Spesso vedo Report

Pincopallino

Utente di lunga data
E mi piace.

Ma a volte penso: saranno vere tutte le cose che dicono?
 

Brunetta

Utente di lunga data
E mi piace.

Ma a volte penso: saranno vere tutte le cose che dicono?
Scherzi?
È giornalismo di inchiesta.
Certamente vanno anche distinti i fatti dal loro accostamento per far compiere deduzioni allo spettatore.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Ho come l'impressione a volte che vogliano plasmare il pensiero di chi lo vede.
Io continuerò a guardarlo ma ogni tanto ho questa sensazione.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Ho come l'impressione a volte che vogliano plasmare il pensiero di chi lo vede.
Io continuerò a guardarlo ma ogni tanto ho questa sensazione.
Certamente non si fa una inchiesta sul nulla. Partono da una tesi e questo condiziona l‘inchiesta. Ovviamente poi il tutto viene confezionato per portare alla conclusione che ha dato origine a tutto il lavoro.
Non sempre chi fa maneggi viene beccato nel Watergate e poi viene in soccorso Gola profonda.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
E mi piace.

Ma a volte penso: saranno vere tutte le cose che dicono?
nel servizio sull'infiltrazione della ndrangheta nella curva dei gobbi, non dicevano nulla che chiunque vada allo stadio non sapesse già.

sono certamente tendenziosi e politicamente schierati, ma meno peggio di altri.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Che peraltro è infiltrata da quel che so pure nei nostri Boys....dei quali io sono un ex...
 

void

Utente di lunga data
E mi piace.

Ma a volte penso: saranno vere tutte le cose che dicono?
Assolutamente no, e te lo dico x esperienza diretta.
Ti intervistano parli due ore, poi tolgono tutto e lasciano solo quello gli interessa. Cosi guardi in televisione 10 minuti di intervista dove sembra che dici il contrario di quello che volevi spiegare.
 

void

Utente di lunga data
Se ti chiedono: "hai preso tu le mele di nascosto?" e tu rispondi: " si ma le ho prese perché li vicino c'era una che stava morendo di fame e dargli qualche mela gli ha salvato la vita", ma poi per televisione tagliano la risposta lasciando solo "si", passa il loro messaggio e non quello che volevi dire. E alla fine ti trovi ingiustamente lapidato.
Ecco come plasmano il pensiero
 

danny

Utente di lunga data
La domanda di riserva a questo punto sarebbe questa: ma qualcuno crede ancora a quello che dicono i media?
 

feather

Utente tardo
I media, anche se scritti o fatti con le migliori intenzioni non possono non avere un bias. Per cui tocca sempre leggerne e seguirne di opposti e poi fare una media.
Leggi articoli sulla Cina scritti dai media USA e poi vai a leggere articoli scritti a riguardo in Asia e vedrai posizioni quasi opposte. Eppure i fatti in discussione spesso coincidono. Ma appunto te li fanno vedere da angolazioni molto diverse.
Io lo vedo chiaramente con le proteste di Hong Kong, seguo sia i media occidentali che Cinesi e ti assicuro che parlano delle stesse cose. Ma giungono a conclusioni opposte.
Eppure entrambi citano fatti incontestati e fanno ragionamenti condivisibili.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Assolutamente no, e te lo dico x esperienza diretta.
Ti intervistano parli due ore, poi tolgono tutto e lasciano solo quello gli interessa. Cosi guardi in televisione 10 minuti di intervista dove sembra che dici il contrario di quello che volevi spiegare.
Stessa cosa accaduta a me anni fa, in una vicenda in cui venni intervistato come testimone in una mega truffa perpetrata ai danni dello stato.
Venni intervistato da un giornalista di rete4, ma di quello che dissi, che andava a favore di un presidente di provincia, ne venne segato più di metà.
Naturalmente la persona era di sinistra.
 

Brunetta

Utente di lunga data
I media, anche se scritti o fatti con le migliori intenzioni non possono non avere un bias. Per cui tocca sempre leggerne e seguirne di opposti e poi fare una media.
Leggi articoli sulla Cina scritti dai media USA e poi vai a leggere articoli scritti a riguardo in Asia e vedrai posizioni quasi opposte. Eppure i fatti in discussione spesso coincidono. Ma appunto te li fanno vedere da angolazioni molto diverse.
Io lo vedo chiaramente con le proteste di Hong Kong, seguo sia i media occidentali che Cinesi e ti assicuro che parlano delle stesse cose. Ma giungono a conclusioni opposte.
Eppure entrambi citano fatti incontestati e fanno ragionamenti condivisibili.
Anche noi abbiamo i nostri e spesso molto rigidi.
Del resto basta andare al bar sport...
 

