Primo fu il naso o forse le tette?

Brunetta

Utente di lunga data
“Inizialmente“ ogni persona aveva una sua fisionomia dipendente dalla sua genetica che, per i limitati spostamenti, risultava simile in gran parte a quella dei compaesani.
Poi abbiamo cominciato a trovare più belli i nasi degli attori e abbiamo prima desiderato e poi modificato i nostri.
Persino il mistico Battiato si è fatto ridurre il naso.
Poi il seno è diventato bello o no in relazione ai modelli che vedevamo, perciò c’era chi lo aveva troppo piccolo, chi troppo grande, chi della forma “sbagliata”.
In seguito i genitali.
Negli ultimi anni si constata il desiderio di adeguare il viso, soprattutto femminile (ma anche maschili in diverso modo) a dei modelli con sopracciglia folte e definite con una linea precisa, zigomi alti, nasi piccoli, labbra carnose, pelle setosa. Tutto questo è stato ottenuto sulle immagini con app di semplice uso.
A forza di vedersi modificate, moltissime ragazze cercano di far corrispondere la realtà a quelle immagini.
Io non mi sono abituata e mi prende un colpo quando vedo questi visi.
Voi vi siete abituati alle labbra carnose e alle sopracciglia tutte uguali?
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
“Inizialmente“ ogni persona aveva una sua fisionomia dipendente dalla sua genetica che, per i limitati spostamenti, risultava simile in gran parte a quella dei compaesani.
Poi abbiamo cominciato a trovare più belli i nasi degli attori e abbiamo prima desiderato e poi modificato i nostri.
Persino il mistico Battiato si è fatto ridurre il naso.
Poi il seno è diventato bello o no in relazione ai modelli che vedevamo, perciò c’era chi lo aveva troppo piccolo, chi troppo grande, chi della forma “sbagliata”.
In seguito i genitali.
Negli ultimi anni si constata il desiderio di adeguare il viso, soprattutto femminile (ma anche maschili in diverso modo) a dei modelli con sopracciglia folte e definite con una linea precisa, zigomi alti, nasi piccoli, labbra carnose, pelle setosa. Tutto questo è stato ottenuto sulle immagini con app di semplice uso.
A forza di vedersi modificate, moltissime ragazze cercano di far corrispondere la realtà a quelle immagini.
Io non mi sono abituata e mi prende un colpo quando vedo questi visi.
Voi vi siete abituati alle labbra carnose e alle sopracciglia tutte uguali?
Proprio ieri ho visto una ragazza sui 20 con le labbra gonfiate da poco.
Con quel broncetto che viene da fissare non per la sensualità ma per la postura della bocca decisamente innaturale.
Ci faremo l'abitudine
 

Brunetta

Utente di lunga data
Proprio ieri ho visto una ragazza sui 20 con le labbra gonfiate da poco.
Con quel broncetto che viene da fissare non per la sensualità ma per la postura della bocca decisamente innaturale.
Ci faremo l'abitudine
😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭
 

spleen

utente ?
Voi vi siete abituati alle labbra carnose e alle sopracciglia tutte uguali?
Ci sono molte cose a cui non mi abituo, le labbra tumefatte, le sopracciglia tatuate etc.
Più di tutto continuo a non abituarmi ai tatuaggi, a me piacciono i corpi, la pelle, nella sua naturalità, trovo accettabili le rughe, mi incuriosiscono le piccole macchie, mi eccitano le lentiggini, soprattutto nella scollatura delle donne. Spesso mi affascinano le cicatrici, che quando non deturpano hanno quel sottile fascino che parla di vita vissuta, che continua nonostante gli imprevisti.
Non sto parlando di singoli minuscoli tatuaggi, vezzosi, che al limite vabbè... Mi riferisco a questo conformismo di continuare a scarabocchiare orribili e incancellabili scemenze e grafiche d'accatto su quanto di più prezioso abbiamo.
 
