiva in amore

Meditate, gente, meditate

un grosso bacio
wow, tu pensi di si quindi? ha negato tutto pero' , perche' dovrebbe preoccuparsi visto che sospetta fortemente di essere stata tradita?

ciao
 

Verena67

Utente di lunga data
bluebird ha detto:
wow, tu pensi di si quindi? ha negato tutto pero' , perche' dovrebbe preoccuparsi visto che sospetta fortemente di essere stata tradita?

ciao
Si, penso di si
E penso anche che, se non l'ha ancora fatto, potrebbe farlo.
E penso che neghi perché sta al gioco. IL TUO.
Tu non neghi, forse?
Guarda che hai una compagna intelligente, vitale. Non perderla facendo sciocchi giochetti al rialzo con lei. Cercate serenità l'uno nell'altro, non in squallide avventure.
Un bacio
 
N

Non registrato

Guest
Verena67 ha detto:
Si, penso di si
E penso anche che, se non l'ha ancora fatto, potrebbe farlo.
E penso che neghi perché sta al gioco. IL TUO.
Tu non neghi, forse?
Guarda che hai una compagna intelligente, vitale. Non perderla facendo sciocchi giochetti al rialzo con lei. Cercate serenità l'uno nell'altro, non in squallide avventure.
Un bacio
ma guarda che non sto facendo giochetti, non sento alcuna competizione, le avventure che ho avute non sono affatto squallide ma piene di sentimenti e rapporti interpersonali oltre che di sesso.

il mio problema e' che non riesco a dire no alle donne e non mi sembra di cercare le occasioni.

un gran bacio anche a te
 
F

Fedifrago

Guest
mhhh...

La tua storia mi sa quasi di provocazione, caro bluebird...ma tant'è!

Credo che da ciò che ci hai raccontato, non dovresti porti tante domande.
Per come la vedo io, nella pariteticità del rapporto, se a te concedi qualche "scappatella" non vedo perchè dovrebbe crearti problemi per eventuali "scappatelle" della tua lei.

A meno di essere un grande egoista.

Credo faresti bene a parlargliene francamente e serenamente, se, tra l'altro, lei già ha ammesso di essersi almeno sentita con l'ex, concluso o meno che sia il tradimento "fisico".
Parlare di cosa ti danno e cosa cerchi in queste avventure, così come cosa ha provato lei nel sentire l'ex.
Verificare se nel mutamento che il vostro rapporto può subire da queste "sbandate" rimane comunque di fondo una progettualità comune, un volersi comunque ritrovare insieme, lasciando a queste storie il loro giusto peso, quello cioè di momenti "personali" che non minano la base comune su cui credo si fondi il vostro rapporto.

So che non è condiviso il mio modo di vedere queste situazioni, qualcuno si ergerà subito a dire perchè allora ognuno non si fa i suoi e amen. Credo che nell'onestà di rilevare le proprie esigenze o se volete debolezze, vi sia grande maturità, piuttosto che indulgere al farei, ma non posso solo perchè ho paura di perdere i riferimenti certi e le mie sicurezze.
 

Verena67

Utente di lunga data
Non registrato ha detto:
ma guarda che non sto facendo giochetti, non sento alcuna competizione, le avventure che ho avute non sono affatto squallide ma piene di sentimenti e rapporti interpersonali oltre che di sesso.

il mio problema e' che non riesco a dire no alle donne e non mi sembra di cercare le occasioni.

un gran bacio anche a te
Beh...si può non dire di NO al cioccolato, alla droga, al caffé, ma se parliamo di un certo tipo di rapporto interpersonale (la scappatella) io penso che un po' di consapevolezza ci voglia: siamo uomini o caporali?!
Bisognerebbe capire quali meccanismi ci animano e quali esigenze esprimono.



