Stop invio armi all' Ucraina e stop sanzioni alla Russia.

bull63

Utente di lunga data
Non siamo mai intervenuti cosi pesantemente con sanzioni ed invio armi nelle decine di guerre combattute nel mondo. La Russia di Putin ha combattuto con molta più violenza la guerra in Cecenia ed in Siria e non abbiamo mosso un dito, perchè oggi dobbiamo intervenire?
Purtroppo il popolo ucraino deve accettare che la vicinanza alla Russia li condiziona e li condizionerà nelle scelte strategiche. Non possono pensare di liberarsi dell' influenza russa, la condivisone dei confini e l'appartenenza alla vecchia Unione Sovietica è un vincolo inscindibile. Le grandi potenze hanno sempre condizionato la libertà dei popoli vicini. Gli USA hanno fermato l'installazione dei missili nucleari a Cuba con il blocco navale, hanno condizionato la politica degli stati sudamericani finanziando partiti politici e anche favorendo colpi di stato. I nostri politici devono capire che non possiamo sconfiggere la Russia ma dobbiamo convivere pacificamente senza alterare l'equilibrio strategico. Non dobbiamo accettare che l' Ucraina entri nella Nato e nell'unione Europea. La Russia economicamente non è una grande potenza ma è un fornitore strategico dell' Europa di materie prime e soprattutto ha il maggior numero di testate nucleari al mondo.
I politici europei e quelli degli USA stanno alzando progressivamente il livello di scontro con Putin. E' molto pericoloso. La Prima guerra mondiale è scoppiata senza che nessuno lo volesse, tutti i politici affermavano che sarebbe stato una catastrofe immane. Eppure si è combattuto una guerra con sedici milioni di morti e venti milioni di mutilati semplicemente perchè ogni governo a fronte di una provocazione rispondeva alzando il livello dello scontro.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Io sono allibita dal livello del confronto sulla base di buoni-cattivi. Roba che nemmeno da bambina con gli western e lo scontro tra Indiani e CowBoy
 

Brunetta

Utente di lunga data
Non siamo mai intervenuti cosi pesantemente con sanzioni ed invio armi nelle decine di guerre combattute nel mondo. La Russia di Putin ha combattuto con molta più violenza la guerra in Cecenia ed in Siria e non abbiamo mosso un dito, perchè oggi dobbiamo intervenire?
Purtroppo il popolo ucraino deve accettare che la vicinanza alla Russia li condiziona e li condizionerà nelle scelte strategiche. Non possono pensare di liberarsi dell' influenza russa, la condivisone dei confini e l'appartenenza alla vecchia Unione Sovietica è un vincolo inscindibile. Le grandi potenze hanno sempre condizionato la libertà dei popoli vicini. Gli USA hanno fermato l'installazione dei missili nucleari a Cuba con il blocco navale, hanno condizionato la politica degli stati sudamericani finanziando partiti politici e anche favorendo colpi di stato. I nostri politici devono capire che non possiamo sconfiggere la Russia ma dobbiamo convivere pacificamente senza alterare l'equilibrio strategico. Non dobbiamo accettare che l' Ucraina entri nella Nato e nell'unione Europea. La Russia economicamente non è una grande potenza ma è un fornitore strategico dell' Europa di materie prime e soprattutto ha il maggior numero di testate nucleari al mondo.
I politici europei e quelli degli USA stanno alzando progressivamente il livello di scontro con Putin. E' molto pericoloso. La Prima guerra mondiale è scoppiata senza che nessuno lo volesse, tutti i politici affermavano che sarebbe stato una catastrofe immane. Eppure si è combattuto una guerra con sedici milioni di morti e venti milioni di mutilati semplicemente perchè ogni governo a fronte di una provocazione rispondeva alzando il livello dello scontro.
Soprattutto mi sconvolge l’uso della Storia in termini morali.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Bull…solo che oramai il disastro e’ fatto.
Cosa dovrebbe fare il Vladi secondo te?
Scusate ho esagerato, facciamo finta di nulla e amici come prima, fa gnente se ho fatto morire migliaia di persone e distrutto uno stato intero.
Oramai siamo in ballo e balliamo.
 

feather

Utente tardo
Perché ne la Siria ne la Cecenia sono di interesse strategico per l'Europa.
Poi non ho capito cosa proporresti. Alzare bandiera bianca e dare a Putin l'Ucraina e magari pure Finlandia e altri strati che gli possono piacere?
Da un punto di vista morale Putin è ovviamente dalla parte del torto (marcio). E da un punto di vista strategico è ovviamente di grande interesse per l'occidente.
Mi pare una faccenda ben più complicata del "i russi son pericolosi, diamogli quello che vogliono"
 

Nono

Utente di lunga data
Mi piacerebbe vedere se dopo l'Ucraina la Russia aggredisse anche l'Italia.
Perché no? Ci considera paese ostile.
E tutti gli stati intorno lì a guardare senza muovere un dito .... perché la pace si persegue attraverso la DIPLOMAZIA.
Intanto lui se ne fotte ed invade il bel paese.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Mi piacerebbe vedere se dopo l'Ucraina la Russia aggredisse anche l'Italia.
Perché no? Ci considera paese ostile.
E tutti gli stati intorno lì a guardare senza muovere un dito .... perché la pace si persegue attraverso la DIPLOMAZIA.
Intanto lui se ne fotte ed invade il bel paese.
Con 140 basi Nato e 15.000 soldati americani sul nostro territorio dubito non vi sia una risposta immediata.
Numeri che pochi dicono.
Certo, gli unici Italiani sopravvissuti poi sarebbero quelli residenti o scappati all’estero.
 

