.... si può tradire on line?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Bruja

Utente di lunga data
.... si può tradire on line?

[FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]Vi riporto pari pari questa intervista-riflessione.............cosa ne pensate?[/FONT]

[FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]Tradimento on line? [/FONT]
[FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]Questa è una delle domande più frequenti che si possono trovare attualmente sul web. Sicuramente la situazione è molto complicata e la risposta non può essere semplicemente si o no. [/FONT]
[FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]E' indubbio che se noi consideriamo tradimento chattare con una persona X che può trovarsi a parecchi chilometri da noi, non ci si potrebbe esimere dal considerare tradimento anche guardare un film porno o lanciare uno sguardo a chi hai accanto al tavolino del bar. [/FONT]
Gli schieramenti pro e contro si sprecano.
[FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]C'è chi sostiene che non c'è cosa peggiore che sapere il proprio, o la propria partner davanti al computer ad aspettare un Bip. Saperli lì a ipotizzare situazioni erotiche con altre persone crea una situazione di [/FONT][FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]freddezza e di timore[/FONT][FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif] di un possibile incontro. Perchè nulla vieta che i due (o anche i tr[/FONT][FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]e), in un futuro, magari neppure troppo lontano, si possano incontrare e consumare il tradimento materialmente e non più a livello "platonico".
[/FONT][FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]Pare che difficilmente molti si incontrerebbero con [/FONT][FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]un loro compagno di chat, perchè la complicità che si viene a creare con uno sconosciuto andrebbe lentamente a cessare. [/FONT]

[FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]Con chi non si conosce, ma soprattutto sapere che lui non sa chi sei, ci si può lasc[/FONT][FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]iare andare e magari immaginare situazioni impossibili o raccontare fantasie erotiche sfrenate che mai e poi mai potresti raccontare ad altri. E' un po' come la confessione dal prete, per rimanere in termini religiosi, e parlandone non si sa mai che si riesca a rendere sempre più disinibito il rapporto con il, o la partner. [/FONT]
[FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]Magari riuscendo a portare la vita sessuale su livelli di soddisfazione altrimenti impossibili.
Allora viva le Chat erotiche?
[/FONT]
[FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif]Che siano giuste o no una cosa è sicura, il fenomeno è innescato e tutto il clamore che è susseguito, ne siamo certi, non fa altro che attirare i naviganti a visitarle; anche solo per curiosità. E lo sappiamo bene, la curiosità è un fratello comune a tutti. Specialmente ad un popolo come il nostro da sempre alla ricerca di nuove emozioni e "terre" da esplorare.[/FONT]


Analizzando la cosa freddamente, come fosse un problema sociale senza coinvolgimenti, cosa pensate veramente di queste valutazioni?
Al piacere di leggervi.
Bruja
 
F

Fedifrago

Guest
che dire?

Che si tratti, seppur solo cerebralmente a volte, di tradimento, io non avrei grandi dubbi. Anche perchè l'autore dell'articolo parte dal presupposto che quasi mai si passi dal virtuale dal reale, cosa che invece, per le esperienze di cui posso disporre io, è molto frequente.

Ma vedo mal posta la questione nell'articolo, in quanto l'accento mi par sia messo più sull'essere un rischio o un bene per il rapporto di coppia.
La stessa questione dibattuta migliaia di volte sul tradimento tradizionale.

In definitiva, dipende dal tipo di approccio alla chat "erotica" (che poi son più frequenti le chat "normali" che quelle esplicitamente erotiche, in cui capita spesso che si approfondisca il rapporto con qualcuno/a della chat e si passi sul piano erotico).
Se il chattare in codesto modo sia solo dar libero sfogo a fantasie che per inibizione o altro non vivremmo o condivideremmo col partner (nel qual caso si è a livello, a mio parere, di "erotismo onirico" nè più nè meno che in un sogno), non vedrei un gran male ed effettivamente poi, l'eccitazione derivante facilmente si soddisferebbe col legittimo partner, con evidente beneficio per entrambi.

Se invece è la ricerca di altro, beh, è solo il preludio alla realizzazione di ciò che già si ha in animo, il tradimento appunto.
 