Ti pongo ad esempio il caso mio: durante una delle numerose crisi con il mio amante (in sei mesi non ho fatto che piangere, finché, siccome non sono una DONNETTA, ho trovato la forza di dire BASTA e di chiudere con lui) ho provato a me stessa che potevo sedurre altri uomini facilmente, e ottenere così le stesse sensazioni intense e piacevoli che provavo con lui.
Ho iniziato rapporti virtuali e non (ma senza alcun coinvolgimento FISICO o EMOTIVO, meri flirt) con parecchi uomini, cinque nella fattispecie. Con tre di essi sono ancora amica, e solo e semplicemente amica. Malgrado la loro insistenza, non è successo nulla tra di noi perché io non ho voluto. Mi sono infatti resa conto che il "gioco della seduzione" a me non diceva un bel niente, che avevo provato tanto con il mio amante perché io l'amavo da 18 anni (era stato il mio primo fidanzato) e per me comunque era "Speciale" (specialmente disastroso, ma questa è un'altra storia
).

Per cui mi sono resa conta che non era la MODALITA' dell'incontro seduttivo a tentarmi. Anzi, che nulla mi tentava. Se non lui.
Ho mille amici, anche maschi, ma sono per l'appunto amici.

Forse dovresti anche tu condurre qualche esperimento per capire cosa ti intriga tanto di questi incontri: la seduzione? La trasgressione? L'iniziale sensazione di un incontro di anime?

Una volta individuato il COSA, potresti uscire dal circolo vizioso del riproporre comportamenti che non fanno del bene né a te né al tuo matrimonio, e magari cercare o ricercare QUELLA SPECIFICA COSA nel matrimonio.

Sai, ti può innamorare una, due, tre volte nella vita. Magari anche di più. Ma non ad ogni trasferta


Anche perché mi inquieta il tuo "Non so dire di no...non sono seduttivo"
Certo che lo sei. O sei un adone cui nessuna può resistere - come in certi film comici - o è evidente che tu ti poni nella condizione di ESSERE SEDUTTIVO. Non puoi sul serio dare la colpa solo alle donne!! IT TAKES TWO TO DANCE!
E poi...sei un buon samaritano del sesso o cosa?! Dire di "no" si può, sai?!

Mi inquieta anche l'altra premessa: "le avventure che ho avute non sono affatto squallide ma piene di sentimenti e rapporti interpersonali oltre che di sesso". Per carità. In ogni interazione umana, anche quella alla fermata di un autobus, può esserci qualcosa di autentico. Nessuno dice che sei uno squallido che si limita a portarsi a letto la tipa di turno
Ma non penso proprio che un vero SENTIMENTO autentico sia così pronto a nascere, morire, e venire rimpiazzato. Lo si può fare in amicizia (e ancora, io agli amici sono fedele nei secoli) ma non se c'è coinvolgimento fisico e sentimentale. Questa è la merendina del Mulino Bianco, non l'amore!!!!

Non essere bulimico, dai!!

un grosso bacio
 

Verena67

Utente di lunga data
Fedifrago ha detto:
Credo faresti bene a parlargliene francamente e serenamente, se, tra l'altro, lei già ha ammesso di essersi almeno sentita con l'ex, concluso o meno che sia il tradimento "fisico".
Parlare di cosa ti danno e cosa cerchi in queste avventure, così come cosa ha provato lei nel sentire l'ex.
Verificare se nel mutamento che il vostro rapporto può subire da queste "sbandate" rimane comunque di fondo una progettualità comune, un volersi comunque ritrovare insieme, lasciando a queste storie il loro giusto peso, quello cioè di momenti "personali" che non minano la base comune su cui credo si fondi il vostro rapporto.
Ti stupirò, caro Fedifrago protettore delle DONNETTE
, ma sono d'accordo con te

Sono anch'io dell'idea che un matrimonio posso fattivamente superare questi eventi, a patto di parlarsi, e rivalutare la progettualità comune.
Esiste anche la modalità di distruggere tutto insensatamente e quella di buttare la cosa sotto il tappeto, poi ogni singola coppia trova (o non trova) la soluzione giusta.
Ma sicuramente quella da te proposta può avere un senso.
Senonché...e qui casca l'asino...culturalmente ed emotivamente (l'amore è legato al desiderio di un rapporto esclusivo) pochi sono pronti a questo passo
Ok i momenti personali, ma sai...quando si ferma la linea del "lecito" e della "privacy reciproca"? Al flirt innocente? Alla chattata serale? Allo scambio di sms?
Io faccio tutte queste cose, talvolta, e non mi sento "infedele".
Ma quando ho "consumato" il rapporto mi sono sentita infedele eccome
E, in parte, anche ora che sono tornata nei ranghi, ne sento le cicatrici.
Un bacio
 