Ultima modifica:

bravagiulia75

Utente di lunga data
Ci sono molte cose a cui non mi abituo, le labbra tumefatte, le sopracciglia tatuate etc.
Più di tutto continuo a non abituarmi ai tatuaggi, a me piacciono i corpi, la pelle, nella sua naturalità, trovo accettabili le rughe, mi incuriosiscono le piccole macchie, mi eccitano le lentiggini, soprattutto nella scollatura delle donne. Spesso mi affascinano le cicatrici, che quando non deturpano hanno quel sottile fascino che parla di vita vissuta, che continua nonostante gli imprevisti.
Non sto parlando di singoli minuscoli tatuaggi, vezzosi, che al limite vabbè... Mi riferisco a questo conformismo di continuare a scarabocchiare orribili e incancellabili scemenze e grafiche d'accatto su quanto di più prezioso abbiamo.
Io ho 2 tatuaggi uno sulla spalla uno sul braccio...non sono piccoli anzi...
Li ho fatti entrambi negli ultimi 5 anni...quindi una scelta ponderata e non dettata da mode del momento...
Sono parte di me...rappresentano me...il mio vissuto...
Quello che sono...
Onestamente (ma sono di parte)sono veramente belli...
Ovviamente a 20 anni non avrei preso in considerazione di farmeli fare...ma a 40 anni si...
 

spleen

utente ?
Io ho 2 tatuaggi uno sulla spalla uno sul braccio...non sono piccoli anzi...
Li ho fatti entrambi negli ultimi 5 anni...quindi una scelta ponderata e non dettata da mode del momento...
Sono parte di me...rappresentano me...il mio vissuto...
Quello che sono...
Onestamente (ma sono di parte)sono veramente belli...
Ovviamente a 20 anni non avrei preso in considerazione di farmeli fare...ma a 40 anni si...
Ciascuno è libero ovviamente di fare quello che vuole, mi rallegro che a te piacciano, io non rieco a digerirli, che ti devo dire, sarò antiquato.
Non mi piacciono nè esteticamente e ho già detto perchè, nè capisco il senso di scrivermi addosso cose che poi mi debbano ricordare qualcosa di me o che abbiano anche seppur lontanamente la dignità di rappresentare la mia esperienza di vita, (e credo nemmeno la tua).
Quanto alle mode del momento meglio stendere un velo pietoso, c'è una intera massa di sedicenti trasgressori incanalati dentro stereotipi che pensano trasgressivi. (Non sto parlando di te, dico in senso lato).
Nemmeno in questo senso penso che il nostro corpo sia un archivio culturale, bensì una ogettività da rispettare.
Sono conscio di essere controcorrente eh...
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Ciascuno è libero ovviamente di fare quello che vuole, mi rallegro che a te piacciano, io non rieco a digerirli, che ti devo dire, sarò antiquato.
Non mi piacciono nè esteticamente e ho già detto perchè, nè capisco il senso di scrivermi addosso cose che poi mi debbano ricordare qualcosa di me o che abbiano anche seppur lontanamente la dignità di rappresentare la mia esperienza di vita, (e credo nemmeno la tua).
Quanto alle mode del momento meglio stendere un velo pietoso, c'è una intera massa di sedicenti trasgressori incanalati dentro stereotipi che pensano trasgressivi. (Non sto parlando di te, dico in senso lato).
Nessun problema...
O li ami o li odi....
Uno l ho fatto dopo la morte di mia mamma...
L altro...ha un valore altrettanto affettivo ma diciamo che è più decorativo...
Li rifarei entrambi ...
 

Brunetta

Utente di lunga data
Credo che ormai ogni ragazzina creda di dover avere il seno della forma di quelli rifatti e consideri sbagliato il proprio se è diverso.
Allo stesso modo la diversità della linea delle sopracciglia, che determina lo sguardo, sembra che debba essere uguale per tutti.
 

