Qualcuno può aiutarmi?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
N

Non registrato

Guest
Qualcuno può aiutarmi?

Ciao!
Forse qualcuno di voi può aiutarmi a capire quello che non capisco e a cui, di conseguenza, non riesco a credere.

Stavamo insieme da un anno, ma insieme per modo di dire, nel senso che purtroppo ci dividevano parecchi Km e le volte che ci siamo visti sono state piuttosto poche.
Per uno strano caso del destino, ci siamo conosciuti solo dieci giorni prima che lui partisse per il Belgio, dove attualmente vive e lavora.
Proprio la distanza mi ha portata ad essere molto cauta nei confronti di questa storia e, anche se i miei sentimenti per lui sono diventati ogni giorno più forti, il non poterli vivere con continuità, con concretezza piena, ha fatto in modo che per me il rapporto si mantenesse su un piano più che altro platonico, che dal punto di vista fisico non andasse oltre affettuosità superficiali.... si, insomma, penso che abbiate capito che cosa intendo.
Questa premessa mi sembrava necessaria per arrivare al punto.

Due mesi fa, singhiozzando tra le lacrime, mi confessa che si sente in colpa, che non è la persona splendida che io credevo, che una sera aveva fatto sesso con un'altra.
Penso di aver sollecitato questa confessione perchè, essendomi resa conto di un suo cambiamento, continuavo a chiedergli di dirmi cosa non andava, che se ci fosse stato un problema l'avremmo risolto insieme.
Beh, sinceramente speravo in un problema meno doloroso e la mia reazione non è stata delle migliori.
Vi risparmio la pena di quel momento, vi dico solo che è stato atroce e molti di voi potranno capirlo.

Nei giorni seguenti il mio cervello era come liquefatto, il cuore assente.
Lui mi è stato rigorosamente alla larga, da buon vigliacco, salvo scrivermi qualche tempo fa che mi ama, che per lui non è cambiato niente, che ha fatto la più grossa cavolata della sua vita.
Non gli credo. Non capisco e non gli credo.

L'aiuto che vi chiedo è questo: sono io che ho vissuto su una nuvola fino ad oggi credendo che, se pure a distanza, l'amore può esistere, il rispetto può esistere, la fiducia può esistere???
Si può amare una persona e tradirla? Per sesso??

Ringrazio chi avrà la gentilezza di darmi una risposta.

Silvia
 
N

Non registrato

Guest
Ciao carissima, sono ancora in piedi per questo dannato cervello, ? non si spegne mai a comando.

Insomma hai risposto a te stessa per ben due volte, ? Non gli credi, ?e quindi non ha molte alternative con questa storia.

Questa storia mi ricorda una ragazza che avevo a Monza ed io lavoravo a Zurigo, considerando che nel 1992 e forse anche adesso non c?era una vera autostrada diretta era davvero simili alla tua distanza. Ricordo che amavo terribilmente questa ragazza e lei (penso di sì ? visto che non posso saperlo)? ma quando feci salti mortali per finire a Lugano e raggiungerla più facilmente tutto cambiò e questo sentimento si riduceva in proporzione al tempo che passavo con lei.

E? bello sognare ed amare qualcuno a distanza, più bello che frequentarla.

Quindi per me sì a tutte le tue domande incluso il tradimento.

La domanda è se tu sei capace ad accettare il tradimento e da come hai scritto non lo credo.
 
O

Old caterina

Guest
bisogni fisiologici

sono una donna e stento a crederci...io non conosco sesso senza sentimento, ma pare che per gli uomini sia diverso. Ma il punto su cui riflettere non è questo.
Io valuterei il suo atteggimento nei tuoi confronti, ti ha fatto male in modo del tutto gratuito. Questo è il caso in cui io ritengo che la sincerità sia deleteria. Non avevi indizi ne sospetti di questo tipo...allora perchè ha confessato? Ti ha "usata" per scaricare la sua coscienza? Vuole chiudere la vostra storia ed ha trovato il modo piu' veloce? Di sicuro se ti ama avrebbe dovuto evitarti un simile dolore. Le verità che fanno male vanno dette solo quando servono. Avrebbe dovuto fare chiarezza in se stesso e decidere da solo cosa fare della vostra storia, e poi comunicartelo. Io al posto tuo (scusa la franchezza) lascerei perdere...è un'immaturo, e poi è anche lontano! Auguri
 
N

Non registrato

Guest
Grazie di cuore Non registrato e Caterina.

