per cosa tradire..

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Qual è il perché del tradimento?

Non è la solita domanda io pongo un perché finale e non causale (il rapporto in crisi ..la noia...il/la partnerche mangia..dorme..va in bagno e non è un sogno, ma una persona..) ovvero non cerco le motivazioni in cui ..il responsabile è il tradito..anche perché a volte si tradisce qualcuno con cui veramente stai bene (con i limiti determinati dall'imperfezione umana..), fai un buon sesso, hai un'intesa spirituale...
Intendo le motivazioni che ti fanno pensare che in quella relazione nuova (di pochi minuti ..inizialmente non si sa dove porterà e quanto durerà) potrai trovare qualcosa per cui vale la pena di iniziare un percorso che si sa ricco di rischi..
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
..non rispondete per l'emozione

...per emozionarsi ..è meno rischioso pacadutismo..deltaplano..rafting...


...perché l'ha fatto chi l'ha fatto...


...cosa pensa di aver fatto intuire di poter trovare..chi ha convinto qualcuno a farlo..
 

Verena67

Utente di lunga data
Bella domanda...

...io penso che ci ho trovato il soffio di una vita nuova, la voluttà di poter immaginare un nuovo futuro quando tutto ormai nel mio cammino sembrava tracciato e consueto.

Forse un modo (sano o meno) di gestire una (prematura, ma io sono precoce!
) crisi di mezza età?!

Un bacio!
 
N

Non registrato

Guest
Sono un tradito e non un traditore.
Quindi posso fare solo supposizioni: diciamo che quando incomincia un rapporto sentimentale, ci sono di mezzo delle novità, novità che poi, con il trascorrere del tempo vanno a scemare. Evidentemente, uno dei tanti motivi per il quale si tradisce è la ricerca di nuove novità, di nuove sensazioni, di nuove emozioni. Sai, il primo bacio ti da una ben precisa emozione. L'ennesimo (dato alla stessa persona, s'intende) non fa certo provare le stesse sensazioni del primo. La prima notte d'amore mette una certa emozione che l'ennesima non metterà. E' normale che così sia. Ma se si ama e se si vuole bene, si può continuare ugualmente a farsi andar bene sensazioni meno forti!
Il fatto è che qui si sta parlando di esseri umani e non di pezzi di ferro, senza un'anima, senza una mente.
Acquisti un'automobile: all'inizio sei al culmine perchè essa è una novità. Dopo un po' non sarà più una novità e quindi la cambierai. Purtroppo ci sono persone (molte, purtroppo!) che trattano gli esseri umani come se fossero oggetti. E non si limitano manco a lasciare, prima di trovarsi un nuovo compagno/a!
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Verena67 ha detto:
...io penso che ci ho trovato il soffio di una vita nuova, la voluttà di poter immaginare un nuovo futuro quando tutto ormai nel mio cammino sembrava tracciato e consueto.

Forse un modo (sano o meno) di gestire una (prematura, ma io sono precoce!
) crisi di mezza età?!

Un bacio!
L'approssimarsi della cassetta di legno


P/r scusa, ma non riesco a stare seria.
 
O

Old Airforever

Guest
..anch'io sono un tradito e non un traditore..
Sono anch'io del parere che si tradisce perchè subentra la monotonia..quando il rapporto diventa una solfa evidentemente molti optano per cercare altrove delle nuove emozioni, emozioni che, fino a che saranno nuove saranno ben accette e, quando diventeranno anch'esse una monotonia si provvederà a trovare altrove nuove emozioni..e via dicendo! E' un po' una catena...
La cosa più brutta, però, è il fatto che posso "capire e concepire" il fatto che una persona abbia l'esigenza di smorzare la monotonia (anche se io non sono fatto così)...ma almeno che si abbia la cortezza di lasciare e poi andare alla ricerca di novità.
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Persa/Ritrovata ha detto:
...per emozionarsi ..è meno rischioso pacadutismo..deltaplano..rafting...


...perché l'ha fatto chi l'ha fatto...


...cosa pensa di aver fatto intuire di poter trovare..chi ha convinto qualcuno a farlo..
il rafting..porco di quel giuda se lo farei.


Ma non so nuotare.
 