F

Fedifrago

Guest
Due appunti...

anzi tre... e partiamo da quest'ultimo: mi suona un pò male quel fedifrago protettore delle DONNETTE (sembra altro tipo di "protettore") :p

Chiarito questo,
gli altri:

Tu dici:
1) "(l'amore è legato al desiderio di un rapporto esclusivo)" .. ma dove sta scritto? E' vero solo perchè è "normalmente" così? O è perchè vi è una forte componente egoistica nell'amore che, guarda caso, ottenebra quello che ad esempio per me, è il concetto più puro dell'amore, ovvero che lo star bene dell'altro è più importante delle mie egoistiche gelosie!

2)"quando ho "consumato" il rapporto mi sono sentita infedele eccome" ...Questo è ovvio, perchè per te quel rapporto metteva in discussione quello attuale, quindi faceva cadere quella progettualità comune col marito. Io parlo di vivere sentimenti, attimi, anche di solo sesso, che con quel progetto nulla hanno a che fare, ma, come ho detto in uno dei miei primissimi interventi, nulla tolgono e nulla aggiungono al mio rapporto (qui qualcuno sottolineerebbe che faccio venir meno il patto e io rispoidnerò come sopra, ovvero che dipende se quel patto si è di comune accordo modificato o meno) ma a me possono dar piacere.

Può sembrare semplicistico ed egoistico, ma ricorda che lo ammetto anche per la/il partner.

Bacio a te



Ps. Riguardo all'intervento nell'altro thread, non ti considero affatto una Donnetta....
 

Verena67

Utente di lunga data
Fedifrago ha detto:
anzi tre... e partiamo da quest'ultimo: mi suona un pò male quel fedifrago protettore delle DONNETTE (sembra altro tipo di "protettore") :p
Era una battuta, teso'! Rivolta all'altra thread!


Chiarito questo,
gli altri:

Tu dici:
1) "(l'amore è legato al desiderio di un rapporto esclusivo)" .. ma dove sta scritto? E' vero solo perchè è "normalmente" così? O è perchè vi è una forte componente egoistica nell'amore che, guarda caso, ottenebra quello che ad esempio per me, è il concetto più puro dell'amore, ovvero che lo star bene dell'altro è più importante delle mie egoistiche gelosie!
mmmmm....mmmmm.....

'Sto discorso non mi sconfiffera tanto. Anche il mio amante lo tirava fuori, in fase di indietreggiamento, sempre con riferimento alla SUA famiglia ...laddove invece quando era in "avanzamento" era tutto un "Sei mia e di nessun altro. Avresti dovuto sposare me. Appartieni solo a me" e fino a qualche giorno fa (a rottura conclamata) diceva ancora"Sono angosciato dall'idea che farai/fai l'amore con tuo marito, tu sei mia".

Ho letto alcuni testi sui sentimenti (Alberoni e altri) e l' "esclusività" è connaturata, secondo questi psicologi, al vero "amore": non in senso egoistico, ma in senso che solo l'esclusività da' al rapporto quella stabilità che serve per creare un futuro comune. Per carità, non stiamo parlando di matematica, ma di sentimenti, ma io penso che se vuoi bene davvero a qualcuno più che vagheggiare il suo "bene" (argomentazione che è stata usata CONTRO di me: "Se tu mi volessi davvero bene non vorresti separarmi dalla mia famiglia! Sei crudele!") vorresti costruire un progetto di vita con lei/lui. Perché, vivere con me dovrebbe rendere infelice qualcuno che mi ama?!?
Solo la mia opinione, beninteso


2)"quando ho "consumato" il rapporto mi sono sentita infedele eccome" ...Questo è ovvio, perchè per te quel rapporto metteva in discussione quello attuale, quindi faceva cadere quella progettualità comune col marito. Io parlo di vivere sentimenti, attimi, anche di solo sesso, che con quel progetto nulla hanno a che fare, ma, come ho detto in uno dei miei primissimi interventi, nulla tolgono e nulla aggiungono al mio rapporto (qui qualcuno sottolineerebbe che faccio venir meno il patto e io rispoidnerò come sopra, ovvero che dipende se quel patto si è di comune accordo modificato o meno) ma a me possono dar piacere.