Pincopallista

Utente di lunga data
“Inizialmente“ ogni persona aveva una sua fisionomia dipendente dalla sua genetica che, per i limitati spostamenti, risultava simile in gran parte a quella dei compaesani.
Poi abbiamo cominciato a trovare più belli i nasi degli attori e abbiamo prima desiderato e poi modificato i nostri.
Persino il mistico Battiato si è fatto ridurre il naso.
Poi il seno è diventato bello o no in relazione ai modelli che vedevamo, perciò c’era chi lo aveva troppo piccolo, chi troppo grande, chi della forma “sbagliata”.
In seguito i genitali.
Negli ultimi anni si constata il desiderio di adeguare il viso, soprattutto femminile (ma anche maschili in diverso modo) a dei modelli con sopracciglia folte e definite con una linea precisa, zigomi alti, nasi piccoli, labbra carnose, pelle setosa. Tutto questo è stato ottenuto sulle immagini con app di semplice uso.
A forza di vedersi modificate, moltissime ragazze cercano di far corrispondere la realtà a quelle immagini.
Io non mi sono abituata e mi prende un colpo quando vedo questi visi.
Voi vi siete abituati alle labbra carnose e alle sopracciglia tutte uguali?
Mi fanno un po’ senso neh.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Ci sono molte cose a cui non mi abituo, le labbra tumefatte, le sopracciglia tatuate etc.
Più di tutto continuo a non abituarmi ai tatuaggi, a me piacciono i corpi, la pelle, nella sua naturalità, trovo accettabili le rughe, mi incuriosiscono le piccole macchie, mi eccitano le lentiggini, soprattutto nella scollatura delle donne. Spesso mi affascinano le cicatrici, che quando non deturpano hanno quel sottile fascino che parla di vita vissuta, che continua nonostante gli imprevisti.
Non sto parlando di singoli minuscoli tatuaggi, vezzosi, che al limite vabbè... Mi riferisco a questo conformismo di continuare a scarabocchiare orribili e incancellabili scemenze e grafiche d'accatto su quanto di più prezioso abbiamo.

Sopracciglia tatuate presente! :)
E ho evitato le labbra tatuate solo perché mi hanno detto che fanno un pò male ;) (anzi, per la precisione un male non da poco :D, aggiunto all'inconveniente che essendo zona "umida" si soffre un pò anche durante la guarigione).

Quanto ai tatuaggi sul corpo, per il momento "mi salvo" dal tuo giudizio negativo (che è comunque giudizio estetico ;) ) ognuno è libero di pensarla come vuole e ci mancherebbe ;) solo perché ne ho uno piccolissimo per giunta fatto poco fa, alla bellezza di 44 anni :) , che ha un significato che va oltre le due stelline che ho dietro alla spalla (ma che probabilmente sarà work in progress, nel senso che mi piacerebbe aggiungere una stellina per ogni anno che passa :) ).

Vabbè.... i tatuaggi sono roba vecchia come il mondo. E la body art ha origini - anche culturali - altrettanto antiche :) (se vogliamo lasciarle nella nostra cultura del Dopoguerra, vai a vedere cosa facevano in punto due come Piero Manzoni e Gina Pane.... quest'ultima certamente un pò "forte" :) ).

In ogni caso, lasciando stare il mio tatuaggio in corrispondenza della scapola, vi posso dire che il tatuaggio alle sopracciglia malgrado il male ( :D ) lo rifarei anche subito. Avevo sopracciglia asimmetriche, non mi piacevano. Ora non solo stanno a posto, ma ora sono praticamente quasi libera dall'obbligo della pinzetta (non parlo di trucco per le sopracciglia che tanto con il trucco faccio pasticci, per cui mai usato :) ). Ti dirò che essendo per giunta stato fatto un lavoro molto bello, non mi sento manco per niente "omologata" o roba simile. Molto più semplicemente, guardo le mie sopracciglia, penso a come erano prima, e ne sono soddisfatta :)