O

Old Airforever

Guest
Aggiungo che, in molti casi si viene traditi anche all'inizio di un rapporto. Qui la cosa si fa più "spessa", in quanto a mio parere questa è una questione patologica. Non per altro esistono i bigami: senza offese per queste persone ma questa è classificata come una seria, vera e propria malattia. Faccio tuttaltro di professione. Non sono un medico né uno psicologo-psichiatra né sessuologo o chi per esso...perciò non mi addentro in questo tipo di discorso, di settore. Non è di mia competenza.
 

Verena67

Utente di lunga data
Airforever ha detto:
..anch'io sono un tradito e non un traditore..
Sono anch'io del parere che si tradisce perchè subentra la monotonia..quando il rapporto diventa una solfa evidentemente molti optano per cercare altrove delle nuove emozioni, emozioni che .....
Tu chiamale emozioni

ma io mi riferivo a qualcosa di diverso, alla progettualità intrisa nella prospettiva di costruire una vita nuova, che però inglobi anche le cose meglio riuscite di quella vecchia (i figli, ad esempio).
Era questo che trovavo profondamente attraente e stimolante!
un bacio
 
N

Non registrato

Guest
Airforever ha detto:
Aggiungo che, in molti casi si viene traditi anche all'inizio di un rapporto. Qui la cosa si fa più "spessa", in quanto a mio parere questa è una questione patologica. Non per altro esistono i bigami: senza offese per queste persone ma questa è classificata come una seria, vera e propria malattia. Faccio tuttaltro di professione. Non sono un medico né uno psicologo-psichiatra né sessuologo o chi per esso...perciò non mi addentro in questo tipo di discorso, di settore. Non è di mia competenza.
Che di per sè la bigamia sia una patologia ho qualche dubbio!
Se mai lo è il viverla di nascosto con una famiglia tenendone all'oscuro l'altra.
Ma in quel caso la patologia di cui parli è il mentire, non la bigamia in sè!
Se vogliamo andare su quello che è istinto naturale insito nell'uomo, sarebbe quello, per il maschio, di ingravidare più femmine possibile per il perpetuarsi della specie e per la femmina di accoppiarsi con colui che identifica col maschio dominante.
Detto questo, l'essere razionale porta a soppesare valutare e scegliere, ma anche a subisce pesanti condizionamenti culturali e sociali.
Ma anche a scegliere e decidere di non "accettare" un modus vivendi che non si sente proprio.
 
O

Old franceska

Guest
perchè si ha bisogno e necessità di sognare e vivere emozioni, piu o meno spensieratamente.
poi le cose cambiano..
 
O

Old caterina

Guest
pericoli.

Persa/Ritrovata ha detto:
Qual è il perché del tradimento?
"potrai trovare qualcosa per cui vale la pena di iniziare un percorso che si sa ricco di rischi.".
Secondo me la causa è data dallo spirito di onnipotenza. Mi prendo i piaceri della vita visto che nn posso sottrarmi alle sue brutture... sono troppo bravo per farmi beccare...quindi perchè rinunciare? Per i maschietti poi, c'è anche un'altra componente: se la moglie lo becca...spera o meglio si illude che le corna per loro siano socialmente sopportabili, e per il marito sciupafemmine motivo di vanto. Sono del Sud...e dalle mie parti sento dire anche questo.
 
N

Non registrato

Guest
Non registrato ha detto:
Che di per sè la bigamia sia una patologia ho qualche dubbio!
Se mai lo è il viverla di nascosto con una famiglia tenendone all'oscuro l'altra.
Ma in quel caso la patologia di cui parli è il mentire, non la bigamia in sè!
Se vogliamo andare su quello che è istinto naturale insito nell'uomo, sarebbe quello, per il maschio, di ingravidare più femmine possibile per il perpetuarsi della specie e per la femmina di accoppiarsi con colui che identifica col maschio dominante.
Detto questo, l'essere razionale porta a soppesare valutare e scegliere, ma anche a subisce pesanti condizionamenti culturali e sociali.
Ma anche a scegliere e decidere di non "accettare" un modus vivendi che non si sente proprio.
Non accordo con quanto da te scritto. La bigamia è una malattia vera e propria. Ci sono persone che hanno dentro di l'oro l'esigenza di non tenere il piede in una sola scarpa. Un po' come se fosse un loro cromosomo. E mi spiace dirlo, ma la maggior parte (dico la maggior parte, non tutti, naturalmente) di chi tradisce, in fondo in fondo ha parenti stretti che hanno vita sentimentale burrascosa (mamma e papà divisi o non divisi ma si tradiscono magari a vicenda..e via dicendo).
 

