Quando ti dicono "mi sono innamorato/a" ...

Martes

Utente di lunga data
Quando qualcuno cui tenete vi confida che si è innamorato/a che reazione vi suscita?

Cambia parecchio, mi sembra, a seconda del tipo di legame che si ha con la persona in questione e anche a seconda dell'"oggetto" del suo innamoramento... oppure no?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
"mi sono innamorato/a di te"? o di altri?
 

danny

Utente di lunga data
Quando qualcuno cui tenete vi confida che si è innamorato/a che reazione vi suscita?

Cambia parecchio, mi sembra, a seconda del tipo di legame che si ha con la persona in questione e anche a seconda dell'"oggetto" del suo innamoramento... oppure no?

Qualcuno a caso?
Certo, se è mia figlia, la mia collega verso di me o mia moglie il risultato cambia.
Restringerei un tantino, ma proprio poco poco il campo...
 

Skorpio

Utente di lunga data
Quando qualcuno cui tenete vi confida che si è innamorato/a che reazione vi suscita?

Cambia parecchio, mi sembra, a seconda del tipo di legame che si ha con la persona in questione e anche a seconda dell'"oggetto" del suo innamoramento... oppure no?
Cambia molto, in base al modo in cui ci si tiene..

E cambia ancora molto anche in base "all'oggetto"

Ricordo na volta, tanto tempo fa.. una persona a cui "tenevo molto" mi disse di essersi innamorata ..

Ero comunque contento (diciamo così), anche se forse ero più contento se fosse stata innamorata di me :carneval:

Poi dopo qualche giorno seppi "di chi" si era innamorata, e come x incanto la mia "contentezza" si trasformò in delusione
 
Ultima modifica:

Martes

Utente di lunga data
Qualcuno a caso?
Certo, se è mia figlia, la mia collega verso di me o mia moglie il risultato cambia.
Restringerei un tantino, ma proprio poco poco il campo...
Non lo restringo, perché mi interessava vagliare le varie situazioni e le varie ripercussioni che possono avere su di noi.
Puoi fare tutti e 3 gli esempi.
 

Martes

Utente di lunga data
Cambia molto, in base al modo in cui ci si tiene..

E cambia ancora molto anche in base "all'oggetto"

Ricordo na volta, tanto tempo fa.. una persona a cui "tenevo molto" mi disse di essersi innamorata ..

Ero comunque contento (diciamo così), anche se forse ero più contento se fosse stata innamorata di me :carneval:

Poi dopo qualche giorno seppi "di chi" si era innamorata, e come x incanto la mia "contentezza" si trasformò in delusione
E la delusione a cosa era dovuta?
 

oceansize

Utente di lunga data
Quando qualcuno cui tenete vi confida che si è innamorato/a che reazione vi suscita?

Cambia parecchio, mi sembra, a seconda del tipo di legame che si ha con la persona in questione e anche a seconda dell'"oggetto" del suo innamoramento... oppure no?
È ancora possibile dirlo dopo i 35/40? 😅
Di solito in me prevale lo scetticismo, ma sono comunque contenta di avvertire quella luce nello sguardo di chi me lo dice.
Ma non commento mai😁
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
se si tratta di un'amica, mi accerto che non sia un comunista o un gobbo o un perdente, per il resto le faccio le mie congratulazioni

se è un'amica più intima, immagino che la cosa voglia dire che saremo meno intimi.
 

Skorpio

Utente di lunga data
E la delusione a cosa era dovuta?
Eh penso sia complicato.. io posso portare la mia esperienza di quella circostanza

la avevo conosciuta x lavoro e introdotta in un attimo nella mia cerchia di amicizie

Lei era.. vivissima...

aveva un passato complesso era la vitalità fatta femmina, impegnata in mille fronti, in testa la parrocchia e il volontariato in un centro recupero tossici, un tossico era il suo ex con cui aveva avuto una storia burrascosa

Viveva nel quartiere più degradato della periferia , io la andavo a prendere personalmente, e insomma con la mia Renault 5 turbo il ragazzo del centro storico tutto ammodino, la mia porca figura la facevo

La mamma mi accoglieva come fossi il principe del Galles (era mia tifosa sfegatata come possibile suo compagno) mi abbracciava e mi carezzava ..ma io ero impegnato, e cmq erano situazioni liquide... Insomma.. ci si disimpegna anche ecco

Sapevo dopo un po' che si era innamorata (non di me - tu sei troppo speciale) (le solite inculate delle femmine) ma il giorno che a casa sua mi portò nella stanzetta e tirò la tendina mandando via la madre (non c'erano le porte) mi buttò sul letto e mi cominciò a saltare addosso come una matta e a abbracciarmi dicendomi se indovinavo di chi fosse cotta..