Già, Caterina, perchè ha confessato? Me lo sono chiesta anch'io.
In realtà, come ho detto, la confessione è stata sollecitata da me perchè avevo avvertito chiaramente il suo cambiamento.
Poi, sai, quando qualcuno non si sente a posto con la coscienza e tu ti mostri innamorata e attenta nei suoi confonti, accentui il senso di colpa, forzi una serratura già debole.
Lui forse ha pensato che io avrei comunque apprezzato la sincerità.
Di sicuro si è ripulito la coscienza, mentre non so se ha cercato anche il modo più veloce per chiudere la storia.
Se fosse così, non mi spiego perchè non chiuderla in modo meno doloroso? C'era la distanza, bastava questo come pretesto, e lui sa che io sono piuttosto orgogliosa: non avrei continuato a cercarlo se mi avesse lasciato.
E poi, perchè scrivermi che mi ama e pregarmi di credergli, di dargli un'altra possibilità, chiedermi di vederci?
Mi ha anche telefonato in continuazione ma non gli ho mai risposto.

Lo vedo comunque anch'io immaturo, solo che fa male, parecchio male...

Un bacio a voi,

Silvia
 

Bruja

Utente di lunga data
Silvia

Non sono certa che abbia confessato perchè aveva questo macigno di colpa addosso, forse lo ha fatto semplicemente perchè sollecitato e siccome non è un rinoceronte quanto a sensibilità, l'avere qualcosa che non poteva condividere con l'amica del cuore lo lasciava stonato.
Quello che andrebbe chiarito è se questa era da lui percepita come una vera storia impegnata o una situazione ancora
in evoluzione. Lui ha tradito, ma cosa veramente? Una promessa? Un impegno? Oppure l'aspettativa che tu ti eri
fatta su di lui?
Insomma lui è un immaturo, è probabilissimo, ma la grande prudenza, dichiarazioni d'amore a parte, può aver giocato lasciando spazio alla inconscia consapevolezza di essere formalmente libero.
La distanza è una vera cartina tornasole, avvicina il vero amore e disperde tutto il resto, e forse c'era tanto coinvolgimento ma poco voglia di crederci ed impegnarsi (ed è prefettamente comprensibile data la situazione). I giuramenti d'amore se devono sopportare lunghe separazioni, diventano belle parole sulla carta.
Non voglio proprio credere che sia stato così becero ed imbecille da usare un metodo così poco politico ed intelligente per chiudere, alla fine chi o cosa gli impediva di dire semplicemente "sai ho conosciuto un'altra e sono certo sia quella giusta". Oppure di diluire i rapporti fino all'estinzione naturale senza traumi o scelte drastiche.
Non so, forse non riesco a vedere la sua cialtroneria fino in fondo, trovo solo che abbia fatto la scelta di parlare della sua sbandata, ma meglio faceva a trovare un modo più diplomatico per dire la sua verità. Se è di quelli che amano ma non resistono alla lontananza credi sia facile dirlo ad una donna che si professa innamorata e piena di premure ed affinità?
Sapete tutti che non offro viatici ai traditori, ma questo traditore trovo che sia più sgangherato che carogna.
Comunque per chiudere, cara Silvia, ripensa bene a cosa tu hai detto, scritto, promesso o fatto chiaramente intendere a lui, ed in base a queste valutazioni trai le conclusioni su cosa sia giusto fare, puoi irritarti e liquidare il suo comportamento come immaturo e senza tatto, ma se è vero che da giorni ti chiede scusa e professa amore per te, dipende da te cosa credere e decidere. Anzi a costo di risultarti antipatica dirò di più, valuta se è davvero affranto o se, vista la tua reazione dopo la confessione, non si professi affranto per tacitare il suo senso di colpa di averti ferito.............
Non so perchè ma a sensazione, mi sembri molto più matura, riflessiva e compiuta di lui, quindi QUALUNQUE cosa deciderai, credo sarà più facile che tu sia magnanima che vendicativa, non fosse che per come sei apparsa attraverso i tuoi scritti, irritati, offesi ma sempre interrogativi e dialoganti.
Bruja
 
P

Persa/Ritrovata

Guest
mancano degli elementi

Ma quanti anni avete? Perché il rapporto è rimasto "platonico"? Avevate chiarito i termini del vostro rapporto? Tu che tipo di rapporto vuoi?
 
