Sbloccarsi

PippoS

Utente
Ciao ragazzi,

un forum? credevo non esistessero neanche più.

Questo invece sembra vivo e vitale, l'infedeltà tira...

Sono un quarantenne del nord, sposato da una decina d'anni.

Una splendida figlia alle elementari, una bella moglie, casa nuova, lavoro stabile e ben pagato; i presupposti per farsi tutta una tirata fino alla pensione e ai nipotini, nella più classica delle narrazioni da Mulino Bianco.

Qualche anno fa invece torna a casa mia moglie con una confessione: ti tradisco.

In seguito, più che una sua confessione per lei, una RIVELAZIONE per me.

Dopo litigate, cattivi propositi, notti insonni, quella notizia mi ha aperto gli occhi su una vita piatta, senza amici, senza sesso, senza ME: ero sparito.

Io e mia moglie abbiamo deciso di continuare a vivere assieme, da coinquilini, per evitare traumi a nostra figlia; che di fatto al momento è l'unica fonte (e che fonte) di felicità che mi rimane.

Nei mesi successivi al tradimento ho a mia volta tradito e sto tutt'ora vedendo una donna che però è sposata con figli e il tempo che abbiamo da dedicarci è ZERO, non siamo neanche mai andati a letto assieme.

Per il resto la mia vita è lavoro e noia.

Spero non pensiate sia una lagna: questa è un'esposizione reale e razionale dei fatti.

Faccio fatica ad aprirmi con le persone, sono in cura per questo; ho letto un po' le vostre discussioni prima di iscrivermi, penso possiate darmi buoni spunti.
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Benvenuto :)
Non ci sono margini per recuperare la vostra coppia?
 

Lara3

Utente di lunga data
Ciao ragazzi,

un forum? credevo non esistessero neanche più.

Questo invece sembra vivo e vitale, l'infedeltà tira...

Sono un quarantenne del nord, sposato da una decina d'anni.

Una splendida figlia alle elementari, una bella moglie, casa nuova, lavoro stabile e ben pagato; i presupposti per farsi tutta una tirata fino alla pensione e ai nipotini, nella più classica delle narrazioni da Mulino Bianco.

Qualche anno fa invece torna a casa mia moglie con una confessione: ti tradisco.

In seguito, più che una sua confessione per lei, una RIVELAZIONE per me.

Dopo litigate, cattivi propositi, notti insonni, quella notizia mi ha aperto gli occhi su una vita piatta, senza amici, senza sesso, senza ME: ero sparito.

Io e mia moglie abbiamo deciso di continuare a vivere assieme, da coinquilini, per evitare traumi a nostra figlia; che di fatto al momento è l'unica fonte (e che fonte) di felicità che mi rimane.

Nei mesi successivi al tradimento ho a mia volta tradito e sto tutt'ora vedendo una donna che però è sposata con figli e il tempo che abbiamo da dedicarci è ZERO, non siamo neanche mai andati a letto assieme.

Per il resto la mia vita è lavoro e noia.

Spero non pensiate sia una lagna: questa è un'esposizione reale e razionale dei fatti.

Faccio fatica ad aprirmi con le persone, sono in cura per questo; ho letto un po' le vostre discussioni prima di iscrivermi, penso possiate darmi buoni spunti.
Ciao !
Scusami, non ho capito.
Dici che hai tradito , ma non sei mai andato a letto con lei.
 

Martes

Utente di lunga data
Una splendida figlia alle elementari, una bella moglie, casa nuova, lavoro stabile e ben pagato; i presupposti per farsi tutta una tirata fino alla pensione e ai nipotini, nella più classica delle narrazioni da Mulino Bianco.

Qualche anno fa invece torna a casa mia moglie con una confessione: ti tradisco.
Benvenuto,
secondo te perché lei ha sentito il bisogno di dirtelo nonostante tutto questo apparente perfetto equilibrio e comunque senza manifestare l'intenzione di separarsi?
 

Lostris

Utente Ludica
Ciao ragazzi,

un forum? credevo non esistessero neanche più.

Questo invece sembra vivo e vitale, l'infedeltà tira...

Sono un quarantenne del nord, sposato da una decina d'anni.

Una splendida figlia alle elementari, una bella moglie, casa nuova, lavoro stabile e ben pagato; i presupposti per farsi tutta una tirata fino alla pensione e ai nipotini, nella più classica delle narrazioni da Mulino Bianco.

Qualche anno fa invece torna a casa mia moglie con una confessione: ti tradisco.

In seguito, più che una sua confessione per lei, una RIVELAZIONE per me.

Dopo litigate, cattivi propositi, notti insonni, quella notizia mi ha aperto gli occhi su una vita piatta, senza amici, senza sesso, senza ME: ero sparito.

Io e mia moglie abbiamo deciso di continuare a vivere assieme, da coinquilini, per evitare traumi a nostra figlia; che di fatto al momento è l'unica fonte (e che fonte) di felicità che mi rimane.

Nei mesi successivi al tradimento ho a mia volta tradito e sto tutt'ora vedendo una donna che però è sposata con figli e il tempo che abbiamo da dedicarci è ZERO, non siamo neanche mai andati a letto assieme.