Avrei fatto un piccolo "sacrificio" per le labbra :rolleyes: , nel senso che anche lì (a parte nessuna "tumefazione", se non per il tempo di assestamento del tatuaggio, 3-4 giorni :) ) mi sarebbe piaciuto definire un pò di più la forma. Non è stato possibile (nel senso che avrei dovuto farmi fare tutte le labbra, o la gran parte, per ottenere un risultato naturale, e la mia amica seriamente si è rifiutata di "dare solo il ritocchino sopra") ma ho lasciato perdere (quelle poche volte che le trucco ci metto - maldestramente, a dire i vero :D) un pò di matita ed è finita lì ;)
Di qui a sentirmi "omologata" ne corre parecchio :)

Per la chirurgia estetica (abbiamo fatto un discorso a suo tempo), se non ci fossero effetti collaterali e rischi mica da poco (e purtroppo per taluni interventi ci sono, li ho affrontati anche nel lavoro, ma non solo: a volte anch'io personalmente non li trovo migliorativi: ma solo a volte ;) , potrei portare l'esempio di alcune amiche che si sono sottoposte ad esempio alla "limatina" al naso e vedendole non lo diresti) non vedrei certo problemi. Il fatto che siano pur sempre interventi (con tanto di cateteri, drenaggi, etc) e l'idea stessa di inserire protesi (vedi mastoplastica), a me scoraggia.
Quanto alle labbra, ne ho viste alcune (anche foto di VIP) con delle labbra che a me fanno impressione. Immagino che non si siano rivolte a dei "cani" della chirurgia estetica, per cui sono portata a credere che non è (o non sempre è) migliorativo farle. Idem gli zigomi, spesso ne ricavo un effetto grottesco, e anche lì.... no :), a meno di motivi più che validi, personalmente eviterei.
 

Martes

Utente di lunga data
A me fa un'impressione aberrante l'idea di qualunque modifica effettuata sul corpo, buchi alle orecchie compresi e persino il trucco, anche se si può levare, ma mi rendo conto che è una faccenda tutta mia (non un problema perché non lo vivo come tale) e gli altri posson fare su di sé quel che vogliono che non m'importa niente
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Sugli interventi anche io sono contraria (su di me...poi ognuno liberissimo di fare quel che vuole)...trucco non lo uso....
Buchi alle orecchie...non mi ci stanno più altri orecchini 🤣🤣🤣🤣
L unica cosa che cambio è il colore dei capelli!!!
A sto giro ho trovato la giusta gradazione di colore...mi sta benissimo....sono veramente entusiasta... probabilmente anche perché sono leggermente abbronzata e questo colore giova all' incarnato!!!
È cmq un colore particolare....ma non particolarmente strano....
 

Foglia

utente viva e vegeta
A me fa un'impressione aberrante l'idea di qualunque modifica effettuata sul corpo, buchi alle orecchie compresi e persino il trucco, anche se si può levare, ma mi rendo conto che è una faccenda tutta mia (non un problema perché non lo vivo come tale) e gli altri posson fare su di sé quel che vogliono che non m'importa niente
Buchi nelle orecchie ne ho avuti 7 in totale (4 da una parte e 3 dall'altra :) ), e proprio l'altro giorno, osservando quelli che oramai sono solo piccoli "segni" mi è venuto da sorridere. Quanti ricordi, e quanto mi piacevano :)
 

Martes

Utente di lunga data
È che io non trovo tanta differenza tra queste due
Screenshot_20210608-084325_Samsung Internet.jpg
Screenshot_20210608-084516_Chrome.jpg
Se non che a una cosa siamo abituati e ad un'altra no
 

Foglia

utente viva e vegeta
È che io non trovo tanta differenza tra queste due
View attachment 9569
View attachment 9570
Se non che a una cosa siamo abituati e ad un'altra no

E' un pò "forte" come affermazione :)

Mi hai comunque fatto venire in mente un libro bellissimo che avevo, di foto sulle "usanze" dal mondo, sulla gente del mondo :)

Credo mi sia stato "ciulato" dall'ex perché l'ho cercato or ora, ma non più trovato :rolleyes:

