si può denunciare?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old Compos mentis

Guest


Poniamo che il tuo racconto sia vero, perché, davvero, ha dell'incredibile.
Esiste l'obbligo di mantenimento per te e tua sorella finché voi non sarete economicamente autonome, seppure già maggiorenni.
Esiste l'istituto dell'abbandono del tetto coniugale, qualora il fedifrago decida di uscire di casa vostra.
Contro quanto regalato a lei, credo che poco si possa fare, se non fare istanza di interdizione per sperpero del denaro, ma dovreste dimostrare i danni patrimoniali subiti e difficilmente credo possa essere accolta da un giudice. Altrimenti si può invocare la circonvenzione di incapace, citando lei, accusandola di aver abusato dell'ascendente su tuo padre visibilmente in condizioni di incapacità. Ma anche qui si scende in un contenzioso.
Altrimenti ci sarebbe da rimandare nella simpatica Santo Domingo troia mulatta e figlio di troia.
 

Lettrice

Utente di lunga data
Porco dito che tristezza di uomo... onestamenter non so che dirti... devgi aspettare la consulenza di qualcuno nel campo giuridico..sorry
 

Fedifrago

Utente di lunga data
Dimostrare il mobbyng in questi casi è sempre assai arduo...per non dire una battaglia persa in partenza o che comunque andrebbe avanti per anni...con poco costrutto!

Molto più semplice, forse, al punto a cui siete, che tua madre chieda la separazione per colpa (dopo aver raccolto elementi sulla sua dichiarazione dei redditi, i conti correnti, eventuali beni intestati, copia degli assegni dati alla sua donna e magari anche qualche documento comprovante che la casa di lei è stata pagata coi soldi di lui).

Con un buon avvocato credo si possa ottenere anche il sequestro cautelativo dei conti bancari e di eventuali altri beni mobili ed immobili (auto, ufficio etc).

Al di là di questo però, mi permetto anche una piccola critica: quel che dici appare contradittorio riguardo al lavoro di tuo padre e a quel che stai studiando per subentrare a lui. Dici che non studi più perchè sarebbe un altro inutile pezzo di carta...ma credo che lo dovresti fare per te e non criticare solo tuo padre se non ti lascia la "pappa pronta".

Tanta gente si fa strada anche senza il papà alle spalle, perchè non dovresti riuscirci tu o tua sorella?

Capisco l'avvilimento la delusione e la rabbia nei suoi confronti, ma mi pare che non sia solo "parcheggiato" a casa vostra a "sporcare in giro", se, da quel che capisco, è lui che paga i vostri studi, l'affitto e quant'altro. Mantiene quindi, oltre all'altra donna, anche voi, mi pare.

Quanto agli intenti omicidi nei confronti di tua madre...andrei molto cauta a sostenere in qualsiasi sede questa tesi! Rischieresti pesanti denunce!

Riguardo a tua madre...scusa anche qui, ma ridursi come dici che si è ridotta lo si può fare solo se si permette agli altri di farlo!

Affrontarlo direttamente e decisamente intorno ad un tavolo? Ma con elementi precisi, riscontri davanti ai quali non possa negare l'evidenza e chiedere direttamente le sue intenzioni? Facendogli amgari mettere qualcosa nero su bianco a vostra garanzia, tanto per cominciare....
 
O

Old Compos mentis

Guest
Ideona: se i tuoi genitori sono in comunione dei beni, lei può citare lui per danno patrimoniale arrecato ad essa stessa ed alla famiglia, per aver sottratto sostanze destinate alla vita e sostentamento familiari.
 

Lettrice

Utente di lunga data
Ideona: se i tuoi genitori sono in comunione dei beni, lei può citare lui per danno patrimoniale arrecato ad essa stessa ed alla famiglia, per aver sottratto sostanze destinate alla vita e sostentamento familiari.
Bella questa... brava la mia Compos
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Ideona: se i tuoi genitori sono in comunione dei beni, lei può citare lui per danno patrimoniale arrecato ad essa stessa ed alla famiglia, per aver sottratto sostanze destinate alla vita e sostentamento familiari.


magari bella compos...


ma ti pare che un figlio di ..simile...possa essersi mantenuto in comunione, sempre che ci sia mai stato?

ps. compliment, per amore e psiche.
 
