sono triste

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Old Lilith

Utente di lunga data
ciao a tutti
oggi sono molto triste per il mio bimbo...

da quando il papà è riandato via da casa non fa altro che chiedere di lui (quando torna, dov'è etc) ed io mi sento il cuore a pezzi...
vorrei tanto si vedessero (magari quando sono al lavoro) ma lui non vuole avere a che fare con i miei che lo tengono durante il giorno...

lilith
 

Verena67

Utente di lunga data
Lilith ha detto:
ciao a tutti
oggi sono molto triste per il mio bimbo...

da quando il papà è riandato via da casa non fa altro che chiedere di lui (quando torna, dov'è etc) ed io mi sento il cuore a pezzi...
vorrei tanto si vedessero (magari quando sono al lavoro) ma lui non vuole avere a che fare con i miei che lo tengono durante il giorno...

lilith
Mi spiace, Lilith, sono molto dispiaciuta per entrambi
Tieni duro, tornerà a splendere il sole, te lo garantisco!
Ciao!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Ferma lì!

Lilith ha detto:
ciao a tutti
oggi sono molto triste per il mio bimbo...

da quando il papà è riandato via da casa non fa altro che chiedere di lui (quando torna, dov'è etc) ed io mi sento il cuore a pezzi...
vorrei tanto si vedessero (magari quando sono al lavoro) ma lui non vuole avere a che fare con i miei che lo tengono durante il giorno...

lilith
Non attribuire a tuo figlio quel che senti tu!
Tuo figlio è piccolissimo (mi sembra 2 anni) e non ha ancora il senso del tempo ..vuole solo sicurezze ..la mancanza del papà la sente solo se le persone che si occupano di lui gli fanno sentire delle carenze o ..ne parlano in continuazione..
Basta che tu dai delle scadenze precise (guarda che a quell'età va bene anche "a Natale" e alla domanda "ma ci vuole tanto tempo per Natale?" rispondere "no ..tranquillo te lo dico io quando è Natale..quando fa freddo freddo")...leggi un libro che ti dia l'idea di cosa realmente può capire un bambino di quell'età..una volta esistevano libretti fatti benissimo dal titolo "Mio figlio ha..." e poi completatato con le varie età che ti può aiutare a ridimensionare le affermazioni del bambino..
Per esempio in prima elementare molti bambini dicono "la maestra mi fa paura" e le mamme ci credono ..non è vero ..vogliono che la mamma li rassicuri che non devono avere paura del rapporto con una donna che sentono, per il rapporto educativo e affettivo che si sta creando, come un punto di riferimento in conflitto con la mamma..
I bambini dicono quello che sentono ..ma con le parole sbagliate..
Stai serena per lui ..conta come sei tu con lui..
un bacio
 
O

Old Nadamas

Guest
lilith

fatti forza, il momento è duro, stai molto vicino al piccolo
un abbraccio
 

Old Lilith

Utente di lunga data
P/R

Persa/Ritrovata ha detto:
Non attribuire a tuo figlio quel che senti tu!
Tuo figlio è piccolissimo (mi sembra 2 anni) e non ha ancora il senso del tempo ..vuole solo sicurezze ..la mancanza del papà la sente solo se le persone che si occupano di lui gli fanno sentire delle carenze o ..ne parlano in continuazione..
Basta che tu dai delle scadenze precise (guarda che a quell'età va bene anche "a Natale" e alla domanda "ma ci vuole tanto tempo per Natale?" rispondere "no ..tranquillo te lo dico io quando è Natale..quando fa freddo freddo")...leggi un libro che ti dia l'idea di cosa realmente può capire un bambino di quell'età..una volta esistevano libretti fatti benissimo dal titolo "Mio figlio ha..." e poi completatato con le varie età che ti può aiutare a ridimensionare le affermazioni del bambino..
Per esempio in prima elementare molti bambini dicono "la maestra mi fa paura" e le mamme ci credono ..non è vero ..vogliono che la mamma li rassicuri che non devono avere paura del rapporto con una donna che sentono, per il rapporto educativo e affettivo che si sta creando, come un punto di riferimento in conflitto con la mamma..
I bambini dicono quello che sentono ..ma con le parole sbagliate..
Stai serena per lui ..conta come sei tu con lui..
un bacio
grazie P/R
le tue parole mi aiutano molto, ed è vero ogni volta che poi gli rispondo che papà lo verrà a prendere presto lui smette di parlarne...
 
