stampella a chi?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Riflettevo su le tante situazioni in cui vi sono amanti che vivono per anni questa situazione.
E' stato detto più volte qui e credo che la Schelotto ci abbia riempito un libro, cge questi rapporti abbiano la funzione di stampella di un matrimonio.
A parte che io tendo più definirla stampella del traditore, perché il tradito (se non è a sua volta traditore) magari zoppica, ma si tiene in piedi e tiene in piedi il rapporto senza stampelle.
Ma mi domandavo se è l'amante stampella del matrimonio o la moglie stampella del rapporto con l'amante.
Mi spiego meglio.
Le mogli, quando scoprono il tradimento hanno in genere reazioni eclatanti; anche chi non mette fuori casa le valigie o non fa scene da film di Muccino un bel po' dà fuori e pretende spiegazioni e chiusure...salvo poi tenerselo o riprenderselo...comunque un po' di casini li mette in piedi.
L'amante, che era già al corrente fin dall'inizio di essere "un'altra" ovvero della presenza dell'altro rapporto è in genere molto più accondiscendente (giustamente, dicono alcune, perché non si può immaginare che un uomo possa buttare tutto alle ortiche per qualche mese di frequentazione sporadica soprattutto se ci sono di mezzo dei figli...), ma questa accondiscendenza e comprensione arriva a dei livelli che, valutati oggettivamente da osservato esterni, sono eccessivi.
Arrivo al punto.
Mi chiedevo se non ci sia il timore da parte dell'amante (giustificato o meno dipende dai casi) che se l'uomo conteso fosse messo di fronte a una scelta sceglierebbe la moglie (non sto qui a analizzare i motivi per cui molti lo fanno, dove sta l'amore, il sesso, l'erotismo, la convenienza ecc).
Ma non potrrebbe invece essere più "producente" anche per l'amante "tagliare i viveri" al rapporto dicendo: "Io ci sono per te. Se mi vuoi (e con me vuoi la vita nuova ed entusiasmante che rappresento) sceglimi e lascia tua moglie. Ti do tempo 2 mesi di silenzio, poi mi chiami e mi dici cosa hai deciso."
Questo non sarebbe un modo per verificare chi è la stampella?
 

Verena67

Utente di lunga data
Mi chiedevo se non ci sia il timore da parte dell'amante (giustificato o meno dipende dai casi) che se l'uomo conteso fosse messo di fronte a una scelta sceglierebbe la moglie (non sto qui a analizzare i motivi per cui molti lo fanno, dove sta l'amore, il sesso, l'erotismo, la convenienza ecc).
Ma non potrrebbe invece essere più "producente" anche per l'amante "tagliare i viveri" al rapporto dicendo: "Io ci sono per te. Se mi vuoi (e con me vuoi la vita nuova ed entusiasmante che rappresento) sceglimi e lascia tua moglie. Ti do tempo 2 mesi di silenzio, poi mi chiami e mi dici cosa hai deciso."
Questo non sarebbe un modo per verificare chi è la stampella?
Con tutto l'affetto del mondo che ho per te...ma oggi hai scoperto l'acqua calda?!


A parte gli scherzi, se un rapporto dura oltre l'anno, i due anni max, è OVVIO a tutti (a parte casi patologici) che quell'uomo/donna il coniuge non lo lascerà mai


Sta alle parti in gioco decidere se e come, e con che modalità , andare avanti. E credo che in cuor suo ciascuno sappia cosa c'è in gioco.

L'ultimatum ci sta una volta, ma non di piu'.

Un abbraccio!
 

Bruja

Utente di lunga data
Persiché

Ecco perchè siccome non lo fanno quasi mai si definisce a priori che abbia il ruolo di stampella autonominata.....
Non importa chi lo sia ma chi accetti di esserla !!
Bruja
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Invece

Credo invece che molte amanti favoriscano la trasformazione del rapporto in routine e perdano il momento di maggior coinvolgimento in cui imponendo una scelta sarebbero scelte.
Me se l'amante diventa routine tra una routine con figli, mutuo ormai pagato, rapporti familiari e sociali e figli e routini nel motel chiunque sceglie la famiglia...
 

Fedifrago

Utente di lunga data
Interessante...

Una domanda che spesso mi son posto è proprio quella se la moglie fosse la stampella per l'amante!

Quello che analizzi tu è solo uno dei casi, quando uno dei due è libero e quindi tenderebbe ad ottenere un'esclusività (prima o poi) pur consapevole che spesso questa non è nelle premesse e il richiederla cambia per forza i termini del rapporto.

Invece, se fai caso le situazioni che si protraggono spesso per anni son quelle in cui entrambi hanno vincoli e che forse senza quei vincoli...non starebbero in piedi!


Quanto all'ultimatum...ti saprò dire!!
 