Ultima modifica:

Miciolidia

Utente di lunga data
persa

( immagino la faccina di Persa dopo la lettura di questo Thread )..

lo vedi cara che al peggio non c'è mai fine?
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Effettivamente


Mi sembra che ci siano troppe questioni in ballo, Giorgia.
La questione legale devi affrontarla...anzi deve affrontarla tua madre con un/una legale e la legge vi tutela..basta muoversi.
Se tuo padre ha un'altra donna da tanto tempo e, pur essendo stato scoperto, è rimasto in famiglia, credo che l'abbia fatto perché vuole bene a te e tua sorella e si è preccupato di voi che, infatti, avete potuto frequentare l'università.
Io capisco e apprezzo l'amore nei confronti di tua madre ma ne parli come di una poveretta con un passo nella tomba, mentre è una donna ancora giovane (è più giovane di me
) che ha bisogno dell'amore delle sue figlie, ma non da essere considerata un'incapace.
Per quanto riguarda i tuoi studi: non credo che tuo padre abbia intenzione di rovinarvi la vita.
Separa i tuoi problemi di figlia da quelli di tua madre e riconosci che tuo padre ha avuto la ventura di avere un'altra donna ( succede a tanti, anche se è insopportabile quando ci colpisce personalmente), ma non ha smesso di essere vostro padre e se gli confiderai i tuoi timori e la tua confusione cercherà di trovare una soluzione. Certo manifestare tanto disprezzo nei suoi confronti e nei confronti della sua famiglia non è proficuo. Descrivi madre e sorella come streghe che riducono padre e cognato alcolisti e anche in questi rapporti individui in una parte i cattivi e nell'altra non i buoni, ma delle vittime incapaci d'intendere e di volere.
Dovresti cercare di ragionare con calma e di vedere le cose come stanno: mi sembra che sia già abbastanza tragica la realtà.
 

Fedifrago

Utente di lunga data


Poniamo che il tuo racconto sia vero, perché, davvero, ha dell'incredibile.
Esiste l'obbligo di mantenimento per te e tua sorella finché voi non sarete economicamente autonome, seppure già maggiorenni.
Esiste l'istituto dell'abbandono del tetto coniugale, qualora il fedifrago decida di uscire di casa vostra.
Contro quanto regalato a lei, credo che poco si possa fare, se non fare istanza di interdizione per sperpero del denaro, ma dovreste dimostrare i danni patrimoniali subiti e difficilmente credo possa essere accolta da un giudice. Altrimenti si può invocare la circonvenzione di incapace, citando lei, accusandola di aver abusato dell'ascendente su tuo padre visibilmente in condizioni di incapacità. Ma anche qui si scende in un contenzioso.
Altrimenti ci sarebbe da rimandare nella simpatica Santo Domingo troia mulatta e figlio di troia.


E come lo faresti? Col mitra spianato?

Certi commenti...si commentano da soli!!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Giorgia

Ribadisco che è ammirevole che tu voglia dare appoggio e aiuto a tua madre che vedi non autonoma economicamente e psicologicamente e depressa, ma sostituendoti a lei non aiuti le sua autostima e invece ha bisogno di fare scelte autonome altrimenti sostituirà il marito con te, ma continuerà a stare male e non andare verso la sua dignità.
Credo che tutti abbiate dei problemi di comunicazione affettiva e che tuo padre abbia reagito con la fuga affettiva.
Ma anche il ruolo che stai assumendo non è il tuo e sei anche tu confusa e disorientata: tuo padre ha tradito tua madre e non te. Ora ti senti tradita come figlia perché rischi di perdere il futuro che stavi faticosamente costruendoti. Parlagli, ma non essere la voce di tua madre: quello è il compito dell'avvcato.
Ti abbraccio
 
O

Old TurnBackTime

Guest
buona fortuna...

Io di consigli a livello legale non te ne posso dare perche' non ne capisco nulla...di certo qui ci saranno persone che sapranno dirti cos'e' nelle vostre possibilita',io mi limito ad augurarti di superare questo momento,di ritrovare un po' di serenita' sia tu che tua sorella e tua madre.
Spero inolotre che tuo padre posso ritrovarsi improvvisamente da solo e sentire la mancanza dell'"albergo" dove ha vissuto quasi tutta la sua vita...cosi che se mai dovesse decidere di tornare a "casa base" possa rendersi conto di quello che ha fatto...di quello che ha perso...e del fatto che per voi lui non e' piu' ne vivo ne morto...semplicemente non esiste se non sottoforma di aiuti economici che credo vi spettino di diritto!
 

Lettrice

Utente di lunga data
io ho già una laurea in architettura e con quella ho provato a lavorare ma negli studi professionali sfruttano e basta, con partita iva.
Questa laurea prenderebbe la stessa piega se non perchè stavolta sarei "figlia d'arte" e quindi non andrei incontro a persone che sono gelose del mestiere (perchè scusatemi...non è per fare la ragaza viziata..ma adesso è difficile che qualcuno ti insegni la professione, anche se lavori gratis, ti fannno fare il caddista e poi ti danno 4 soldi.Fatevi un giro sul forum professionearchitetto se non ci credete).

Per quanto riguarda la saluta minata dimia madre...quello è vero, non c'è nulla di dimostrabile....come si può dimostrare che lui ha approfittato della debolezza psicologica?
su quello devo stare attenta.

per il resto...vedremo...se con un buon avvocatole cose si potranno sistemare al meglio.vedremo.Incrociate le dita anche voi.
Ti stracredo... infatti ringrazio dio di non aver mai passato matematica... altrimanti sarei in fila a far la fame


Domanda personale: in quale citta' hai frequentato Arch? Io Fi
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top