O

Old légère

Guest
Chat line

Di primo acchito non mi verrebbe da considerare la frequentazione di chat line come vero e proprio tradimento. Però come mancanza di rispetto, si.
Oltre a ciò, considero probabile che, in vari casi, al semplice chattare possa seguire un avvicinamento confidenziale e, qualche volta, arrivare alla concretizzazione (e tradimento).
Inoltre, il fatto che chi chatta spesso nasconda questa 'attività' al convivente, sta ad indicare, ancor più, che qualcosa di non troppo onesto vi sia.

Poi, una cosa è farlo per curiosità. Può capitare. Una, due volte alla'nno? Ma chi chatta, lo fa quasi tutte le sere, spendendo tempo ed energie che potrebbe impiegare altrove; in cose ben più costruttive, da solo o con il partner. E non sto parlando solo di sesso ed intimità.
Quello che voglio dire, è che, non di rado, diviene un passatempo che di tempo te ne prosciuga fin troppo.

Si dice che può migliorare il rapporto di coppia, aiutare ad essere più disinibiti...Io credo che ci siano modi migliori per impiegare il tempo libero. La fantasia, in fondo, può volare anche senza contatti di questo tipo con persone sconosciute.
Insomma, tradimento (vero o leggero che sia) oppure no, chiunque ne potrebbe fare a meno e, forse, sarebbe meglio per tutti.

Légère
 
F

Fedifrago

Guest
che vor dì? :)

Légère, anche chi costruisce modellini di navi passa un sacco di tempo a far cose che gratificano solo lui. Ma non me la sentirei di dirgli di lasciar perdere per dedicarsi ad altro!

Che se ne possa fare a meno non discuto, in fondo siam stati millenni senza chat (anche se in passato magari vi erano corrispondenze epistolari che farrebbero arrossire gli odierni scambi di veloci messaggi in chat!).
Bollare però il fenomeno come inutile e dispersivo non aiuta a capirlo.

Io chatto quasi tutte le sere, sul divano di casa, con a fianco la mia signora, che a volte legge e sorride alle battute che si fanno, spesso a sfondo sessuale (ma nn volgari) ma non solo e ha capito che si tratta di una comunità virtuale di "amici" legati dal medesimo interesse (in questo caso i film). Si partecipa al dolore se qualcuno subisce una perdita in famiglia, così come si gioisce per la nascita di un bambino delle frequentatrici. L'ho anche invitata a volte a intervenire ma la cosa non la interessa. Dovrei privarmene io per questo suo disinteresse?
In fondo questo stesso forum è qualcosa di analogo.
Poi può capitare di stringere di più il rapporto con qualcuno/a della chat e di trovarsi coinvolti in uno scambio che è meno scherzoso e più personale, più intimo, a volte anche con risvolti erotici. Ovvio che questo rientra nella mia sfera personale, di ciò che non condivido con mia moglie, che spesso, quando ciò avviene, magari dorme. Ma come vivo io il mio rapporto, già ho detto.
Finchè le cose resteranno su quel piano non ritengo di "tradire" la sua fiducia, è poco più di un gioco, di cui conosco i limiti e i pericoli, che cerco di tenere sempre su quel piano, limitandomi quando mi accorgo che sta prendendo pieghe "strane".

E' giusto? E' sbagliato? mah! Risponderei....dipende!
 
O

Old légère

Guest
Fedifrago

Caro Fedifrago,

So che anche questo forum è una cosa analoga. Infatti sono praticamente d'accordo su tutto quello che hai detto nella prima parte della tua lettera. Non ci vedo niente di strano, né di negativo.

I miei riferimenti riguardavano in particolare le chat erotiche. E, infatti, anche tu dici che se ti capita di finire in discussioni che riguardano la sfera dell'eros, accadono quando la tua partener è già a letto. Ecco, non mi piace. Non lo trovo corretto, e non capisco che cosa certi dialoghi possano aggiungere, possano dare.
Dici anche che conosci 'i limiti e i pericoli', e che sai tirarti indietro se la cosa prende 'pieghe strane'. Vedi, credo che non sia così insolito che certe conversazioni prendano pieghe strane; per cui, sapendolo già prima, in tanti casi si potrebbero evitare...

Légère
 

Bruja

Utente di lunga data
bene....

Intanto grazie per l'attenzione e per le risposte che in fondo erano rischieste solo accademicamente.
Devo dire che, senza farla lunga, capisco Légère circa le sue perplessità che sono precipuamente femminili e consivisibili, e accetto che fedifrago eserciti questo passatempo presente la consorte, a dimostrazione che si può essere frequentatori di chat senza esserne cattivi maestri.

