sono tradito o no?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
N

Non registrato

Guest
Ho scoperto mia moglie a foto scambiare, sia tramite email che sms, da quello che ho letto e visto non sono argomenti sentimentali ma piutosto erotici,
Cosa ne pensate?
 
N

Non registrato

Guest
Ciao, ...

Erotici o sentimentali che differenza può fare ?

Da un punto strettamente pratico se ti tradisse per questo o quell'altro motivo, rimane sempre un tradimento. A me non aiuterebbe molto sapere se lo ha fatto per sesso o per amore.

Tradito o no ? Anche qui si apre una vasta scelta di possibilità che ti riguardano, nel senso che se gli scambi virtuali di tua moglie non ti danno fastidio, però temi che si concretizzino, su questa base, devo dire che di rado non si trova una possibilità per realizzare materialmente i propri sogni adulterini.

Se già la corrispondenza di tua moglie è visibilmente erotica, significa che la questione è già ad uno stadio avvanzato. Io inizierei a procedere per delle verifiche molto approfondite: sms, telefoni, orari e spostamenti. Se questi accertamenti ti portano ad un sospetto, probabilmente ci sarà sia il fumo che l'arrosto.
 
N

Non registrato

Guest
Ti ringrazio per la rsp chiara e soddisfacente.
Ti propongo anche questo quesito.
Lei dopo che ho scoperto il fatto ha ammesso che ha istaurato questa "relazione" per gioco e niente più, e che non c'è nessun'altra ragione.
A questo punto le ho chiesto se fosse un problema smettere, lei mi ha rsp di no e. e che lo avrebbe comunicato all'altro.
Ho itercettato delle email con un programma spia dove lei si diceva dispiaciuta del suo comportamento nei miei confronti, e chiedeva a lui di messagg un po meno perchè si era fatta prendere un po la mano dalla situazione.
Cosa ne pensi?
 
F

Fa.

Guest
Sia ben chiaro che la mia risposta sarà su quello che ho vissuto io e su qualche esperienza qui e lì, ? anche se la giudico più che certa, ? bisogna considerare che questa valutazione me la faccio da solo.

Detto questo, ? ho la sensazione che tu abbia la classica sindrome del tradito che scopre appunto il tradimento, ? una specie di guerra interiore su quello che ci fa più piacere credere o di come si desidera che sia, ? in altre parole si manipola la realtà per paura di capire che si tratta di un tradimento bello e buono.

Chiedere spiegazioni al traditore (nel tuo caso tua moglie), ? è del tutto superfluo, ? ovvio che non confesserà mai (mai in questo caso, ? vuol dire proprio mai), ? confesserà lo stretto necessario o sopportabile.

Io ho superato la fase di quello che voglio credere io, ? mi limito ad osservare quello che succede, ? e quello che succede è molto spesso la più semplice risposta alle domande.

PS: il solfeggio di tua moglie (e anche della mia ex moglie), ? sono gli stessi: ?mi dispiace? ? è una parola che sentirai fino a vomitare. Come mi piace dire: ?anche al ladro dispiace di andare in galera, ? ma credo che sia dispiaciuto solo per questo?.
 

Cattivik

Utente di lunga data
Partiamo da un punto certo e inamovibile.

CHI TRADISCE SBAGLIA E HA TORTO!


Detto questo pare che il problema sia risolto. Tu traditore o traditrice vergognati e striscia...

Al tradito o tradita la scelta se farlo strisciare fuori di casa o davanti a se.

Ma non sarebbe anche giusto porsi qualche domanda?

Perchè mi ha tradito? Perchè a scelto di "vivere" certe cose... fotoscambio, messaggi erotici o incontri di sesso con un'altra persona? Perchè incasinarsi la vita e non chiedere o almeno "sondare il terreno" con me?

Rammentando quanto detto all'inizio, CHI TRADISCE SBAGLIA E HA TORTO!, forse ci si deve anche chiedere... se non si è trascurato o ignorato dei "messaggi" che arrivavano dal nostro compagno/a.
 