O

Old Misolidio

Guest
caterina ha detto:
sono una donna e stento a crederci...io non conosco sesso senza sentimento, ma pare che per gli uomini sia diverso.
Non è questione di genere, ma di singole persone. Diciamo che è più statisticamente probabile per un uomo che per una donna...ci son più prostitute che gigolò.
 
N

Non registrato

Guest
Ciao

Io ho 25 anni e lui 33.
Come ho detto, ci vedevamo poco e il non poter vivere questo sentimento con continuità, con concretezza, mi/ci creava insicurezza.
Personalmente, avevo bisogno di conoscerlo meglio, c'era un senso di precarietà e di incertezza che mi impediva di lasciarmi andare.
Grandissimo coinvolgimento affettivo e mentale, grandissima attrazione ma poco senso di familiarità fisica, non so come altro spiegarmi.
Il suo lavoro prevede la possibilità che lui rientri in Italia definitivamente, ma non prima di un paio d'anni. Contavamo su questo, anche se a volte mi chiedeva di trasferirmi nel frattempo, cosa che purtroppo mi era e mi è impossibile fare.
Io avrei voluto un rapporto normale, cara Persa/Ritrovata. Mi sono fidata della sua pazienza e del suo amore, cose che anch'io davo a lui.


L'impegno c'era, Bruja.
Era di certo una storia in evoluzione, visto il disagio delle circostanze, ma non credo stessimo giocando o sognando, anche perchè come gioco sarebbe stato troppo costoso... in tutti i sensi.

"Se è di quelli che amano ma non resistono alla lontananza credi sia facile dirlo ad una donna che si professa innamorata e piena di premure ed affinità?"

Guarda, di questo avevamo parlato a lungo, e ti dirò di più, penso che abbia confessato perchè in fondo sperava nella mia comprensione.
Aveva dalla sua parte l'alibi che tanto io e lui non avevamo "consumato", che lui comunque mi aveva rispettato... Ma rispettato di che? Io volevo sentirmi più sicura dei suoi sentimenti, della nostra storia, e lui va con un'altra per rispettare... me???
Pazzesco!

No, non è una carogna, hai ragione, è che non ci arriva proprio. Non si è reso conto del male che ha fatto.
E forse hai ragione anche sul fatto che fa l'affranto perchè la sua coscienza ancora scalpita. Di me, di come posso stare io non gliene importa affatto.

Dice che "è capitato". Ma come diavolo fa a capitare una cosa del genere? Me lo spiegate, per favore?
Non è una tegola che cade sulla testa per una folata di vento.
Non dico tanto, ma almeno un minimo di impegno e volontà bisogna pur metterceli per farla capitare, o no?
A nessuno mancano le "occasioni", c'è però chi ne approfitta e chi no.
Allora che almeno si abbia l'onestà di dire: l'ho fatto perchè lo volevo fare! Ho "scelto" di farlo!
Sì sono arrabbiata, perdonatemi.

Vi bacio e vi ringrazio dal profondo dell'animo... anche se è tutto aggrovigliato e buio.

Silvia
 
N

Non registrato

Guest
L'amore a distanza nn esiste e impossibile da sostenere ed e logorante consiglio lascia perdere
 
P

Persa/Ritrovata

Guest
mumble mumble

Ci rifletto su ..se Raff mi aveva detto che non sembravo una 55 enne tu sembri sì una 25 enne ma anni '50.. Roba da ..Marisa Allasio (....alzi la mano chi mi ha capita! :-D) Veramente un rapporto strano.. Non so che dire..devo cercare di capire..
 