Può sembrare semplicistico ed egoistico, ma ricorda che lo ammetto anche per la/il partner.
Non giudico assolutamente, ben vengano patti reciproci nel matrimonio dove sia lecito viversi "gioiosi momenti di sesso con altri"e poi tornarsene allegramente a casa.
Ma la tua amante lo sapeva? Sapeva che per te era solo un "gioioso momento" alla "Tanta voglia di lei"?
Se si, patti chiari, amicizia lunga. Tout bien, Madame la Marquise.
Nel mio caso, io dissi esplicitamente al mio amante che se consumavo il rapporto consideravo me stessa e lui fuori dal patto originario e dentro un patto nostro, teso ad un futuro insieme. Tant'è che ne PARLAI con mio marito e gli dissi di PARLARNE con sua moglie. Lui mi fece credere che così aveva fatto, e invece di lì cominciò l'indietraggiamento.
Vedi quanto sono stata pirla!


Ps. Riguardo all'intervento nell'altro thread, non ti considero affatto una Donnetta....
Ti ringrazio, ma - in genere - penso che voler bene a qualcuno non è un crimine e non ci rende "inferiori".
Posso essere stata ingenua, ma non rinnego di aver amato.

Un grosso bacio
 
F

Fedifrago

Guest
Verena

Vorrei sgomberare i campi dai dubbi.

Il mio discorso, Verena, non era riferito certamente nel particolare alla tua storia.

Lì hai messo in gioco te stessa, ma questo, più che un tradimento, lo vedo come l'aver cercato di buttar giù il progetto per una casa comune diversa da quella che avevi. Peccato che poi siano venuti a mancare i "fondi" per realizzarla.

Cercavo di stare più sul generale, in particolare nei rapporti traditori/traditrici.

Nella mia esperienza MAI dico MAI ho vagheggiato possibilità di evoluzione del rapporto con la/le amanti, considerandomi a mio modo sincero. Perchè sapevo bene che il progetto che avevo in mente non era con loro che lo volevo realizzare.

E non son abituato a raccontarmi balle, anche se una storia nuova, l'innamoramento iniziale, la follia ad esso connaturata come è stato scritto può indurre a vederci quello che non è e non sarà.

Mi chiedi se son sicuro che lei/loro lo vivessero allo stesso modo? Credo di sì, per quello che ho scritto prima, ma se così non fosse, non credo che il problema (e scusate se posso sembrare cinico) possa esser mio, se io non le ho ingannate. Se loro vogliono ingannare se stesse, posso solo eviatre di creare ulteriori illusioni, qualora me ne dovessi accorgere. Purtroppo son quelli i piani inclinati di cui parlavo.
 

Verena67

Utente di lunga data
Fedifrago ha detto:
Vorrei sgomberare i campi dai dubbi.

Il mio discorso, Verena, non era riferito certamente nel particolare alla tua storia.

Lì hai messo in gioco te stessa, ma questo, più che un tradimento, lo vedo come l'aver cercato di buttar giù il progetto per una casa comune diversa da quella che avevi. Peccato che poi siano venuti a mancare i "fondi" per realizzarla.
infatti, mancavano proprio i mattoni!!!!



di stare più sul generale, in particolare nei rapporti traditori/traditrici.

Nella mia esperienza MAI dico MAI ho vagheggiato possibilità di evoluzione del rapporto con la/le amanti, considerandomi a mio modo sincero. Perchè sapevo bene che il progetto che avevo in mente non era con loro che lo volevo realizzare.

E non son abituato a raccontarmi balle, anche se una storia nuova, l'innamoramento iniziale, la follia ad esso connaturata come è stato scritto può indurre a vederci quello che non è e non sarà.
se tu sei stato sincero, e loro pure, e non rammenti odi e pianti, è probabile che sia stato tutto chiaro e condiviso

Ma non lo trovavi un po' triste?!
Forse sono strana io, ma non si sogna l'assoluto quando ci si innamora? L'hic et nunc non è terribilmente avvilente?!