Il problema fondamentale è sempre e soltanto uno, e non mi faccio logorroiche elucubrazioni sulle motivazioni sconosciute che stimolano queste "avventure virtuali", mi limito a considerare che se ci si nasconde, se sembrano tanto ininfluenti ma alla fine, se entra nella stanza il/la partner, cerchiano di occultare la cosa, e se alla fine ci sentiamo un tantino scorretti................ è tradimento, non tanto della coppia, quanto della nostra autocredibilità. Ce la possiamo raccontare a vita, ma se la nostra coscienza ci fa sentire di doverci nascondere o che non siamo a nostro agio, inutile cavillare........ siamo in difetto!!

Questo non signofica che siamo cattivi coniugi o pessimi conviventi, significa solo che possiamo fare tutte le furbate che vogliamo, ma dentro, c'è sempre il nostro personale grillo parlante che non se la beve!


Bruja
 
F

Fedifrago

Guest
Son consapevole Bruja, di cosa significhi, e non mi sarei scelto questo nik e di non registrarmi anche per questo, se non lo sapessi.

Il mio grillo parlante ha ormai perso la voce e forse la speranza


ma l'importante è proprio questo, esserne consapevoli e non far finta che non ci siano E PARLARNE COL PARTNER.

Ma questa, come ho sempre detto, è cosa difficile da farsi. Significa correre dei rischi, che il/la partner non accetti questa personale visione.
 

Bruja

Utente di lunga data
feddy

E' normale che essendo umani si sia pieni di difetti oltre che di qualità, ma il renderse conto e il capire le proprie debolezze e non agevolarle astutamente dimostra che siamo perfettibili......... o almeno che abbiamo la facoltà di diventarlo.
Bruja

p.s.- Sai, e lo dico anche agli altri ovviamente, qual'è la frase che più spesso mi ha fatto capire che un tradimento, reale o virtuale, sarebbe diventato pesante?
Quando la persona tradita diceva: "quello di cui non riesco a farmi una ragione è che lo abbia potuto fare". Insomma ci si aspetta una caduta o uno scivolone umano da chiunque, ma non da chi ha condiviso complicità e progetti di vita e possa essere stato tanto abile nel manipolare la fiducia dell'altro per proprio piacere, eliminando la fase iniziale di un dialogo che chiarisse eventuali disagi.
L'amore di una persona potrebbeanche essere tanto grande da perdonare un tradimento, ma è l'amor proprio che non potrà mai dimenticare. Si ha un bel dire che tutto potrà tornare come prima o forse meglio, ricomponendo la coppia, ma ogni piccola cosa, parola, indizio o pagliuzza verrà da quel momento passata al vaglio del sospetto, mentre prima qualunque specie di trave avrebbe avuto libero accesso.
 
S

serenity

Guest
concordo pienamente con tutti voi: dipende molto dallo spirito con cui si affrontano le chat. per molti diviene un punto di incontro tra amici con i quali si condividono interessi comuni, per altri è un luogo dove facilmente ci si puo perdere nell illusione di aver trovato qualcuno che sappia ascoltarci e comprenderci. Bisognerebbe riuscire a vivere le cose con il giusto distacco, ma spesso ci si lascia coinvolgere in relazioni piu o meno virtuali, con persone con le quali ci apriamo e ci confidiamo molto piu che con le persone che abbiamo intorno, e che raramente restano solo platoniche...
 

Bruja

Utente di lunga data
serenity

Dici bene, spesso ci confidiamo con persone conosciute virtualmente e diamo loro qualità che spesso nella realtà non hanno o hanno in modo davvero irrisorio.
Anzi spesso, una volta conosciute queste persone, capita che per onestà intellettuale ci si dica spesso che a questa persona, se l'avessimo incontrata in modo normale non avremmo detto una parola.
E' vero che si ha l'impressione che lo spirito e l'interiorità di una persona la si conosca meglio nel virtuale grazie alla presunta sincerità che si dovrebbe avere grazie alla schermatura dell'identità, tuttavia io credo che invece, proprio grazie a questa schermatura, siano davvero poche le persone che resistano a dare di sè un'immagine che è quella che vorrebbero avere e che spesso non corrisponde a quella che veramente sono.