Beh.. quando lo disse (era un mio amico della compagnia) fu come se mi avessero infilato una spada nel culo

Ero triste, ero morto dentro.. ma allora io.. non contavo un cazzo? :(

Ah già.. io ero troppo speciale :cool:
 

Marjanna

Utente di lunga data
Quando qualcuno cui tenete vi confida che si è innamorato/a che reazione vi suscita?

Cambia parecchio, mi sembra, a seconda del tipo di legame che si ha con la persona in questione e anche a seconda dell'"oggetto" del suo innamoramento... oppure no?
Se è un conoscente gli faccio tanti cari auguri e basta. Se è qualcuno a cui tengo veramente (che nella normalità per me è una persona presente nella mia vita, non qualcuno tipo un amante che un giorno ti osanna e il giorno dopo sei uno sconosciuto) tento di capire di chi si è innamorato/a, e una parte di me pensa "se questo ti fa soffrire gli stacco la testa a morsi". Poi se tutto appare ok gli auguro il meglio.

Hai un amico che si è innamorato di qualcuno che ti ispira poca fiducia?
 

Brunetta

Utente di lunga data
A me sembra una bellissima notizia.
Ma se è vero.
C’è chi si innamora una volta alla settimana... o che lo dice a vanvera.
Se chi si è innamorato è impegnato, mi dispiace.
Comunque è una botta di vita.
Poi si può ragionare su cosa fare.
 

danny

Utente di lunga data
Quando qualcuno cui tenete vi confida che si è innamorato/a che reazione vi suscita?

Cambia parecchio, mi sembra, a seconda del tipo di legame che si ha con la persona in questione e anche a seconda dell'"oggetto" del suo innamoramento... oppure no?
Gioia.
Tranne nel caso di una ragazza di cui io sia innamorato che mi rivela di esserlo per un altro.
Lì chiaramente gelosia.
 

Martes

Utente di lunga data
Hai un amico che si è innamorato di qualcuno che ti ispira poca fiducia?
In realtà la domanda è sorta perché un amico cui ho detto che mi sono innamorata (cosa rarissima per me) inizialmente si è mostrato contento, ma poi, saputo "di chi" non lo è più stato, poiché si tratta di una persona che non ha in simpatia.

Quindi mi sono messa a pensare quanto dei nostri parametri infiliamo nel pensare anche a situazioni altrui, ed io che ero rimasta infastidita dalla reazione, mi sono resa conto che faccio altrettanto.

Ad esempio ho un'amica che cerca col lanternino palloni gonfiati che la trattano di merda, le fanno patire di ogni e poi la mollano, quindi l'ultima volta che mi ha detto di essersi innamorata ho pensato "Che palle, ci risiamo". Quando ho saputo di chi invece mi sono sentita sollevata, perché uomo di tutt'altro stampo rispetto ai suoi soliti e, secondo i miei parametri, molto più adatto per lei.
Invece dopo poco lei lo ha mollato perché "poco interessante"... i suoi bisogni evidentemente non coincidono affatto con i miei parametri... eppure al prossimo pallone gonfiato che mi presenterà io non riuscirò certo a essere contenta per lei...
 

Marjanna

Utente di lunga data
In realtà la domanda è sorta perché un amico cui ho detto che mi sono innamorata (cosa rarissima per me) inizialmente si è mostrato contento, ma poi, saputo "di chi" non lo è più stato, poiché si tratta di una persona che non ha in simpatia.

Quindi mi sono messa a pensare quanto dei nostri parametri infiliamo nel pensare anche a situazioni altrui, ed io che ero rimasta infastidita dalla reazione, mi sono resa conto che faccio altrettanto.