Bruja

Utente di lunga data
Cattivik

Hai ragione, chi tradisce sbaglia e chi è tradito può avere un concorso di colpa sia in assenza che nel non leggere segnali d disagio.................però come mai anzichè affrontare il discorso circa questa incapacità di comprensione reciproca ed affrontare un dialogo aperto, il traditore trova molto più semplice, risolutorio, salvifico e autoassolvente compensarsi in modo autonomo?
Ti faccio un esempio estremo solo per chiarezza di termini: sei in guerra e un superiore ti chiede per motivi suoi di uccidere un bambino................tu sei tenuto ad obbedire agli ordini ma la tua coscienza sa BENE COSA SIA BENE O MALE, GIUSTO O INGIUSTO, POSSIBILE O INACCETTABILE!!
Ergo possiamo sempre trovare un alibi per agire in modo a noi conveniente, ma non pretendiamo che sia una giusta causa, resta un alibi!!
Bruja
 
C

cattivik no log

Guest
"autoassolvente"... mai!

Primo: Mai un traditore o traditrice potrà essere assolto/a. Potrà forse, notare il forse..., avere delle attenuanti ma nulla di più.

Secondo: Le attenuanti di cui sopra possono essere concesse solo se si è tentato di tutto... tra cui anche il parlare con la compagna/o. Spesso però l'interlocutore non vuol dialogare... per il semplice motivo che per lui/lei il problema non esiste!

Terzo: Il tuo esempio mi pare, come anche tu hai scritto, troppo estremo... e spesso tra
BENE O MALE, GIUSTO O INGIUSTO, POSSIBILE O INACCETTABILE!! si è portati a scegliere il male minore...


Ultimo punto... mai detto che sia "una giusta causa" ma anzi che resta un alibi... o meglio un'attenuante.


P.S. Giusta causa... mi sacrifico per il piacere delle donzelle....
 

Bruja

Utente di lunga data
Male minore?

Mio caro cattivik............il male minore è forse il peggior male del mondo, poichè in suo nome si fa di tutto !!! E' la pattumiera delle coscienze che si sentono sollevate per averci buttato il peggio di sè.
Comunque non voglio essere drastica, in fondo hai delle ragioni; ma il vero problema è che nonostante ciò, manca la "ragione", poichè andare per la propria strada perseguendo il tradimento solo ed unicamente perchè certi "pruriti" non si può fare a meno di grattarseli, al di là di ogni dialogo voluto o non cercato, dimostra una immaturità fondamentale sia del traditore/trice che del tipo di rapporto che ha instaurato.
Non estremizzo, ma personalmente comprendo maggiormente che un uomo possa cambiare idea, essere sedotto da un'altra, che abbia debolezze dovute a forti pulsioni e che ne sia consapevole, piuttosto che ceda ad esse con la sola motivazione che sono piacevolitout court, e lo portino a mentir perfino a se stesso.......
Non è il tradimento la cosa più devastante, è la stupidissima regola della menzogna ad oltranza, il "negare l'evidenza", che rende in traditore ed il tradimento piccino, meschino, gretto..............insomma da ominicchi, come diceva Sciascia. Per intenderci la sensazione di una beffa che segue il danno, o se preferisci una crudezza verbale, la presa per il culo reiterata.
Non ho nominato i quaquaraquà perchè sono quelli che non tradiscono solo per paura, ma lo fanno continuamente nella loro mente; non sono fedeli, sono solo dei cacasotto impauriti dai rischi e dalle ritorsioni!!
Una donna tradita è una donna provata dalla vita, ma se ha un uomo simile, non è provata............è solo fregata da un amore di cartone, e in amore e in guerra sappiamo a che serve il cartone :)
Bruja
 

Cattivik

Utente di lunga data
Non è mia intenzione difendere il tradimento e i traditori o traditrici, nemmeno sollevare la coscienza di nessuno

Cara Bruja sai usare bene le parole ma prova a pensare se mai ti sei trovata a scegliere il male minore.

Tornando al tuo esempio ... e se il male minore fosse uccidere il superiore che ti ha ordinato di uccidere il bambino? Sarebbe una soluzione non credi? Eppure una soluzione dettata dalla scelta del male minore! Una soluzione SBAGLIATA, INGIUSTA, INACCETTABILE. Certo la soluzione giusta sarebbe rifiutarsi di uccidere il bambino, sicuri di essere uccisi o di finire sotto processo, con il bambino comunque ammazzato magari dal superiore.