Nono

Utente di lunga data
Con 140 basi Nato e 15.000 soldati americani sul nostro territorio dubito non vi sia una risposta immediata.
Numeri che pochi dicono.
Certo, gli unici Italiani sopravvissuti poi sarebbero quelli residenti o scappati all’estero.
No certo. Però è facile fare i pacifisti col culo degli altri.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Quindi l'aggredito non ha il diritto di difendersi e neanche di ricevere aiuto.

La legge del prepotente ....
Guarda, io evito anche i talk.
Scusa se sono intervenuta.
 

bull63

Utente di lunga data
Perché ne la Siria ne la Cecenia sono di interesse strategico per l'Europa.
Poi non ho capito cosa proporresti. Alzare bandiera bianca e dare a Putin l'Ucraina e magari pure Finlandia e altri strati che gli possono piacere?
Da un punto di vista morale Putin è ovviamente dalla parte del torto (marcio). E da un punto di vista strategico è ovviamente di grande interesse per l'occidente.
Mi pare una faccenda ben più complicata del "i russi son pericolosi, diamogli quello che vogliono"
Assolutamente non è una questione di buoni e di cattivi e comunque Putin sarebbe nell'elenco dei cattivi. I russi considerano l' Ucraina una zona di loro influenza ed hanno espresso molte volte questo concetto. Prodi, da presidente della commissione europea, incontrò Putin dopo l'allargamento della N.A.TO ai paesi baltici. In quell'occasione Putin manifesto il suo disappunto e sottolineo la necessità, che Ucraina rimanesse sotto l'influenza russa. Che fare? Accettare le richieste del Cremlino e lasciare l'Ucraina al suo destino, meglio essere meno liberi che morti. Soprattutto per evitare l'escalation della tensione tra la Russia ed il mondo occidentale. Se prima dell' inizio della guerra qualcuno avesse palesato il rischio di guerra atomica sarebbe stato rinchiuso in manicomio! In questi giorni nella televisione russa e nei comunicati del loro ministero della difesa si parla tranquillamene di simulazioni di attacchi nucleari. Ascoltate il post di barbero sullo scoppio della prima guerra mondiale, nessuno la voleva ma alla fine è scoppiata.
 

bull63

Utente di lunga data
Abbiamo anche qui la propaganda russa?
Sintesi dell'intervista del TG24 al dissidente russo Ponomarev.
Putin è il diavolo ma se non avrà vittorie sul campo potrebbe usare le atomiche tattiche.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Mi piacerebbe vedere se dopo l'Ucraina la Russia aggredisse anche l'Italia.
Perché no? Ci considera paese ostile.
E tutti gli stati intorno lì a guardare senza muovere un dito .... perché la pace si persegue attraverso la DIPLOMAZIA.
Intanto lui se ne fotte ed invade il bel paese.
ci sono giorni in cui non riesco a vederla come una cosa brutta
 

danny

Utente di lunga data
Non siamo mai intervenuti cosi pesantemente con sanzioni ed invio armi nelle decine di guerre combattute nel mondo. La Russia di Putin ha combattuto con molta più violenza la guerra in Cecenia ed in Siria e non abbiamo mosso un dito, perchè oggi dobbiamo intervenire?
Sarò sintetico.
Il clima attuale è una ripresa di quello che c'era durante la Guerra Fredda.
Sembra di essere tornati indietro di 40 anni.
 

feather

Utente tardo
Putin manifesto il suo disappunto e sottolineo la necessità, che Ucraina rimanesse sotto l'influenza russa. Che fare? Accettare le richieste del Cremlino e lasciare l'Ucraina al suo destino, meglio essere meno liberi che morti.
L'Ucraina è un paese indipendente riconosciuto da tutto il mondo, Russia compresa.
Cosa decida Putin non vedo cosa c'entri.
Secondo il tuo ragionamento se domani Putin decide che il tuo culo è sotto l'influenza russa tu gli chiederesti se lo vuole con vasellina o senza? E guai che qualcuno ti aiuti
 

kikko64

Utente Incasinato
Non siamo mai intervenuti cosi pesantemente con sanzioni ed invio armi nelle decine di guerre combattute nel mondo. La Russia di Putin ha combattuto con molta più violenza la guerra in Cecenia ed in Siria e non abbiamo mosso un dito, perchè oggi dobbiamo intervenire?
Purtroppo il popolo ucraino deve accettare che la vicinanza alla Russia li condiziona e li condizionerà nelle scelte strategiche. Non possono pensare di liberarsi dell' influenza russa, la condivisone dei confini e l'appartenenza alla vecchia Unione Sovietica è un vincolo inscindibile. Le grandi potenze hanno sempre condizionato la libertà dei popoli vicini. Gli USA hanno fermato l'installazione dei missili nucleari a Cuba con il blocco navale, hanno condizionato la politica degli stati sudamericani finanziando partiti politici e anche favorendo colpi di stato. I nostri politici devono capire che non possiamo sconfiggere la Russia ma dobbiamo convivere pacificamente senza alterare l'equilibrio strategico. Non dobbiamo accettare che l' Ucraina entri nella Nato e nell'unione Europea. La Russia economicamente non è una grande potenza ma è un fornitore strategico dell' Europa di materie prime e soprattutto ha il maggior numero di testate nucleari al mondo.
I politici europei e quelli degli USA stanno alzando progressivamente il livello di scontro con Putin. E' molto pericoloso. La Prima guerra mondiale è scoppiata senza che nessuno lo volesse, tutti i politici affermavano che sarebbe stato una catastrofe immane. Eppure si è combattuto una guerra con sedici milioni di morti e venti milioni di mutilati semplicemente perchè ogni governo a fronte di una provocazione rispondeva alzando il livello dello scontro.
Un consiglio spassionato: studia un po' meglio la storia degli ultimi 110 anni.
 
Top