O

Old Arsenico

Guest
Lilith ha detto:
ciao a tutti
oggi sono molto triste per il mio bimbo...

da quando il papà è riandato via da casa non fa altro che chiedere di lui (quando torna, dov'è etc) ed io mi sento il cuore a pezzi...
vorrei tanto si vedessero (magari quando sono al lavoro) ma lui non vuole avere a che fare con i miei che lo tengono durante il giorno...

lilith
Ma lui non può tenerlo mentre tu sei al lavoro?
 
O

Old lilith_666

Guest
Ho visto....

...recentemente un servizio televisivo cui tema era "ex marito, ex papá". E raccontava, con tanto di interviste ad esperti e copie separate, che per la grande magioranza dei maschi, finito matrimonio, il figlio é "della ex moglie". Tanté vero che sono sicura che se fossi stata tu a dover prendere tuo figlio da chi non ti piace, sareste andata lo stesso. Il mio ex marito me lo ha lasciato portare persino oltre oceano contanto che: non dovessi pagare la pensione. Oggi se chiedono a mio Alessio se sente la mancanza del papa´, lui risponde:si, ma ci son giá abituato, poi lo vedró quando sará estate in Italia´.
 

Bruja

Utente di lunga data
in effetti...

... concordo con lilith, un figlio è talmente importante che bisognerebbe passare sopra a tutt i se ed i ma mpossibili.
E' evidente che tuo marito è quello che ha già dimostrato, quindi il suo orgoglio superficiale (se ne avesse avuto uno serio non sareste in quasta situazione) gli impedisce di scendere a patti con sè stesso............ Risibile per chio ci scende tranquillamente se si tratta di gonadi !!
Continua come stai facendo, scusando il padre e facendogli sentire che non è abbandonato e che entrambi siete sempre i suoi "meravigliosi" genitori! Da grande capirà e...........valuterà!
Tempo fa una mia conoscente si separò dopo qualche anno ed il bimbo era piccolo e chiedeva del padre; un altro modello di genitore che si faceva vedere a comodo suo, e lei per fare in modo che il bimbo non si sentisse solo, scriveva delle letterine che diceva arrivassero dal papà, che era tanto dispiaciuto, ma il lavoro lo teneva lontano e gli mandava tanti baci etc. etc......
Non è una soluzione, ma quando sono molto piccoli e necessitano di "sentire" che i genitori si cono, certe tenere bugie bianche sono come le lucciole nelle notti d'estate, non illuminano, ma la loro presenza è "visibile" e dà emozione.
Bruja
 

Old Lilith

Utente di lunga data
magari

Arsenico ha detto:
Ma lui non può tenerlo mentre tu sei al lavoro?
magari...gli ho detto + volte di passare a prenderlo dai nonni (visto che devo lavorare qualcuno se ne deve pur occipare) ma lui si rifiuta di aver a che fare con loro...lo so è patetico, ma tant'è...
 
O

Old lilith_666

Guest
Lilith ha detto:
magari...gli ho detto + volte di passare a prenderlo dai nonni (visto che devo lavorare qualcuno se ne deve pur occipare) ma lui si rifiuta di aver a che fare con loro...lo so è patetico, ma tant'è...

Si é trovato una scusa ridicola,lo stronzo.
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Lilith ha detto:
magari...gli ho detto + volte di passare a prenderlo dai nonni (visto che devo lavorare qualcuno se ne deve pur occipare) ma lui si rifiuta di aver a che fare con loro...lo so è patetico, ma tant'è...

E' una scusa cara Lilith...


quando leggo ste robe mi si accartoccia lo stomaco.

La paternità o la si sente..oppure non esistono cazziatoni che tengano.

E' probabile che quando sarà un poco piu' grande il bimbo allora il padre si riavvicinerà. Si sentirà magari piu' capace di gestire un ruolo con un bimbo che è piu' adulto, trovando piu' semplice la comunicazione con lui..lilith, non disperare cara, meglio una madre tutta e serena, che due genitori a pezzi. Fanno meno danno, credimi. un bacio.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top