Ma hai posto pure un bel dilemma, che credo tocchi i limiti "di disposizione" del nostro corpo. Certamente, a me che sono occidentale, non verrebbe da considerare "sana" (passa il termine) la pratica delle cd. donne dal collo lungo (che iniziano da bambine, all'interno di una ben precisa tradizione), mentre nella prima foto vedo (sostanzialmente, ti dico la prima cosa che ho visto :) ) una bellissima ragazza con un paio di orecchini simil-tribali (i buchi sotto sono buchi "normalissimi", eh ;) , vale a dire non "tribali" pure loro ) che non mi fanno impazzire :).
La prima cosa che ho notato :)
 

Brunetta

Utente di lunga data
È che io non trovo tanta differenza tra queste due
View attachment 9569La

View attachment 9570
Se non che a una cosa siamo abituati e ad un'altra no
È che io non trovo tanta differenza tra queste due
View attachment 9569
View attachment 9570
Se non che a una cosa siamo abituati e ad un'altra no
La differenza c’è eccome.
Con tutto il rispetto che ho per le altre culture, la seconda tradizione comporta una deformazione della colonna e rende la donna totalmente invalida senza il supporto delle “collane” e le rende difficile la vita quotidiana.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Io non ero contro la chirurgia estetica, ma contro la omologazione.
Quelloche mi fa orrore è considerarsi adeguati nella misura in cui si è più vicini a un modello.
Mi sembra normale correggere, visto che è possibile, un inestetismo che crea disagio reale o solo personale.
Ho conosciuto molte donne che hanno fatto interventi al seno e le ho viste prima e dopo. Generalmente chi ha fatto la riduzione ha fatto benissimo. Ho visto situazioni strazianti risolte.
Quello che trovo assurdo è fare interventi, anche minimale, per vedersi...uguali.
L’asimmetria evidente ci inquieta.
Ho un contatto fb, una pensionata, che si è fatta fare il trucco permanente agli occhi e ne è felice.A me non passa per la testa. Lei non è mai stata una vamp neppure da giovane, è nonna e semplice si piace di più con un leggero trucco, solo non ha voglia di farselo (forse anche per la scomodità, visto che porta gli occhiali). Non vuole essere uguale alle altre.
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Sono per la chirurgia estetica quando é evidente un problema che mette a proprio agio
Non come tentativo di omologarsi o di non rassegnarsi agli anni che passano
Pensando a quello che ha scritto @spleen ho capito di essere la sua donna ideale: due interventi estetici, due buchi per orecchie 3 tatuaggi 😂😂😂
 

Martes

Utente di lunga data
La differenza c’è eccome.
Con tutto il rispetto che ho per le altre culture, la seconda tradizione comporta una deformazione della colonna e rende la donna totalmente invalida senza il supporto delle “collane” e le rende difficile la vita quotidiana.
Certo il collo allungato è più invalidante, ma dal mio punto di vista anche perforarsi le orecchie per infilare aggeggi assolutamente inutili anzi pure scomodi è una deturpazione idiota
 

Lostris

Utente Ludica
Certo il collo allungato è più invalidante, ma dal mio punto di vista anche perforarsi le orecchie per infilare aggeggi assolutamente inutili anzi pure scomodi è una deturpazione idiota
Io adoro gli orecchini... 😍
Ne ho tantissime paia, pochi preziosi (li perdo continuamente) e di tutte le forme.

Mia sorella ogni viaggio che fa(Ceva) sa che souvenir portarmi☺

Tra l’altro tanti son legati a persone/ricordi.
Ne ho due paia che presi a Cuba dieci anni fa fatti con dei semi che adoro.

È l’accessorio che cambio più spesso. Pochissimi anelli (anche se sto incrementando), pochi bracciali.

Non sono inutili, sono decorativi, esprimono qualcosa.
Hanno in parte la stessa funzione che può avere la scelta di determinati capi di abbigliamento anziché altri.. certe forme, certi colori.. non ci si veste solo per non andare in giro nudi. 🤷🏻‍♀️
 
Top