O

Old Misolidio

Guest
Non registrato ha detto:
Allora che almeno si abbia l'onestà di dire: l'ho fatto perchè lo volevo fare! Ho "scelto" di farlo!
Cosa molto, molto rara. Però con questo tipo di sincerità si eviterebbero e risparmierebbero un sacco di lungaggini e menzogne su di un già precario castello di balle.
 

Bruja

Utente di lunga data
Silvia

Non ho l'abitudine di tranciare giudizi, quindi preferisco la strada della mediazione, sempre, purchè ci sia qualcosa da mediare.
Credo che il vero problema non sia neppure lui e il suo modo di fare quanto la tua disillusione e la tua delusa aspettativa. Tu amavi quello che pensavi di lui e che ti era prefigurata, e lui, purtroppo non è statao all'altezza, il resto sono solo parole dette per elaborare il dolore ed il senso di sconfitta che pèrovano i tuoi sentimenti.
Forse non sta a me valutarlo, ma temo che tu abbia avute eccessive aspettative su di lui.......... dici che avevate idee, condivisioni e tanti progetti, ed è certamente possibile, ma non sono le proiezioni che contano quanto i fatti sostanziali.
L'impressione è che tu non recupererai mai più l'idea che avevi di lui e, soprattutto, la fiducia e la speranza di una vita felice a due che si è incrinata parecchio.
Inutile che stia a dirti che per gli uomini, mi scusino le donne ma è così, intendono il tradimento molto diversamente da noi. Loro tradiscono anche se ti vogliono bene, che c'entra l'amore, è un po' come andare a cena al ristorante, capita, ma di solito si cena a casa, con la donna che si è scelta per la vita.
Non sto difendendo nessuno, nè scusando atteggiamenti che creano grossi problemi, ma è generalmente così; l'ho detto altre volte.
Sembra un controsenso ma l'uomo che è spesso affettivamente fedele, sessualmente, grazie all''eccitazione che gli crea un nuovo rapporto, pare sia infedele all'occasione propizia.
Bada che non sto dicendo che sono dei sessuomani o degli assatanati, la verità è che l'uomo più che il piacere effimero del rapporto sessuale trae un infinito piacere nella seduzione e nell'eccitazione, e sappiamo tutti che la novità, per mediocre che sia, è funzionale a questa esigenza.
Non si tratta di una difesa d'ufficio dei traditori, sia chiaro, ma vorrei richiamare chi è tradito/a a valutare bene se la persona che amano è all'altezza delle loro aspettative.
E' quello il nocciolo della questione!!!
Bruja
 

Lettrice

Utente di lunga data
Probabilmente risultero insensibile...ma come pretendevi che un 33enne ti restasse fedele in un rapporto a distanza, PLATONICO, DI UN ANNO!!!!!!!

Ma anzi anche solo essere andato con un'altra una sola volta mi sembra un miracolo!!!!

Scusa cara capisco la tua sofferenza pero' tu capisci che a 33 anni i bacini,carezze come ti pare non bastano piu'...

Scusate la mia superficialita'.
 
P

Persa/Ritrovata

Guest
x Lettrice

Beh hai detto quel che pensavo io..hai ragione che dici quel che pensi senza filtri! ..sinceramente non capisco nemmeno come possa bastare a lei..
Ma è una cosa così "anomala" che è da capire..
 
N

Non registrato

Guest
Cosa ci vedi di così strano, cara Persa/Ritrovata? Hai mai vissuto un rapporto a distanza?
Non è che se ti vedi con un ragazzo poche volte in un anno, è tanto diverso dal vederlo poche volte in un mese.
E scusami se per me queste poche volte non sono state sufficienti per farci sesso in piena regola.
De gustibus.... Ognuno ha i tempi e i modi che più gli si confanno.
Hai l'dea che tutte le 25enni debbano darsi al sesso sfrenato? Mi dispiace ma per colpa mia dovrai modificare questa certezza

Del resto, vi avevo chiesto se secondo voi sono io ad aver vissuto su una nuvola...
Sono consapevole di poter essere considerata anni '50, come dici tu, ma tant'è.
Che ci vogliamo fare?
Lui lo sapeva e poteva starsene a casa sua se non gli stava bene, ti pare?
Io non gli ho nascosto nulla, lui a me sì.