Per il resto la mia vita è lavoro e noia.

Spero non pensiate sia una lagna: questa è un'esposizione reale e razionale dei fatti.

Faccio fatica ad aprirmi con le persone, sono in cura per questo; ho letto un po' le vostre discussioni prima di iscrivermi, penso possiate darmi buoni spunti.
Sei sereno nel gestire il rapporto in casa in questo modo?

Mi spiace che anche l’extra che hai non ti dà poi molto... Non so nemmeno se sia lecito parlare di “tradimento”.

dovresti aprirti ad una relazione che ti permetta di ritrovare del tempo appassionato come uomo e che ti “risvegli” i sensi.

Sembri intorpidito.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Non è un po’ da soap opera o da serie americana pensare di non aver niente senza l’ammore?
 

Buffa

Utente di lunga data
Ciao ragazzi,

un forum? credevo non esistessero neanche più.

Questo invece sembra vivo e vitale, l'infedeltà tira...

Sono un quarantenne del nord, sposato da una decina d'anni.

Una splendida figlia alle elementari, una bella moglie, casa nuova, lavoro stabile e ben pagato; i presupposti per farsi tutta una tirata fino alla pensione e ai nipotini, nella più classica delle narrazioni da Mulino Bianco.

Qualche anno fa invece torna a casa mia moglie con una confessione: ti tradisco.

In seguito, più che una sua confessione per lei, una RIVELAZIONE per me.

Dopo litigate, cattivi propositi, notti insonni, quella notizia mi ha aperto gli occhi su una vita piatta, senza amici, senza sesso, senza ME: ero sparito.

Io e mia moglie abbiamo deciso di continuare a vivere assieme, da coinquilini, per evitare traumi a nostra figlia; che di fatto al momento è l'unica fonte (e che fonte) di felicità che mi rimane.

Nei mesi successivi al tradimento ho a mia volta tradito e sto tutt'ora vedendo una donna che però è sposata con figli e il tempo che abbiamo da dedicarci è ZERO, non siamo neanche mai andati a letto assieme.

Per il resto la mia vita è lavoro e noia.

Spero non pensiate sia una lagna: questa è un'esposizione reale e razionale dei fatti.

Faccio fatica ad aprirmi con le persone, sono in cura per questo; ho letto un po' le vostre discussioni prima di iscrivermi, penso possiate darmi buoni spunti.
Ciao. Mi spiace.
Fino a che punto vi siete spiegati con tua moglie?
Se ha confessato significa che probabilmente anche lei si trova in una situazione di disagio
 

Buffa

Utente di lunga data
Non è un po’ da soap opera o da serie americana pensare di non aver niente senza l’ammore?
Beh, ti trovi in casA con una moglie che ami ma che ti ha tradito e per motivi vari non vi separate..non mi sembra un bel vivere. Un conto è stare in questa situazione e uno è non avere una fidanzata...
 

Carola

Utente di lunga data
Ciao

provare a recuperare ? Tua moglie cosa dice ? Non ho capito se continua anche lei la sua relazione
Stare insieme per i figli non si può più sentire capsico di più ragioni economiche allora si
S emi dici separandomi ci impoveriremmo e ne patirebbero i figli capisco ma stare insieme male x loro che senso può avere ?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Ciao ragazzi,

un forum? credevo non esistessero neanche più.

Questo invece sembra vivo e vitale, l'infedeltà tira...

Sono un quarantenne del nord, sposato da una decina d'anni.

Una splendida figlia alle elementari, una bella moglie, casa nuova, lavoro stabile e ben pagato; i presupposti per farsi tutta una tirata fino alla pensione e ai nipotini, nella più classica delle narrazioni da Mulino Bianco.

Qualche anno fa invece torna a casa mia moglie con una confessione: ti tradisco.

In seguito, più che una sua confessione per lei, una RIVELAZIONE per me.

Dopo litigate, cattivi propositi, notti insonni, quella notizia mi ha aperto gli occhi su una vita piatta, senza amici, senza sesso, senza ME: ero sparito.

Io e mia moglie abbiamo deciso di continuare a vivere assieme, da coinquilini, per evitare traumi a nostra figlia; che di fatto al momento è l'unica fonte (e che fonte) di felicità che mi rimane.

Nei mesi successivi al tradimento ho a mia volta tradito e sto tutt'ora vedendo una donna che però è sposata con figli e il tempo che abbiamo da dedicarci è ZERO, non siamo neanche mai andati a letto assieme.

Per il resto la mia vita è lavoro e noia.

Spero non pensiate sia una lagna: questa è un'esposizione reale e razionale dei fatti.

Faccio fatica ad aprirmi con le persone, sono in cura per questo; ho letto un po' le vostre discussioni prima di iscrivermi, penso possiate darmi buoni spunti.
ma tu da quant'è che non ti fai na bella chiavata?
 

PippoS

Utente
Benvenuto :)
Non ci sono margini per recuperare la vostra coppia?
Nessun margine

Io e mia moglie non ci saremmo mai dovuti sposare; siamo l'olio e l'acqua.

