RACCHIUDERE 12 ANNI IN POCHE RIGHE...

ParmaLetale

Utente di lunga data
Sarebbe rilevante per capire il comportamento di lei.
Non sono uno psichiatra e per saperlo occorrerebbe fare test specifici, ma sicuramente qualche "stranezza" caratteriale ce l'ha: ad esempio è molto chiusa e molto raramente esprime i suoi sentimenti, praticamente non ha amici e a parte la famiglia, il lavoro e ultimamente il tipo, vita sociale praticamente pari a 0.
 
Ultima modifica:

ParmaLetale

Utente di lunga data
Io mi ero fermata a quello scambio di comunicazioni.
Poi ho letto il resto.
Ora penso che potrebbe essere una semplice ambivalenza di sentimenti.
Non è che se ci si lega a un’altra persona il coniuge diventa nessuno.
Sono assolutamente d'accordo essendo stato in passato dall'altra parte della barricata, anche se non con lei.

Però anche se il coniuge diventasse nessuno meriterebbe comunque il rispetto che si deve alle persone in quanto tali, non è che se io mi lego ad un altro e non amo più te allora sono autorizzato a prenderti per il ku a oltranza al fine di usarti tenendo il piede in 2 scarpe perchè quell'altro non mi si prende a pacchetto completo (figli, responsabilità quotidiane ecc ecc) e quindi per continuare a frequentarlo per "divertirmi" mi servi tu per badare alle cose serie...

Cosa intendi di preciso per "ambivalenza di sentimenti"?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Ho letto molte storie simili alla mia su questo forum e su molti altri... un denominatore comune che ho trovato, correggetemi se sbaglio, è che quando le persone prendono queste sbandate (faccio fatica a definire sbandata una vicenda di 3 anni..) è come avere a che fare con dei "tossicodipendenti", dei ludopatici o qualcosa del genere... ci puoi parlare seriamente, ti capiscono anche, magari sono d'accordo con te, ma è più forte la dipendenza di ogni altra spinta che governa il loro comportamento... ovvio che io cercherò comunque di fare tutto il possibile per farla ragionare...
Il minimo comun denominatore è che quando si viene beccati, è l'amante ad essere scaricato/a. tu rientra nella casistica, minoritaria, in cui viene scaricato il coniuge. con l'aggravante di aver un figliolo diciamo problematico. che non ho capito quanti anni abbia.

da come la racconti, sembra che tua moglie da tempo non provasse nulla più per te. il tizio ha fatto solo da detonatore ad una situazione fortemente compromessa. il tuo silenzio di questi anni suppongo sia stato letto come indifferenza. però mettersi a piangere sul latte versato perchè solo parzialmente scremato, non mi pare utile. mi parete abbastanza avanti nella definizione delle questioni, che ci vorrà un tempo X per assorbire la botta è nella natura delle cose.

direi sia giunta l'ora di berci su
 

Jacaranda

Utente di lunga data
Gliel'ho detto, ma in questo momento purtroppo (per mio figlio) lei è molto meno lucida di me. Temo, e non lo dico per gelosia, che pensi solo ad allontanarsi il più rapidamente possibile da questa casa per andare vicino al lavoro e al suo nuovo "compagno"
Una crisi di mezza eta’ coi fiocchi.
Si e’ rincitrullita
 

Jacaranda

Utente di lunga data
Questa storia che i padri debbano tenere figli a pomeriggi, a notti o a weekend deve finire. Sia da parte di un padre a cui frega un cazzo tenere i figli e fa il giusto indispensabile, sia da parte di una madre che decide che i figlie è più giusto se crescano con lei e il padre venga visto ad "ore". Dovrebbero obbligare per legge l'affidamento paritario, e sai per i padri quanti soldi risparmiati di mantenimento oltre al piacere di vedere crescere i propri figli e viverli molto di più.
Verissimo… ma sai quanti padri preferiscono “darsi alla macchia” piu’ di quanto vogliano trarre gioia dall’accudimento della prole?
 

ParmaLetale

Utente di lunga data
Una crisi di mezza eta’ coi fiocchi.
Si e’ rincitrullita
Ricordo la citazione: "le persone non cambiano, si rivelano"....

Il minimo comun denominatore è che quando si viene beccati, è l'amante ad essere scaricato/a. tu rientra nella casistica, minoritaria, in cui viene scaricato il coniuge. con l'aggravante di aver un figliolo diciamo problematico. che non ho capito quanti anni abbia.

da come la racconti, sembra che tua moglie da tempo non provasse nulla più per te. il tizio ha fatto solo da detonatore ad una situazione fortemente compromessa. il tuo silenzio di questi anni suppongo sia stato letto come indifferenza. però mettersi a piangere sul latte versato perchè solo parzialmente scremato, non mi pare utile. mi parete abbastanza avanti nella definizione delle questioni, che ci vorrà un tempo X per assorbire la botta è nella natura delle cose.

direi sia giunta l'ora di berci su
Indipendentemente da chi scarica chi, hai colto il punto, cioè che il tradimento è secondario rispetto al fatto che il rapporto era già fortemente compromesso.