Hai presente, Misolidio, il detto "la carne è debole"?
Siamo sicuri che sia sempre e solo la carne ad essere debole???
Io ne dubito.


Bruja, concordo con le tue impressioni, anche se sta cosa dell'uomo che tradisce una donna pur amandola, continua a lasciarmi perplessa.
Anzi, se un uomo che ne è convinto, che l'ha vissuto sulla propria pelle, potesse chiarirmi le idee, gli sarei davvero grata.

Quanto alle aspettative, Bruja, sono brutte bestie che non bisognerebbe nutrire. Se ami qualcuno ne puoi amare anche quelli che potrebbero sembrarti difetti, ma dovresti conoscerli, non sbatterci la faccia.
Voglio dire, e scusate se banalizzo, se mi piace il mare te lo dico subito, non faccio finta di amare la montagna solo per farti piacere. Tanto, prima o poi, la verità viene a galla. E lì son dolori! Dolori inutili, perchè evitabili... se solo si avesse sufficiente autostima per pensare di poter essere amati pur avendo inclinazioni differenti.

E' l'inganno che non lascia alternative.
Se mi vieni a confessare dopo un anno come sei fatto veramente, grazie tante del gentile pensiero, ma in questo tempo io di chi mi sarei innamorata? Di un fumetto???

Che tristezza!

Silvia
 

Lettrice

Utente di lunga data
Bhe' se le poche volte in cui vi siete visti non erano sufficienti a tuo avviso per fare sesso...se fossi in lui ti direi che per me non erano sufficienti per considerarla una relazione a tutti gli effetti...

e per quanto se ne dica il sesso e' importante in una relazione...anzi per me e' fondamentale...altrimenti che differenza c'e' con l'amicizia...

Comunque anche dire lo sapeva mi sembra un ragionamento un po' strano, come dire sono un assassino ma almeno sono sincero...perche' allora anche lui ha confessato e puo' dire sono un traditore ma almeno sono sincero.

In genere non credo all'amare qualcuno e fare sesso con qualcun'altro...ma in questo caso ci sta'...magari lui ti ama o ti ha amata...ma il sesso e' sesso...e infine anche noi esseri umani siamo animali e abbiamo istinti...

Ripeto mi dispiace per la tua sofferenza...ma in fin dei conti e' una cosa che devi mettere in conto considerando i tuoi fermi principi...non puoi aspettarti di intraprendere una relazione con un uomo che credo a 33 anni sia bello che navigato...non fare sesso...per un anno...e dire quel bastardo mi ha tradita...sfido io!!!!!!!
 
N

Non registrato

Guest
Lettrice

Chiariamo: io NON PRETENDEVO. La situazione CI imponeva limiti.
Non l'ho mai minacciato con un mitra, non gli ho imposto mai niente, anzi, mi ha convinta lui che la cosa poteva funzionare quando io, all'inizio, avevo seri dubbi.

La distanza era un problema comune (!!!), non è che io ne gioissi.
Un anno! Un anno di distanza è cosa ben diversa da un anno insieme!!!
Vi tranquillizzo sul fatto che sono normale, ho gli stessi identici bisogni di qualsiasi essere umano.
Lui a 33 è un essere umano, io a 25 sono asessuata?
Pensate sia stata solo colpa mia se ci siamo visti poco?

Lettrice, prova per un attimo a metterti nei miei panni.
Se uno fa in modo che tu ti consideri impegnata con lui (perchè questo è stato, questo ha voluto!!) non credi che poi debba fare altrettanto?
Non è che può volere che tu l'aspetti buona buona mentre lui va in giro a fare quello che gli pare. O sbaglio?

Silvia
 

Verena67

Utente di lunga data
Non è la distanza, il vero problema!

Non registrato ha detto:
L'amore a distanza nn esiste e impossibile da sostenere ed e logorante consiglio lascia perdere
parlo a ragion veduta, siccome sono caduta nelle maglie dell'amore a distanza ben due volte, con la stessa persona, e con lo stesso esito infausto!