Ad esempio ho un'amica che cerca col lanternino palloni gonfiati che la trattano di merda, le fanno patire di ogni e poi la mollano, quindi l'ultima volta che mi ha detto di essersi innamorata ho pensato "Che palle, ci risiamo". Quando ho saputo di chi invece mi sono sentita sollevata, perché uomo di tutt'altro stampo rispetto ai suoi soliti e, secondo i miei parametri, molto più adatto per lei.
Invece dopo poco lei lo ha mollato perché "poco interessante"... i suoi bisogni evidentemente non coincidono affatto con i miei parametri... eppure al prossimo pallone gonfiato che mi presenterà io non riuscirò certo a essere contenta per lei...
Nell'esempio che fai della tua amica direi che il pallone gonfiato è più un monito che la vedrai per l'ennesima volta piangere, disperarsi per quando la lascerà. Poi dipende se etichetti con facilità "il pallone gonfiato".
Anche nel caso del tuo amico dipende su quali parametri sia arrivato a trovare antipatica la persona di cui ti sei innamorata, ovvero se è solo antipatia a pelle o se c'è un vissuto dietro che lo porta a non vedere questa persona come una che sa amare, e che quindi non ti darà niente in termini affettivi.
 

Lostris

Utente Ludica
Ad esempio ho un'amica che cerca col lanternino palloni gonfiati che la trattano di merda, le fanno patire di ogni e poi la mollano, quindi l'ultima volta che mi ha detto di essersi innamorata ho pensato "Che palle, ci risiamo". Quando ho saputo di chi invece mi sono sentita sollevata, perché uomo di tutt'altro stampo rispetto ai suoi soliti e, secondo i miei parametri, molto più adatto per lei.
Invece dopo poco lei lo ha mollato perché "poco interessante"... i suoi bisogni evidentemente non coincidono affatto con i miei parametri... eppure al prossimo pallone gonfiato che mi presenterà io non riuscirò certo a essere contenta per lei...
Complimenti per la storia :rotfl:

Scherzi a parte, per me l'innamoramento è un'altra cosa. Ma forse sono io che definisco in un certo modo solo quando vivo una determinata profondità.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Complimenti per la storia :rotfl:

Scherzi a parte, per me l'innamoramento è un'altra cosa. Ma forse sono io che definisco in un certo modo solo quando vivo una determinata profondità.
Anch’io
 

Martes

Utente di lunga data
Complimenti per la storia :rotfl:

Scherzi a parte, per me l'innamoramento è un'altra cosa. Ma forse sono io che definisco in un certo modo solo quando vivo una determinata profondità.
Beh, non sono nella testa e nell'animo della mia amica, quindi non posso sindacare su cosa intende lei per innamoramento. Però se mi dice che è innamorata, per come intende lei, io le credo... Non metto i miei parametri anche qui, che di sicuro sono diversi dai suoi, essendo che è più unico che raro per me definirmi innamorata...
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
In realtà la domanda è sorta perché un amico cui ho detto che mi sono innamorata (cosa rarissima per me) inizialmente si è mostrato contento, ma poi, saputo "di chi" non lo è più stato, poiché si tratta di una persona che non ha in simpatia.

Quindi mi sono messa a pensare quanto dei nostri parametri infiliamo nel pensare anche a situazioni altrui, ed io che ero rimasta infastidita dalla reazione, mi sono resa conto che faccio altrettanto.

Ad esempio ho un'amica che cerca col lanternino palloni gonfiati che la trattano di merda, le fanno patire di ogni e poi la mollano, quindi l'ultima volta che mi ha detto di essersi innamorata ho pensato "Che palle, ci risiamo". Quando ho saputo di chi invece mi sono sentita sollevata, perché uomo di tutt'altro stampo rispetto ai suoi soliti e, secondo i miei parametri, molto più adatto per lei.
Invece dopo poco lei lo ha mollato perché "poco interessante"... i suoi bisogni evidentemente non coincidono affatto con i miei parametri... eppure al prossimo pallone gonfiato che mi presenterà io non riuscirò certo a essere contenta per lei...
non rilevi la contraddizione tra la prima e la seconda parte del tuo post?
 

Martes

Utente di lunga data
non rilevi la contraddizione tra la prima e la seconda parte del tuo post?
No, anche se credo di aver capito a che ti riferisci. Però non mi va di parlare per deduzione, quindi se mi fai notare di preciso i passaggi forse posso spiegarmi meglio
 
Top