D'altronde la natura umana ha bisogno di sognare........ il problema è che il risveglio non sempre è adeguato al "sogno", e se posso dirlo, perfino nei cosiddetti rapporti platonici.
Paradossalmente, quando questi rapporti vengono scoperti, la prima cosa che si tende a salvare è la "cruda realtà quotidiana" non il sogno adulatore......
Bruja
 
O

Old miura

Guest
Io credo si possa tradire anche in questo senso. Infatti ho incontrato una donna su una chat non erotica e siamo diventati dapprima amici, poi è subentrato il sentimento e ora ci piace ad entrambi guardarci a vicenda nella webcam mentre ci masturbiamo. Cosa che mai avremmo immaginato di fare. Ovviamente non lo facciamo per puro sesso in senso lato, ma principalmente per il sentimento che ci lega. Siamo entrami sposati.
 
O

Old passaggi

Guest
certo che al giorno d'oggi internet avvicina le persone e quando si conosce qualcuno virtualmente ci si lascia andare a confidenze che magari al vicino di casa
non si farebbero.
Per questo motivo nascono delle amicizie intime, non sempre però diventano erotiche.
Tante volte scrivendo riveli a un'altra persona e a te stessa delle cose che magari ti erano
nascoste, ti lasci andare ai sogni che ripeto non devono per forza essere erotici.
 
N

Non registrato

Guest
E' vero, ma tutto dipende da come è impostato il rapporto e specialmente se questo si basa sulla sincerità.
 

Bruja

Utente di lunga data
chat

E' vero la chat permette una sincerità non usuale nella vita reale, e naturalmente lo schermo permette un anonimato utilissimo. Si può anche arrivare a contatti virtuali erotici, maalla base di questi non c'è l'affinità con la persona che ci sembra tanto adeguata alla confidenza, quanto l'ebrezza della vicinanza visiva ma lontanza reale. E' tutto così immediato ma impalpabile, così sincero ma fasullo, così desiderabile e non vediamo che quello che desideriamo veramente èp provare desiderio in modo nascosto e segreto...................è il nostro desiderio che ci eccita, non chi sta dall'altra parte; prova ne sia che mi è stato detto da altri che incontri amichevoli, intellettuali, affini tramutati in incontri erotici virtuali ne hanno avuti più di uno e tutte le volte era un caso straordinario............
Lo straordinario per me è la potenza di questo mezzo che mette in comunicazione e anche in visione gente che non si sarebbe mai incontrata, e questo è metà della seduzione.
Da bambini giocavamo con i giocattoli, oggi ci sono le chat, e internet è un gioco che permette di giocare da soli..............con il resto del mondo!!!
Bruja
 
N

Non registrato

Guest
Io credo invece che è un mezzo talmente nuovo che le generazioni precedenti non hanno mai provato. Per questo anche l'innamoramento, i sentimenti e pure l'eros entrano a far parte in una nuova maniera nella nostra vita. Dobbiamo solo adattarci al ciambiamento dei tempi. Poi non è detto che si debba restare anonimi, anzi... L'affinità puo' essere anche molto piu' profondo che nel rapporto reale.
 
O

Old miura

Guest
Io credo invece che è un mezzo talmente nuovo che le generazioni precedenti non hanno mai provato. Per questo anche l'innamoramento, i sentimenti e pure l'eros entrano a far parte in una nuova maniera nella nostra vita. Dobbiamo solo adattarci al ciambiamento dei tempi. Poi non è detto che si debba restare anonimi, anzi... L'affinità puo' essere anche molto piu' profondo che nel rapporto reale.
 

Bruja

Utente di lunga data
nuovo.........