Secondo me non è la distanza il problema, specie ora che esistono aerei, eurostar, ma anche solo webcam e cellulari.

Ma a dire il vero non lo era nemmeno 20 anni fa, con i famosi "telefoni a gettone" e i treni notturni.

Personalmente con il mio ex (Fidanzato perenne? Amante? Secondo un sensitivo di mia fiducia anche possibile Prossimo Marito?
) non ci è mai mancata la possibilità di "sentirci" (sia in modo esplicito che "extrasensoriale", se volete, io lo "sento" persino ora che ci siamo - di nuovo - lasciati "definitivamente"...) e in fondo nemmeno quella di vederci, malgrado le rispettive famiglie, lavori, etc.

Volere è potere.


Il vero problema è crederci nei rapporti, e sapere che se uno che si butta in un progetto dove c'è anche la distanza a complicare le cose deve avere una dose eccezionale di IMPEGNO...o forse SOLO quella dose STANDARD DI IMPEGNO VERO, che consiste nel volersi davvero creare un futuro con quella persona.

Ci può essere piu' impegno in situazioni del genere che nel rapporto logoro e privo di slancio con il ragazzo sotto casa.

Se invece la distanza è un comodo alibi (per uno dei due? Per entrambi?) per non raggiungere una vera "intimità" (fisica, psicologica, di indirizzo di vita), questa situazione "sospesa" può risultare funzionale finché uno dei due non vuole qualcosa di vero e costruttivo.

E non oltre, come temo sia successo in questo caso.
Un grosso bacio!
 

Lettrice

Utente di lunga data
L'hai detta giusta lui ha pensato che potesse funzionare a distanza...forse non aveva messo in conto il dover aspettare un tempo indeterminato per consumare la relazione...e dopo un anno e' crollato ha confessato e pace...

Ho avuto relazioni a distanza...che non funzionano mai...se in piu' ci si mette la tua riserva...quella relazione e' un volo mai decollato!!!

Ogniuno pensa e agisce come crede...ma per me l'amore non ha riserve...perche' quella riserva che tu hai posto sa di insicurezza nei sentimenti...amarsi platonicamente e' una bella amicizia punto. Gli amanti amano con cuore, anima, cervello e corpo.

Non riesco onestamente a mettermi nei tuoi panni...ma riesco a mettermi nei suoi...aspettare magari per poi vedersi dare il bel servito? Scordatelo!!!
E fossi stata in lui avrei iniziato a sentirmi insicuro e non desiderato...che per tutti uomini e donne e' fondamentale...tutti vogliamo sentirci desiderati in maniera smoderata...se e' possibile...dal proprio compagno.

Poi nella relazione tra uomo e donna il sesso e' l'unica parte decente...tolto quello cosa rimane? litigi, cene, chiaccherate e bollette da pagare...tutte cose che puoi fare con un'amica.

Ok non gli avrai puntato un mitra ma, il ti amo ma non te la do' ( scusate la volgarita')...mi sembra un ricatto psicologico...specie se fatto a un innamorato...come credo lui fosse/sia.

Tu ti sentirai ingannata ma anche lui dopo un anno magari ha pensato che lo stessi a prendere per il sedere.

Non ho niente contro di te Silvia per carita'...ma come ti ho detto riesco a mettermi nei suoi panni e magari puoi iniziare a capire il suo punto di vista...certo ti avrebbe potuta lasciare prima...ma forse e' semplicemente capitato al volo e ha afferrato l'occasione...e dopo un anno a secco lo trovo quasi comprensibile.
 
N

Non registrato

Guest
Dimenticavo ....

Lettrice ha detto:
Bhe' se le poche volte in cui vi siete visti non erano sufficienti a tuo avviso per fare sesso...se fossi in lui ti direi che per me non erano sufficienti per considerarla una relazione a tutti gli effetti...

Perfetto! E' proprio questo il punto.
Avrebbe potuto dirmelo e invece non me l'ha detto.

Forse perchè dirmelo significava darmi la stessa libertà che lui si è preso di nascosto???

Pensaci Lettrice...


Un bacio e grazie,

Silvia
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top