Mi chiedi se son sicuro che lei/loro lo vivessero allo stesso modo? Credo di sì, per quello che ho scritto prima, ma se così non fosse, non credo che il problema (e scusate se posso sembrare cinico) possa esser mio, se io non le ho ingannate. Se loro vogliono ingannare se stesse, posso solo eviatre di creare ulteriori illusioni, qualora me ne dovessi accorgere. Purtroppo son quelli i piani inclinati di cui parlavo.
Sicuro, e sono certa che esistono persone particolarmente ingenue.
Ma una donna non è stupida, e di solito sa dove va a parare. E' che il confine è spesso labile. Ho conosciuto in questi mesi uomini che esplicitamente mi hanno detto che volevano una relazione senza impegno, e io esplicitamente ho detto no
Nessun rancore, amici come prima. Tutto limpido.
Ahimé, l'unico che mi ha promesso intimità, l'unico cui ho creduto, è anche l'unico che mi ha ingannata. Magari non l'ha fatto consciamente, chissà, non voglio dargli la croce addosso. Ma ha costruito l'illusione di un futuro grandioso che poi non ha saputo concretizzare. Devo accettarlo. Ho sicuramente anch'io le mie responsabilità nella storia di questa relazione infelice e infruttuosa.
Ma va bene così. Starò più attenta la prossima volta

un bacio
 
S

serenity

Guest
urca

illuminante... davvero... mi chiedo se questi uomini abbiano seguito tutti lo stesso corso di stron@@@@@ applicata!!! Accidentaccio! anche io "mio" si dice angosciato al pensiero che io potessi far l amore con mio marito e ribadiva il suo possesso sulla sottoscritta! Diamine!!!
ma poi parlano di attimi, di pensieri, di momenti di felicità che spesso non ritornano ma che LORO ricorderanno for ever...
altro che sincerita e comunione di intenti!!! qui si tratta di non dire per evitare di illudere, senza comprendere che il non dire fa molti piu danni di una parola sensata e pensata!
Ma se di fronte ci si trova un muro di gomma che continua a non rispondere alle nostre domande sostenendo per giunta che siamo anche pallose, allora che fare? verena da dove si inizia a far capire a queste persone che devono assumersi la responsabilita delle loro azioni?
 

Verena67

Utente di lunga data
serenity ha detto:
verena da dove si inizia a far capire a queste persone che devono assumersi la responsabilita delle loro azioni?
teso', personalmente ci ho rinunciato
Che Ci pensi la MOGLIE a psicanalizzarlo, io ho altre cose più importanti da fare nella mia vita!

Ad un certo punto me ne sono andata e basta!!!
25 giorni senza di lui, YIPPIEE!!!!!
Un bacio
 

Bruja

Utente di lunga data
Ops.......

Scusate, se la cosa non è interessante potete non filarmi di striscio, ma siamoa ancora a disquisire su cosa sia tradimento?
Se si consuma è tradire e ci si sente in colpa, diversamente no?
Bisognerebbe pensare che allora una relazione sia fondata su uno scambio di fluidi e non su una complicità totale ed essenziale (dove sta per essenza della vita).
Ho la sensazione che si facciano gesuitismi; spacchiamo i problemi in rivoli capillari ma la base è poco salda.
Magari mi sbaglio, ma non si spiegherebbe come mai un tradito spesso perdona una scappatella o rapporto estemporaneo mentre diventa un crotalo di fronte ad una relazione protratta.
Bruja
 

Verena67

Utente di lunga data
Bruja ha detto:
Magari mi sbaglio, ma non si spiegherebbe come mai un tradito spesso perdona una scappatella o rapporto estemporaneo mentre diventa un crotalo di fronte ad una relazione protratta.
Bruja
Non a caso, quando dissi a mio marito della mia "storia" e che era con il mio primo fidanzato (di cui gli avevo parlato anni fa) lui mi disse, colpito, "Avrei preferito fosse stata solo una cosa di sesso"

Un bacio
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top