the question time di oggi.

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Miciolidia

Utente di lunga data
All'interno di questo salotto carissimi...come è possibile, sempre che lo riteniate possibile, conoscere i presupposti spirituali di chi di fronte a noi.

Vi ritenete capaci di coglierlo sempre in chi vi sta di fronte?

Non credete che spesso si prendano delle cantonate nel considerare negli altri un bene o un male in quello che scrivono, in come lo esprimono...e queste ipotesi di giudizio siano in realtà l'espressione di quanto sanno esercitare su di noi quel senso di soddisfazione che è assolutamente personale e quindi ogni volta diverso per ognuno?
 
M

Misery

Guest
presupposti spirituali è davvero un concetto esagerato per un salotto del genere.
personalmente non conosco i miei, figuriamoci quelli degli altri
 

Nobody

Utente di lunga data
All'interno di questo salotto carissimi...come è possibile, sempre che lo riteniate possibile, conoscere i presupposti spirituali di chi di fronte a noi.

Vi ritenete capaci di coglierlo sempre in chi vi sta di fronte?

Non credete che spesso si prendano delle cantonate nel considerare negli altri un bene o un male in quello che scrivono, in come lo esprimono...e queste ipotesi di giudizio siano in realtà l'espressione di quanto sanno esercitare su di noi quel senso di soddisfazione che è assolutamente personale e quindi ogni volta diverso per ognuno?
L'immagine degli altri è sempre in relazione al nostro essere. Non può esistere una valutazione oggettiva. Quindi sono d'accordo con te, micia.
 
O

Old Lillyna19

Guest
...e queste ipotesi di giudizio siano in realtà l'espressione di quanto sanno esercitare su di noi quel senso di soddisfazione che è assolutamente personale e quindi ogni volta diverso per ognuno?

Solo per curiosità..."senso di soddisfazione" che significa, nei dettagli? Dovuto a che?
 

Miciolidia

Utente di lunga data
ci devono essere presupposti morali? Morale comune? Mah...


mk, quando scrivi, quando pensi, quando agisci, quando fai pipi'.quando ti esprimi, quando esprimi la tua persona in quello che sei e che fai e che dici, il presupposto , un presupposto che accompagna la tua azione o pensiero c'è o no?
 

MK

Utente di lunga data
mk, quando scrivi, quando pensi, quando agisci, quando fai pipi'.quando ti esprimi, quando esprimi la tua persona in quello che sei e che fai e che dici, il presupposto , un presupposto che accompagna la tua azione o pensiero c'è o no?
dipende...
 

Mari'

Utente di lunga data
mk, quando scrivi, quando pensi, quando agisci, quando fai pipi'.quando ti esprimi, quando esprimi la tua persona in quello che sei e che fai e che dici, il presupposto , un presupposto che accompagna la tua azione o pensiero c'è o no?

io cerco di fare attenzione







 

Nobody

Utente di lunga data
OHHHHHHHHHH

è a questo che volevo arrivare...grazie MM.

mi sembrava di scrivere in giapponese.
Prego micia, sei stata chiarissima, nessun giapponese.
La fisica quantistica lo dice chiaramente. In qualunque relazione, la distinzione tra soggetto che osserva ed oggetto osservato è fittizia. E vale perfettamente anche per i rapporti umani... alla faccia di chi distingue le materie umanistiche da quelle scientifiche.
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Prego micia, sei stata chiarissima, nessun giapponese.
La fisica quantistica lo dice chiaramente. In qualunque relazione, la distinzione tra soggetto che osserva ed oggetto osservato è fittizia. E vale perfettamente anche per i rapporti umani... alla faccia di chi distingue le materie umanistiche da quelle scientifiche.
'tacci di quella stronza di fisica che avevo al liceo.


é proprio vero..non si possono distinguere le materie in facili o difficili...

C'è chi le sa insegnare, e chi no.
 
O

Old chensamurai

Guest
Prego micia, sei stata chiarissima, nessun giapponese.
La fisica quantistica lo dice chiaramente. In qualunque relazione, la distinzione tra soggetto che osserva ed oggetto osservato è fittizia. E vale perfettamente anche per i rapporti umani... alla faccia di chi distingue le materie umanistiche da quelle scientifiche.
... ti dirò di più... amico mio:

... nulla esiste... e se qualcosa esiste-sse non sarebbe cono-scibile... e se qualcosa esiste-sse e fosse cono-scibile, non sarebbe comunque comunica-bile... hi, hi, hi...
 
O

Old Lillyna19

Guest
Leggi e sei soddisfatto, riempito, nutrito, da quello che leggi..e cio' ti crea soddisfazione...
Si, adesso ho capito, tu parli anche del fatto che l'osservazione non è mai imparziale, anche quelle che sembra pura e semplice osservazione.

Quindi ti devo dare ragione. (non so, forse mi sbaglio, ma uno dei presupposti dell'antropologia è "l'astensione dal giudizio" (teorica) che è inapplicabile.)

Quando giudichiamo, tutti mangiamo pezzetti di cui nutrire il proprio ego... :) come in mare, chi i pezzi grossi chi quelli piccini...^_^

**Io forse mi accontento delle briciole qualche volta.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top