Oltre a questo il mio era un semplice invito a non vedere sempre e solo negli altri le cause dei nostri mali. Proviamo ogni tanto a fermarci e a porci una semplicissima domanda... io ho fatto di tutto perchè questo non accadesse? Se la risposta è si ok... ma se solo la risposta e ni... bhe l'altro/a resta un "bastardo/a" ma noi forse dobbiamo rivedere il nostro modo d'essere.
 

Bruja

Utente di lunga data
Cattivik

Non uso le parole contro nessuno, le uso solo per chiarire o argomentare.

Tornando al male minore, il cui esempio estremo era di provocazione o di rottura, ma solo per significare che infine, c'è sempre una possibile scelta meno "aggressiva" moralmente o umanamente.
Va da sé chi tradisce può perfino avere delle ragioni, come già detto, ma sa bene che la prima sua NON RAGIONE è la menzogna. Se discutiamo sul piano umano, siamo tutti fallibili ma anche perfettibili volendolo, mentre sul piano accademico, e qui possiamo anche spaziare, perchè non pensare che di fronte ad un tradimento ci sia la scelta di una consapevolezza che difende in primis il nostro autorispetto ed in via secondaria l'immagine che diamo agli altri di noi (leggi chi andiamo ad ingannare).

Sia chiaro, non sono nè una bacchettona nè una che non offre "vie di scampo", tutti prima o poi proviamo direttamente o indirettamente cosa sia un tradimento, ho solo chiarito che la volontarietà è, in ogni forma di tradimento sentimentale, sovrana, salvo essere sotto tortura........ma credo che nessuno abba alle costole Torquemada!!

Accolgo di buon grado il tuo invito a non vedere a senso unico, mi pare scontato che in ogni tradimento esista un concorso di colpa, se non altro magari per omessa attenzione; ma come ben dici, quanti e quando, si fanno la fatidica domanda che hai messo nel post? A volte non la si fa del tutto, altre volte la si fa tardivamente, altre ancora non si sono ricevuti i giusti messaggi o le giuste avvisaglie..............

Per concludere, è umano sbagliare, spesso si sbaglia perfino per incapacità di gestire il proprio carattere, ma se posso transare su questi casi non assolvendo ma comprendendo, non trovo davvero spazio per giustificare chi reiteratamente tradisce e adotta il classicissimo "negare l'evidenza"..............non nega altro che la sua intelligenza e offende quella altrui che spesso ha le prove provate del tradimento.
Cercherò di essere trasparente nella definizione: tradita passi, delusa capita, disillusa è inevitabile, ma non perdonerei a vita chi mi prendesse per i fondelli offendendo la mia intelligenza, gli farei il torto di aver scelto a suo tempo un' idiota!!!!


Grazie per l'attenzione che hai dedicato alle mie riflessioni e per le tue interessanti conclusioni
Bruja
 
O

Old Fa.

Guest
cattivik ha detto:
...Proviamo ogni tanto a fermarci e a porci una semplicissima domanda... io ho fatto di tutto perchè questo non accadesse? .
La mia risposta sarebbe No, senza pensarci un minuto. Forse ho provocato tutto io, ... forse in parte ... ma dovrei vivere la mia vita calcolando ogni piccola azione che faccio perchè qualcuno poi non usi questa scusa per fare i suoi comodi !?!

PS: Buon anno e buon compleanno.
 

Cattivik

Utente di lunga data
Dicevo io che usi bene le parole...


"Accolgo di buon grado il tuo invito a non vedere a senso unico, mi pare scontato che in ogni tradimento esista un concorso di colpa, se non altro magari per omessa attenzione; ma come ben dici, quanti e quando, si fanno la fatidica domanda che hai messo nel post? A volte non la si fa del tutto, altre volte la si fa tardivamente, altre ancora non si sono ricevuti i giusti messaggi o le giuste avvisaglie.............."

Fermo restando che il tradimento è sbagliato il mio unico invito era questo... prima di "sentenziare" poniamoci delle domande, mettiamoci in discussione.

Grazie a te per l'interessante discussione.
 
O

Old Fa.

Guest
cattivik ha detto:
Tu solo tu se sei sincera/o nell'analizzare il tuo modo d'essere.
Scusami cattivik, ... ho modificato il post troppo tardi.