Bruja

Utente di lunga data
Feddy

Una domanda che spesso mi son posto è proprio quella se la moglie fosse la stampella per l'amante!

Quello che analizzi tu è solo uno dei casi, quando uno dei due è libero e quindi tenderebbe ad ottenere un'esclusività (prima o poi) pur consapevole che spesso questa non è nelle premesse e il richiederla cambia per forza i termini del rapporto.

Invece, se fai caso le situazioni che si protraggono spesso per anni son quelle in cui entrambi hanno vincoli e che forse senza quei vincoli...non starebbero in piedi!


Quanto all'ultimatum...ti saprò dire!!
Ecco Feddy, proprio quello io credo, le relazioni che si protraggono per anni diventano annose e noiose come il matrimonio ed a quel punto si puntellano a vicenda. La denominazione stampella io l'accetto solo come situazione "ossigenante" di una relazione che sta diventando statica e routiniere...
Diversamente nessuno è stampella di nessuno, sono semplicemente due situazioni in cui quella di comodo distrae da quella ufficiale, ma lo sanno benissimo tutti, specie i due amanti........... magari non se lo dicono per ovvie ragioni!
Bruja
 

Mari'

Utente di lunga data
Aforisma per l'argomento

Il primo respiro dell'adulterio è il più libero; dopo, si sviluppano delle costrizioni che scimmiottano il matrimonio.
(John Updike)


 

Verena67

Utente di lunga data
Credo invece che molte amanti favoriscano la trasformazione del rapporto in routine e perdano il momento di maggior coinvolgimento in cui imponendo una scelta sarebbero scelte. ..
Sono d'accordo. Il momento secondo me è solo uno, in cui si possono fare scelte estreme, e se lo si lascia passare è perduto per sempre.

Poi puo' capitare che i due vengano scoperti, e questo puo' forzare la situazione per via dell'ingresso di un terzo giocatore o quarto (il tradito/i), ma capita raramente, dopo anni.

Bacio!
 
O

Old fay

Guest
Io ho l'esempio vivente di ciò. Il mio Lui che ha l'amante compagna da 18 anni, che considera una moglie, lei ha lasciato il marito, lui no, e ormai mi sa che il treno è partito....Andava fatto subito, sia per età che per tempi del rapporto. Poi sono arrivata io, lui ancora non ha risolto la moglie nè tantomeno l'amante, siamo tutte qui ad aspettare sue scelte. Non è così era per fare un paradosso, ma siamo tutte e tre delle stampelle che sorreggono e tengono in vita gli altri rapporti, se lui non ha scelto Lei lasciando la moglie, non so come potrebbe lasciare Lei per me. Alla fine lavincente è la moglie perchè è quella con cui è rimasto, pur da separato in casa. L'amante la vedo ormai perdente, perchè in tutto questo credo che anche lei non abbia più voglia di vivere con lui, ha quasi 60 anni e le sue abitudini, il treno è partito e direi arrivato. Ma io non lo metteri mai alle strette non è nel mio DNA, solo che non posso permettermi di perdere anche io il mio treno. tutto qua, un bel casino...
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
ehm

Io ho l'esempio vivente di ciò. Il mio Lui che ha l'amante compagna da 18 anni, che considera una moglie, lei ha lasciato il marito, lui no, e ormai mi sa che il treno è partito....Andava fatto subito, sia per età che per tempi del rapporto. Poi sono arrivata io, lui ancora non ha risolto la moglie nè tantomeno l'amante, siamo tutte qui ad aspettare sue scelte. Non è così era per fare un paradosso, ma siamo tutte e tre delle stampelle che sorreggono e tengono in vita gli altri rapporti, se lui non ha scelto Lei lasciando la moglie, non so come potrebbe lasciare Lei per me. Alla fine lavincente è la moglie perchè è quella con cui è rimasto, pur da separato in casa. L'amante la vedo ormai perdente, perchè in tutto questo credo che anche lei non abbia più voglia di vivere con lui, ha quasi 60 anni e le sue abitudini, il treno è partito e direi arrivato. Ma io non lo metteri mai alle strette non è nel mio DNA, solo che non posso permettermi di perdere anche io il mio treno. tutto qua, un bel casino...
Speravo che facessi una lettura che ti avrebbe portato a ...prendere un certo treno... invece
 