danny

Utente di lunga data
Stessa cosa accaduta a me anni fa, in una vicenda in cui venni intervistato come testimone in una mega truffa perpetrata ai danni dello stato.
Venni intervistato da un giornalista di rete4, ma di quello che dissi, che andava a favore di un presidente di provincia, ne venne segato più di metà.
Naturalmente la persona era di sinistra.
Oh, con me sono riusciti persino a creare un articolo sulle messe nere sataniche nella mia zona.
Sto ancora ridendo adesso.
I miei cerchi di pietra avevano l'unico scopo di salvare delle piante appena messe a dimora.
Comunque la maggior parte degli articoli sono redatti da comunicati stampa.
Lo facevamo anche noi, con la nostra lista.
Se sei un partito importante, poi, ha diretto controllo su tutto quello che viene pubblicato.
Figurati cosa contano i giornalisti oggi, che mediamente guadagnano se sono freelance un cazzo.
Con l'ingresso di Cairo nell'editoria, mezzo cazzo.
Chi decide sono le proprietà e gli azionisti.
E se vai a guardare chi sono li azionisti dei principali editori italiani (la GEDI, per esempio...).
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Che peraltro è infiltrata da quel che so pure nei nostri Boys....dei quali io sono un ex...
per quel che mi ricordo, non ci sono gruppi costituiti dalla malavita nella curva dell'Inter. ci sono diversi capoccioni che sono implicati a livello pesante nel traffico di droga, come il fu Diabolik dei perdenti. ma è un discorso che riguarda le persone , non la curva
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
La domanda di riserva a questo punto sarebbe questa: ma qualcuno crede ancora a quello che dicono i media?
dipende. tendenzialmente so che è vero il contrario di quello che scrive Repubblica. è ugualmente utile
 

danny

Utente di lunga data
dipende. tendenzialmente so che è vero il contrario di quello che scrive Repubblica. è ugualmente utile
Per anni ci hanno scassato la minchia per l'informazione accentrata da Berlusconi, quando il gruppo che fa capo a De Benedetti controlla da solo:
La Repubblica, La Stampa, il Secolo XIX, L'Espresso, Radio Deejay, Radio Capital, M2O, concessionarie di pubblicità, varie testate locali, e come GEDI si propone come il PRIMO gruppo editoriale italiano anche nel digitale, senza contare il resto del gruppo CIR.
Poi hai Cairo Editore che ha Corriere della Sera, RCS; Giorgio Mondadori, tantissime testate, Pay TV, La7, concessionarie di pubblicità, che da anni porta al ribasso i costi delle riviste creando problemi a tutti i piccoli editori.
E alla fine Berlusconi.
Alla fine tutta l'informazione in Italia compresa quella digitale passa attraverso solo 3 soggetti, i quali devono comunque avere stretti legami con la politica.
Senza contare i finanziamenti pubblici per la stampa, si intende.
Quindi l'informazione in Italia è sostanzialmente controllata dai partiti più importanti.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
infatti i giornalisti italiani sono generalmente delle veline di parte o partito.

mi viene in mente quel caso umano di Corrado Formigli, ma ora c'è anche un fenomeno al femminile, tale Claudia Fusani, che ancora non so decidere se sia più patetica o più irritante.
 

danny

Utente di lunga data
infatti i giornalisti italiani sono generalmente delle veline di parte o partito.

mi viene in mente quel caso umano di Corrado Formigli, ma ora c'è anche un fenomeno al femminile, tale Claudia Fusani, che ancora non so decidere se sia più patetica o più irritante.
Il problema è che le persone mediamente credono di essere informate perché leggono organi di stampa, quando in realtà la loro conoscenza viene manipolata e limitata, contribuendo a formare un'ignoranza supponente di una certa parte del popolo italiano.
Da anni noto come le opinioni vengano spostate tranquillamente.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Solo che l'italiano medio come me, come può informarsi davvero senza venire condizionato da correnti di pensiero? Va su portali stranieri?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Solo che l'italiano medio come me, come può informarsi davvero senza venire condizionato da correnti di pensiero? Va su portali stranieri?
se non sei un pitale vuoto, e non hai più 15 anni, dovresti saper filtrare le notizie che ti arrivano, sapendo da che parte arrivano.

i portali stranieri sono tendenziosi tanto quanto quelli nostrani, anche perchè in genere raccattano quello che trovano online o tramite i soliti noti.
 
Top