Ad ogni modo non è possibile non commettere errori in una coppia, ... per quanto io possa esserne cosciente o meno.

Se c'è un problema, ne parli, lasci litighi ecc., ce ne sono di alternative; se ti fai l'amante ... è solo un fatto di comodo e dei problemi te ne interessi poco visto che ne aggiungi un'altro (problema) a quelli già presenti.
 

Cattivik

Utente di lunga data
fa. ha detto:
Scusami cattivik, ... ho modificato il post troppo tardi.

Ad ogni modo non è possibile non commettere errori in una coppia, ... per quanto io possa esserne cosciente o meno.

Se c'è un problema, ne parli, lasci litighi ecc., ce ne sono di alternative; se ti fai l'amante ... è solo un fatto di comodo e dei problemi te ne interessi poco visto che ne aggiungi un'altro (problema) a quelli già presenti.
Ne parli... per parlarne bisogna essere in due.

Ti lasci... non sempre è fattibile.

Non parlo di errori. Parlo di indifferenza, di apatia, del dare tutto per scontato... sei insieme a me dunque non devo fare nulla per mantenerti "mio".

Certo farsi l'amante è un fatto di comodo, mai detto il contrario.

Comunque ribadisco il mio pensiero. Prima di tutto chiedersi se si è dato tutto alla persona che ci ha traditi, poi comportarsi di conseguenza.
 
F

FA..

Guest
cattivik ha detto:
...Comunque ribadisco il mio pensiero. Prima di tutto chiedersi se si è dato tutto alla persona che ci ha traditi, poi comportarsi di conseguenza.
Ma allora anch'io ho una lista che ben fornita, ... potevo tranquillamente trovarmi l'amante a pensarla così. Una piccola lista: sessualmente era uno zero, aveva uno spirito del tutto nullo (non mi faceva mai ridere), campava su di me per tutto, i suoi genitori li avrei messi al rogo, non era aperta di mente, aveva poca fantasia, ... in certi casi una noia micidiale, ... ecc ecc.

Vanno bene queste ragioni dalla mia parte per farmi un'amante ?
 

Cattivik

Utente di lunga data
FA.. ha detto:
Ma allora anch'io ho una lista che ben fornita, ... potevo tranquillamente trovarmi l'amante a pensarla così. Una piccola lista: sessualmente era uno zero, aveva uno spirito del tutto nullo (non mi faceva mai ridere), campava su di me per tutto, i suoi genitori li avrei messi al rogo, non era aperta di mente, aveva poca fantasia, ... in certi casi una noia micidiale, ... ecc ecc.

Vanno bene queste ragioni dalla mia parte per farmi un'amante ?
NO! NO! e poi ancora NO!

Miiiiii scusatemi a ma volte leggete solo quello che volete!

Riscrivo per l'ennesima volta:

CHI TRADISCE SBAGLIA SEMPRE E COMUNQUE


Nel caso però tu l'avessi fatto lei doveva farsi un bell'esame di coscienza e capire che con la sua poca attenzione verso di te aveva "contribuito" alla tua fuga dalla coppia. Questo non ti giustifica, il
TRADIMENTO E' SBAGLIATO, però dobbiamo imparare a coltivare e mantere vivo il rapporto.

E' come se uno compra una pianta, non la innaffia. Questa logicamente muore. Il tizio incazzato va dal fiorista e gli dice.. "Oh ma che cavolo di pianta mi hai venduto! Guarda è morta e io non ho fatto nulla"... appunto non hai fatto nulla!


Spero d'essermi spiegato... in ogni caso getto la spugna.

Ciao
P.S. Grazie degli auguri.
 
O

Old Fa.

Guest
Ti eri spiegato anche prima, ... è solo che sono curioso di capire quando è possibile considerare il tradimento ... MOTIVATO.

Ho capito che è sbagliato, ... serve a poco sapere questa cosa quando capita.
 

Cattivik

Utente di lunga data
fa. ha detto:
Ti eri spiegato anche prima, ... è solo che sono curioso di capire quando è possibile considerare il tradimento ... MOTIVATO.

Ho capito che è sbagliato, ... serve a poco sapere questa cosa quando capita.
MAI


O meglio... solo se lei è una grand pezzo di "CENSURA"


Scherzo...
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top