Quel tipo di opposti che non si attraggono per niente.

Su questo ho le idee chiare e credo sia d'accordo anche lei.

Fortunatamente abbiamo avuto la maturità di continuare a crescere nostra figlia con la stessa dedizione di sempre; ci rispettiamo e ci impegniamo entrambi affinchè alla nostra famiglia non manchi nulla sia dal punto di vista economico che da quello della serenità.

Questo spesso prevede di annullarsi dal punto di vista personale, soprattutto nella sfera della passione.

quest'ultimo tasto lo toccherò in seguito, vorrei confrontarmi con voi su questo.
 

PippoS

Utente
Benvenuto,
secondo te perché lei ha sentito il bisogno di dirtelo nonostante tutto questo apparente perfetto equilibrio e comunque senza manifestare l'intenzione di separarsi?
Stando alle sue parole si è voluta togliere un peso che non era più in grado di sostenere, tutto sommato le credo.

In seguito purtroppo ha usato questo suo "anticipo volontario" per rinfacciarmi che invece lei mi ha scoperto con l'altra, quindi in un certo senso sarei stato meno onesto di lei.

Francamente ho smesso di concentrarmi sul tradimento come causa (il fegato ne ha gioito) e ho cominciato a considerarlo come il sintomo della nostra effettiva incompatibilità.

il non separarsi riguarda principalmente nostra figlia e secondariamente (brutto a dirsi) la comodità di lasciare la situazione com'è: niente avvocati, niente traslochi, niente giudici, niente spese extra, affitti, scartoffie. Per pragmatismo insomma.
 

PippoS

Utente
Sei sereno nel gestire il rapporto in casa in questo modo?

Mi spiace che anche l’extra che hai non ti dà poi molto... Non so nemmeno se sia lecito parlare di “tradimento”.

dovresti aprirti ad una relazione che ti permetta di ritrovare del tempo appassionato come uomo e che ti “risvegli” i sensi.

Sembri intorpidito.
abbastanza sereno

conta che il disinteresse amoroso e passionale che provo per lei aiuta ad evitare litigi e conflitti che invece quando c'è coinvolgimento di solito fioccano.

per il resto, dal punto di vista dell'educazione di nostra figlia e dell' "economia famigliare" andiamo molto d'accordo quindi il problema non si pone.

parlando dell'extra: è una vecchia fiamma con la quale mi sono sempre trovato benissimo sotto molti punti di vista; quel grosso difetto che ha di essere sposata l'ha sempre avuto sin da quando la conosco però ora è ancora peggio per motivi suoi personali che non sto ad elencarvi.

Quando c'è prendo il mio pezzettino di felicità e lo metto via, altrimenti no; questo più o meno riassume tutto.

Sono solo, in gran parte per colpa mia; ho vissuto una decina d'anni nell'isolamento di un matrimonio che è finito come è finito ed ora mi ritrovo alla soglia dei 40 senza una vita sociale. Aggiungi che sono "un soggetto anaffettivo ed evitante" (definizioni della mia psicologa), questa apertura che consigli è un po' un miraggio per me.

Sto ripartendo dalla "rete amicale" (altra definizione non mia) per dare qualche scossa , uscire un po'; sto anche per cambiare lavoro🤞, credo che ogni cambiamento possa aiutarmi ora
 

PippoS

Utente
Non è un po’ da soap opera o da serie americana pensare di non aver niente senza l’ammore?
Sì, troppo drama, hai ragione :)

in realtà è che non ho proprio niente, lo scrivevo prima in un'altra risposta: sono una persona che non è stata educata all'affetto e ai rapporti un po' più profondi.

Questi eventi con mia moglie mi hanno aperto gli occhi su questa condizione e mi hanno spinto ad andare in cura da una psicologa.

sarà un processo un po' lungo sia perchè partivo da una vita sociale inesistente sia per i problemi di cui parlavo prima però qualcosa si muove. (almeno dalla cinta in su)
 

PippoS

Utente
Ciao. Mi spiace.
Fino a che punto vi siete spiegati con tua moglie?
Se ha confessato significa che probabilmente anche lei si trova in una situazione di disagio
Grosso disagio, più volte manifestato; da quell'orecchio non ci sentivo quindi le cose sono andate come sono andate.
 

PippoS

Utente
Ciao

provare a recuperare ? Tua moglie cosa dice ? Non ho capito se continua anche lei la sua relazione
Stare insieme per i figli non si può più sentire capsico di più ragioni economiche allora si
S emi dici separandomi ci impoveriremmo e ne patirebbero i figli capisco ma stare insieme male x loro che senso può avere ?
è una strada impercorribile

passato il momento dell'odio, del desiderio di vendetta, delle minacce, dei pianti, dell'insonnia ci siamo ritrovati in una situazione di lucidità e abbiamo preso questa decisione sia per non stravolgere la vita di nostra figlia sia perchè un divorzio probabilmente non possiamo permettercelo.

lei è spessissimo in casa e quando esce va con le amiche; se ancora vede qualcuno non credo lo faccia con grande frequenza.
 
Top