Sicuramente è nuovo, e va da sè che sia possibile usarlo solo dai contemporanei, e può essere anche vero che cambiano le caratteristiche dell'innamoramento e e dell'erso, ma adattarsi è un verbo molto aperto, un vero delta...................
Si può trovare gente valida, si può imbastire una conoscenza profonda, e si può arrivare a rapporti solidi e duraturi............. ma si può non significa che sarà così.
Le certezze in internet sono come le oasi nel deserto, ce ne sono, e qualcuna è bellissima, ma spesso e volentieri sono miraggi che svaniscono insieme alla luce ed al calore.
Internet è l'escamotage amichevole- erotico-sentimentale che ci permette di supplire ad una realtà inefficace o insufficiente. Ripeto nessuno nega le oasi, ma oasi restano.
Bruja

p.s. - aggiungo che spesso tutte queste affinità sorgono nel desiderio autonomo di essere per l'interlocutore, esattamente analoghi all'immagine che lui/lei hanno identificato in noi.
Il ruolo che rivestiamo in queste conoscenze virtuali è quello che vogliamo essere e che possiamo essere liberamente, perchè la nostra storia e la nostra personalità è quella che rappresentiamo e raccontiamo a piacer nostro. Se ci si fosse incontrati al bar o a teatro, già saremmo dovuti partire da un effetto cognitivo visuale e comportamentale che incanalava la nostra personalità; nulla di negativo intendiamoci, ma è solo in internet che possiamo essere Pirandelliani: "Così è se vi pare"..........

miura ha detto:
Io credo invece che è un mezzo talmente nuovo che le generazioni precedenti non hanno mai provato. Per questo anche l'innamoramento, i sentimenti e pure l'eros entrano a far parte in una nuova maniera nella nostra vita. Dobbiamo solo adattarci al ciambiamento dei tempi. Poi non è detto che si debba restare anonimi, anzi... L'affinità puo' essere anche molto piu' profondo che nel rapporto reale.
 
O

Old miura

Guest
Sei molto pessimista. Ripeto, in internet tutto si basa sulla fiducia e sincerità reciproche. Insomma, l'importante è non fingere ma sforzarsi ancora di piu' per essere se stessi.
La sostanza è tutta qui...
 
O

Old passaggi

Guest
miura ha detto:
Sei molto pessimista. Ripeto, in internet tutto si basa sulla fiducia e sincerità reciproche. Insomma, l'importante è non fingere ma sforzarsi ancora di piu' per essere se stessi.
La sostanza è tutta qui...
ma non tutti meritano la nostra fiducia.
Io ero in contatto mail con un uomo che si dichiarava mio amico, avevamo delle cose in comune, però io ho sempre rifiutato di incontrarlo (ho un partner e non intendo tradirlo)
a questo punto si è stancato e me ne ha dette di tutti i colori.
Sto ancora aspettando le sue scuse.
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Non è pessimismo Miura.

La fedeltà--e tutte quelle belle cose si misurano su un piano reale.

Nel web l'immaginazione personale e quello che desideriamo che sia accade, non quello che è.

La straordinarietà sta nella possibilità che ti offre di abbracciare il mondo intero e di poter comunicare con persone che con te possono condividere quello che decidi tu.

Nel caso di condivisioni erotiche e qui tento rispondere alla domanda iniziale di Bruja... la comunicazione erotica potrei considerla un tradimento.

Allora , presupposto 1. è che io abbia una relazione con un uomo, diversamente il tradimento non ci sarebbe.

2. che io ritenga di avere una relazione appagante.fiducia, capacità di ascolto etc...condivisione di un sacco di robe....diversamente..che ci sto a fare.

Quello che riterrei "tradimento" da parte di colui che frequenta una chat erotica,qualora ripeto i presupposti uno e due ci fossero, non è il fatto che poi consumi o meno, ma il fatto che non abbia comunicato a me questo suo bisogno.

di desiderare quindi anche "altro" di me.

come ha detto bruja l'eccitazione nasce in noi stessi, l'altro la puo' enfatizzare, accrescere, ma l'origine parte da un nostro bisogno, che poi si riesce a declinare con quello che sta dall'altre parte, oppure no.

Quindi il tradimento è nel non aver desiderato esprimere questo bisogno con la persona che tu ti sei scelta accanto a te. nell'aver tradito quei presupposti necessari che sono nella natura di una relazione appagante.

Non è come osservare un film dai contenuti erotici.

Osservando il film, sei passivo....sei solo col tuo bisogno, nella chat la tua emozione è reale, l'interlocutore è reale, lo scambio lo è.

Se si dovesse considerare tradimento solo la consumazione reale, questa la considerei una bugia per se stessi e per rassicurarsi che tutto va bene, quando invece qualche problema c'è ( che intendiamoci, puo' essere di natura e di responsabilità diversa )

Morale della favola, se stessi con un uomo che pratica questo tipo di comunicazione, qualche domandina me la farei.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top