Questa storia che i padri debbano tenere figli a pomeriggi, a notti o a weekend deve finire. Sia da parte di un padre a cui frega un cazzo tenere i figli e fa il giusto indispensabile, sia da parte di una madre che decide che i figlie è più giusto se crescano con lei e il padre venga visto ad "ore". Dovrebbero obbligare per legge l'affidamento paritario, e sai per i padri quanti soldi risparmiati di mantenimento oltre al piacere di vedere crescere i propri figli e viverli molto di più.
Cosa intendi esattamente per affidamento paritario?
 

Brunetta

Utente di lunga data
Sono assolutamente d'accordo essendo stato in passato dall'altra parte della barricata, anche se non con lei.

Però anche se il coniuge diventasse nessuno meriterebbe comunque il rispetto che si deve alle persone in quanto tali, non è che se io mi lego ad un altro e non amo più te allora sono autorizzato a prenderti per il ku a oltranza al fine di usarti tenendo il piede in 2 scarpe perchè quell'altro non mi si prende a pacchetto completo (figli, responsabilità quotidiane ecc ecc) e quindi per continuare a frequentarlo per "divertirmi" mi servi tu per badare alle cose serie...

Cosa intendi di preciso per "ambivalenza di sentimenti"?
L’ambivalenza dei sentimenti è normale. “Ti amo, ma mi fai venire il nervoso quando...”, “ti voglio, ma ho bisogno di libertà “.
Quindi anche “sono attratta da un’altra persona, ma ti voglio bene“. Invece essere ambigui o manifestare doppio legame dicendo cose in contraddizione con i fatti non è sano.
 

Jim Cain

Utente di lunga data
però lei, a quanto scrive @ParmaLetale , ora cambierà casa per avvicinarsi ad un lavoro che ha appena cambiato che la penalizza su tutti gli aspetti e se ne frega di togliere il figlio dall'attuale ambiente per rincorrere l'amante.
In più l'ex marito ha comprato casa, vicino la casa coniugale per stare di più col figlio e questa si sposta.
A me pare che lei voglia rifarsi una vita a scapito del figlio e il marito cerca di rincorrere l'opportunità di fare il padre.
Ora Parma letale è dovuto andare a vivere lontano, perchè tornato dai genitori, ma la casa che gli consegnano a fine anno è vicina al figlio. Però lo moglie dice che è sola e sta per vendere casa e spostarsi a 50 km. A me pare un po stronza.
Si però pure lui...🙄
 

ParmaLetale

Utente di lunga data
Ci stai dicendo che quel tratto della sua personalità, cioè la tendenza a tradire, ti era già noto ?
Assolutamente no, il mio dubbio è che non abbia smesso di provare sentimento per me, ma che abbia come gettato una maschera diventata troppo pesante da portare dopo matrimonio, figlio, casa nuova ecc ecc ecc... però è ragionare col senno di poi e lì sono tutti bravi...
 

ParmaLetale

Utente di lunga data
L’ambivalenza dei sentimenti è normale. “Ti amo, ma mi fai venire il nervoso quando...”, “ti voglio, ma ho bisogno di libertà “.
Quindi anche “sono attratta da un’altra persona, ma ti voglio bene“. Invece essere ambigui o manifestare doppio legame dicendo cose in contraddizione con i fatti non è sano.
La mia ex è la fiera del doppio legame allora...
 

ParmaLetale

Utente di lunga data
No, il contrario.
Troppo accondiscendente.
In tutta sincerità in certi frangenti preferisco essere "accondiscendente" (entro certi limiti) ed essere sottovalutato
 

ParmaLetale

Utente di lunga data
Il minimo comun denominatore è che quando si viene beccati, è l'amante ad essere scaricato/a. tu rientra nella casistica, minoritaria, in cui viene scaricato il coniuge. con l'aggravante di aver un figliolo diciamo problematico. che non ho capito quanti anni abbia.

direi sia giunta l'ora di berci su
Premesso che sono anch'io dell'idea che sia ora di berci su...

...mi chiedo: nei rari casi come il mio in cui è il coniuge ad essere scaricato, ma solo perchè è stato lui a sgamare: non credo che questo non coinvolga anche l'altra storia... che senso ha se 2 amanti restano amanti essendo innamorati ed entrambi liberi? Io personalmente, se fossi innamorato e ricambiato dalla mia amante ci terrei a diventare quello ufficiale... ma se diventassi quello ufficiale poi mi verrebbe il dubbio di esserlo diventato perchè il coniuge ci ha sgamati e non perchè l'ha deciso lei...
 
Top