O

Old camilla

Guest
Credo invece che molte amanti favoriscano la trasformazione del rapporto in routine e perdano il momento di maggior coinvolgimento in cui imponendo una scelta sarebbero scelte.
Me se l'amante diventa routine tra una routine con figli, mutuo ormai pagato, rapporti familiari e sociali e figli e routini nel motel chiunque sceglie la famiglia...
Completamente d’accordo con te!!! A parer mio quando le statistiche dicono che se il traditore non va via di casa entro un anno non lo farà mai piu’( tranne poche eccezioni) significa che dopo quel periodo il rapporto tra traditore e amante si è instradato sui binari di una “normalità” fatta di routine, abitudini, e anche le litigate o
i periodi di distacco hanno il sapore del “tanto poi passa” e tutto ritornerà come prima.
E’ così che vanno le cose, ci si illude che ogni volta che si litiga sarà
l’ultima, che si vuole troncare da subito una relazione apparentemente senza speranza, ma poi quando l’sms non arriva si va letteralmente in tilt, e poi quando
finalmente senti il trillo del cellulare ed è lui vi assicuro che le uniche a rimanere male sono solo le amiche le quali preferirebbero consolarti per la storia finita
piuttosto che per la sofferenza di doverlo nuovamente dividere con l’altra donna.
Così facendo il tempo passa, e piu’ si va avanti e piu’ si vanifica la speranza che un giorno lui possa fare una scelta, anzi mi correggo, piu’ passa il tempo e
più si da forza alla scelta già fatta…vale a dire quella di rimanere a casa!

 

Fedifrago

Utente di lunga data
Io ho l'esempio vivente di ciò. Il mio Lui che ha l'amante compagna da 18 anni, che considera una moglie, lei ha lasciato il marito, lui no, e ormai mi sa che il treno è partito....Andava fatto subito, sia per età che per tempi del rapporto. Poi sono arrivata io, lui ancora non ha risolto la moglie nè tantomeno l'amante, siamo tutte qui ad aspettare sue scelte. Non è così era per fare un paradosso, ma siamo tutte e tre delle stampelle che sorreggono e tengono in vita gli altri rapporti, se lui non ha scelto Lei lasciando la moglie, non so come potrebbe lasciare Lei per me. Alla fine lavincente è la moglie perchè è quella con cui è rimasto, pur da separato in casa. L'amante la vedo ormai perdente, perchè in tutto questo credo che anche lei non abbia più voglia di vivere con lui, ha quasi 60 anni e le sue abitudini, il treno è partito e direi arrivato. Ma io non lo metteri mai alle strette non è nel mio DNA, solo che non posso permettermi di perdere anche io il mio treno. tutto qua, un bel casino...

A me pare che tutte e tre puntelliate solo lui....
 

Nobody

Utente di lunga data
Completamente d’accordo con te!!! A parer mio quando le statistiche dicono che se il traditore non va via di casa entro un anno non lo farà mai piu’( tranne poche eccezioni) significa che dopo quel periodo il rapporto tra traditore e amante si è instradato sui binari di una “normalità” fatta di routine, abitudini, e anche le litigate o
i periodi di distacco hanno il sapore del “tanto poi passa” e tutto ritornerà come prima.
E’ così che vanno le cose, ci si illude che ogni volta che si litiga sarà
l’ultima, che si vuole troncare da subito una relazione apparentemente senza speranza, ma poi quando l’sms non arriva si va letteralmente in tilt, e poi quando
finalmente senti il trillo del cellulare ed è lui vi assicuro che le uniche a rimanere male sono solo le amiche le quali preferirebbero consolarti per la storia finita
piuttosto che per la sofferenza di doverlo nuovamente dividere con l’altra donna.
Così facendo il tempo passa, e piu’ si va avanti e piu’ si vanifica la speranza che un giorno lui possa fare una scelta, anzi mi correggo, piu’ passa il tempo e
più si da forza alla scelta già fatta…vale a dire quella di rimanere a casa!
Concordo con te. Ma mi viene il dubbio...non è allora, che in tanti casi l'uomo sposato fa da stampella all'amante? Rovesciamo la situazione...perchè non se ne trova uno libero? Quanto concorso di colpa c'è in queste situazioni? Se ci si mette con uno sposato, si sa a cosa si va incontro? Credo proprio di si.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Se

Concordo con te. Ma mi viene il dubbio...non è allora, che in tanti casi l'uomo sposato fa da stampella all'amante? Rovesciamo la situazione...perchè non se ne trova uno libero? Quanto concorso di colpa c'è in queste situazioni? Se ci si mette con uno sposato, si sa a cosa si va incontro? Credo proprio di si.
Se l'amante dell'uomo sposato è sposata o impegnata è chiaro che il "sostego" è reciproco.
Se è libera possono essere tante situazioni diverse ...anche "sfiga"...
Tu quanti uomini liberi over 35 conosci?
 

Fedifrago

Utente di lunga data
Se l'amante dell'uomo sposato è sposata o impegnata è chiaro che il "sostego" è reciproco.
Se è libera possono essere tante situazioni diverse ...anche "sfiga"...
Tu quanti uomini liberi over 35 conosci?

P/R, ancora con gli indirizzi??
 
O

Old fay

Guest
Non oltre persa, non oltre ti prego. Non mi arrivare ai 60enni....te li sconsiglio vivamente!!!!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top