Bruja

Utente di lunga data
non registrato

..................e per queste persone hanno creato una "fede" molto acconcia!!
Vedi i mormoni, i musulmani (che anche se non sempre lo fanno hanno diritto a quattro mogli) e via dicendo.
Pare che si voglia riconoscere ufficialmente all'uomo l'obbligo a seguire la regola ancestrale della riproduzione della specie, peccato che il problema oggi sarebbe risolto attraverso la via civile e sociale del matrimonio.
Allora ci si appella a questa irrinunciabile attività della nostra corteccia (il cervello primario) e si giustifica che si vada a razzolare nei letti altrui.

D'altronde se si volesse apportare una lieve correzione alla definizione aristotelica dell'uomo, potremmo dire che l'uomo, per necessità ormonali, è un animale inqualificabilmente socievole

Bruja
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Miciolidia ha detto:
il rafting..porco di quel giuda se lo farei.


Ma non so nuotare.
Io sì ..ma non serve nei torrenti e poi danno il salvagente ..andiamo insieme?!


Scusate la deviazione ...emozionante
 

Bruja

Utente di lunga data
rafting

Attenzione se andate per rafting, vi dotano di un bel caschetto antiurto....... che è però molto scomodo per i traditi!!!
E' aderentissimo alla fronte

Bruja
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Bruja ha detto:
Attenzione se andate per rafting, vi dotano di un bel caschetto antiurto....... che è però molto scomodo per i traditi!!!
E' aderentissimo alla fronte

Bruja




 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Revival

Qual è il perché del tradimento?

Non è la solita domanda io pongo un perché finale e non causale (il rapporto in crisi ..la noia...il/la partnerche mangia..dorme..va in bagno e non è un sogno, ma una persona..) ovvero non cerco le motivazioni in cui ..il responsabile è il tradito..anche perché a volte si tradisce qualcuno con cui veramente stai bene (con i limiti determinati dall'imperfezione umana..), fai un buon sesso, hai un'intesa spirituale...
Intendo le motivazioni che ti fanno pensare che in quella relazione nuova (di pochi minuti ..inizialmente non si sa dove porterà e quanto durerà) potrai trovare qualcosa per cui vale la pena di iniziare un percorso che si sa ricco di rischi..
Mi autocito e ripropongo la domanda.
Cosa spinge a tradire nel momente in cui si decide di farlo e ci si mette nelle condizioni di poter dire:"E' capitato" ?
A distanza di 8 mesi potrei avere risposte diverse anche dalle stesse persone...
 
O

Old DITBAN26

Guest
Mi autocito e ripropongo la domanda.
Cosa spinge a tradire nel momente in cui si decide di farlo e ci si mette nelle condizioni di poter dire:"E' capitato" ?
A distanza di 8 mesi potrei avere risposte diverse anche dalle stesse persone...

...la ricerca di conferme...
Riesco a suscitare interesse?
 
O

Old controversa

Guest
...per emozionarsi ..è meno rischioso pacadutismo..deltaplano..rafting...


...perché l'ha fatto chi l'ha fatto...


...cosa pensa di aver fatto intuire di poter trovare..chi ha convinto qualcuno a farlo..

Perchè non si dovrebbe rispondere "per le emozioni"?

Di cosa è fatta l'intera esistenza umana, se non di emozioni?


Un brivido, quel senso di calore nel sangue... quelle sensazioni fisiche che sono a stento sostenibili, che fanno schizzare il battito cardiaco alle stelle, il cuore in gola, e ti senti stordito finchè non pensi di impazzire...

Da premettere che ognuno ha una sua reazione, anche biologica, a certi stimoli. C'è quindi chi è più sensibile alle risposte del proprio corpo, chi invece le avverte in maniera molto più attenuata. E' qualcosa di molto soggettivo... e che non si può spiegare a chi non l'ha provato, almeno non con la stessa intensità...

Credo che il tradimento sia una delle esperienze che, a livello fisico, provocano una reazione simile all'effetto di una droga... forte, improvvisa, piacevole, devastante. Ci sono però anche esperienze di altro tipo che possono causare questa sensazione... In altre parole, un semplice sguardo o contatto fisico con una persona che troviamo gradevole, se intensamente amplificato da fattori psicologici (attrazione, senso del proibito, etc.) può farci sentire, in alcuni casi, come quando una persona si fa una dose di eroina in vena...

Esagerato?
no, ...documentato...!!!



(a me il paracadutismo non piace... )
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top